Autore Topic: Topic sugli stupefacenti  (Letto 16729 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline 1c0n 0f s1n

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.916
Topic sugli stupefacenti
« il: 23 Mar 2006, 09:02 »
Mancava: e visto che in "Elezioni politiche 2006" era continua fonte di OT ho aperto.
Postate le vostre esperienze ed opinioni in merito: siete utilizzatori? Siete ferventi sostenitori del proibizionismo? Preferite la nutella?
Intervenite numerosi!
"Mio figlio poteva morire!"

Offline 1c0n 0f s1n

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.916
Topic sugli stupefacenti
« Risposta #1 il: 23 Mar 2006, 09:03 »
Cut & paste autocitazionistico da "elezioni politiche 2006"

Citazione da: "1c0n 0f s1n"
Mi permetto di portare la mia testimonianza a favore dello spinello: come utilizzatore moderato, soffrendo di insonnia ai tempi, la canna mi aiutava a dormire fino a 11-13 ore di fila. In generale mi rilassavo alla stragrande, e per me che sono una persona nervosa e con qualche problema di ipertensione, era una bellezza.
La mia media era di una canna ogni uno, due mesi. Mai fatto uso di qualcosa di più forte, in barba ai saputoni che ti fai una cannone ed il giorno dopo sei già con la spada in vena. Dopo aver preso la patente ho fondamentalmente smesso di utilizzare per non rischiare la licenza di guida. Sentire poi Giovanardi dire che dose personale = 23 spinelli, IMHO vuol dire che non sai di cosa cazzo stai parlando.
Purtroppo qualcuno usa le canne per sballarsi, fumandone in quantità industriale o cercando di far credere di essersi preso un acido. A queste persone direi di leggersi la firma di Fulgenzio...
La cosa bella e che dopo, per un breve periodo di tempo, incominciai a fumare sigarette normali: in una giornata mi feci tre Marlboro rosse con il solo risultato di sboccare dopo mangiato ed avere emicrania per la giornata consecutiva...

E comunque ribadisco: giocare a Tempest X3 e a Wipeout 2097 dopo una canna è straconsigliato :mrgreen:
"Mio figlio poteva morire!"

Offline Darkside

  • Eroe
  • *******
  • Post: 10.876
    • E-mail
Topic sugli stupefacenti
« Risposta #2 il: 23 Mar 2006, 09:59 »
Citazione
Preciso che l'assuefazione da marijuana esiste e i consumatori cronici hanno bisogno di dosi progressivamente più alte per ottenere lo stesso effetto

A differenza di altre droghe non provoca dipendenza fisica, ma solo psicologica. Giusto per chiarire il perchè paragonare le droghe leggere a quelle pesanti è clinicamente una cazzata (moralmente fate voi)

Offline Shape

  • Reduce
  • ********
  • Post: 28.851
    • IstantiSenzaTempo
    • E-mail
Topic sugli stupefacenti
« Risposta #3 il: 23 Mar 2006, 10:22 »
Citazione da: "Darkside"
Citazione
Preciso che l'assuefazione da marijuana esiste e i consumatori cronici hanno bisogno di dosi progressivamente più alte per ottenere lo stesso effetto

A differenza di altre droghe non provoca dipendenza fisica, ma solo psicologica. Giusto per chiarire il perchè paragonare le droghe leggere a quelle pesanti è clinicamente una cazzata (moralmente fate voi)

Una domanda, forse stupida: le droghe leggere non creano alcun tipo di danno? Proprio nessuno-nessuno?

Inoltre io non capisco proprio il senso di farsi una canna per sentirsi un po' alticci, non capisco nemmeno il farlo con l'alcool...

Per rilassarsi, poi esistono una miriade di metodi diversi dalla canna: tisane calde e calmanti, musica adeguata, un po' di coccole dalla persona giusta... :roll:

Offline 1c0n 0f s1n

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.916
Topic sugli stupefacenti
« Risposta #4 il: 23 Mar 2006, 10:34 »
Citazione da: "Shape"
Una domanda, forse stupida: le droghe leggere non creano alcun tipo di danno? Proprio nessuno-nessuno?

