Sondaggio

Vota il racconto vincitore di The Resident Evil Place! - Termine: lunedì, 15 novembre, ore 23,59

Dissolvenza in Nero
5 (15.2%)
Il Documento Inglese
3 (9.1%)
La Guardia
10 (30.3%)
Servire e Proteggere
10 (30.3%)
"We Care About Your Life"
5 (15.2%)

Totale votanti: 32

Le votazioni sono chiuse: 10 Nov 2004, 15:26

Autore Topic: The Resident Evil Place - Discussione & Votazioni  (Letto 35018 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline pedro

  • Reduce
  • ********
  • Post: 21.993
The Resident Evil Place - Discussione & Votazioni
« Risposta #15 il: 27 Ott 2004, 13:21 »
Belli entrambi per l'idea e la realizzazione, ma imho scritto meglio il secondo.
«Allora dev'essere molto pericoloso essere un uomo.» «Lo è, signora. E solamente pochi ce la fanno. È un mestiere difficile, e al fondo c'è la tomba.»

Offline Sol_Badguy

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.869
The Resident Evil Place - Discussione & Votazioni
« Risposta #16 il: 27 Ott 2004, 13:28 »
Citazione da: "Gaissel"
Mi viene un dubbio: per arrogarsi il "diritto al voto" è necessaria una forte conoscenza della serie? O meglio, credete che per correttezza chi non masticasse particolarmente le atmosfere e i contenuti farebbe meglio ad astenersi?

Insomma, mi chiedo se nella valutazione debba pesare di più l'aderenza al tema (e in tal caso non avrei troppe facoltà di giudizio) dell' effettiva e sola validità del racconto.

Gaissel


L'aderenza al tema è tutelata dall'host della competizione credo, Ivan in questo caso. Gli eventuali racconti fuori tema sarebbero stati esclusi a priori.

Certo, ci saranno racconti più o meno attinenti agli eventi del videogioco ma credo che non sia questo il principale paramtro su cui basare la votazione. Io voterei quelli che mi piacciono di più a livello di narrazione, contenuti e stile. Ovvio che gli estimatori della serie potrebbero valorizzare eventuali risvolti e/o richiami originali collegati in qualche modo ad eventi narrati nei giochi e magari sentirsi meno presi dai racconti più lontani dalla trama dei VG.

In sintesi, ognuno credo sia libero di votare come vuole, tanto il necessario livello di aderenza alla serie dovrebbe essere garantito in partenza.
I'm having fun...

Offline chainsawmax

  • Avviato
  • *
  • Post: 299
    • http://www.dahliaindaco.tk
The Resident Evil Place - Discussione & Votazioni
« Risposta #17 il: 27 Ott 2004, 13:31 »
Concordo in pieno con mr. Badguy, altrimenti i racconti sarebbero stati dichiarati fuori concorso. Poi uno vota anche solo perchè gli piace il racconto penso, no? Intendo, non penso sia giudicabile migliore un racconto solo perchè si attiene di più alla trama o fà più riferimenti.

 :D
url=www.valleyofdrybones.tk]"NO HATE, NO IGNORANCE, NO TOLERANCE FOR PREJUDICE / COMING, COME TO ME - FACELIFT OF INNER BEING"[/url]
 ___________________________> SADUS, FACELIFT / A VISION OF MISERY, 1992 <___________

Offline Devil May Cry

  • Reduce
  • ********
  • Post: 44.834
The Resident Evil Place - Discussione & Votazioni
« Risposta #18 il: 27 Ott 2004, 13:33 »
Scritti bene,per carità,ma non mi dicono niente di RE e di un film sugli zombi in genere.  :roll:
Passo.

Offline Nemo

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.969
    • pettanick.net
    • E-mail
The Resident Evil Place - Discussione & Votazioni
« Risposta #19 il: 27 Ott 2004, 14:32 »
Citazione da: "Druss"
Citazione da: "Nemo"
Voto per Clerks.


Uhè, aspetta gli altri due almeno!  :wink:
(Lo dico solo per correttezza)


Ooops! :oops:

Dice il saggio: fletta cattiva consigliela.

E l'ultimo chiuda il topic.

Offline Macca

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 5.555
    • E-mail
The Resident Evil Place - Discussione & Votazioni
« Risposta #20 il: 27 Ott 2004, 14:47 »
Entrambi i racconti sono scritti bene però... forse sono un po' troppo lenti, poco frizzanti. Non so se ho reso l'idea!
The World's Not Set in Stone

Offline Druss

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.734
The Resident Evil Place - Discussione & Votazioni
« Risposta #21 il: 27 Ott 2004, 15:05 »
Citazione da: "Sol_Badguy"
Ovvio che gli estimatori della serie potrebbero valorizzare eventuali risvolti e/o richiami originali collegati in qualche modo ad eventi narrati nei giochi e magari sentirsi meno presi dai racconti più lontani dalla trama dei VG.


