Autore Topic: [PS4] The Last Guardian  (Letto 203322 volte)

0 Utenti e 2 visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline Dan

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 5.884
  • Kojima Sola
Re: [PS4] The Last Guardian
« Risposta #4320 il: 12 Mar 2019, 22:41 »
Recuperato.
Riassumerei il mio giudizio con un tautologico "The Last Guardian si fa voler bene tutte le volte che non si fa detestare". A voler entrare con serietà nei meriti e demeriti del titolo di Ueda, credo che la lettura di questi due documenti sia imprescindibile tanto quanto aver giocato l'opera in questione:

* トリコの動かし方 (genDESIGN CEDEC2017 Presentation)

* Special symposium with the staff of The Last Guardian Part 1-5

Le informazioni che raccolgono hanno confermato e approfondito quelli che sono stati i miei sentori titolo alla mano. In tutta onestà penso che il problema fondamentale del Progetto Trico sia stato quello di non aver saputo esprimere in maniera del tutto compiuta il lavoro incredibile svolto in tutti questi anni di travagliato sviluppo.
TLG è stata una sconsiderata quanto lucida follia. È iniziata dal proposito di fare qualcosa di tecnicamente semplice che lasciasse spazio a una cura maniacale del level design e si è risolta infine nel suo esatto opposto.
Solo l'idea di far muovere un AI di un quadrupede gigante in spazi angusti, accidentati, verticali, che risulti credibile in ogni contesto, già di per sé farebbe alzare più di qualche sopracciglio. Ma intestardirsi poi nel voler farla muovere in maniera (quasi) del tutto procedurale significa fare i funamboli sulla sottile linea di confine fra il genio e la pazzia.

TLG è Trico. Trico è TLG.
Questo è il nocciolo della questione. Nonostante i buoni propositi iniziali, Ueda e colleghi si sono impantanati su un concetto astratto, un'idea appunto, tanto suggestiva quanto sfuggente. I primi a cercare di domare Trico sono stati loro, e avranno sputato più sangue e sudore di tutti noi messi insieme.
E quando finalmente quell'idea è divenuta realtà, il problema è diventato un altro: come esprimere tutta la grandiosità della loro impresa? Ecco, qui, secondo me, sono iniziati i problemi.

Game e level design di TLG non riescono a rendere giustizia al motore procedurale che muove Trico. Stiamo parlando di un AI che, senza fare una piega, è in grado di adattarsi a qualunque tipo di ostacolo, pendenza, pertugio. Ogni suo passo è puntuale, preciso, naturale. Il suo sguardo animale è in grado indagare l'ambiente che lo circonda, seguendo l'oggetto del suo interesse a qualsiasi condizione.

Tutto bellissimo sulla carta. Tutto incredibile in una demo tecnica.
Ma in un videogioco fatto e finito?

TLG tradisce se stesso a più livelli.
Innanzitutto, l'interfaccia che permette al giocatore di entrare in contatto con quell'AI e con quel mondo è estremamente respingente. I comandi impartiti al protagonista (si badi bene: al protagonista, non a Trico) sono imprecisi, scomodi e non sempre eseguiti a dovere; in particolare, muoversi, saltare e scendere dalla bestia risulta spesso difficoltoso, con il bambino che sembra non volersene staccare mai (lascia perplessi il fatto che questa modifica sia stata apportata all'ultimo momento, in maniera forse inspiegabilmente affrettata, ritenendola migliore di quella originale alla SotC, che riduceva la presa alla pressione/rilascio di un singolo tasto).
Allo stesso modo, il movimento erratico della visuale sembra recalcitrante a ogni tentativo di addomesticamento; è più in difficoltà lei negli spazi stretti di quanto lo sia lo stesso Trico, agile e impeccabile in ogni strettoia.
L'unione delle due cose è ciò che rende inevitabilmente più complesso non solo il direzionamento della bestia, ma pure la semplice lettura e navigazione degli spazi (anche qui, la decisione di modificare il design originale, che prevedeva l'uso della prima persona per impartire comandi a Trico, solleva qualche perplessità).

