Autore Topic: Ufologia  (Letto 69469 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline xdan

  • Matricola
  • Post: 32
Non so se ci crederete
« Risposta #15 il: 26 Lug 2004, 17:10 »
ma ho vissuto un'esperienza d'incontro ravvicinato.
Avevo si e no 7 anni e ho visto una luce azzurra nel cielo in campagna di casa mia, procedeva regolare tagliando in due il cielo. Ero solo, era appena finita la cena ed i miei genitori erano ancora in casa.
Non pensate che me lo sia sognato, me lo ricordo ancora dopo venti e passa anni, proprio come fosse successo ieri!

Dopo pochi secondi ne ho viste altre tre tutte insieme, che procedevano lungo un linea retta immaginaria.
Dopo un pò sono sparite.

Io sono corso in casa a raccontare l'accaduto.
Ma erano tutti con la pancia piena e nessuno ha voluto seguirmi per constatare, eventualmente, il ripetersi del fatto.

Offline pedro

  • Reduce
  • ********
  • Post: 21.986
Ufologia
« Risposta #16 il: 26 Lug 2004, 17:17 »
Se siete interessati alla curvatura, Google è vostro amico. Bastano due minuti.  :wink:
«Allora dev'essere molto pericoloso essere un uomo.» «Lo è, signora. E solamente pochi ce la fanno. È un mestiere difficile, e al fondo c'è la tomba.»

Offline Named

  • Navigato
  • **
  • Post: 986
Ufologia
« Risposta #17 il: 26 Lug 2004, 18:00 »
Gli alieni esistono ma non credo si siano mai presi la briga di venirci a fare visita.

Gli Ufo non sono oggetti alieni, ma  navi create molti secoli fa dalla cosiddetta "civiltà perduta" Poi deve essere successo qualche cosa, tipo una guerra nucleare o un meteorite, sono morti tutti e quelli che sono rimasti vivi vegliano su di noi con le loro tecnologie perdute impedendoci di fare lo stesso errore che ha portato alla loro distruzione.

Sono sicuro ma non ne ho le prove  :roll:
Ehi, è vero che il tuo è a colori?"
"Si, l'ho pitturato, lo vuoi proprio vedere?" ATARI....MANNARI!! MERCATINO DI UNNAMED - vendo giochi e fumetti http://tfpforum.it/viewtopic.php?p=441904#441904

Offline Daimon

  • Eroe
  • *******
  • Post: 17.752
  • In stoa I trust.
    • E-mail
Ufologia
« Risposta #18 il: 26 Lug 2004, 18:14 »
Citazione da: "Named"
Gli alieni esistono ma non credo si siano mai presi la briga di venirci a fare visita.

Gli Ufo non sono oggetti alieni, ma  navi create molti secoli fa dalla cosiddetta "civiltà perduta" Poi deve essere successo qualche cosa, tipo una guerra nucleare o un meteorite, sono morti tutti e quelli che sono rimasti vivi vegliano su di noi con le loro tecnologie perdute impedendoci di fare lo stesso errore che ha portato alla loro distruzione.

Sono sicuro ma non ne ho le prove  :roll:


Sei un "credente" allora   :)
Continuo a restare fermo sull'idea che la colpa sia tutta dei nazisti,
pero' devo ammettere che l'idea di una perduta atlantide e' utile
quasi quanto hitler e i suoi seguaci a dare svariate risposte sui
misteri del recente passato, insomma non va mai fuori moda.
E mica a caso infatti in fate of atlantis Indy ha a che fare sia con  
i nazisti che con la civilta' atlantidea, tutto torna.
Sanctus, sanctus, sanctus, Dominus Deus Sabaoth.<br />Hosanna in excelsis.<br />Benedictus qui veni

Offline Nofx

  • Veterano
  • ****
  • Post: 2.198
    • http://www.madmen.too.it
    • E-mail
Ufologia
« Risposta #19 il: 26 Lug 2004, 18:21 »
Citazione da: "naked"
in un libro di peter kolosimo c'era un'immagine di un inca (?) seduto all'interno di un affare che sembra una navicella spaziale...


Gli ufologi sostengono che è una nave spaziale, gli archeologi (o chi per loro) sostengono che si tratta solo dell' albero della vita (o qualcosa di simile)...
Tra l'altro leggevo che, anche il profeta Ezechiele ha avuto un incontro ravvicinato, documentato anche nella bibbia (?), quando è stato rapito o si è messo a parlare (non ricordo) con una palla di fuoco.
Peccato che per la bibbia, quella palla di fuoco non fosse un disco volante...vabbè...

Gli alieni probabilmente esistono (una volta, io e tre miei amici abbiamo visto delle luci nel cielo, ma solo io mi ricordo quel fatto...cmq erano bizzarre anche perchè sparivano e apparivano come se si muovessero ad altissime velocità...no, non avevo ancora iniziato a bere birra  :D ) anche perchè sembra strano che solo sulla terra si sia sviluppata la vita...e chissà, magari ogni tanto vengono a farci visita, credo trovino dannatamente divertente fare quei disegni nel grano per poi stare a vedere cosa ne pensiamo... :D
 won't exist anymore ^__^

Offline Foxtrone

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.801
    • E-mail
Ufologia
« Risposta #20 il: 26 Lug 2004, 19:18 »
Fra le tante teorie sull'argomento ce ne è una mistico/religiosa che mi ha sempre affascinato.

E' di degli inizi ‘900 ma ancora oggi ha il suo fascino ....

Il Sistema Solare è una parte dello sconfinato universo delimitata dal Buon Dio.
Gli uomini non riusciranno mai a varcarne la soglia esterna, né avvicinarsi al centro,  perchè questa è la Volontà.
Il sole è la dimora da Dio e dei suoi angeli.
Nel tempo che fu, quando il Demonio si ribellò al Volere, venne precipitato dalla Dimora di Dio e finì su Marte, che venne devastato dalla sua furia e dalla sua collera, tanto che ancora oggi alcuni lo chiamano “Il Pianeta Rosso”.
In un secondo momento per dimostrare al suo Nemico che egli era in grado di opporsi concretamente alla Sua Volontà, il Demonio si stabilì definitivamente la sua dimora al centro della Terra,  promettendo di deviare e corrompere tutte le creature umane che Dio chiamava Figli, in modo da renderli indegni di essere accolti nella Dimora del Padre e prenderli per se come suoi schiavi ed oggetti di diletto.
Chi crede in questa Verità capirà che i molti pianeti nel Sistema Solare non a caso sono disposti.
Al momento della morte coloro che, secondo il volere di Dio, non sono ancora pronti ad essere accolti e a varcare la soglia della Dimora, vengono mandati in purificazione sui pianeti della zona esterna al Sole, tanto più distanti dalla luce ed il calore di Dio quanto più bisognosi di sofferenza purificatrice per aver agito con stoltezza durante la vita.
Giove e Saturno sono i pianeti più grandi perchè li finiscono la maggior parte degli uomini, che non si sono macchiati da gravi peccati, ma comunque molto distanti dal piacere a Dio...
Mercurio, Venere, Urano,  Nettuno e Plutone sono quasi sempre deserti, Dio dice che sono luoghi di meditazione e silenzio... I primi due sono dimora di coloro che sono quasi perfetti, ma che hanno comunque bisogno di un breve periodo di lontananza da Dio per poterne godere a pieno quando saranno al suo cospetto; Urano, Nettuno e Plutone sono la dimora di coloro che, pur avendo vissuto una vita dissennata e stolta, si sono comunque ravveduti prima della fine, ma le loro anime vivranno un lungo periodo di distanza dalla visone di Dio, dovendo cominciare il loro viaggio di avvicinamento al Sole dai pianeti più esterni.
Coloro invece che alla morte vengono giudicati come indegni, non entreranno mai nel Regno e vengono lasciati sulla Terra i attesa che i servi del Demonio li ghermiscano e li portino nel regno dell’oscurità, l’Inferno. Un luogo di tortura e di tenebre, che molti credono essere al centro della terra (lì vi è la dimora terrena del Demonio), ma essi si sbagliano, il mondo maledetto e senza luce si trova la centro di Marte.
I servitori del Demonio, pur essendo creature superiori ai comuni mortali, a volte non riescono subito a localizzare le anime dei condannati... ciò spiega anche perchè di tanto in tanto qualcuno dice di aver visto dei fantasmi oppure delle ombre aggirasi nelle ore notturne. Essi non sono altro che gli spiriti di coloro che devono essere portati all’Inferno, che tentano di sfuggire al loro destino.
Sebbene ciò può in rari casi succedere, la maggior parte delle anime condannate all’Inferno vengono subito prese in consegna e portate al centro della Terra.
Cosa centra tutto questo racconto con quelle cose che molti chiamano UFO.
Bene....
Gli UFO sono i mezzi di trasporto con cui i servitori del Demonio trasportano le anime dei morti dalla varie zone della terra al punto di ingresso della Dimora terrena del Maligno... nessuno sa con esattezza dove tale portale sia ubicato, ma si dice che possa trovarsi nel punto in cui la crosta terrestre e meno distante dal centro della terra, negli abissi a cui nessun uomo si è mai nemmeno avvicinato, alcuni dicono che tale porta si chiami Atlantide.
Una volta raccolte un certo numero di anime, gli UFO sono poi usati anche per trasportare le anime all’Inferno, dalla Terra su Marte .
Tali navi da trasporto sono invisibili ai nudi occhi degli uomini, come tutto il mondo degli spiriti. Fatto sta che non sono rari i casi in cui dei comuni mortali abbiano più volte avvistato tali strani oggetti volanti.
Ciò accade per una duplice volontà del Demonio.
Il Buon Dio, al momento della sua cacciata dal Regno, proibì al Demonio, privandolo di tale facoltà,  di manifestare il suo vero volto ai suoi Figli.
Essi non sarebbero in grado di reggere lo sguardo e la loro anima si turberebbe irrimediabilmente a tale vista.
Ma il Demonio è astuto ed è  ben consapevole che la sua arma più efficace per controllare la volontà ed il cuore degli uomini è quella di far credere che egli non esiste, per cui questa privazione non gli è di alcun impiccio.
Egli, però, gode comunque nell’infrangere i Comandamenti del suo Nemico e non resiste dal farlo ogni volta che ne ha la possibilità.  
Per cui, se non può manifestarsi in prima persona, nulla vieta che egli possa manifestare agli uomini le sue invenzioni (diavolerie, diremo).
Ciò con duplice beneficio: godimento per aver aggirato un Comandamento del suo Nemico; confusione generata negli uomini sulla Parola e sulle Verità che Dio ha insegnato.
Mostrando gli UFO, convince sempre più persone dell’esistenza di altri mondi abitati da creature mortali, anzi fornisce le prove scientifiche di ciò, consentendo che gli UFO vengano ripresi da telecamere e mostrate anche a chi non è mai stato testimone oculare di un avvistamento. Poi, per dare una parvenza di credibilità alla teoria delle “navi spaziali venute da altri mondi”, egli esegue di sua mano, con tecniche sconosciute ai mortali,  sulle montagne o nei campi di grano dei segni o disegni avvistabili solo dall’alto...
Tutto ciò con precisi obbiettivi: celare per tempo la vera natura degli UFO, la cui scoperta  con i progressi fatti dalla tecnologia degli uomini sarebbe stata imminente, (ma il Demonio è astuto e sa bene che ciò che non può essere celato, può essere distorto e presentato in maniera da sembrare altro) ciò avrebbe confermato la realtà dell’Inferno e avrebbe reso palese la veridicità della dottrina del Nemico; l’altro basilare obbiettivo è convincere i Figli del Nemico che la dottrina sulla nascita del mondo, ad essi tramandata come è nella realtà avvenuta, è una favola o una leggenda, priva di elementi verità...
PSN ID: Foxtrone

Offline greven

  • Veterano
  • ****
  • Post: 2.372
  • aka LUN
    • AEX: italian arcade community
    • E-mail
Ufologia
« Risposta #21 il: 26 Lug 2004, 19:19 »
Beh lasciam perdere i testi sacri, ognuno ci può trovare scritto qualsiasi cosa voglia...

Piuttosto. Esistono? Boh, ma probabile, se non altro per mera statistica.

Sono qui/potrebbero essere qui? Scientificamente sembrerebbe impossibile. Ma una teoria (curvatura) è già saltata fuori. Perchè?

I caratteri della scienza:
- E' pubblica
- Si autocorregge
- Ha carattere cumulativo

Le nozioni in scienza si accumulano, la scienza non è un sistema chiuso, non si può dire a priori "Una cosa non è possibile", ci sono talmente tante cose che non sappiamo che sarebbe presuntuoso.

Offline Gargoyle

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.513
  • One man's villain is another man's hero, captain.
Ufologia
« Risposta #22 il: 26 Lug 2004, 19:30 »
Citazione da: "greven"
Piuttosto. Esistono? Boh, ma probabile, se non altro per mera statistica.

Non vedo come si possa dire questo. La statistica si applica a grandi insiemi, mentre le conoscenze di "esobiologia" che si hanno sono limitate al sistema solare (=visto che il solo sistema di cui si conosca la biologia è il nostro, e che incidentalmente è abitato, si potrebbe essere erroneamente portati a credere che tutti i sistemi planetari siano abitati). Quindi dire che "è probabile" invocando la statistica mi pare sbagliato.
Citazione da: "greven"

Sono qui/potrebbero essere qui? Scientificamente sembrerebbe impossibile. Ma una teoria (curvatura) è già saltata fuori. Perchè?
I caratteri della scienza:
- E' pubblica
- Si autocorregge
- Ha carattere cumulativo

Non capisco. (rg :arrow: alieni?)
Citazione da: "greven"

Le nozioni in scienza si accumulano, la scienza non è un sistema chiuso, non si può dire a priori "Una cosa non è possibile", ci sono talmente tante cose che non sappiamo che sarebbe presuntuoso.

Verissimo. Si può dire però "questo evento non può succedere con le nostre conoscenze attuali", che incidentalmente, sono le uniche che si hanno.
"I've always known it. I should've killed every last one of them! I should've turned their planet into a graveyard the likes of which the galaxy had never seen!" Gul Dukat to Captain Sisko, Star Trek: Deep Space Nine.

Offline Gargoyle

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.513
  • One man's villain is another man's hero, captain.
Ufologia
« Risposta #23 il: 26 Lug 2004, 19:39 »
Citazione da: "Foxtrone"

Chi crede in questa Verità capirà che i molti pianeti nel Sistema Solare non a caso sono disposti.[MEGACUT]

Urano, manca Urano... :lol:
"I've always known it. I should've killed every last one of them! I should've turned their planet into a graveyard the likes of which the galaxy had never seen!" Gul Dukat to Captain Sisko, Star Trek: Deep Space Nine.

Offline mimir

  • Veterano
  • ****
  • Post: 2.692
Ufologia
« Risposta #24 il: 26 Lug 2004, 19:43 »
Citazione da: "Named"
... quelli che sono rimasti vivi vegliano su di noi con le loro tecnologie perdute impedendoci di fare lo stesso errore che ha portato alla loro distruzione ...


Stanno facendo un pessimo lavoro ;-)
Non perdetelo il tempo ragazzi, non è poi tanto quanto si crede;
è così fragile la giovinezza, non consumatela nella tristezza.

Offline mimir

  • Veterano
  • ****
  • Post: 2.692
Ufologia
« Risposta #25 il: 26 Lug 2004, 19:49 »
Citazione da: "naked"

anche io la penso così.

non dimentichiamoci però la curvatura dello spazio...  :D


L'ho volutamente "trascurata", così da dare maggiore peso alla mia affermazione principale: "gli alieni vengono fin qui sfruttando la lore incredibile tecnologia e non si fermano a Roma (a due passi dal Colosseo c'è il Mosè di Michelangelo -- attaccato alla facoltà d'Ingegneria), a Firenze e a Venezia? Che siano uguali ai giapponesi? (scherzo, li ammiro molto)
Non perdetelo il tempo ragazzi, non è poi tanto quanto si crede;
è così fragile la giovinezza, non consumatela nella tristezza.

Offline greven

  • Veterano
  • ****
  • Post: 2.372
  • aka LUN
    • AEX: italian arcade community
    • E-mail
Ufologia
« Risposta #26 il: 26 Lug 2004, 20:02 »
Citazione

Gargoyle pensa che:
Non vedo come si possa dire questo. La statistica si applica a grandi insiemi, mentre le conoscenze di "esobiologia" che si hanno sono limitate al sistema solare (=visto che il solo sistema di cui si conosca la biologia è il nostro, e che incidentalmente è abitato, si potrebbe essere erroneamente portati a credere che tutti i sistemi planetari siano abitati). Quindi dire che "è probabile" invocando la statistica mi pare sbagliato.


Spunto interessantissimo. L'obiezione che ti faccio, e che tu rifiuterai, è però banale: se in un universo è capitato, te la senti di escludere che possa capitare in almeno uno dei tanti altri? Cioè tu sostieni l'unicità storica della vita? Mi sembra molto più estremo.

Offline Gargoyle

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.513
  • One man's villain is another man's hero, captain.
Ufologia
« Risposta #27 il: 26 Lug 2004, 20:46 »
Citazione da: "greven"
Spunto interessantissimo. L'obiezione che ti faccio, e che tu rifiuterai, è però banale: se in un universo è capitato, te la senti di escludere che possa capitare in almeno uno dei tanti altri? Cioè tu sostieni l'unicità storica della vita? Mi sembra molto più estremo.

Non capisco cosa intendi con "te la senti di escludere che possa capitare in almeno uno dei tanti altri?" Tanti altri cosa? Tanti altri universi? Che io sappia nessuno ha esperienza (e, ad occhio, nessuno può averne) di altri universi. In questo senso non "rifiuto" nulla, preferisco tacere di cose che ignoro (OT: ma è da Kant che si trascina la diatriba noumeno-VS-fenomeno? :wink: ).
Per il resto, quando ho detto che la locuzione "probabilità statistica" era impropria, non intendevo dire che non esistano extraterrestri. Mi limito solo a rilevare come non esistano prove della loro esistenza (che io, e presumibilmente tutti quelli che hanno scritto finora, conosciamo) e come mi paia scorretto parlare di statistica fuori dal suo campo di applicabilità.
"I've always known it. I should've killed every last one of them! I should've turned their planet into a graveyard the likes of which the galaxy had never seen!" Gul Dukat to Captain Sisko, Star Trek: Deep Space Nine.

Offline greven

  • Veterano
  • ****
  • Post: 2.372
  • aka LUN
    • AEX: italian arcade community
    • E-mail
Ufologia
« Risposta #28 il: 26 Lug 2004, 21:58 »
Premessa: ho scritto universi ma intendevo sistemi solari...Chiedo perdono...

Non esistono prove pubbliche dell'esistenza degli alieni? E' un fatto, hai ragione.

Non è possibile appellarsi alle probabilità statistiche? Io credo di si. lasciamo perdere quello che succede dentro ogni singolo sistema solare, ipotizziamo anche che per assurdo le leggi fisiche cambino si SS in SS. Quando tu hai un numero n molto grande di SS e in uno di loro si verifica una determinata condizione (nel nostro caso il formarsi della vita) credo che statisticamente ci siano delle probabilità che la faccenda si ripeta.

Offline Gargoyle

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.513
  • One man's villain is another man's hero, captain.
Ufologia
« Risposta #29 il: 26 Lug 2004, 23:19 »
Citazione da: "greven"
Non è possibile appellarsi alle probabilità statistiche? Io credo di si. lasciamo perdere quello che succede dentro ogni singolo sistema solare, ipotizziamo anche che per assurdo le leggi fisiche cambino si SS in SS. Quando tu hai un numero n molto grande di SS e in uno di loro si verifica una determinata condizione (nel nostro caso il formarsi della vita) credo che statisticamente ci siano delle probabilità che la faccenda si ripeta.

Forse mi sono espresso male.
Riformulo.
Supponiamo che i sistemi stellari con pianeti siano N.
Il numero di sistemi planetari di cui si possa dire (per ora) qualcosa della popolazione è però uno soltanto, il nostro (chissà come mai).
Ora, se prendiamo il nostro s.s. con pianeti come insieme statistico, si dedurrebbe che c'è il 100% di probabilità che un s.s. sia abitato, perchè il nostro lo è.
Ciò è sbagliato, perchè abbiamo fatto la supposizione erronea di considerare un caso isolato come insieme statistico, dal momento che non sappiamo nulla delle eventuali forme di vita dei restanti N-1 s.s. (è un po' come se si lanciasse una sola volta una moneta, uscisse croce e si deducesse che ogni volta che si lancia una moneta esca croce...)
Ora, per avere un insieme statisticamente sensato, bisognerebbe campionare un numero spropositato di s.s. (anche extragalattici, vorrei far notare), cosa che non è mai stata fatta e, penso, mai si farà.
Qua si ferma la statistica.
Per il resto, visto che nel nostro s.s. c'è la vita, di sicuro la possibilità (minima) che in un sistema stellare con pianeti a caso del nostro universo ci sia la vita non sarà esattamente nulla, ma sarà compresa tra 1/N (=ci siamo solo noi) e 1=N/N (=c'è vita su ogni sistema stellare con pianeti).
Va anche fatto notare come sia in realtà ignoto il valore di N, può essere (ragionevolmente) enorme o solo molto grande. Resta il fatto che andrebbe determinato anch'esso: un valore non altissimo di N aumenta le probabilità che un s.s. con pianeti scelto a caso ospiti la vita, ma abbassa le probabilità che un s.s. a caso (indipendentemente dai pianeti) sia abitato.
E' evidente che, con valori estremanti così diversi (quasi 0% dell'ipotesi piu' "solitaria" contro 100% dell'ipotesi piu' "affollata"), ogni discorso su cosa sia piu' probabile (altro pianeta con vita oppure no) non ha molto senso, anche perchè dipende, per l'appunto, da ipotesi non verificabili, quel che in genere si dicono chiacchiere.
Finchè l'insieme statistico rappresentativo non si allargherà non avrà senso parlare di statistica.
"I've always known it. I should've killed every last one of them! I should've turned their planet into a graveyard the likes of which the galaxy had never seen!" Gul Dukat to Captain Sisko, Star Trek: Deep Space Nine.