Sondaggio

Vota il racconto vincitore di The Resident Evil Place! - Termine: lunedì, 15 novembre, ore 23,59

Dissolvenza in Nero
5 (15.2%)
Il Documento Inglese
3 (9.1%)
La Guardia
10 (30.3%)
Servire e Proteggere
10 (30.3%)
"We Care About Your Life"
5 (15.2%)

Totale votanti: 32

Le votazioni sono chiuse: 10 Nov 2004, 15:26

Autore Topic: The Resident Evil Place - Discussione & Votazioni  (Letto 33486 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline chainsawmax

  • Avviato
  • *
  • Post: 299
    • http://www.dahliaindaco.tk
The Resident Evil Place - Discussione & Votazioni
« Risposta #225 il: 17 Nov 2004, 16:39 »
Caspita, a salsiccia e birra mi batteresti. Sono astemio!  :D

E quasi dimenticavo: un'analisi vlelocissima del raccontaccio che misi in gioco la volete?

Ok.

Marvin Branagh... ma vi ricordate chi è costui?
Null'altro che quel poliziotto di colore che Leon si ritrova davanti una volta entrato nella stazione di polizia, all'inizio di resident Evil 2. Quello che Jill incontra svenuto, semisdraiato, con dei documenti in mano, nelle prime parti di Resident Evil 3.

Un uomo lasciato solo. Con se stesso, e la consapevolezza di essere fottuto, senza giri di parole in mezzo.
Quello che dopo alcuni gironzolamenti Leon si ritrova davanti, violaceo e vivace, con voglia di carne umana, giusto in tempo per fracassargli il cranio con una fucilata.

Ecco, io mi ero affezionato a questo tizio da subito. Per quello che dice a Leon quando lo vede per la prima volta, e per come Leon risponde. Un'idea di unità, di empatia.

Cazzate utopistiche forse, ma a 16 anni io ci credevo.
E poi cosa fanno i programmatori Capcomiani? Me lo fregano nella maniera peggiore: lo fanno diventare un ostacolo, un nemico, un bersaglio da abbattere. Porca vacca.

Io apprezzo G. A. Romero, come forse avrete capito da alcuni post dispersi per il forum. Romero avrebbe approvato, credo. Questa persona meritava qualcosa di più dignitoso.

Alla fine, tutti sappiamo com'è andata per Marvin: non si è sparato in testa. Perchè? Forse gli è mancato il coraggio. Forse ha voluto sperare in "un qualche Dio". Forse, nell'ipotesi più meschina, la sua arma non era carica.

Io non conoscevo le risposte a queste domande, ma sapevo di potermi impegnare per fornire a Marvin un epitaffio decente, degno della sua statura morale.

E ci credo tuttora.

Poi il concorso è un'altra cosa: vedere che qualcuno ha capito che direzione hai intrapreso, quello è fenomenalistico a dir poco.
E la cosa migliore è che io a 14 anni scrivevo un ipotetico seguito di RE su un quadernetto sdrucito che conservo tuttora.

Voialtri da queste parti mi avete aperto il cuore. Siatene coscienti.

Grazie davvero.
url=www.valleyofdrybones.tk]"NO HATE, NO IGNORANCE, NO TOLERANCE FOR PREJUDICE / COMING, COME TO ME - FACELIFT OF INNER BEING"[/url]
 ___________________________> SADUS, FACELIFT / A VISION OF MISERY, 1992 <___________

Offline Duffman

  • TFP Service
  • Eroe
  • *****
  • Post: 13.251
    • E-mail
The Resident Evil Place - Discussione & Votazioni
« Risposta #226 il: 17 Nov 2004, 16:53 »
Yup, avevo intuito ed apprezzato (e votato, in finale ^^).
La cosa che ho apprezzato particolarmente è stato proprio il creare ex novo il personaggio del protagonista partendo dai dati forniti dalla serie.
Non un semplice adattare le vicende a personaggi con psicologia preconfezionata dagli autori del gioco.
Poi cavolo, c'è gusto nello scegliere una figura marginale per indagarne le reazione a tutto quello che succedeva. Bèlo, davvero.
Non a caso il mio "quasi pari merito" è il racconto sui paramedici.
Storie di poveri sfigati capitati in mezzo ad un casino, reazioni umanissime, e non da 'personaggi consci di essere personaggi'.
Proprio quello che apprezzo.
Duffman ci dà di nuovo dentro FORTE E CHIARO,
in direzione del problema. Ma un po' meno. OOOHHH YEAH!!!  online: DuffmanTFP

Offline ZionSiva

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 5.341
    • ZionSiva's Groove
The Resident Evil Place - Discussione & Votazioni
« Risposta #227 il: 17 Nov 2004, 17:28 »
Apprezzo molto. Peraltro Clerks ne sa abbestia pure lui. Viulenz!
In generale davvero la qualità dei racconti era tutta di ottimo livello, come già segnalato.
Cmq, leggilo King, leggiti anche LA NEBBIA, che anyway IMHO non centra nulla ma merita.
Figata, quoto interamente, alla prossima compo!


