Autore Topic: J.K. Rowling: Gender e oltre  (Letto 5177 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline slataper

  • Eroe
  • *******
  • Post: 13.715
Re: J.K. Rowling: Gender e oltre
« Risposta #30 il: 17 Feb 2023, 11:45 »
Io finora ho letto con attenzione solo l'articolo di Rowling riportato da Ivan in apertura, che mi sembra tutt'altro che semplicistico o insensibile. Intanto emerge il punto di vista di una donna che ha vissuto traumi, che anche solo per questo tendo a considerare con rispetto e delicatezza, partendo dall'assunto che in quanto uomo non sono in grado di comprenderlo fino in fondo. Dal mio punto di vista è facile benedire qualsiasi libertà di transizione, tanto i miei diritti non vengono compressi né la mia sicurezza viene messa in pericolo, quindi come direbbe Frank Gramuglia "cazzomene cazzituoi", se però emergono obiezioni da donne che percepiscono un pericolo per il mondo femminile sorge il dubbio che qualcosa mi sfugga.

Da una rapida scorsa delle altre fonti postate, mi pare di capire che gli interessi del mondo trans e quelli del mondo femminile non necessariamente coincidano. Le donne sono tenute a riconoscere come donna chiunque si senta una donna? Chiediamolo a loro.
Switch SW-7241-0739-0708 / Xbox Live slataper
My Yearbook [2019] [2020] [2021] [2022] [2023]

Offline Ivan F.

  • Amministratore
  • Reduce
  • *********
  • Post: 38.334
    • The First Place
    • E-mail
Re: J.K. Rowling: Gender e oltre
« Risposta #31 il: 17 Feb 2023, 11:48 »
Citazione
When you throw open the doors of bathrooms and changing rooms to any man who believes or feels he’s a woman – and, as I’ve said, gender confirmation certificates may now be granted without any need for surgery or hormones – then you open the door to any and all men who wish to come inside. That is the simple truth.

Questo passaggio nasce in risposta a un elemento qui non citato: uno o più governi si stanno muovendo per permettere a chiunque di inquadrarsi come donna o uomo attraverso un percorso burocratico minimo.

Riassumendo in modo becero: vai alla Posta, parli dieci minuti con uno psicologo, scrivi in un modulo che ora sei femmina, poi vai all'outlet ed entri nel bagno delle donne. Oppure, chiedi di andare nel carcere femminile.

Non ha mai detto, se non sbaglio, che chiunque abbia seguito una comprovata transizione non possa entrare nei camerini delle donne. Sta solo chiedendo che ci siano regole per cui questa fluidità non possa essere abusata per intenti negativi.

Questo è quello che ho capito io. E non mi sembra una bestialità.
TFP Yearbook - [2019] | [2020] | [2021] | [2022] | [2023]

Offline Ivan F.

  • Amministratore
  • Reduce
  • *********
  • Post: 38.334
    • The First Place
    • E-mail
Re: J.K. Rowling: Gender e oltre
« Risposta #32 il: 17 Feb 2023, 11:57 »
La posizione della Rowling mi pare molto piu' drastica, ovvero che agli adolescenti non si dovrebbe dare l'opzione, ma solo psicoterapia perché non in grado di decidere, immaturi, possono pentirsene e poi voler detransizionare.

La mia interpretazione è diversa: lei dice che a nessuno, soprattutto agli adolescenti, si dovrebbero proporre ormoni o chirurgia senza prima un accurato percorso psicologico.

Citazione
I want to be very clear here: I know transition will be a solution for some gender dysphoric people, although I’m also aware through extensive research that studies have consistently shown that between 60-90% of gender dysphoric teens will grow out of their dysphoria.