Esatto. Come parametro della mia valutazione terrò il altissima considerazione l'attinenza con il tema.
Diventerà per me il parametro fondamentale di giudizio la non forzatura dei riferimenti.
E' un concorso a tema, non è un concorso su storie di zombie, e ne terrò conto.
Con questo però non voglio influenzare i parametri di giudizio di ognuno. :wink:

Citazione
In sintesi, ognuno credo sia libero di votare come vuole, tanto il necessario livello di aderenza alla serie dovrebbe essere garantito in partenza.


Non è necessariamente vero. Un racconto che cita in modo forzato il gioco non è squalificabile ma non lo voterò. Come ho scritto sopra, per me è di fondamentale importanza.

Offline Gaissel

  • Eroe
  • *******
  • Post: 12.902
  • Massaia con la barba - In diretta dalla Porcilaia
    • E-mail
The Resident Evil Place - Discussione & Votazioni
« Risposta #22 il: 27 Ott 2004, 15:18 »
Grazie per le risposte. E' lasciato a ciascuno il compito di scegliersi i propri termini di valutazione. Mi avete tolto il dubbio.

Gaissel
Il mio Yearbook 2022 - 2021 - 2020 - 2019 I miei Awards 2018
La mia All Time TOP-TEN

Offline Duffman

  • TFP Service
  • Eroe
  • *****
  • Post: 13.251
    • E-mail
The Resident Evil Place - Discussione & Votazioni
« Risposta #23 il: 27 Ott 2004, 15:54 »
mmm, questione non secondaria, ora che lo fate notare.
In ogni caso, se il tutto si mantenesse come nei primi racconti non troverei problemi, e mi limiterei a giudicare la qualità narrativa.

Passando ai racconti: entrambi belli.
Una nota in particolare nel commento di Pavelo rende molto bene il maggior pregio di 'Cucinare all'Inferno': quel senso di tenerezza ed intimità tra i nunnett' che lo rende davvero grazioso, anche se un paio di punti però non li ho capiti granchè.
Sarà anche poco RE (cosa sulla quale cmq non sono d'accordo), ma mi è piaciuto ^^
Duffman ci dà di nuovo dentro FORTE E CHIARO,
in direzione del problema. Ma un po' meno. OOOHHH YEAH!!!  online: DuffmanTFP

Offline Luv3Kar

  • Moderatore
  • Eroe
  • *********
  • Post: 16.840
The Resident Evil Place - Discussione & Votazioni
« Risposta #24 il: 27 Ott 2004, 16:05 »
Mi sono piaciuti entrambi, soprattutto per l'idea.

Entrambi i racconti, però, hanno passaggi poco chiari. Mi riferisco proprio alla descrizione di ciò che avviene, come per esempio la scena in cui un ragazzo spara all'altro con il fucile. Ho dovuto rileggere più volte per capire cosa fosse effettivamente successo.
TFP Yearbook 2021 | 2022

Offline Druss

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.734
The Resident Evil Place - Discussione & Votazioni
« Risposta #25 il: 27 Ott 2004, 16:28 »
Citazione da: "Luv3Kar"


Entrambi i racconti, però, hanno passaggi poco chiari. Mi riferisco proprio alla descrizione di ciò che avviene, come per esempio la scena in cui un ragazzo spara all'altro con il fucile. Ho dovuto rileggere più volte per capire cosa fosse effettivamente successo.


Stessa cosa per me. Penso che sia uno sfoltimento di caratteri. :roll:

Offline Duffman

  • TFP Service
  • Eroe
  • *****
  • Post: 13.251
    • E-mail
The Resident Evil Place - Discussione & Votazioni
« Risposta #26 il: 27 Ott 2004, 17:58 »
Per pura curiosità, ma capita anche a voi che i racconti degli altri vi sembrino invariabilmente scritti meglio dei vostri? ^^
Io trovo quasi tutti quelli degli altri scritti in modo sorprendentemente...non so...professionale, al di là degli spunti...
Complimenti davvero.
Duffman ci dà di nuovo dentro FORTE E CHIARO,
in direzione del problema. Ma un po' meno. OOOHHH YEAH!!!  online: DuffmanTFP

Offline [c]ego

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.139
  • I'm not a number. I'm a free sheep.
The Resident Evil Place - Discussione & Votazioni
« Risposta #27 il: 27 Ott 2004, 18:04 »
Citazione da: "Duffman"
Per pura curiosità, ma capita anche a voi che i racconti degli altri vi sembrino invariabilmente scritti meglio dei vostri? ^^
Io trovo quasi tutti quelli degli altri scritti in modo sorprendentemente...non so...professionale, al di là degli spunti...
Complimenti davvero.


sí, capita pure a me, ma solo perché sono oggettivamente scritti meglio. Jamil a livello di scrittura non era secondo a nessuno, a mio avviso certo, ma lo evidenziavano un po' tutti. Questo non toglie Duff che il tuo racconto potrebbe fare cagare, ma lo saprai a tempo debito...
Sono allergico all'italiano medio
[c]ego lavora nella periferia videoludica, le sue opinioni non hanno nulla a che vedere con quelle dei suoi mille e uno clienti. Uno più, uno meno.