P.S. Hemm, sono chainsawmax e mi sono dimenticato di sloggare Zion da casa sua :D
~~porcelina, she waits for me there
with seashell hissing lullabyes and whispers fathomed deep inside my own~~~~  What's So Funny 'Bout Peace, Love and Understanding?  Wag the dog.

Offline Kiki76

  • Navigato
  • **
  • Post: 800
The Resident Evil Place - Discussione & Votazioni
« Risposta #228 il: 17 Nov 2004, 17:37 »
Citazione da: "chainsawmax"

Io apprezzo G. A. Romero, come forse avrete capito da alcuni post dispersi per il forum. Romero avrebbe approvato, credo. Questa persona meritava qualcosa di più dignitoso.


Ha vinto il migliore,poco da dire.
Però hai preso una strada molto lontana da quella di Romero.
Tu hai scelto di raccontare una storia profondamente umana,con reazioni profondamente umane....lui ha sempre parlato di situazioni disumanizzanti ed esseri disumanizzati.Una vera e propria critica sociale.
Sicuro di averlo omaggiato?
Ciao!
cribacchino su: www.ludus.it
 "Dove c'è rivoluzione,c'è confusione e dove c'è confusione,un uomo che sa quello che vuole,c'ha tutto da guadagnarci"  "Quando ho iniziato ad usare la dinamite,credevo in sacco di cose,tutte  quante...ed ho finito c

Offline chainsawmax

  • Avviato
  • *
  • Post: 299
    • http://www.dahliaindaco.tk
The Resident Evil Place - Discussione & Votazioni
« Risposta #229 il: 17 Nov 2004, 18:12 »
Romero è un regista in missione per conto di Dio, disse qualcuno. They are us, è la frase che lui stesso applica alla metodica utilizzata nella trilogia dei morti viventi: loro sono noi.

E' una estrema rappresentazione allegorica del genere umano, quella che Romero mette in scena. Quei corpi esanimi che si trascinano all'interno di enormi malls, roccaforti dell'appiattimento cerebrale, ossessionati dal morbo consumistico, chi altri sono se non le masse che si recano in questi templi del benessere artificiale per abbeverarsi ad oasi di nulla sociale?

Siamo noi quelli che si agitano per un pezzo di carne in più, magari quello del nostro miglior amico. Romero intuisce la disperazione dell'essere VIVI in questa marea di MORTI. E non è poco. Si ribaltano i ruoli. All'interno della casa di NIGHT OF THE LIVING DEAD si disgregano i nuclei familiari, le certezze su cui si fonda la società post conflitto mondiale.

Siamo condannati al nostro inferno sulla terra. Siamo praticamente già morti.

Romero parla di noi, nessun'altro.

E anzi, nei suoi film sono propri i morti viventi ad avere le caratteristiche più umane, "non fanno mai niente di male intenzionalmente", disse il cineasta, "sono solo un veicolo dell'azione umana".

In the end, thanxalot per la considerazione.

 :wink:
url=www.valleyofdrybones.tk]"NO HATE, NO IGNORANCE, NO TOLERANCE FOR PREJUDICE / COMING, COME TO ME - FACELIFT OF INNER BEING"[/url]
 ___________________________> SADUS, FACELIFT / A VISION OF MISERY, 1992 <___________