Io leggo una che sta chiedendo delle regole, per evitare che una questione importante venga troppo semplificata sull'onda dei moti emotivi e popolari.
TFP Yearbook - [2019] | [2020] | [2021] | [2022] | [2023]

Offline Gaissel

  • Eroe
  • *******
  • Post: 14.322
  • Massaia con la barba - In diretta dalla Porcilaia
    • E-mail
Re: J.K. Rowling: Gender e oltre
« Risposta #33 il: 17 Feb 2023, 11:58 »
@slataper

Le femministe sono divise essenzialmente in due blocchi già dagli anni sessanta.

Per farla breve: quelle che non vedono la lotta di emancipazione come scontro con il maschile, ovvero una sorta di maschilismo di senso contrario, sono aperte a tutto i cambiamenti culturali tipici di un dibattito in divenire e di un campo di conoscenza ed esplorazione dell'essere umano.

Quelle che invece fanno del femminismo uno scudo contro un aggressore, spesso, come già detto, perché la cultura maschilista le ha traumatizzate profondamente, sono chiuse ad ogni dialogo. Con il maschile stesso, ma soprattutto con tutto ciò che concerne gli studi di genere.

Vanno sicuramente ascoltate in quanto espressioni di una sofferenza, ma va segnato un punto oltre il quale tale ruolo si trasforma in aggressione difensiva.

La politica israeliana è un buon esempio di questo limite da non superare, in un campo differente.

Giustificare aggressioni dell'aggredito, per ragioni storiche, rischia di trasformarsi rapidamente in paternalismo.
Il mio Yearbook 2022 - 2021 - 2020 - 2019 I miei Awards 2018
La mia All Time TOP-TEN

Offline Andrea_23

  • Eroe
  • *******
  • Post: 13.514
  • Ho un problema col copincolla
    • Ventitre's Lair
« Ultima modifica: 17 Feb 2023, 12:40 da Ivan F. »
.....f|0w
-----------. Steam ID|B.net

Offline slataper

  • Eroe
  • *******
  • Post: 13.715
Re: J.K. Rowling: Gender e oltre
« Risposta #35 il: 17 Feb 2023, 12:22 »
Grazie @Gaissel ma per me rimane l'osservazione di un dialogo tra alieni: un conto è commentare il rant emesso a rutti dal maschio leghista di turno, che sono in grado di capire ed eventualmente condannare, mentre ben diverso è entrare nel merito di discorsi tra donne e persone che si sentono donne.

Per me, ribadisco, liberi tutti, ma se questi tutti hanno interessi in conflitto l'accordo devono trovarlo loro.
Switch SW-7241-0739-0708 / Xbox Live slataper
My Yearbook [2019] [2020] [2021] [2022] [2023]

Offline Gaissel

  • Eroe
  • *******
  • Post: 14.322
  • Massaia con la barba - In diretta dalla Porcilaia
    • E-mail
Re: J.K. Rowling: Gender e oltre
« Risposta #36 il: 17 Feb 2023, 13:10 »
Penso che in realtà questi temi riguardino proprio tutti, e anzi che il problema di fondo sia proprio l'idea che esistano delle categorie umane particolari con problematiche particolari, in conflitto le une con le altre.  A partire dall'idea di "donna che non posso capire in quanto uomo", per arrivare alle "questioni trans che non mi riguardano direttamente".

Quando il problema in realtà sono proprio le categorie, che vanno bene quando dobbiamo distinguere i pomodori dalle zucchine al supermercato, ma falliscono e producono danni e sofferenza quando si tratta di normare l'identità dell'individuo.

Ma spiegare perché queste catagorie definite siano il problema è complesso. Non per niente gli studi di genere fanno quello: studiano, per anni.

Si può leggere molto, in alternativa.
Oppure alzare le mani e lasciare che si esprima chi queste cose le conosce, o sulla propria pelle, o perché le studia tutti i giorni.

Per tirare il punto: Rowling potrebbe e forse persino dovrebbe usare la sua posizione di estrema visibilità per parlare di violenza sessuale, dei traumi ad esso associati, di tutto ciò che comportano nella vita di un individuo. Potrebbe essere una grandissima testimonial, credo.

Ha deciso invece di parlare di qualcosa che non conosce affatto, in modi molto superficiali, dicendo sciocchezze plateali, su un tema di per sé molto complesso che rifugge dalle semplificazioni. E questo è un grande torto verso tutti.
Il mio Yearbook 2022 - 2021 - 2020 - 2019 I miei Awards 2018
La mia All Time TOP-TEN

Offline Ivan F.

  • Amministratore
  • Reduce
  • *********
  • Post: 38.334
    • The First Place
    • E-mail
Re: J.K. Rowling: Gender e oltre
« Risposta #37 il: 17 Feb 2023, 13:38 »
Ha deciso invece di parlare di qualcosa che non conosce affatto, in modi molto superficiali, dicendo sciocchezze plateali, su un tema di per sé molto complesso che rifugge dalle semplificazioni. E questo è un grande torto verso tutti.

Qui servono esempi, perché altrimenti finiamo come quelli di Twitter che hanno sentito dire.
TFP Yearbook - [2019] | [2020] | [2021] | [2022] | [2023]

Offline Gaissel

  • Eroe
  • *******
  • Post: 14.322
  • Massaia con la barba - In diretta dalla Porcilaia
    • E-mail
Re: J.K. Rowling: Gender e oltre
« Risposta #38 il: 17 Feb 2023, 13:47 »
L'onere della prova è a carico di chi scrive sciocchezze, non di chi le riconosce come tali. Altrimenti le persone addentro a una questione passano la vita a difendersi dalle cazzate. E puoi muoiono gonfie con la penna in mano.
Principio della montagna di merda.

Faccio un piccolo sforzo, ma è l'ultima volta eh, pigrone: cerca Rowling sul Post. E anche "sempre stata uomo", sempre sul Post.

Buona lettura.
Il mio Yearbook 2022 - 2021 - 2020 - 2019 I miei Awards 2018
La mia All Time TOP-TEN

Offline Ivan F.

  • Amministratore
  • Reduce
  • *********
  • Post: 38.334
    • The First Place
    • E-mail
Re: J.K. Rowling: Gender e oltre
« Risposta #39 il: 17 Feb 2023, 13:54 »
L'onere della prova è a carico di chi scrive sciocchezze

Stai dicendo che è ignorante, superficiale e afferma falsità.

O mi mostri dove o il tuo contributo vale quanto quello di un terrapiattista.

Non sto dicendo che non sia vero, ma così a che serve?
(Anche visto il livello del topic, che mi sembra piuttosto alto).
TFP Yearbook - [2019] | [2020] | [2021] | [2022] | [2023]

Offline Argaen

  • Veterano
  • ****
  • Post: 2.494
Re: J.K. Rowling: Gender e oltre
« Risposta #40 il: 17 Feb 2023, 14:16 »

Citazione
I want to be very clear here: I know transition will be a solution for some gender dysphoric people, although I’m also aware through extensive research that studies have consistently shown that between 60-90% of gender dysphoric teens will grow out of their dysphoria.


Io leggo una che sta chiedendo delle regole, per evitare che una questione importante venga troppo semplificata sull'onda dei moti emotivi e popolari.

Ma le regole e il processo esistono gia', lei va chiaramente oltre. In piu' cita statistiche di dubbia attendibilita':
https://www.clairestranstalks.co.uk/news/do-80-of-young-people-really-grow-out-of-being-transgender

Ci sono troppe cose discutibili per fare l'avvocato del diavolo, dai. La questione delle donne che difendono l'essere donna e' poi difficile da giustificare: sarebbe come per me incavolarmi che Ellen Paige (sic) e' ora Elliot. Ovvio che qui giocano le differenze di potere e privilegio uomo donna, ma queste vanno superate, non rinforzate o giustificate in maniera selettiva.
"I'd rather be a climbing ape than a falling angel"

Offline slataper

  • Eroe
  • *******
  • Post: 13.715
Re: J.K. Rowling: Gender e oltre
« Risposta #41 il: 17 Feb 2023, 14:29 »
Gli ultimi scambi mi confermano che il tema è estremamente delicato e complesso, più che augurare a ciascuno di vivere la vita che desidera non saprei.

Di sicuro non provo simpatia per quel tipo di attivismo che considera i boicottaggi ad personam uno strumento per promuovere i diritti civili.
Switch SW-7241-0739-0708 / Xbox Live slataper
My Yearbook [2019] [2020] [2021] [2022] [2023]

Offline Luv3Kar

  • Moderatore
  • Eroe
  • *********
  • Post: 17.105
Re: J.K. Rowling: Gender e oltre
« Risposta #42 il: 17 Feb 2023, 14:38 »
Sta solo chiedendo che ci siano regole per cui questa fluidità non possa essere abusata per intenti negativi.

Questo è quello che ho capito io. E non mi sembra una bestialità.

Ci sono già regole, lei implica che le persone trans debbano essere convinte ad accettare il proprio corpo e che rappresentino un potenziale pericolo, c'è un profondo pregiudizio in questo. Sono gli stessi ragionamenti di chi voleva curare i gay o di chi è contro il matrimonio omosessuale perché sennò il prossimo passo è sposare il proprio cane.
Yearbook 2021 2022 2023 2024

Offline Gaissel

  • Eroe
  • *******
  • Post: 14.322
  • Massaia con la barba - In diretta dalla Porcilaia
    • E-mail
Re: J.K. Rowling: Gender e oltre
« Risposta #43 il: 17 Feb 2023, 15:14 »
L'onere della prova è a carico di chi scrive sciocchezze

Stai dicendo che è ignorante, superficiale e afferma falsità.

O mi mostri dove o il tuo contributo vale quanto quello di un terrapiattista.

Non sto dicendo che non sia vero, ma così a che serve?
(Anche visto il livello del topic, che mi sembra piuttosto alto).

Va bene Ivan, hai ragione tu.

Rowling è rinomatamente una studiosa di questioni di genere nonché una persona in transizione, e scrive post su Twitter carichi di fonti documentate di altettanto rispettabili studiosi della materia.

Se io, di converso, non fornisco documentazione che smentisca queste affermazioni, esse si dimostrano vere.

"Trump non può usare twitter per consigliare la candeggina contro il covid".
"Ah no? Perché? Dimostralo".

Apposto così.
Il mio Yearbook 2022 - 2021 - 2020 - 2019 I miei Awards 2018
La mia All Time TOP-TEN

Offline Ivan F.

  • Amministratore
  • Reduce
  • *********
  • Post: 38.334
    • The First Place
    • E-mail
Re: J.K. Rowling: Gender e oltre
« Risposta #44 il: 17 Feb 2023, 16:11 »
Sta solo chiedendo che ci siano regole per cui questa fluidità non possa essere abusata per intenti negativi.

Questo è quello che ho capito io. E non mi sembra una bestialità.

Ci sono già regole

Alcuni governi vogliono rendere il processo meno complesso.
Questo ci può suggerire che non ci siano regole, perché tali regole sono troppo fluide, in questo momento storico.

Citazione
lei implica che le persone trans debbano essere convinte ad accettare il proprio corpo e che rappresentino un potenziale pericolo, c'è un profondo pregiudizio in questo. Sono gli stessi ragionamenti di chi voleva curare i gay o di chi è contro il matrimonio omosessuale perché sennò il prossimo passo è sposare il proprio cane.

Niente, non capisco come quello che dice possa essere interpretato in questo modo così brutale.
Ho già risposto al riguardo: secondo me non è questo che lei "implica".
Lei suggerisce di stare attenti, perché mai come oggi il dubbio di gender è un fattore che può disorientare gli adolescenti.

Ipotizzo di avere un qualche bias, causato dal fatto che si contrappone a una "forza" (attivismo social estremo) che detesto dal profondo del cuore.

Quindi me ne torno a studiare.
Quando troverò altri articoli, ve li segnalo :)
TFP Yearbook - [2019] | [2020] | [2021] | [2022] | [2023]