Altro problema è legato al level design stesso. Anche in questo caso lo sforzo concettuale che sta dietro alla scelta di creare un'unica, gigantesca architettura organica e coerente (intuizione già partorita per ICO e probabile ispirazione per quello che sarebbe stato il primo Dark Souls), non riesce mai veramente ad emergere. Le singole aree a compartimenti stagni la fanno apparire più frammentata di quanto non sia in realtà e la chiusura di campo della telecamera non riesce quasi mai a restituire la grandiosità del sito, fornendone sempre e comunque una visione estremamente parziale.
Non solo. La linearità con la quale i livelli sono costruiti non esaltano nemmeno l'adattabilità procedurale di Trico, e anzi più volte la imbrigliano ad animazioni precalcolate funzionali all'enigma specifico. Hanno insomma dato vita a una creatura libera per poi tenerla a guinzaglio. Viene da chiedersi se la dimensione ideale per Trico non sarebbe stata forse quella sandbox. Tanto più se il level design di TLG non riesce comunque - e più volte non riesce - a creare le condizioni affinché tutta la fisica e l'AI che muovono il mondo risultino inattaccabili da chi le sperimenta.

Per questo non credo faccia un buon servizio al risultato straordinario raggiunto da genDESIGN per la realizzazione della creatura Trico, chi posta video o gif in cui la bestia manca di afferrare il bambino al volo, portandolo però come esempio positivo della bontà del lavoro svolto. Non era certo intenzione di Ueda regalare momenti di frustrazione al giocatore. E di sicuro l'IA non è stata concepita affinché fosse incensata per le sue incertezze. Tuttavia - e qui sta il punto - la colpa non va secondo me attribuita alla fallacia delle regole che sottendono il suo comportamento (che anzi sono state maniacalmente curate) ma a un level design che non guida sufficientemente bene il giocatore affinché questo comportamento venga esaltato, invece che mortificato.
Dell'importanza del level design in questo senso gli sviluppatori ne erano ben consci - come si evince dall'intervista - ma, evidentemente, non abbastanza preparati.

Allo stesso modo, non credo gli rendano veramente giustizia i commenti di chi esalta il valore emozionale del titolo, enfatizzandolo per controbilanciare i problemi di cui sopra e di cui tutti, grossomodo, hanno fatto esperienza. Perché, sentimentalismi a parte, credo che l'intelletto, più del cuore, sia quello più adeguato a cogliere l'azzardo concettuale e l'impresa tecnologica realizzata da Ueda e colleghi.

Un'impresa - qui forse sta la follia - che è però stata fine a se stessa, inespressa (e forse inesprimibile?) in tutta la sua complessità e difficilmente riutilizzabile in contesti diversi. Questo il cruccio.
 
.: R.I.P. :.
Hideo Kojima (1963-1998)

Offline Nemesis Divina

  • Eroe
  • *******
  • Post: 14.733
  • Grotesqueries Rule!
Re: [PS4] The Last Guardian
« Risposta #4321 il: 13 Mar 2019, 11:53 »
Bella analisi.
A tempo debito mi leggerò pure i link che hai postato.

Nonostante il gioco mi avesse lasciato dei dubbi, ha certamente dei momenti straordinari e si tratta senza dubbio di un'opera rilevante, benché non esente da difetti.
Lo rigiocherò senza dubbio, come ho fatto con tutti gli Ueda e come ho fatto di rado con altri titoli.


Offline MaxxLegend

  • Reduce
  • ********
  • Post: 32.807
  • A New Adventure
    • ZombieGamer80
Re: [PS4] The Last Guardian
« Risposta #4322 il: 13 Mar 2019, 14:46 »
Il problema è sempre stato quello, anche nello sviluppo: Trico è vivo e fa come gli pare. Il Che è un modo bello per definire la complessità e la fallacia dell'IA che lo muove.

Ora, se uno 'sta cosa la capisce (non importa se sul lato tecnico, fantasioso o entrambi) allora il gioco se lo gode. Se uno non lo capisce, si incaxxa e basta finendo per ritenerlo un giocaccio. E sbaglia.

PSN Trophies: 29-51% - XBL Gamerscore: 38.197 - BOARDGAMES - ZombieGamer80
Lost in VR CONTROL.