Inoltre io non capisco proprio il senso di farsi una canna per sentirsi un po' alticci, non capisco nemmeno il farlo con l'alcool...

Per rilassarsi, poi esistono una miriade di metodi diversi dalla canna: tisane calde e calmanti, musica adeguata, un po' di coccole dalla persona giusta... :roll:


Per quanto mi riguarda, io non ho mai avuto alcun problema.
Del resto, come faceva notare CAM, 1 o 2 canne al mese come media è un po' bassa, anche se per tre anni di fila.
Di sicuro non posso dire che l'effetto sia paragonabile a quello di una tisana: non per negare l'efficacia di tali rimedi ma l'erba (intesa come erba vera, non la pastoia conosciuta come cioccolato, marocco etc.) ha un effetto decisamente più tangibile.
"Mio figlio poteva morire!"

Offline Alle

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 8.843
  • Tigella man
Topic sugli stupefacenti
« Risposta #5 il: 23 Mar 2006, 10:43 »
Citazione da: "1c0n 0f s1n"

Per quanto mi riguarda, io non ho mai avuto alcun problema.
Del resto, come faceva notare CAM, 1 o 2 canne al mese come media è un po' bassa, anche se per tre anni di fila.


meglio una canna al giorno che 10/20 sigarette al giorno...
In tigella veritas

Offline piwi

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 7.650
  • Cazzaro professionista
    • Vito "Piwi" Potenza - Sketchblog
    • E-mail
Topic sugli stupefacenti
« Risposta #6 il: 23 Mar 2006, 11:13 »
Personalmente sono contrario a tutto ciò che possa alterare [o assopire] il mio stato di coscienza.
"la droga fa male"? Se anche facesse bene, non farebbe per me ;)

Detto questo, penso che il proibizionismo sia una gran cavolata.
La droga [in generale, che sia leggera o pesante] è una merce come tutte le altre, ha un suo mercato, dei produttori e dei consumatori. Si può pensare di bloccarne la circolazione in qualsiasi modo, ma alla fine i primi trovano cmq il modo di arrivare ai secondi [o di crearsene di nuovi].
My portfolio/blog/sarcàzz: VitoPotenza.it | Facebook/Linkedin/Google+: Vito Potenza | Twitter/PSN: PiwiTFP

Offline alterbang

  • Eroe
  • *******
  • Post: 10.842
  • #
Topic sugli stupefacenti
« Risposta #7 il: 23 Mar 2006, 11:57 »
Come mi disse una volta il medico,
"Per tutto c'è una misura."
Cioè, anche il cianuro veniva usato con scopi terapeutici...ovviamente se preso a piccolissime dosi, altrimenti è letale!

L'effetto dei cannabinoidi - e qui mi permetto di contraddire icon, ci sono certe resine (hashish) molto più potenti della pianta stessa - è un effetto rilassante, quindi non vedo perchè non posso fumarmi una canna e non una camomilla.

Io la vedo esclusivamente come questione di quantità: assodato che alcune droghe non danno dipendenza fisica e altre si, scarterei quelle che danno assuefazione perchè ovviamente sono più difficili da controllarne le quantità.

Ci sono dei valori scientifici per i quali qualsiasi sostanza è innocua fino ad una certa soglia e poi comincia a diventare dannosa.
C'è per l'alcool, per lo zucchero, per i grassi, per la caffeina...e anche per i cannabinoidi, per l'eroina, per la coca e per tutte le altre droghe.

La divisione tra non droga-droga leggera-droga pesante è solo una classificazione arbitraria fatta dalla società, nella maggior parte dei casi su base quantitativa: il caffè o l'alcool non sono considerate droghe perchè per avere danni bisogna assumerne quantità massicce, mentre ad esempio l'eroina è considerata la droga più pericolosa perchè ne basta pochissima per fare male e creare dipendenza.

