Autore Topic: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte  (Letto 240805 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Online babaz

  • Reduce
  • ********
  • Post: 29.298
Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
« Risposta #2520 il: 27 Mar 2024, 19:19 »
Jello ha smentito tempo fa.

Phew, meno male

Offline slataper

  • Eroe
  • *******
  • Post: 13.737
Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
« Risposta #2521 il: 27 Mar 2024, 19:20 »
Meno male che abbiamo un insider.
Switch SW-7241-0739-0708 / Xbox Live slataper
My Yearbook [2019] [2020] [2021] [2022] [2023]

Offline Andrea_23

  • Eroe
  • *******
  • Post: 13.634
  • Ho un problema col copincolla
    • Ventitre's Lair
Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
« Risposta #2522 il: 27 Mar 2024, 22:34 »
Stamattina ho acceso Radio24 prima delle 8, ho ascoltato la coda del programma di approfondimento mattutino pre telegiornale... Ho sentito che parlavano, un po' più che a mezza bocca, dell'ipotesi che Putin voglia attaccare l'Estonia (fonti di intelligence USA?).

Buh, ho quella strana sensazione di incipiente disastro...

Riprendo la metafora di un paio d'anni fa della pentola che bolle, invocando stronzo quale sono un cessate il fuoco aprioristico.
Se nessuno scola, più passa il tempo, più la probabilità che qualcosa vada storto (anche non o non del tutto intenzionalmente)...

Poi magari è inevitabile ma tenerlo acceso, questo fuoco, a luuuungo, non aiuta.
« Ultima modifica: 27 Mar 2024, 22:37 da Andrea_23 »
.....f|0w
-----------. Steam ID|B.net

Offline Thar

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.328
Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
« Risposta #2523 il: 27 Mar 2024, 22:57 »
Stamattina ho acceso Radio24 prima delle 8, ho ascoltato la coda del programma di approfondimento mattutino pre telegiornale... Ho sentito che parlavano, un po' più che a mezza bocca, dell'ipotesi che Putin voglia attaccare l'Estonia (fonti di intelligence USA?).

Buh, ho quella strana sensazione di incipiente disastro...

Riprendo la metafora di un paio d'anni fa della pentola che bolle, invocando stronzo quale sono un cessate il fuoco aprioristico.
Se nessuno scola, più passa il tempo, più la probabilità che qualcosa vada storto (anche non o non del tutto intenzionalmente)...

Poi magari è inevitabile ma tenerlo acceso, questo fuoco, a luuuungo, non aiuta.

E come si dovrebbe spegnere quel fuoco?
Anche perché chi lo ha acceso è il primo a volerlo tenere acceso, per poter raggiungere i suoi obiettivi.
La "pace" ad ogni costo non è pace, è solo tempo regalato ai tiranni per preparare altre nequizie ai danni di popoli la cui colpa è solo quella di voler vivere liberi ed in pace.
E, senza offesa,  sacrificare la loro pace e la loro libertà per avere "noi" la pace è una pensiero talmente vile e spregevole** che non dovrebbe essere neanche necessario dirlo, tanto è ovvio.
Anche perché, seppur si possa spegnere "quel" fuoco, avere noialtri la "pace" è tutt'altro che sicuro.
Ed avremmo sacrificato vite e diritti altrui (che non ci appartengono) per essere di nuovo al punto di partenza, minacciati da una spada di Damocle la cui fune è tenuta in mano da un tiranno sanguinario.

**
Addendum: ovvio che non mi riferisco a nessuno dei presenti.
Son stato un po' brusco, me ne scuso, ma a volte l'esser bruschi è l'unico modo per chiamare col proprio nome le cose.
« Ultima modifica: 27 Mar 2024, 23:01 da Thar »
Il giusto è giusto, anche se tutti gli sono contrari; è lo sbagliato è sbagliato, anche se tutti sono per esso.
 (William Penn)

Offline Andrea_23

  • Eroe
  • *******
  • Post: 13.634
  • Ho un problema col copincolla
    • Ventitre's Lair
Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
« Risposta #2524 il: 28 Mar 2024, 02:25 »
Non lo so, so invece che è una reazione a catena : ).
Veda lei.

Ad ogni modo, dopo 24 mesi torno a dire: troppo facile uscirsene così, pigiando sulla tastiera e lontano 2000km dal fronte. Ci sarebbe un modo molto facile per mettere alla corda tali argomentazioni, ma me ne tengo bene alla larga anche solo per scaramanzia.