Offline Macca

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 5.515
    • E-mail
The Resident Evil Place - Discussione & Votazioni
« Risposta #230 il: 17 Nov 2004, 18:27 »
Qualcosa sul mio racconto, Il Diario di Luise...
Innanzitutto devo ammettere che mi sono girate un po' le balle per alcuni commenti (critici) sul fatto che la protagonista, durante la trasformazione in zombie, avesse ancora la forza di scrivere sul diario :twisted: . Partendo dal presupposto che nessuno ha mai visto dal vivo il passaggio da uno stato all'altro volevo accentuare il rapporto intimo e stretto che alcune ragazzine instaurano con il proprio diario che diventa, più dei genitori o degli amici, una specie di confidente fidato a cui tutto si può raccontare e che mai ti giudicherà. Qualcosa a cui non si può rinunciare. Di Luise ne ho conosciute tante, almeno da questo punto di vista. E no, non ho una sorella e no, non sono una donna.
Anyway...
scritto di getto dopo una notte passata sui testi di diritto, Il Diario èi spirato più che a RE e ai suoi files a un racconto di King pubblicato su una raccolta (Il racconto dovrebbe intitolarsi "L'arte di Sopravvivere" e la raccolta dovrebbe essere Incubi e Deliri ma non ci metterei la mano sul fuoco), almeno per quanto riguarda la struttura e lo stile. L'atmosfera, non ci son cazzi, l'ho ripresa da I'm A Legend di Matheson. Ed era proprio l'atmosfera la cosa che più mi piaceva del mio racconto. Vi dirò, subito dopo averlo scritto l'ho trovato angosciante. Certo sono convinto che se invece che batterlo sulla tastiera l'avessi scritto su un diario vero e poi scannerizzato il risultato sarebbe stato di certo più forte, almeno come impatto. Ho immaginato le prime pagine, con scrittura ordinata e precisa, con i disegnini e i cuoricini, contrapposte alle ultime, lercie, sporche di pus e dalla scrittura incerta fino a sfociare nel drammatico finale. La cosa che più mi ha fatto rabbrividire durante il racconto è stata la freddezza con cui la ragazzina spara alla madre. Dato che non è la prima volta che uno dei genitori fa una brutta fine un mio racconto, comincio a credere di avere qualche problemino con i miei. Domani andrò a far visita allo psicologo!!!
Un ultimo appunto... ho trovato sensate le critiche di chi ha giudicato il racconto eccessivamente banale e scarno ma, dato il limite di caratteri e la forma scelta, non credo che avrei potuto far meglio per quelle che sono le mie capacità. Inoltre volevo un  racconto da leggere veloce, senza particolari virtuosismi letterari. E, almeno in questo, credo di esserci riuscito. Grazie a tutti quelli che hanno letto il mio racconto e soprattutto grazie a chi la commentato, anche negativamente (le critiche costruttive sono sempre utili). Per chi l'ha votato un grazie non basta: a voi, cari elettori, onore e rispetto!
The World's Not Set in Stone

Offline [c]ego

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.139
  • I'm not a number. I'm a free sheep.
The Resident Evil Place - Discussione & Votazioni
« Risposta #231 il: 17 Nov 2004, 18:37 »
Citazione da: "Macca"
E no, non ho una sorella e no, non sono una donna.


godo.

Citazione
Dato che non è la prima volta che uno dei genitori fa una brutta fine un mio racconto, comincio a credere di avere qualche problemino con i miei. Domani andrò a far visita allo psicologo!!!


non ti preoccupare in ogni mio racconto faccio morire i miei e mi sento ancora bello sano di mente, vero Paolo?
Sono allergico all'italiano medio
[c]ego lavora nella periferia videoludica, le sue opinioni non hanno nulla a che vedere con quelle dei suoi mille e uno clienti. Uno più, uno meno.

Offline Kiki76

  • Navigato
  • **
  • Post: 800
The Resident Evil Place - Discussione & Votazioni
« Risposta #232 il: 17 Nov 2004, 19:07 »
Citazione da: "chainsawmax"
Romero è un regista in missione per conto di Dio, disse qualcuno. They are us, è la frase che lui stesso applica alla metodica utilizzata nella trilogia dei morti viventi: loro sono noi.

E' una estrema rappresentazione allegorica del genere umano, quella che Romero mette in scena. Quei corpi esanimi che si trascinano all'interno di enormi malls, roccaforti dell'appiattimento cerebrale, ossessionati dal morbo consumistico, chi altri sono se non le masse che si recano in questi templi del benessere artificiale per abbeverarsi ad oasi di nulla sociale?

Siamo noi quelli che si agitano per un pezzo di carne in più, magari quello del nostro miglior amico. Romero intuisce la disperazione dell'essere VIVI in questa marea di MORTI. E non è poco. Si ribaltano i ruoli. All'interno della casa di NIGHT OF THE LIVING DEAD si disgregano i nuclei familiari, le certezze su cui si fonda la società post conflitto mondiale.

Siamo condannati al nostro inferno sulla terra. Siamo praticamente già morti.

Romero parla di noi, nessun'altro.

E anzi, nei suoi film sono propri i morti viventi ad avere le caratteristiche più umane, "non fanno mai niente di male intenzionalmente", disse il cineasta, "sono solo un veicolo dell'azione umana".

 

 :wink:


Infatti,perfetto....avevo capito male io,leggendo il commento,avevo creduto che avessi ispirato il tuo racconto a Romero,sorry
 :wink:
Ciao!
cribacchino su: www.ludus.it
 "Dove c'è rivoluzione,c'è confusione e dove c'è confusione,un uomo che sa quello che vuole,c'ha tutto da guadagnarci"  "Quando ho iniziato ad usare la dinamite,credevo in sacco di cose,tutte  quante...ed ho finito c

Offline Darkside

  • Eroe
  • *******
  • Post: 10.877
    • E-mail
The Resident Evil Place - Discussione & Votazioni
« Risposta #233 il: 17 Nov 2004, 19:20 »
Complimenti a tutti anche se mi vergogno di non averne letto manco uno (infatti mi sono astenuto da qualsiasi voto). Bravi !