Cioè, facendo un esempio stupido e con le misure sballate, 1Kg di alcool = 1g di cannabis = 1mg di eroina  potrebbero benissimo fare male allo stesso modo.

Per cui, IMHO, se uno si fa dieci canne al giorno è un tossico (tale e quale a chi si beve 20 caffè al giorno, e ne conosco un paio) ; se uno se ne fa una al giorno è dipendente in modo pesante; se uno la fuma in particolari sporadiche occasioni ed in modo sociale non fa più male della birra ogni tanto.

Ad esempio a me capita per alleviare la tensione prima di un esame, oppure per calmarmi dopo una forte incazzatura, oppure quando sono andato ad amsterdam perchè fa parte della cultura locale. :oops:
E assolutamente non ho problemi a non fumare, cioè, può passare un tempo indefinito tra una canna e l'altra che non ne sento il bisogno: in questo forse sono più dipendente dall'alcool, perchè quel "ah mi farei proprio una birretta / un cocktail" ogni tanto esce dal mio cervello.

Ricordo, a chi non mi conosce di persona, che non ho mai fumato una sigaretta in vita mia: sarà anche per quello che riesco a non prendere il "vizio della canna"

Sono stato spiegato? :D

Offline 1c0n 0f s1n

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.916
Topic sugli stupefacenti
« Risposta #8 il: 23 Mar 2006, 12:37 »
In Italia si fumano più spinelli che nell'Olanda dei coffee shop. E' quanto emerge dalla relazione annuale dell'Agenzia europea per le droghe del 2005, dalla quale risulta che il nostro paese si piazza al settimo posto, con una percentuale di circa il 12%, per quel che riguarda il consumo di cannabis tra i giovani di età compresa tra 15 e i 34 anni. Nel contempo cresce anche il numero di coloro che decidono di arginare lo spaccio coltivando piante di marijuana per conto proprio. E' il popolo dei consumatori fai-da-te, a volte veri e propri esperti in materia di coltivazione amatoriale, aiutati in questo compito da diversi siti internet che sponsorizzano non solo la vendita di kit di produzione domestica, ma anche le modalità di coltura più fruttuose e le varianti più "esotiche" di piante.

Per leggere tutto l'articolo: http://www.legalizzala.it/index.php
"Mio figlio poteva morire!"

Offline teokrazia

  • Reduce
  • ********
  • Post: 20.658
  • Polonia Capitone Mundi
    • E-mail
Topic sugli stupefacenti
« Risposta #9 il: 23 Mar 2006, 12:51 »
Ho fumato canne dai 12 ai 24 anni, con qualche pausetta qua e là [solitamente quando sei fidanzato con una tipa a modino e fai i fioretti ^^]. Nei miei anni più feccia c'erano periodi in cui fumavo regolarmente anche 15-20 canne al dì.

Ormai ho quasi totalmente smesso, quel quasi è riferito a qualche tiro che mi sono concesso ogni tanto negli ultimi tempi, che ovviamente m'ha sderenato. XD

Secondo la mia esperienza un uso smodato ha le sue belle conseguenze: ho diversi amici che hanno cominciato assieme a me e continuano tuttora col passo bello pesante e non posso fare a meno di notare che alcuni di loro ci siano un po' 'rimasti sotto'. Niente di paragonabile alla devastazione che ho visto portare da pastiglie, acidi e pere, ma comunque una lieve 'lentezza' di comprendonio o un 'inasprimento' dell'umore in queste persone li riscontro tutti.

Quindi quoto quanto detto da Prophet riguardo la quantità.

Tra l'altro la dipendenza psicologica a cui possono dare luogo le droghe leggere è rafforzata dal fattore sociale. Ci sono contesti che incentivano [o che ti fanno sentire incentivato] a fumare, e a cui non sempre puoi opporti con piena coscienza, specie se rappresentano la tua quotidianità. E non mi riferisco di certo alla colletta da fare con gli amichetti il sabato sera prima di andare al pub o alle canne che girano quando a scuola c'è occupazione.

Pastiglie, francobolli o cagate da inalare non ne ho mai prese, idem eroina. Conosco persone che ci si sono bruciate o che per colpa loro si sono ridotte a uno 'stile di vita' VERAMENTE di merda, con dignità e amor proprio sotto zero, e di parecchio, e sono alcune delle cose più tristi a cui ti possa capitare di assistere, senza considerare i drammi familiari a cui hanno dato luogo. E, sì, rimangono tristi anche quando pensi che quando hanno cominciato erano adulti, vaccinati e magari pure in gamba, e che dunque in fondo se la son cercata.

La cocaina l'ho provata in più di un'occasione, talvolta con sedute da autentico pippadores, ma, fortunatamente, non mi ha mai detto una mazza e quindi ho smesso quasi subito di giocarci. Conosco un fraccaio di gente che ne fa uso frequente, per gusto o abitudine, e tra loro c'è chi il suo scotto l'ha pagato. Denti devastati, dipendenza assai marcata [del tipo: mi faccio le mie striscette pure al lavoro, daily, e finché non me le faccio non ci sto dentro], alterazioni dell'umore che vanno da schizzettini vari e assortiti a una certa fragilità emotiva e cose così.  

Detto questo, pur non essendo più interessato all'argomento [e pure all'alcool, che consumo una volta ogni morte di papa], rimango del partito 'ognuno faccia pure quello che vuole. Rispetto'.

Offline 1c0n 0f s1n

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.916
Topic sugli stupefacenti
« Risposta #10 il: 23 Mar 2006, 13:10 »
Se qualcuno posta una fonte autorevole su quanto detto da Giovanardi sui 10-20 spinelli mi/ci farebbe un favore: io ho solo trovato siti di parte (tipo radicali o pagine sulla legalizzazione).
"Mio figlio poteva morire!"

Offline Giobbi

  • Reduce
  • ********
  • Post: 38.894
  • Gnam!
    • arvmusic
    • E-mail
Topic sugli stupefacenti
« Risposta #11 il: 23 Mar 2006, 13:58 »
Citazione da: "teokrazia"
ma comunque una lieve 'lentezza' di comprendonio o un 'inasprimento' dell'umore in queste persone li riscontro tutti.


Yep confermo.

Citazione da: "teokrazia"
rimango del partito 'ognuno faccia pure quello che vuole. Rispetto'.


Idem ovviamente.

Offline keigo

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 7.750
Topic sugli stupefacenti
« Risposta #12 il: 23 Mar 2006, 14:02 »
chi semina vento raccoglie sfaccimma
ma chi me lo fa fare?!? il petrolio è una figata.

Offline 1c0n 0f s1n

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.916
Topic sugli stupefacenti
« Risposta #13 il: 23 Mar 2006, 14:07 »
Citazione da: "keigo"
c'era c'era..

[http://tfpforum.it/viewtopic.php?t=6685&highlight=droghe]


Un po' vecchiotto, per quello non l'ho visto quando l'ho cercato. Lo accorpiamo a questo, dai  :wink:
"Mio figlio poteva morire!"

Offline acciarone

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.142
Topic sugli stupefacenti
« Risposta #14 il: 23 Mar 2006, 14:59 »
Citazione da: "teokrazia"

Secondo la mia esperienza un uso smodato ha le sue belle conseguenze: ho diversi amici che hanno cominciato assieme a me e continuano tuttora col passo bello pesante e non posso fare a meno di notare che alcuni di loro ci siano un po' 'rimasti sotto'.


concordo anche se, probabilmente, non è la sostanza in sè a produrre questo effetto tipo slow motion ma è tutto il resto che si accompagna all'uso della sostanza: un lavoro ripetitivo, una intelligenza già mediocre che non viene sviluppata, poca cultura, pochi interessi e mal coltivati, nessuna attività fisica, troppa musica e pochi libri....
Le opinioni di Acciarone non corrispondono necessariamente alle opinioni di Acciarone.