Autore Topic: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte  (Letto 110425 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Drone_451

  • Eroe
  • *******
  • Post: 17.482
  • Saevis tranquillus in undis
    • Retro-Gaming.it
Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
« Risposta #2085 il: 11 Feb 2019, 20:38 »
È possibile che mi sono ripreso l'influenza PD
Non ho un cazzo da fare mi leggo il tomo



|_ ..|._.|_ _ _|_.|.|...._|.....|._ _ _ _

Offline babaz

  • Reduce
  • ********
  • Post: 20.703
Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
« Risposta #2086 il: 11 Feb 2019, 21:07 »
madonna santa, sembra un edizione vintage dei "Saggi di Sion" o come cacchio si chiama quella roba

ah, ridatemi Matrix

Offline answer

  • Eroe
  • *******
  • Post: 11.481
  • Infiltrato
    • E-mail
Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
« Risposta #2087 il: 11 Feb 2019, 21:10 »
[]
Eh no scusa, rileggi indietro, sei partito tu a dire che gli USA sono il male perchè attaccano mentre la Russia si difende, qualcuno ti risponde che non è assolutamente così e che entrambi giocano, "sportivamente", allo stesso gioco,
... il "tutto" è partito da qui:

Inevitabile conseguenza del passaggio dalla Pax Americana ad un nuovo mondo multipolare. Avremo un secolo di "triello" atomico US-Russia-Cina, con tutta una serie di supporting actors aggrappati ad arsenali più piccoli.

Citazione
[]Putin chiaramente attribuisce questo fermento al programmato schieramento dei sistemi antimissile americani in Europa. Se uno vuole crederci, faccia pure. Io personalmente, per tutta una serie di ragioni lunghe da spiegare, la ritengo una scusa di comodo.[]
Mi pare una presa di posizione piuttosto chiara, netta, e definita. Mi sbaglio sicuramente.  :yes:

Citazione
per cui nulla di personale tranne per i tifosi che pare le regole del gioco non le conoscano o non le vogliano conoscere, e alla fine ribalti tutto dicendo che sì sono uguali, ma che qualcun altro che non saresti tu avrebbe delle preferenze? :|
Scusami, ma davvero, non ho capito cosa volevi dire.

Avrà ragione Freedom, sarò un analfabeta funzionale.

RESPECT
Tutto è relativo, tranne quello a cui crediamo.
Riflettere Essere Scoprire Praticare Esprimere Convivere Tornare

Offline FreeDom

  • Reduce
  • ********
  • Post: 22.195
Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
« Risposta #2088 il: 11 Feb 2019, 21:48 »
In poche parole tutto nasce perché hai voluto leggere, nel concetto di Pax Americana citato da Gunny, una valenza etico-morale positiva, e non pago ti sei messo a stralciare una frasetta in mezzo a trenta righe di analisi sugli attuali OOB missilistici in Europa.

Mi sono sbagliato io: problemi di comprensione del testo è decisamente un eufemismo. Ti si vuole bene lo stesso, Sergio, ma io mi fermerei, che ci sei già costato Al Galoppo, a suo tempo.

Offline Ivan F.

  • Amministratore
  • Reduce
  • *********
  • Post: 22.189
    • The First Place
    • E-mail
Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
« Risposta #2089 il: 11 Feb 2019, 22:09 »
Che successe con Al Galoppo?
Rileggendo post del 2013, mi sembra di averlo escluso dal topic politico.

Se qualcuno lo sente fuori da qui, ditegli che ora vige la pax augustea e siamo in fase di revisione della moderazione. Se vuole tornare a far danni, mi fa piacere.

Offline Gunny

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.533
Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
« Risposta #2090 il: 11 Feb 2019, 22:17 »
[]
Eh no scusa, rileggi indietro, sei partito tu a dire che gli USA sono il male perchè attaccano mentre la Russia si difende, qualcuno ti risponde che non è assolutamente così e che entrambi giocano, "sportivamente", allo stesso gioco,
... il "tutto" è partito da qui:

Inevitabile conseguenza del passaggio dalla Pax Americana ad un nuovo mondo multipolare. Avremo un secolo di "triello" atomico US-Russia-Cina, con tutta una serie di supporting actors aggrappati ad arsenali più piccoli.

Citazione
[]Putin chiaramente attribuisce questo fermento al programmato schieramento dei sistemi antimissile americani in Europa. Se uno vuole crederci, faccia pure. Io personalmente, per tutta una serie di ragioni lunghe da spiegare, la ritengo una scusa di comodo.[]
Mi pare una presa di posizione piuttosto chiara, netta, e definita. Mi sbaglio sicuramente.  :yes:

...ancora?

"Pax X" è un espediente storiografico usato per definire il periodo di equilibrio che solitamente segue l'affermarsi inequivocabile di un egemone. Gli storici identificano con chiarezza le varie Pax Romana, Pax Britannica e, mi spiace per te, anche quella Americana durante la quale, suppongo, chiunque stia scrivendo in questo forum è nato e cresciuto.
Insistiamo, sembra davvero essercene il bisogno: "pace" in geopolitica non è il sogno multicolore in cui tutti si amano nel fango e ci si fuma una canna insieme, o qualcosa che io pronunci col sorriso dell'innamorato perché poi arriva la parola "Americana".
"Pace" è quella condizione che si verifica quando qualcuno ha vinto e qualcun altro ha perso.

Quanto al "se uno vuole crederci, faccia pure": credo di essere stato abbastanza esauriente sul fatto che i sistemi antimissile americani sono e saranno sempre del tutto insufficienti per contrastare il vasto arsenale missilistico russo e vanificarne l'effetto di deterrenza. E che di conseguenza, indicarli come motivo dei recenti sviluppi negli armamenti strategici russi è una scusa di comodo, perché tecnicamente il motivo indicato è del tutto privo di fondamento.
Le superpotenze ne raccontano tante di balle, a beneficio del pubblico sia interno che esterno. "Saddam ha le armi di distruzione di massa", per fare un esempio di tuo sicuro gradimento.

Contrastami sui dati che riporto, se puoi.
Sei a conoscenza di informazioni per cui la Russia si trovi nella necessità di sviluppare nuove armi in quanto l'efficacia di un arsenale atomico forte di migliaia di MIRV è compromessa da poche decine di missili intercettori, peraltro mal posizionati? Sono tutto orecchi.
Diversamente, Answer, stacce. "Grazie Gunny, probabilmente ne so più di te su tante cose della vita, ma su ste robe da gun freak probabilmente ne sai più tu. Se è così, probabilmente Putin l'ha usata come scusa". How hard can it be?

Invece no, te ne stai là a fare il passivo-aggressivo e a piagnucolare  ("ma sicuramente mi sbaglio io", "probabilmente sono analfabeta funzionale"...).
Qualsiasi cosa pur non di ammettere che, semplicemente, hai scritto qualche innocua cazzata. Ma dove lavori, al Centro Studi Internazionali? C'hai una reputazione da perdere?
L'unica spiegazione che riesco a darmi è che, per qualche motivo, sei emotivamente coinvolto nella questione "Russia".  Perché davvero non mi spiego altrimenti queste convulsioni dialettiche.
« Ultima modifica: 11 Feb 2019, 22:20 da Gunny »

Offline Xibal

  • Eroe
  • *******
  • Post: 12.078
  • My battery is low, and it' getting dark
    • E-mail
Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
« Risposta #2091 il: 11 Feb 2019, 22:28 »

Scusami, ma davvero, non ho capito cosa volevi dire.

RESPECT

Intendevo che il discorso di Gunny non attribuiva meriti morali a nessuno dei due schieramenti, limitandosi ad analizzarne le peculiarità su un terreno di gioco neutrale in cui entrambi giocano lo stesso gioco.
Pax Americana non significa che gli USA siano i portatori di Luce, significa che le loro politiche, per una serie di motivi che nulla hanno a che vedere con l'altruismo o la cultura del volemose bene, che mi pare tu citasti in riferimento all'Europa pre seconda guerra mondiale ( :o), hanno fatto in modo che nel gioco di cui sopra si arrivasse ad una condizione in cui gli schieramenti potessero dialogare sul terreno della guerra "Fredda" invece che producendo sipari mondiali a la Cannibal Holocaust.
Il tutto, ovviamente e ribadisco, senza alcun intento di pace nel senso morale e moralizzante della parola, perchè tale stallo, se mi si passa il termine, era a favore del mondo considerato civilizzato, mentre altrove lo scacchiere poteva essere bellamente stuprato proprio per mantenere questa condizione (Vietnam in maniera plateale, o Cuba, Panama, Nicaragua in maniera più sottile ecc per gli USA, Cecenia, Afghanistan ecc per la Russia).
In una parola, citando un film, ovviamente americano, che riassume la filosofia alla perfezione, la pace si ottiene con una superiore potenza di fuoco (in senso latissimo), ovvero la condizione che ha consentito a noi occidentali i vantaggi economici, sociali, culturali di cui godiamo oggi, dipendono dalla possibilità che qualcuno si sia sporcato le mani dietro le quinte.

Ancora una volta, Gunny non ne fa una questione di Bene e Male, ma di vantaggio e svantaggio, che guarda caso è lo stesso concetto pervasivamente presente nel testo che per millenni ci hanno fatto credere fosse il promotore di quelle due distinzioni manichee di cui sopra, assolutamente inesistenti persino negli empirei del paradiso terrestre. Insomma a conti fatti la situazione che si è creata ha portato il benessere di cui godiamo, ed è solo un caso della storia che sia stata l'America a detenere questa prerogativa, perché a livello di promozione l'hanno perorata entrambe le fazioni, usando parole diverse, filosofie diverse, religioni diverse, ma gli stessi identici mezzi fattuali (spionaggio, psi-ops, controllo e manipolazione di cartelli e terrorismo vario, assassini, conflitti più o meno estesi e/o circoscritti ecc...).
Che i popoli si siano mai amati o aiutati a vicenda è francamente un dato che mi fa cadere dal pero, gli interessi personalistici sono una parte marginalissima di uno scenario geopolitico in cui è il contenimento delle masse, e dei suoi umori, a farla da padrona, il che può sembrare l'antitesi paradossalmente proprio di un certo romanticismo individualistico promosso guarda caso da uno dei capisaldi del brainwashing made in USA, il cinema*, ma che in realtà è la spietata, se vogliamo, ma lucida analisi di un dato di fatto con cui, se vogliamo affrontare la realtà del "come è", e non del "come mi piacerebbe che fosse", bisogna fare amaramente i conti.

E qualcuno li dovrà pur fare, in grande, mentre noi altri ci occupiamo di quelli quotidiani...

* TFP Link :: https://www.youtube.com/watch?v=R0FzkIQQRPM

Per la cronaca, io sono uno dei romantici rimbambiti di cui sopra, ma lo so che non funziona, solo che non potrei scegliere altrimenti in coscienza mia. Ma non in scienza, e questo perchè me lo posso permettere, qualcuno me lo può permettere.
« Ultima modifica: 11 Feb 2019, 22:45 da Xibal »
""E' di castoro..."-"Si"-"Io nei boschi li ho visti accoppiarsi i castori, e figliare. Nascono tutti castori.-"E' naturale"-"Non voglio che nasca nessuno che assomigli a me"-"Non ci pensare. Io ti voglio bene, prova a volermene un po' anche tu, e sarà facile. Perché le cose giuste sono facili"

Offline Ivan F.

  • Amministratore
  • Reduce
  • *********
  • Post: 22.189
    • The First Place
    • E-mail
Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
« Risposta #2092 il: 11 Feb 2019, 22:33 »
Io voglio ringraziare @answer perché, in un modo o nell’altro, ci ha permesso di rileggere i post di @Gunny  :)

Toh, a che mi trovo rimetto il banner in home...



Offline Gunny

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.533
Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
« Risposta #2093 il: 11 Feb 2019, 23:21 »
Toh, a che mi trovo rimetto il banner in home...


 :D
Domine, non sum dignus.

Ci tengo anche a rassicurare @FreeDom, lungi da me andarmene dal forum per una discussione un po' più vivace dello standard. Sennò che ci si viene a fare qui?

PS: Gran bel post, @Xibal

Offline Il Gladiatore

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.728
Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
« Risposta #2094 il: 11 Feb 2019, 23:41 »
Grazie ancora a @Gunny per i post illuminanti e competenti!  :yes:

Certo, se ti fossi fatto un giro nel topic della religione avresti saputo che @answer ti risponde con un "Eh, sì tutto molto bello e allora?" a un post di 65000 parole con tutta l'esegesi del Vecchio Testamento!  :D

Ma gli si vuole bene lo stesso a Sergio!  :-*
Sto Sekiro dovrebbero metterlo fra le materie di studio a scuola: ti insegna a migliorare sempre attraverso il fallimento e ti ricorda che superato un ostacolo c'è sempre di peggio dopo, tipo un babbuino che ti scoreggia in faccia.
Gioco della vita, letteralmente. (SkyWing)

Offline FreeDom

  • Reduce
  • ********
  • Post: 22.195
Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
« Risposta #2095 il: 12 Feb 2019, 00:48 »
Che successe con Al Galoppo?
Rileggendo post del 2013, mi sembra di averlo escluso dal topic politico.

Se qualcuno lo sente fuori da qui, ditegli che ora vige la pax augustea e siamo in fase di revisione della moderazione. Se vuole tornare a far danni, mi fa piacere.

Non successe nulla di particolare o specifico; semplicemente, come avrai avuto occasione di leggere qui o altrove, quando ci si mette, @answer riesce ad essere un muro di gomma impenetrabile alla normale dialettica, e alla lunga questo esaspera le persone: nella fattispecie, secoli fa, Alberto. Ovviamente la mia è un'iperbole: non è certo stata 'colpa' sua, chi decide di andarsene lo fa per motivi suoi e i più vari. Ma aiutò parecchio a costruirgli un bel ponte d'oro, di questo sono ragionevolmente sicuro.

Con Alga abbiamo perso i contatti, non posso recapitargli messaggi, spiace.
« Ultima modifica: 12 Feb 2019, 06:42 da FreeDom »

Offline FreeDom

  • Reduce
  • ********
  • Post: 22.195
Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
« Risposta #2096 il: 12 Feb 2019, 00:52 »
L'unica spiegazione che riesco a darmi è che, per qualche motivo, sei emotivamente coinvolto nella questione "Russia".  Perché davvero non mi spiego altrimenti queste convulsioni dialettiche.

Beh, per metà è russo, in effetti. Probabilmente ti era sfuggito.  :D

Offline answer

  • Eroe
  • *******
  • Post: 11.481
  • Infiltrato
    • E-mail
Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
« Risposta #2097 il: 12 Feb 2019, 08:12 »
[] che ci sei già costato Al Galoppo, a suo tempo.
!

???

RESPECT

Tutto è relativo, tranne quello a cui crediamo.
Riflettere Essere Scoprire Praticare Esprimere Convivere Tornare

Offline answer

  • Eroe
  • *******
  • Post: 11.481
  • Infiltrato
    • E-mail
Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
« Risposta #2098 il: 12 Feb 2019, 08:14 »
Beh, per metà è russo, in effetti. Probabilmente ti era sfuggito.  :D
"Per metà"? C'è qualcosa che non so? :'D

RESPECT
Tutto è relativo, tranne quello a cui crediamo.
Riflettere Essere Scoprire Praticare Esprimere Convivere Tornare

Offline FreeDom

  • Reduce
  • ********
  • Post: 22.195
Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
« Risposta #2099 il: 12 Feb 2019, 08:29 »
Allora, dopo tutti questi anni, deve essere sfuggito qualcosa anche a me, perché pensavo papà fosse italiano, visto il cognome.  :-*

Sulla questione Alga lascia cadere la cosa: è passato tanto tempo, io ricordo delle cose, tu ne ricorderai altre, e probabilmente le versioni discordano. Il punto era un altro: farti presente che a volte riesci ad essere irritante (perché qualche scazzo dialettico non puoi negare ci sia stato con Alberto), anche con chi ti conosce di persona, e quindi sa che sei un pezzo di pane e tutto il resto. Figurati con gli altri. Bacini, dai.