Diciamo che, finchéva bene agli Ucraini, d'accordo... fa comodo a tutti. Sempre nella speranza che la cosa rimanga molto circoscritta e i catastrofismi o detti su radio24 dall'opinionista di turno o evocati a suon di lettere sul tfp.
.....f|0w
-----------. Steam ID|B.net

Offline peppebi

  • Reduce
  • ********
  • Post: 28.704
  • cotto a puntino
    • E-mail
Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
« Risposta #2525 il: 28 Mar 2024, 07:46 »
Mi chiedo quali siano le mire di Putin. Tralasciamo per un attimo chi ha ragione e chi ha torto, lui che si sente minacciato, l'Ucraina che è parte della Russia, ecc.
Putin continua a provocare i Paesi ONU e gli ultimi due episodi sono recentissimi (violazione dello spazio aereo polacco e accuse a Kiev e Occidente di aver orchestrato l'attacco terroristico).
Cosa ci guadagna? Nel mio piccolo, se voglio pensare positivo, mi immagino che lo faccia per mettere a tacere pressioni interne e/o guadagnare il favore del popolo facendo credere che la Russia è così potente da poter minacciare apertamente il resto del mondo. Questo potrebbe andare a nostro favore perché magari qualcuno potrebbe farlo fuori dall'interno.
Se devo pensare male però gli scenari si fanno veramente cupi perché l'impressione è che stia cercando un appiglio qualsiasi per poter usare tattiche di guerra più aggressive (atomica inclusa) e piallare almeno l'Ucraina (se non è proprio scemo poi si dovrebbe fermare) chiudendo così il conflitto.
Forse gli Stati amici (Cina) non approvano un tale uso della forza ma chiuderebbero un occhio qualora ci fosse una giustificazione e a me sembra che Putin stia cercando di ottenerla.
FORGIVENESS IS TO SWALLOW WHEN YOU WANT TO SPIT

Offline Thar

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.328
Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
« Risposta #2526 il: 28 Mar 2024, 08:08 »
Non lo so, so invece che è una reazione a catena : ).
Veda lei.

Reazione che non si fermerebbe certo smettendo di aiutare l'Ucraina, cercando di imporre una "pace" che tale non sarebbe.
L'unica soluzione sarebbe stata, fin dall'inizio del conflitto (mi riferisco alla invasione russa della Crimea), fare come nella vecchia Jugoslavia: inviare forze d'interposizione ONU a protezione della popolazione civile, colla differenza che, stavolta, le truppe ONU avrebbero avuto la possibilità di rispondere agli attacchi per difesa propria e dei civili.
Certo, bisognerebe prima riformare pesantemente l'istituzione ONU.

Ad ogni modo, dopo 24 mesi torno a dire: troppo facile uscirsene così, pigiando sulla tastiera e lontano 2000km dal fronte. Ci sarebbe un modo molto facile per mettere alla corda tali argomentazioni, ma me ne tengo bene alla larga anche solo per scaramanzia.

Sarà anche un modo facile, ma questo non vuol dire che non sia anche vero.
Si, è facile parlare a distanza, ma (e non c'è l'ho con te, credimi) vale anche nei confronti di coloro che invocan la pace a tutti i costi, sulla pelle degli Ucraini.

Diciamo che, finchéva bene agli Ucraini, d'accordo... fa comodo a tutti. Sempre nella speranza che la cosa rimanga molto circoscritta e i catastrofismi o detti su radio24 dall'opinionista di turno o evocati a suon di lettere sul tfp.

Non rimarrà circoscritta. Basta vedere in che modo assurdo (finanche psicotico) stanno manipolando la realtà dei fatti pro domo loro, costruendosi assurde motivazioni per autoassolversi e per giustificare qualsiasi nefandezza attuale e futura possa loro venir a mente.
No, non rimarrà circoscritta.
Ne colla guerra ne, tantomeno, colla "pace".