Offline omotigre

  • Eroe
  • *******
  • Post: 10.123
  • Rooaarrr
    • Racconti brevissimi
The Resident Evil Place - Discussione & Votazioni
« Risposta #28 il: 27 Ott 2004, 21:47 »
Citazione da: "Druss"
Citazione da: "Luv3Kar"


Entrambi i racconti, però, hanno passaggi poco chiari. Mi riferisco proprio alla descrizione di ciò che avviene, come per esempio la scena in cui un ragazzo spara all'altro con il fucile. Ho dovuto rileggere più volte per capire cosa fosse effettivamente successo.


Stessa cosa per me. Penso che sia uno sfoltimento di caratteri. :roll:


Quoto, ma penso che sia dovuto più che altro ad una mancanza di revisione. Oltre alla parte che avete fatto notare è poco chiaro se il proprietario del negozio sia stato la vittima del primo colpo del fucile.
Cmq  a far saltare il capoccione con un colpo nel finale è stato il poliziotto, imho.

Ma il vecchio è cieco? Perchè prende in considrazione di guidare la macchina?

Per ora meglio Clerks.
Commenti più approfonditi e pignoli a fine votazione. :twisted:

Offline Sol_Badguy

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.869
The Resident Evil Place - Discussione & Votazioni
« Risposta #29 il: 27 Ott 2004, 22:52 »
Ahg pensavo che gli altri due racconti venissero pubblicati in giornata -___-. Vabbè vuol dire che commento in depth i primi due.

Clerks:
Potrei tranquillamente citare tutto il feed di Paolo ([C]ego), dato che la vedo esattamente come lui. Però vorrei aggiungere qualcosa.

Confermo e sotolineo come il racconto riesca a ricreare l'atmosfera da mall americano, anche a me sono rinvenuti i ricordi del mio periodo USA. Il bello è come l'atmosfera viene ricreata, ovvero attraverso piccoli richiami efficaci, piuttosto che con lunghi periodi descrittivi... bien.

Mi piace anche lo stile generale, simpatico, fresco, frizzante, con un pizzico di humor cinico. Molto simile a quello che userei io stesso in un racconto a tema libero, quindi puoi capire che condivido molte scelte.

L'atmosfera politically uncorrect che si respira me lo ha fatto visualizzare come qualcosa di simile alla puntata di South Park con gli zombi. E non è solo per quel 'Kenny'. Quindi anche l'effetto che il racconto suscita sull'immaginario del lettore è buono, almeno nel mio caso.

Veniamo ora a cosa non mi è piaciuto. A volte le battute alla Clerks (quello di Kevin Smith) sono carine, a volte sono di troppo o un po' 'easy'. Questo non sarebbe poi un gran problema se non che, talvolta, la voglia di infilare la frase ad effetto va a discapito della chiarezza nella narrazione. Più di un passaggio mi è sfuggito alla prima lettura. Per capire bene ciò che succedeva in realtà, ho dovuto soffermarmi su aclune frasi più volte. This is no good.

In sintesi vedrei Clerks ottimo come copione per un corto, dove gli eventi li evinci dalle immagini e questo consentirebbe di rendere i dialoghi scevri dalla finalità narrativa, enfatizzandone peraltro anche l'efficacia.

Attinenza a RE. Bassa, bassissima. Il cameo di Leon butta nella mischia il gioco Capcom in zona cesarini. Ma onestamente, dato il tono parodistico del lavoro, non vedo tutto questo come un difetto. Ininfluente.

Cucunare all'inferno:

Anche qui potrei quotare il Paolone. Comunque dico la mia.

Chi l'ha scritto è sicuramente un parac**o ;). Nonostante il racconto proceda con una certa lentezza e non si faccia notare per spunti particolarmente originali, non riesci a non affezionarti a quei due poveri vecchietti. L'affetto e la tenerezza che riescono a suscitare nel lettore è un merito veramente grande di chi l'ha scritto. Attraverso l'impatto emozionale il racconto è riuscito, nel mio caso, a ritornare nella mente del lettore per una meditazione successiva. Insomma ho ripensato al destino dei due anzianetti.

Mi ha riportato alla mente più o meno le sensazioni che provai durante la visione del film a cartoni animati "Quando Soffia il Vento" (quello con i due signori che si chiudono in casa dopo l'esplosione di una bomba atomica). Questa trasmissione di sentimenti per il momento me lo fa preferire all'altro. Ma non è detta l'ultima, sono uno che cambia opinione facilmente ^___^. (<- più che altro sono uno che non vi dirà mai chi e cosa vota ;) )

Buono lo stile e la narrazione generale. L'orrore è poco presente ma risalta di riflesso nelle figure dei due protagonisti. Ripeto, forse poco incalzante il ritmo ma vabbè.

Anche qui RE viene usato per costruire il finale 'a sorpresa'. Anche se, facciamo un distinguo, il tema della Umbrella in questo caso è sotteso e sviluppato in tutto il racconto.

Per ora è tutto  :D .
I'm having fun...