Offline jamp82

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.912
  • Team Kirkhammer ignorantia_&_violentia is da way
    • DeathstreetBoyZ - Pop Music From Hell!
    • E-mail
Re: [PS4] The Last Guardian
« Risposta #4323 il: 13 Mar 2019, 16:59 »
Il problema è sempre stato quello, anche nello sviluppo: Trico è vivo e fa come gli pare.

ed è strano chi non lo capisca anche perchè è una cosa logica: è un animale appena incontrato, è addomesticato? no, quindi a seconda delle circostanze fa giustamente il cazzo che vuole.
[IG] instagram.com/jamp82/, [PSN] jbittner82, [Switch] SW-0209-2836-6111
"Skippo le ballad."

Offline J VR

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.250
Re: [PS4] The Last Guardian
« Risposta #4324 il: 13 Mar 2019, 17:14 »
Io l'ho capito, ciò non toglie che fa schifo! :yes:

Io ho capito che la pupú sono scarti naturali che produce il nostro corpo, ciò non toglie che io non riesco a farmela piacere.
Gioco più sopravvalutato di sempre.
TOO-TOO-TOO-TOOREALLY

Offline jamp82

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.912
  • Team Kirkhammer ignorantia_&_violentia is da way
    • DeathstreetBoyZ - Pop Music From Hell!
    • E-mail
Re: [PS4] The Last Guardian
« Risposta #4325 il: 13 Mar 2019, 17:16 »
Io l'ho capito, ciò non toglie che fa schifo! :yes:

Io ho capito che la pupú sono scarti naturali che produce il nostro corpo, ciò non toglie che io non riesco a farmela piacere.
Gioco più sopravvalutato di sempre.

che il gioco non piaccia ci mancherebbe, intendevo lamentarsi del fatto che Trico non sempre da retta al giocatore.
[IG] instagram.com/jamp82/, [PSN] jbittner82, [Switch] SW-0209-2836-6111
"Skippo le ballad."

Offline Nemesis Divina

  • Eroe
  • *******
  • Post: 14.733
  • Grotesqueries Rule!
Re: [PS4] The Last Guardian
« Risposta #4326 il: 13 Mar 2019, 18:25 »
Ora, se uno 'sta cosa la capisce (non importa se sul lato tecnico, fantasioso o entrambi) allora il gioco se lo gode. Se uno non lo capisce, si incaxxa e basta finendo per ritenerlo un giocaccio. E sbaglia.

Non credo che Dan lo ritenga un giocaccio, anzi.
Ma magari ho capito male.

Offline J VR

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.250
Re: [PS4] The Last Guardian
« Risposta #4327 il: 13 Mar 2019, 18:26 »
Mah...
Pure 'sta cosa che l'IA fa quello che gli pare perché è tarata così secondo me è sbagliato.
Io non riesco a dimenticare lo sviluppo travagliato e come questo ha impattato sul feeling generale.
Leggi, si fa come gli pare ma non perché sia voluto, o meglio, non in questi termini.
Perchè non credo che nell'intenzione degli sviluppatori ci fosse l'intenzione di tirare fuori un prodotto inutilmente frustrante e poco fruibile.
TOO-TOO-TOO-TOOREALLY

Offline Nemesis Divina

  • Eroe
  • *******
  • Post: 14.733
  • Grotesqueries Rule!
Re: [PS4] The Last Guardian
« Risposta #4328 il: 13 Mar 2019, 18:39 »
Oh, comunque non è che il giudizio su questo gioco si esaurisca con il comportamento di Trico.
Infatti, andando a ripescare il mio commento a caldo, scopro di non averne nemmeno parlato all'epoca  :D

Quando lo mettono sul PSNow io me lo rigioco  :yes:

Offline MaxxLegend

  • Reduce
  • ********
  • Post: 32.807
  • A New Adventure
    • ZombieGamer80
Re: [PS4] The Last Guardian
« Risposta #4329 il: 13 Mar 2019, 19:08 »
Io l'ho capito, ciò non toglie che fa schifo! :yes:

Io ho capito che la pupú sono scarti naturali che produce il nostro corpo, ciò non toglie che io non riesco a farmela piacere.
Gioco più sopravvalutato di sempre.
Perché sei abituato al rigido rapporto causa-effetto dei videogiochi, dove tutto funziona in base a leggi precise o a script granitici. TLG invece ti dice: c'è questa creatura viva, tu non controlli la creatura. Non ti sta bene perché vuoi un gioco scorrevole, piacevole, dal quale sai esattamente cosa aspettarti?
No, FANCULO, Trico è così e se non ti piace ciao.
Non comprare un cane se no hai la pazienza di educarlo e stargli dietro; non prendere TLG se vuoi un gioco "normale". Perché non hai comprato solo un gioco, ti sei portato a casa Trico. ;)
PSN Trophies: 29-51% - XBL Gamerscore: 38.197 - BOARDGAMES - ZombieGamer80
Lost in VR CONTROL.

Offline J VR

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.250
Re: [PS4] The Last Guardian
« Risposta #4330 il: 13 Mar 2019, 19:35 »
Ciao! :D :D :D
TOO-TOO-TOO-TOOREALLY

Offline xkp

  • Veterano
  • ****
  • Post: 2.231
Re: [PS4] The Last Guardian
« Risposta #4331 il: 13 Mar 2019, 22:14 »
Non comprare un cane se no hai la pazienza di educarlo e stargli dietro; non prendere TLG se vuoi un gioco "normale". Perché non hai comprato solo un gioco, ti sei portato a casa Trico. ;)


Vero
infatti io non ho comprato un deficiente di cane, ho comprato un videogioco.
avessi voluto un cucciolo ritardato sarei andato al canile che me lo davano gratis.
ho comprato un VG e che cazzo non puoi spendere 10 anni per ottenere come risultato una cosa che avrebbe ottenuto chiunque ma fatta pure peggio.
Poi vabbe' non e' scriptata ma sti grancazzi.
E te lo dice uno che ha anche dei trofei "ultrarare" del gioco, ma questo non vuol dire che sia stata una immensa perdita di tempo che ueda avrebbe potuto impiegare meglio anche solo implementando i colossi che mancano in SOTC.

Offline MaxxLegend

  • Reduce
  • ********
  • Post: 32.807
  • A New Adventure
    • ZombieGamer80
Re: [PS4] The Last Guardian
« Risposta #4332 il: 13 Mar 2019, 22:20 »
"Una cosa che avrebbe ottenuto chiunque ma fatta pure peggio". Infatti chiunque l'avrebbe fatta con degli script, e la creatura si sarebbe comportata sempre allo stesso modo nelle medesime situazioni, bellammerda. Ma almeno oh, non ti avrebbe fatto incazzare! Vuoi mettere.
Ed appunto mi chiedo come mai hai perso tanto tempo con un gioco che "non ti è piaciuto".

Tornando al gioco, è una cosa che non era mai stata fatta, e già solo per questo è un'opera che merita un posto nella storia. Ti ha irritato, ti ha fatto incazzare? Meglio, un giocherello scriptato non l'avrebbe fatto.
PSN Trophies: 29-51% - XBL Gamerscore: 38.197 - BOARDGAMES - ZombieGamer80
Lost in VR CONTROL.

Offline Dan

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 5.884
  • Kojima Sola
Re: [PS4] The Last Guardian
« Risposta #4333 il: 14 Mar 2019, 00:26 »
Mah...
Pure 'sta cosa che l'IA fa quello che gli pare perché è tarata così secondo me è sbagliato.
Io non riesco a dimenticare lo sviluppo travagliato e come questo ha impattato sul feeling generale.
Leggi, si fa come gli pare ma non perché sia voluto, o meglio, non in questi termini.
Perchè non credo che nell'intenzione degli sviluppatori ci fosse l'intenzione di tirare fuori un prodotto inutilmente frustrante e poco fruibile.
Non lo definirei "giocaccio" ma in linea di fondo sono d'accordo con J VR.
Solo che - questo il succo di tutto il mio discorso - la poca fruibilità di TLG è, a mio parere, da attribuire NON a deficienze dell'AI, ma a tutta una serie di problemi legati ai controlli, alla telecamera e al game/level design.
Se insomma l'AI fa come gli pare NON è perché è stata progettata per non rispondere ai comandi. Secondo me gli si fa un grosso torto a giustificarlo in questo modo. Se Trico non risponde bene è perché i controlli e la telecamera sono estremamente imprecisi, limitati e, in definitiva, inadeguati al compito di fornire all'AI delle istruzioni puntuali.

Ueda e colleghi non volevano fare un gioco frustrante. Anzi, tutt'altro! Le intenzioni, manifestate nell'intervista, erano proprio quelle di rendere l'esperienza il più confortevole possibile, e a un pubblico il più esteso possibile. Testualmente Ueda afferma che volessero "essere certi di tenere opportunamente conto di ogni persona, ovvero di eliminare dal gioco, il più possibile, tutte le parti giudicabili spiacevoli o difficili da padroneggiare".
Non ci sono riusciti, ma per motivi che con l'AI di Trico non c'entrano affatto.

Mi ripeto: il lavoro svolto per realizzare l'AI è stato maniacale. È stata la loro ossessione fin dal principio e l'hanno portato a termine fino in fondo. Il problema è che erano talmente assorbiti da questa chimera che hanno perso di vista il resto. L'impressione, anche leggendo l'intervista, è che non abbiano mai avuto veramente a fuoco cosa farne, di questa creatura. Non hanno saputo crearci attorno il gioco giusto, il level design giusto che potesse renderle giustizia. Anzi, se è possibile, sono persino riusciti a svilirla, secondo me.

Allargando il discorso, io personalmente faccio fatica a definire TLG un'opera compiuta. Da un punto di vista di game/level design non vedo grossi passi avanti rispetto a ICO. Dal punto di vista di "linguaggio" e uso del medium l'ho trovato invece un deludente passo indietro. Senza tirare in ballo la questione degli onnipresenti tutorial, che mi rifiuto di credere siano stati partoriti da Ueda, sono rimasto perplesso dall'uso delle cut-scenes e delle "numerose" linee di dialogo, una scelta che mi è parsa stridere con il percorso iniziato da ICO e portato avanti con SotC. Nell'intervista Ueda dice che, in questa occasione, ha sentito l'urgenza di rendere la sua opera "facile da comprendere"; emblematicamente descrive ICO e SotC come haiku e TLG come tanka (lo haiku è comporto da 17 "sillabe", il tanka da 31). Questa urgenza nasce, per sua stessa ammissione, dell'accresciuta pressione del pubblico percepita in questo senso. Ed è un vero peccato, secondo me, perché con i suoi precedenti lavori aveva proprio dimostrato come, con un videogioco, si possa raccontare qualcosa attraverso il solo mezzo che lo contraddistingue: l'interattività.

In definitiva, per me SoTC resta l'apice della sua carriera di game designer e una pietra miliare del medium. TLG un'opera che non rispecchia e non rende giustizia né all'audacia, né al traguardo tecnico-artistico raggiunto durante lo sviluppo.
« Ultima modifica: 14 Mar 2019, 00:31 da Dan »
.: R.I.P. :.
Hideo Kojima (1963-1998)

Offline J VR

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.250
Re: [PS4] The Last Guardian
« Risposta #4334 il: 14 Mar 2019, 10:04 »
Ma dove non è scriptato? :D
I movimenti di Trico non sono scriptati ma se vuoi andare da A a B non è che ti puoi inventare i draghi, NO, manco per niente.
C'è solo una soluzione, se la capisci bene altrimenti rimani fermo.
E certe volte rimani fermo uguale anche se hai capito come fare perché "non entrano i comandi".
C'avete presente quelli nel topic di Inside che si lamentano (mi pare lo stesso Dan muoveva questa critica) di un eccessivo T&E che frammenta l'esperienza?
Eh, qui il problema è questo solo portato all'esasperazione.

A parte tutto, cerco di rispettare l'opinione altrui e la comprendo pure, perché alla fine un certo fascino ce l'ha 'sto gioco, ma da qui a farlo passare per capolavoro incompreso solo per pochi pure no. :no:
TOO-TOO-TOO-TOOREALLY