L'unica "speranza", chiamamola così, anche se disgusta me per primo, è che questo stallo permetta a noi europei di guadagnare tempo per prepararci militarmente ed in maniera VERAMENTE unitaria, altrimenti i prossimi saremo noi.
E vorrei vedere chi parla, ora, di pace ad ogni costo, cosa direbbe in quell'occasione, vorrei proprio vedere.
Il giusto è giusto, anche se tutti gli sono contrari; è lo sbagliato è sbagliato, anche se tutti sono per esso.
 (William Penn)

Offline Thar

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.328
Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
« Risposta #2527 il: 28 Mar 2024, 08:31 »
Mi chiedo quali siano le mire di Putin. Tralasciamo per un attimo chi ha ragione e chi ha torto, lui che si sente minacciato, l'Ucraina che è parte della Russia, ecc.
Putin continua a provocare i Paesi ONU e gli ultimi due episodi sono recentissimi (violazione dello spazio aereo polacco e accuse a Kiev e Occidente di aver orchestrato l'attacco terroristico).
Cosa ci guadagna? Nel mio piccolo, se voglio pensare positivo, mi immagino che lo faccia per mettere a tacere pressioni interne e/o guadagnare il favore del popolo facendo credere che la Russia è così potente da poter minacciare apertamente il resto del mondo. Questo potrebbe andare a nostro favore perché magari qualcuno potrebbe farlo fuori dall'interno.

In parte hai ragione.
Altro suo obiettivo è seminare zizzania tra i paesi europei per indebolire l'unione (e, probabilmente, anche per cercare di disgregarla), in quanto l'EU, per la russia, rappresenta un contendente economico da non sottovalutare. Ed anche un potenziale avversario militare, tale da minacciare le mire espansionistiche ed restauratorie impetialiste di putin.

Se devo pensare male però gli scenari si fanno veramente cupi perché l'impressione è che stia cercando un appiglio qualsiasi per poter usare tattiche di guerra più aggressive (atomica inclusa) e piallare almeno l'Ucraina (se non è proprio scemo poi si dovrebbe fermare) chiudendo così il conflitto.

Usare l'atomica magari no (coinvolgerebbe snche la bielorussia, stato alleato), pero di certo intensificherà (lo stan già facendo, in realtà) la pressione su Ucraina e i suoi alleati.
E, no, dopo non si fermerà.

Forse gli Stati amici (Cina) non approvano un tale uso della forza ma chiuderebbero un occhio qualora ci fosse una giustificazione e a me sembra che Putin stia cercando di ottenerla.

Non conterei molto sugli stati amici russi: qualora la situazione degenerasse, ne approfitterebbero per mettere in atto la propria agenda di conquista, approfittando del fronte russo, che, almeno inizialmente,  assorbirebbe l'attenzione primaria e buona parte delle risorse militari occidentali, permettendo loro di sferrare i primi colpi indisturbati e di avere, così, un vantaggio difficilmente colmabile.
Il giusto è giusto, anche se tutti gli sono contrari; è lo sbagliato è sbagliato, anche se tutti sono per esso.
 (William Penn)

Offline Xibal

  • Eroe
  • *******
  • Post: 15.240
Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
« Risposta #2528 il: 28 Mar 2024, 12:42 »
  in quanto l'EU, per la russia, rappresenta un contendente economico da non sottovalutare.
Fino a prima delle sanzioni, l'Europa era un partner commerciale ideale per la Russia, nessuno dei due, in nessuno scenario, ha interesse, e nel caso dell'Europa struttura e possibilità, a fare il contendente.
"Hai mai visto un italiano tirare i fili?"
"Solo in un teatro delle marionette" (Red Dead Redemption 2)

Offline Gaissel

  • Eroe
  • *******
  • Post: 14.442
  • Massaia con la barba - In diretta dalla Porcilaia
    • E-mail
Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
« Risposta #2529 il: 28 Mar 2024, 12:51 »
Partner e contendenti, quando si tratta di dittatori, sono concetti che sfumano. Nel caso specifico della Russia ancora più che altrove: siamo stati a lungo partner per necessità e interesse, e seguendo un'agenda specifica di Merkel, ma sempre danzando su un equilibrio molto precario.

Non per nulla il delirio di onnipotenza putiniano nasce dal tentativo di avvicinamento dell'Ucraina alla sfera di influenza Europea, ormai quindici anni fa.

Se l'Europa fosse stata vista come un "partner" in senso assoluto, il problema non si sarebbe neppure posto. Perlomeno non militarmente.
Il mio Yearbook 2022 - 2021 - 2020 - 2019 I miei Awards 2018
La mia All Time TOP-TEN

Offline Gaissel

  • Eroe
  • *******
  • Post: 14.442
  • Massaia con la barba - In diretta dalla Porcilaia
    • E-mail
Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
« Risposta #2530 il: 28 Mar 2024, 12:55 »
Colla a parte, comunque, @Thar dice cose molto sensate.