Offline Kiki76

  • Navigato
  • **
  • Post: 800
The Resident Evil Place - Discussione & Votazioni
« Risposta #234 il: 17 Nov 2004, 19:40 »
Citazione da: "Macca"
L'atmosfera, non ci son cazzi, l'ho ripresa da I'm A Legend di Matheson. Ed era proprio l'atmosfera la cosa che più mi piaceva del mio racconto.


Vabbè dai,almeno un estimatore l'hai avuto....ti avevo votato per questi motivi

Citazione da: "Macca"

 La cosa che più mi ha fatto rabbrividire durante il racconto è stata la freddezza con cui la ragazzina spara alla madre.

Bene,ora puoi rispondere....perchè?
Vediamo se avevo azzeccato
Ciao!
cribacchino su: www.ludus.it
 "Dove c'è rivoluzione,c'è confusione e dove c'è confusione,un uomo che sa quello che vuole,c'ha tutto da guadagnarci"  "Quando ho iniziato ad usare la dinamite,credevo in sacco di cose,tutte  quante...ed ho finito c

Offline Gaissel

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 9.734
    • E-mail
The Resident Evil Place - Discussione & Votazioni
« Risposta #235 il: 17 Nov 2004, 19:41 »
Complimenti al vincitore, complimenti a chainsawmax!
-
-
-
-
-
-
-
-
-
---MAVAAAAFFANCULO! lui e il suo stupido racconto, ha impedito la vittoria de La Guardia e si becca pure la demo del 4---Eh? Sono ancora in post? MITICO chainsawmax!  :P

A parte gli scherzi, congratulazioni.
Trovai il tuo racconto interessante e ben scritto, ma non particolarmente "inventivo" o "emozionale". (sarà che non ho mai giocato al 2 e al 3, sul cui ricordo "vive di nuova vita" un personaggio marginale? Prima di leggere la spiegazione non ne avevo la minima idea.)

Giustamente, De Gustibus. E viva la democriazia^

Un saluto

Gaissel
Nintendo vende droga purissima ai bambini. Soprattutto quelli interiori.

Offline Macca

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 5.515
    • E-mail
The Resident Evil Place - Discussione & Votazioni
« Risposta #236 il: 17 Nov 2004, 19:51 »
Citazione da: "Kiki76"

Bene,ora puoi rispondere....perchè?
Vediamo se avevo azzeccato
Ciao!


Perchè l'ho scritto o perchè mi ha turbato?
The World's Not Set in Stone

Offline Kiki76

  • Navigato
  • **
  • Post: 800
The Resident Evil Place - Discussione & Votazioni
« Risposta #237 il: 17 Nov 2004, 20:25 »
Citazione da: "Macca"

Perchè l'ho scritto o perchè mi ha turbato?


No,perchè hai scelto di rendere la ragazzina via via più distaccata?
Ciao!
cribacchino su: www.ludus.it
 "Dove c'è rivoluzione,c'è confusione e dove c'è confusione,un uomo che sa quello che vuole,c'ha tutto da guadagnarci"  "Quando ho iniziato ad usare la dinamite,credevo in sacco di cose,tutte  quante...ed ho finito c

Offline baku.nin

  • Eroe
  • *******
  • Post: 11.826
    • E-mail
The Resident Evil Place - Discussione & Votazioni
« Risposta #238 il: 17 Nov 2004, 20:47 »
chainsawmax, il tuo racconto è stato così bello che ho letto solo quello ed ho subito votato!! :D

vedi che non scherzo...avevo deciso che avrei letto e votato solo i racconti in finale....il tuo è stato semplicemente il primo, letto, mi sono connesso e l'ho votato...certo è un ragionamento del cavolo e non saprò mai come sono gli altri, ma se non l'avessi trovato immediatamente così valido non avrei minimamente agito in tal modo...detto questo vedo che poi tanto male non sono andato :P ....
NO EMO. NO PUCCA. NO JACK SKELETON. NO OTAKU. NO KAWAII. NO GOTHIC PEOPLE. NO METAL CLOWNS. NO LACUNA. NO PIERCED MOUTHS. NO COSPLAYING. NO BLOGGERS. NO MYSPACE'S FRIENDSHIP. NO RAGGA-NIGGA. NO DAMS. NO ELECTRO-SHIT
 LET THERE BE BAKU

Offline master of puppets

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.925
The Resident Evil Place - Discussione & Votazioni
« Risposta #239 il: 17 Nov 2004, 21:14 »
Complimenti al vincitore :!: