Autore Topic: [Vecchianza] Com'è cambiato il mio modo di giocare?  (Letto 2930 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Mr.Pickman

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.681
  • Vedetta dell'Inconscio sublimato
    • GAMER MAY CRY
Re: [Vecchianza] Com'è cambiato il mio modo di giocare?
« Risposta #15 il: 14 Mag 2022, 06:41 »
Il mio modo è cambiato parecchio, adesso lo definirei singhiozzante, gioco meno di quello che vorrei, ma sono sempre accompagnato da un retropensiero nel cervello "oh stasera riprendo in mano Bioshock, che c'ho voglia". Di solito finisco i giochi che compro ma da molti anni la vivo alla leggera, se capita bene, se non succede "boh, pazienza dai"
Prendi per esempio la gen PS5. Non è che giochi nuovi non siano usciti o non ce ne siano (una mera leggenda) o che non usciranno...ma non ho fretta, non ho la fotta, lascio molto correre, ascolto gli altri, vedo un po' come mi prende. Magari la compro, o magari no. Magari mi prendo una Stadia, o magari no.

I giovani di oggi direbbero che "sto chillato" e sono d'accordo. Ci sono giorni in cui scrivo sul TFP e non tocco palla, altri giorni in cui non vengo sul TFP e mi sparo un due ore come se niente fosse.
Credo che con la sopraggiunta età si acquisisca una maggiore consapevolezza di cosa si vuol fare e come lo si vuole fare, unitamente con i nostri tempi. Il mondo tutto intorno a me non lo capisco, lo confesso. Gente che si ammazza con Twitch, che va in depressione e in seguente burnout, che insegue i giochi e realizza "schedule giornalieri di trasmissioni" che manco la RAI sul Televideo. Però ci provo lo stesso a capire questo mondo, in un certo senso è auna specie di coop locale, con amici (amici che apprezzano e ci pagano, beh questo è strano in effetti)

Nel 2006 avevo la fotta di finire i giochi, non dormivo alla notte a pensare che compravo giochi e non li finivo, mi ammazzavo per finirli e mettere la medaglia sull'esperienza, magari con un post-papiro (come alcuni chiamano scherzosamente) però mi sono accorto poi che tanti giochi, troppi, non li ho mai ripresi come avrei voluto, li ho un po' abbandonati, lasciati perdere, nonostante siano stati epici, e mi siano piaciuti, come Lost Planet per dire.
 
Adesso ogni gioco che finisco ha più risonanza, ma è come se fosse nel tempo e nlla maniera giusta.
O quantomeno mi illudo che vadano bene i ritimi che ho adottato, Elden Ring per esempio l'ho giocato tantissimo, ma solo quando avevo voglia. Poi ci sarebbe da puntualizzare che avevo voglia praticamente sempre, ma questo è un altro paio di maniche.

Anche per me questo forum è una vecchia famiglia.
Fin da quando fui introdotto qui da un amico che mi disse che c'era un bel clima, che si potevano fare molte discussioni, e non solo sui videogiochi, che si era con coetanei, o quasi. Quindi mi esortò dal lasciar perdere il resto dei forum che all'epoca frequentavo, a detta sua "postacci infimi" e prenotare un posto qui.
Del resto quando vengo qua mi sento come a tavola quando vado dalla mia famiglia, c'è il momento polemichetta tra il primo e il secondo, il momento amarcord di mio padre, la svirgolata nonsense di mio fratello su armi ed americani, il terzo fratello che con un altro figlio in arrivo si pronuncia in un aleatorio "ma guardiamo al futuro cazzo! STADIA! & GAMEPASS"
Però c'è sempre una quadra a differenza dei social, con cui vieni liquidato con un cazzo di emoticon, una GIF o un Meme. Qua non succede mai, o almeno, è raro avvenga. Tra le numerose cose che apprezzo, il layout e il fatto che si tende a renderlo sempre poco "social": tre o quattro righe scappano sempre per chiarificare una opinione. Ecco questo mi sentivo di farlo presente.

Offline Mr.Pickman

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.681
  • Vedetta dell'Inconscio sublimato
    • GAMER MAY CRY
Re: [Vecchianza] Com'è cambiato il mio modo di giocare?
« Risposta #16 il: 14 Mag 2022, 06:57 »
Questo non è un topic per giovani :crazy:

Tra un po' gireremo con una bombola di ossigeno ma da usare su di noi.

Offline Laxus91

  • Eroe
  • *******
  • Post: 17.413
    • E-mail
Re: [Vecchianza] Com'è cambiato il mio modo di giocare?
« Risposta #17 il: 14 Mag 2022, 07:42 »
Ah il cambiamento più importante è stato quando mi sono liberato da certi preconcetti o autoimposizioni, in pratica per quanto mi riguardavniente più cercare il 100%, trofei o achievements per ogni titolo, l'approfondimento di questo o quello deve venire spontaneo e non condizionato, né fissazioni su un livello di difficoltà a tutti i costi, quello che si fa in un vg lo si fa se arricchisce l'esperienza e non spreca il tempo che gli dedico.

Quindi si alla run di livello 1 o senza curativi nel qual caso mi venga davvero voglia di farlo, no al prendere tutti i collezionabili se la raccolta è tediosa

E poi si, sono molto orientato ai titoli single player per gusti e inclinazioni personali ma non vuol dire che non provi stima per chi si cimenta (giocando onestamente) nei multiplayer che sono una continua sfida e confronto con altri, però davvero è una dimensione che vivo poco al di là dell'occasionale titolo giocato in coop, il mio sogno segreto sarebbe riprendere e studiare i picchiaduro, genere purissimo per il quale non riesco più a ritagliarmi il giusto tempo
« Ultima modifica: 14 Mag 2022, 07:44 da Laxus91 »

Offline eugenio

  • Eroe
  • *******
  • Post: 10.804
Re: [Vecchianza] Com'è cambiato il mio modo di giocare?
« Risposta #18 il: 14 Mag 2022, 08:59 »
Ma com'è cambiato il vostro modo di giocare?

Giocate di meno?
Decisamente sì, ma più che altro gioco con tempi diversi: meno giorni di fila, più durata nella singola sessione.

Impostate la difficoltà su "Boomer"?
No, lascio impostata la standard e vado avanti finché riesco, finché mi stanco o finché non arriva una pandemia/guerra/consegna di Amazon a interrompermi.

Giocate ormai solo con i figli?
Ogni tanto ci proviamo, ma io sono troppo fuori target per Fortnite o Minecraft per resistere più di un quarto d'ora.

Preferite giochi con un racconto o una sfida?
Ho sempre mal tollerato l'uso di un videogioco per raccontare chissà quali trame. Per i miei gusti, meglio una sfida appagante.

Non finite un gioco dal 2008?
Da giugno dello stesso anno, precisamente.
Anche se ogni tanto capitano giochi che mi coinvolgono, e allora li consumo e sono capace anche di ricominciarli.

Offline Jello Biafra

  • Eroe
  • *******
  • Post: 15.429
    • http://www.retrocritics.altervista.org
    • E-mail
Re: [Vecchianza] Com'è cambiato il mio modo di giocare?
« Risposta #19 il: 14 Mag 2022, 09:40 »
Oltre a giocare NETTAMENTE di meno, nell'ultimo anno ho notato che non m'è piaciuto quasi nessuno dei giochi che ho giocato. L'unico è stato Shin Megami Tensei V, letteralmente divorato ed adorato forse perché orgogliosamente fuori dalle mode, perché Metroid Dread, Super Mario 3DWorld e Elden Ring proprio non mi hanno lasciato nulla, tanto da farmi credere che il problema sia in mie aspettative\esigenze troppo elevate oppure diverse da quello che offre oggidì il mercato.

Offline Lost Highway

  • Reduce
  • ********
  • Post: 27.310
  • Lynchologo!
    • http://www.facebook.com/loveretrolove
Re: [Vecchianza] Com'è cambiato il mio modo di giocare?
« Risposta #20 il: 14 Mag 2022, 10:14 »
Bello il topic dell'anzianità, @Ivan F. !

Iscritto dal 6 ottobre 2004!

Come molti, oggi ho molto meno tempo per giocare, ma direi che tendo a spenderlo meglio!

Un buon 80% del tempo speso a giocare lo spendo giocando con mio figlio e pure questo è positivo, sia perchè in questo modo tendo a provare anche giochi che magari avrei ignorato, sia perchè è molto bello vedere la passione per i VG crescere in lui!

Forse il cambiamento più grande è l'aver abbandonato quasi completamente il multiplayer online competitivo, vuoi per il tempo che richiede (visto ceh tra sportivi ed FPS basta non giocare un giorno per tornare al livello absolute NOOB), vuoi soprattutto perchè quasi mai mi ritrovo nella situazione logistica di poter usare cuffie e mic!

I generi prediletti non hanno subito troppi cambiamenti, idem la passione costante per la grafica 2D e per il retrogaming!

Xbox Live:  LOST HIGHWAY80
...And sometimes is seen a strange spot in the sky
PSN: Lost_Highway80
A human being that was given to fly...

Offline tonypiz

  • Eroe
  • *******
  • Post: 15.599
  • Once Pizzide, forever Pizzide.
    • E-mail
Re: [Vecchianza] Com'è cambiato il mio modo di giocare?
« Risposta #21 il: 14 Mag 2022, 10:19 »
Presente dal 2004... ^^"
Allora, partendo dalle domande di Ivan come abbrivio...
Gioco di meno? Sì, ma non avendo una famiglia riesco comunque a ritagliarmi un paio di orette la sera come minimo. Probabilmente l'aspetto più interessante della mia evoluzione di videogiocatore degli ultimi... boh, dieci anni, è stato lo scoprire che non disdegno la sfida. Per cui, fatta salva qualche eccezione, ormai gioco tutto a livello Difficile o equivalente. Credo che lo spartiacque sia stato Arkham Asylum, il primo gioco non affrontato a Normal. Poi è venuto Dark Souls e il resto è storia. Per cui sì, con la vecchiaia sono diventato più cocciuto e non mi faccio problemi a intestardirmi per ore su un punto particolarmente difficile, se penso di poterne venire a capo.

Ho pure ampliato il ventaglio di generi che frequento, grazie anche all'allargamento del mercato PC, su cui ormai arriva letteralmente di tutto. D'altro canto, ho praticamente abbandonato uno dei miei generi preferiti in assoluto, gli strategici a turni 4X, perché per prenderci la mano tocca giocarci decinaia di ore e con tutta la roba che esce e il tempo che ho... è dura. Per un periodo avevo preso a comprarli TUTTI, ma poi mi sono reso conto che l'ultimo che ho davvero sviscerato a dovere sarà stato Galactic Civilizations 2...
Resiste, ma con qualche difficoltà, il genere GdR, che resta il mio preferito in assoluto. Ma pure là ci metto un secolo a finirne uno, ormai.

Non aiuta che negli ultimi tempi abbia sviluppato due problemi. Da un lato mi capita non di rado di iniziare un gioco, abbandonarlo e poi recuperarlo (e quasi sempre finirlo) mesi dopo. Dall'altro ultimamente faccio fatica a concentrarmi per bene su un titolo, o letteralmente a dirmi "ora inizia questo e finiscilo"*. Mi aiutano in questo le live su Twitch, perché le robe iniziate così tendo a portarle a termine. Magari mi seguono in due persone, ma mi aiuta a tenere il timone nella giusta direzione.

Per il resto, come testimoniato dallo Yearbook, la mia dieta videoludica non è mai stata così varia e ricca, per cui non mi lamento affatto. Ogni anno escono almeno un paio di giochi che mi ricordano perché stia ancora qua a perdere tempo con i giochini alla mia età, e diversi altri che comunque mi divertono e coinvolgono più che a sufficienza. Guardando la lista, si può intuire che (in larga misura) per me i "tripla A" potrebbero sparire pure domani e me ne accorgerei a stento, e onestamente mi sta benissimo. C'è tanta di quella roba interessante in giro.

*Ma è un problema che riscontro pure se voglio iniziare una serie TV o un libro, a essere onesti. Anzi, in quei casi lo sforzo del "primo passo" è pure più difficile.
Humans need fantasy to be human. To be the place where the falling angel meets the rising ape.
Il tonypiz è anche su Twitch, per qualche motivo.

Offline Panda Vassili

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.519
  • Nintendo Akbar!
Re: [Vecchianza] Com'è cambiato il mio modo di giocare?
« Risposta #22 il: 14 Mag 2022, 10:21 »
Hello, qui dagli esordi, va beh, c'era il mio alterego cattivo  :hurt:

Prima giocavo come se dovessi timbrare il cartellino in ufficio, adesso accendo il PC probabilmente una volta a settimana, se va bene.

È diventato tutto molto caotico, alterno sessioni brevi in bagno a tour de Force sanguinosi(non al cesso) , dipende se mi piace il gioco. Online mi si vede poco e sono sempre più pippa, amo la sfida ma mi sfavo e se devo andare di normal vado di normal. Degli achievement fregava poco ieri, frega poco oggi.

Gioco a roba anche dalla difficoltà imbarazzante o senza difficoltà, e devo dire la verità, oggi non mi ci vedo a stare 10 giorni su grimrock riflettendo su cosa fare, le alternative spesso sono gioco mollato o youtube per proseguire dopo un'ora di tentativi.

Ah, altra cosa, gioco roba anche a distanza di anni, sono molto sensibile a roba che proviene dal 2010 2011,probabilmente perché era il mio periodo di magistrale, studiavo poco non lavoravo giocavo tantissimo. Una laxus in pratica.
Switch sarà la console casalinga mobile più potente in circolazione. Statece.

Offline Claudio1885

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.948
Re: [Vecchianza] Com'è cambiato il mio modo di giocare?
« Risposta #23 il: 14 Mag 2022, 10:53 »
Volevo aprire un topic uguale anni fa, ma sono vecchio e pigro e non l'ho mai fatto.

La prima cosa che mi verrebbe da dire è che sono diventato nevrotico e intransigente. Ragequitto (cosa mai fatta in gioventù), mi incazzo, mi offendo se il gioco non rispetta il mio tempo. Mollo di punto in bianco se qualcosa urta la mia spiccata sensibilità e non mi guardo più indietro, laddove prima avevo un approccio "profescional", ovvero mi mettevo lì a spulciare giochi anche mediocri e a sviscerarli per bene, perché i soldi li avevo spesi e dovevo farli fruttare.

Il "vecchio me" riemerge inalterato sui giochi giappi, principalmente, quelli fatti bene e senza fronzoli. Quindi con Nintendo, Capcom, From e pochi altri ancora ci vado d'accordo, e li affronto con lo stesso cipiglio di quando avevo vent'anni. L'occidente e le sue baggianate presuntuose fatte di cinematic experience e dialoghi brutti l'ho retto fino una manciata d'anni fa, ora  butterei tranquillamente giù da una rupe il 95% della produzione euroamericana, godendomi pure lo spettacolo di tutti quegli omoni muscolosi e simpaticoni che rotolano giù grugnendo e urlando col modo maturo e scavezzacollo che li contraddistingue.

Sul multi non sono mai stato competitivo, ho preso solo il virus di Splatoon e ci ho speso centinaia di ore su entrambi i capitoli. Sono un po' in ansia per il 3, sentendomi ormai come una Pellegrini all'ultima olimpiade. Boh, vedremo.

Offline Andrea_23

  • Eroe
  • *******
  • Post: 11.259
  • A digital store operator that once made videogames
    • Ventitre's Lair
Re: [Vecchianza] Com'è cambiato il mio modo di giocare?
« Risposta #24 il: 14 Mag 2022, 11:04 »
Per tagliarla corta, direi che quantitativamente parlando il tempo dedicato si sia ridotto marginalmente, in termini assoluti.

Piuttosto, è il numero di giochi che affronto ad esser calato drammaticamente.
La colpa è mia, ma solo per un pezzo. Mia, nel senso che sono deliberatamente ed orgogliosamente letargico nel mio incedere.
È il freeroam ad cazzum che ha scompaginato tutti i piani e fa la differenza.
È una stortura figlia dei tempi, come ce ne sono state molte altre e non durerà per sempre.

Per il resto, c'è sempre il dubbio su quanto facciano schifo i giochi contemporanei, rispetto all'inevitabile irrigidimento delle mie preferenze. Ma poco importa, giacché cose che meritino per fortuna ce ne sono. E se non ce ne sono di recenti, basta pescare dal passato, più o meno remoto.
.....f|0w
-----------. Steam ID|B.net

Offline armandyno

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 9.439
Re: [Vecchianza] Com'è cambiato il mio modo di giocare?
« Risposta #25 il: 14 Mag 2022, 11:16 »
Sicuramente negli anni ho sviluppato il privilegio di capire cosa mi piace davvero e cosa no, che in un mercato come quello videoludico, fatto di hype, mode, filoni e voti numerici non è la norma.
Open world, soulslike, giochi puramente action non sono il mio genere, non importa quanto siano fantastici.
Preferisco impiegare il tempo in attività miste, piu originali (indie), narrative (single player, avventure, walking simulator) e/o esperenziali (utilizzo di periferiche alternative, come vr).
Un'altra differenza sostanziale e che prima tendevo a rushare il gioco principale e passare oltre, ora invece ne gioco in numero minore, ma tendo a completarli al 100%. Anzi, il fattore di completamento è una delle caratteristiche che valuto quando devo cominciare un gioco, guardo quanto è fattibile il platino, se il gioco e il genere mi piacciono, quanto dura e se tutto mi garba comincio.
Questa non è solo una questione di completismo e che appunto cerco un esperienza da poter vivere nel modo piu completo possibile.

Un'altra cosa che non faccio più e giocare giochi di generazioni precedenti (il backlog non esiste, è solo nella tua testa!), perché con la tendenza del mercato a fare remake , preferisco aspettare che rifacciano determinati giochi per godermeli con il massimo della qol (caricamenti, grafica, interfaccia etc etc).

Comunque negli anni non sono mai stato costante, ho giocato molto fino al 2012 poi avevo completamente abbandonato, ho ripreso solo negli ultimi anni, con la quarantena e quella roba li.
« Ultima modifica: 14 Mag 2022, 13:57 da armandyno »

Offline Zoto

  • Veterano
  • ****
  • Post: 2.326
Re: [Vecchianza] Com'è cambiato il mio modo di giocare?
« Risposta #26 il: 14 Mag 2022, 12:40 »
Bellissimo topic, secondo me dovrebbe andare nei topic "in alto". 😎

Credo di essere iscritto dal 2004, ma nonostante legga sempre il forum con costanza, scrivo poco (lurkone lurkone 😅).
Questo forum mi ha accompagnato negli ultimi 18 anni, in cui mi sono laureato, ho conosciuto la persona che sarebbe diventata mia moglie, ci siamo fidanzati, siamo andati insieme a vivere dall'altra parte del mondo per 12 lunghi anni, ci siamo sposati, e finalmente poche settimane fa siamo rientrati in Italia.
Insomma, mi sembra di essermi iscritto due o tre vite fa.

Ludicalmente parlando, il modo di intendere ed usufruire il videogioco è cambiato abbastanza.
Meno tempo, e sicuramente anche meno attenzione/concentrazione da dedicarci.

Sono sempre stato un giocatore selettivo, a cui piace focalizzarsi su pochi giochi all'anno e assaporarne ogni aspetto.
Però se penso alle maratone videoludiche di quando avevo vent'anni e passavo letteralmente interi pomeriggi sui vari Diablo, Final Fantasy 7, Final Fantasy Tactics, Gran Turismo, ISS Pro (e via discorrendo) e lo paragono ad ora, dove riesco a dedicarci magari un'oretta alla sera durante la settimana e magari un paio d'ore al weekend, beh c'è differenza.
Quindi sono diventato ancora più selettivo ed intransigente, non tollero più di giocare a titoli che sento mi stiano facendo perdere tempo.
L'utimo videogioco a cui ho dedicato tanto tempo (in termini di ore al giorno, non come ore totali) credo sia stato Destiny nel 2013-2014.
Mentre fra gli ultimi giochi a cui ho giocato tanto (ma dilazionato nel tempo), cito Call of Duty Moderm Warfare, Gran Turismo Sport e Cyberpunk.

Ora, visto il trasloco e ricerca casa, sono un pò all'asciutto da un paio di mesi, ma spero di recuperare presto con Gran Turismo 7.

Offline lawless

  • Eroe
  • *******
  • Post: 10.893
  • if you wanna give up, remember why you started
Re: [Vecchianza] Com'è cambiato il mio modo di giocare?
« Risposta #27 il: 14 Mag 2022, 13:59 »
2003 anche io credo.

È cambiato molto. Prima mi mettevo ogni sera, durante il weekend se non avevo meglio da fare o se non uscivo mi sparavo le maratone.

Ora in settimana non riesco, sono stanco per il lavoro e per il fatto che spesso mi sveglio presto. I weekend spesso sono fuori o ho da fare. Non accendo le console per settimane.. Mesi.

Credo di non essere cambiato del tutto io, è il mondo in cui vivo e le cose che hanno a che fare con la mia vita da quasi quarantaquattrenne ad essere cambiate

Sto "giocando" ad Elden Ring. Esempio: Con il covid, 70 ore in pochi gg. Sono guarito, e non lo accendo da tre settimane, tipo.

A non aver un cazzo da fare, sarei ancora nel 2003,credo.

Ho venduto tutta la mia collezione, due anni fa. Zero pentimenti. Gioco e vendo, formula perfetta e che non mi opprime.

Offline chirux

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.306
    • E-mail
Re: [Vecchianza] Com'è cambiato il mio modo di giocare?
« Risposta #28 il: 14 Mag 2022, 14:21 »
E che palle...... sempre questa etichetta di "vecchi"   :canadian:  :)

Dunque, dal lontano 2003, posso affermare che qualche cambiamento c'è stato, ma poco. Invece, molto di più è cambiato il mercato: come struttura, offerte, tipologie e non meno importante, per me, modo di raccontarlo e giudicarlo.
Il mio tempo a disposizione è circa lo stesso e comunque tendo a sfruttarlo sempre alla stessa maniera: valuto sempre prima, pochi titoli, ma cerco di approfondirli più che posso, magari imprecando, o almeno finchè vedo ci sia margine per proseguire. Non conta la piattaforma o l'anno di uscita. Inoltre continuo ad evitare alcuni generi, mentre potrei dare una possibilità ad altri che avevo sempre messo in disparte. Infine, posso rigiocare vecchi titoli a distanza di tempo.
Rispetto al passato frequento in modo costante solo questo forum dal quale colgo pareri, ma la novità è una maggiorel lettura della carta stampanta (finché c'è) per tenermi aggiornato piuttosto che siti web.
« Ultima modifica: 14 Mag 2022, 14:38 da chirux »

Offline Void

  • Eroe
  • *******
  • Post: 13.652
  • Grottesco, cattivo e gratuito
Re: [Vecchianza] Com'è cambiato il mio modo di giocare?
« Risposta #29 il: 14 Mag 2022, 17:35 »
Questo non è un topic per giovani :crazy:

Tra un po' gireremo con una bombola di ossigeno ma da usare su di noi.

Perfetto :D

E che palle...... sempre questa etichetta di "vecchi"   :canadian:  :)
"sempre" non è proprio corretto, diciamo "ogni anno sempre di più" :evil:
Se tu dai un pesce ad un uomo, lo avrai sfamato per un giorno. Se gli proponi di imparare a pescare, ti risponderà che sei un neoliberista
My TFP Yearbook