Sentiamo invece cos'ha da dire Cecilia Sala in merito allo spauracchio atomico:

TFP Link :: https://spotify.link/1tfUvVrIkIb
Il mio Yearbook 2022 - 2021 - 2020 - 2019 I miei Awards 2018
La mia All Time TOP-TEN

Offline Void

  • Eroe
  • *******
  • Post: 14.547
  • Grottesco, cattivo e gratuito
Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
« Risposta #2531 il: 28 Mar 2024, 16:00 »
TFP Link :: https://youtu.be/ib0ELZ9y-78?si=V1MMeMvhoCBcsbq7
Sintesi che condivido molto, immagino che a voi del forum lui non piaccia però si spiega bene .
Lo seguo. Su altri aspetti non sempre sono d'accordo con quello che dice, ma in ambito internazionale sì.

  in quanto l'EU, per la russia, rappresenta un contendente economico da non sottovalutare.
Fino a prima delle sanzioni, l'Europa era un partner commerciale ideale per la Russia, nessuno dei due, in nessuno scenario, ha interesse, e nel caso dell'Europa struttura e possibilità, a fare il contendente.
Fino a prima delle invasioni; è la Russia che ha deciso di fare il contendente e rinunciare ai benefici commerciali.
Se tu dai un pesce ad un uomo, lo avrai sfamato per un giorno. Se gli proponi di imparare a pescare, ti risponderà che sei un neoliberista
My TFP Yearbook

Offline Xibal

  • Eroe
  • *******
  • Post: 15.240
Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
« Risposta #2532 il: 29 Mar 2024, 11:08 »
Fino a prima delle invasioni; è la Russia che ha deciso di fare il contendente e rinunciare ai benefici commerciali.
Non sta facendo il contendente nemmeno adesso, quello che dicevo, ed era chiaro oltre ogni possibile schierarsi che non ha assolutamente bisogno di essere ribadito, tanto è inutile, è che l'Europa non conta un cazzo se non come hub commerciale delle superpotenze ad Est e ad Ovest, quindi che possa sfiorarle l'idea di fare da contendente a chicchessia sarà un atto estremo a cui si vedrà "costretta" dalla convenienza del momento, semmai accadrà, di sicuro non da prese di posizione politiche o economiche, meno che mai ideologiche...
"Hai mai visto un italiano tirare i fili?"
"Solo in un teatro delle marionette" (Red Dead Redemption 2)

Offline Gaissel

  • Eroe
  • *******
  • Post: 14.442
  • Massaia con la barba - In diretta dalla Porcilaia
    • E-mail
Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
« Risposta #2533 il: 29 Mar 2024, 15:39 »
È proprio nell'ottica di avere un ruolo sempre maggiore e più rilevante nel prossimo futuro che risulta fondamentale per l'Europa schierarsi. E con l'Ucraina, e contro le scellerate politiche espansionistiche di Putin.
Il mio Yearbook 2022 - 2021 - 2020 - 2019 I miei Awards 2018
La mia All Time TOP-TEN

Offline Void

  • Eroe
  • *******
  • Post: 14.547
  • Grottesco, cattivo e gratuito
Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
« Risposta #2534 il: 29 Mar 2024, 21:54 »
Fino a prima delle invasioni; è la Russia che ha deciso di fare il contendente e rinunciare ai benefici commerciali.
Non sta facendo il contendente nemmeno adesso, quello che dicevo, ed era chiaro oltre ogni possibile schierarsi che non ha assolutamente bisogno di essere ribadito, tanto è inutile, è che l'Europa non conta un cazzo se non come hub commerciale delle superpotenze ad Est e ad Ovest, quindi che possa sfiorarle l'idea di fare da contendente a chicchessia sarà un atto estremo a cui si vedrà "costretta" dalla convenienza del momento, semmai accadrà, di sicuro non da prese di posizione politiche o economiche, meno che mai ideologiche...
Che l'Europa non conti un cazzo non è in discussione. Scelte nostre, che ancora i paesi più grossi dell'unione stentano a cambiare.
Ma dovremo presto svegliarci. Questa volta siamo coinvolti, non ci possiamo sfilare come stanno facendo gli stati uniti.
Se tu dai un pesce ad un uomo, lo avrai sfamato per un giorno. Se gli proponi di imparare a pescare, ti risponderà che sei un neoliberista
My TFP Yearbook