Autore Topic: Discriminazioni di razza, di genere e di disabilità  (Letto 1020 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Ivan F.

  • Amministratore
  • Reduce
  • *********
  • Post: 29.974
    • The First Place
    • E-mail
Uno splendido articolo di Leonardo Tondelli, sul Post, che si domanda...
Qual è il senso di inginocchiarsi prima di una partita di calcio, per un italiano/europeo?

Lo spunto è interessante, se volete dire la vostra.
Ma il topic è aperto per parlare di ogni forma di discriminazione.

TFP Link :: https://www.ilpost.it/leonardotondelli/2021/06/22/inginocchiarsi-per-chi-per-cosa/

Offline Level MD

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 9.030
  • May the Dark shine your way
    • MegaTen Italia
Re: Discriminazioni di razza, di genere e di disabilità
« Risposta #1 il: 26 Giu 2021, 13:17 »
Personalmente penso che si debbano utilizzare altri gesti, se proprio si sente la necessità di manifestare contro il razzismo, in modo del tutto generico. La Uefa stessa, da anni, ha le sue iniziative.

Anche soltanto una foto a squadre miste, può bastare



L'inginocchiarsi americano lo vedo troppo legato ad un'annosa questione di politica interna.

Offline Xibal

  • Eroe
  • *******
  • Post: 13.565
Re: Discriminazioni di razza, di genere e di disabilità
« Risposta #2 il: 26 Giu 2021, 13:50 »
Credo ci sia poco da aggiungere all'articolo, il punto nodale è proprio la questione identitaria in qualsiasi campo, che oggi assume i medesimi connotati del fumo di sigaretta adolescenziale: non so perchè lo faccio, il mio corpo lo rifiuta, ma si deve fare per appartenere al medesimo branco
Ed oggi il branco si definisce dalla velocità di adesione alla causa, prima che dalla comprensione o genuina empatia con le sue battaglie, una sorta di gioco della sedia, o "nani e giganti", in cui chi non si affretti a dichiararsi parte integrante del nuovo cumulo (a la katamari damachi) di forza ideologica, fa automaticamente dichiarazione di intenti opposta.
E questo, in apparenza paradossalmente, ma in effetti come da secolare copione, si verifica principalmente proprio ai danni di chi si attardi per comprendere, o rifletta sulle varie istanze senza correre a sposarne una, una posizione che immancabilmente viene etichettata come appartenente ad uno o all'altro schieramento in base agli occhi di chi guardi.
La battaglia per i diritti perde così il suo focus, e i riflettori su spostano sulla battaglia per stare dalla parte degli eroi e dei giusti, quando, molto spesso, come sottolineato dall'articolo, i martiri per una causa sono i pariah assoluti del mondo, stigmatizzati da coloro che combattano, e plauditi, ma più o meno segretamente avversati anche dai loro sedicenti sodali, perchè incompresi proprio nello spirito di sacrificio con cui siano disposti a mettersi in gioco.

Sulla questione specifica del Black Lives Matter made in USA, dal mio punto di vista, per ciò che si verifica anche altrove e che abbia come protagoniste le forze dell'ordine a tutto tondo, il problema oltre che politico ha a che fare con programmi di addestramento (sia fisico che psicologico) inadeguati a quelle che poi siano le effettive aspettative, anche mediatiche, nei loro confronti.
In questo senso mi sfugge in che modo si possa richiedere un taglio di fondi, se non nell'ottica di una sorta di taglione biblico, che poco abbia a che fare con la risoluzione di un problema strutturale, e molto con la pura e semplice voglia di rivalsa.
Elemento, tra l'altro, che sin troppo spesso fa capolino a contrasto tra le nobili istanze dei vari social justice warrior, e le richieste di realizzazione pratica delle stesse.
Per me la questione ha una soluzione molto semplice, che il cristianesimo ha promosso come etica e morale, ma che dal mio punto di vista cela dei caratteri di vera e propria fisica di relazione delle particelle, alla cui sintesi magari un giorno arriveremo: "Non fare agli altri quello che non vorresti fosse fatto a te", per il resto, molto più terra terra, massima diffusione e coltivazione della diversità, in nome della "varietà meravigliosa", dal punto di vista biologico, ma assoluta uguaglianza di diritti (ma non di esiti, dio ci scampi dalle quote e dalle percentuali con cui spaccare gli atomi) dal punto di vista giuridico.

Offline Level MD

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 9.030
  • May the Dark shine your way
    • MegaTen Italia
Re: Discriminazioni di razza, di genere e di disabilità
« Risposta #3 il: 26 Giu 2021, 15:22 »
Sulla questione specifica del Black Lives Matter made in USA, dal mio punto di vista, per ciò che si verifica anche altrove e che abbia come protagoniste le forze dell'ordine a tutto tondo, il problema oltre che politico ha a che fare con programmi di addestramento (sia fisico che psicologico) inadeguati a quelle che poi siano le effettive aspettative, anche mediatiche, nei loro confronti.
Aggiungiamo pure la non trascurabile questione del secondo emendamento, in un luogo dove chi ritiene di avere il diritto di avere un'arma in tasca si sorprende di eccessi e fraintendimenti fatali.
Non entro nel merito di quanto il tema razziale, in tutto questo, possa o meno essere diventato strumentale, ma fatico a pensare che in USA possa cambiare qualcosa senza affrontare assieme entrambe le questioni.

Questo per dire che il gesto, ed il movimento BLM, non andrebbe appoggiato a caso, essendo legato ad un tema complesso e con le sue contraddizioni, leggasi anche le manifestazioni violente che hanno contraddistinto quel periodo, guarda caso, pre elettorale.

Online Wis

  • Highlander
  • *********
  • Post: 60.588
  • Mellifluosly Cool
Discriminazioni di razza, di genere e di disabilità
« Risposta #4 il: 26 Giu 2021, 16:50 »
Per me la questione ha una soluzione molto semplice, che il cristianesimo ha promosso come etica e morale, ma che dal mio punto di vista cela dei caratteri di vera e propria fisica di relazione delle particelle, alla cui sintesi magari un giorno arriveremo: "Non fare agli altri quello che non vorresti fosse fatto a te"
Dico solo che la regola aurea promossa da Gesù era sottilmente differente: in Matteo 7:12 disse “Tutto quanto volete che gli uomini facciano a voi, anche voi fatelo a loro” (C.E.I.).
Sembra uguale ma la differenza è potentissima.

Offline Xibal

  • Eroe
  • *******
  • Post: 13.565
Re: Discriminazioni di razza, di genere e di disabilità
« Risposta #5 il: 26 Giu 2021, 17:15 »
Per me la questione ha una soluzione molto semplice, che il cristianesimo ha promosso come etica e morale, ma che dal mio punto di vista cela dei caratteri di vera e propria fisica di relazione delle particelle, alla cui sintesi magari un giorno arriveremo: "Non fare agli altri quello che non vorresti fosse fatto a te"
Dico solo che la regola aurea promossa da Gesù era sottilmente differente: in Matteo 7:12 disse “Tutto quanto volete che gli uomini facciano a voi, anche voi fatelo a loro” (C.E.I.).
Sembra uguale ma la differenza è potentissima.
Sono d'accordo, il non fare è sempre borderline con l'ignavia...

Offline alexross

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.292
  • Black Metal!
    • TFP yearbook
    • E-mail
Re: Discriminazioni di razza, di genere e di disabilità
« Risposta #6 il: 26 Giu 2021, 18:01 »
Chi è antirazzista è contro la discriminazione, come puoi chiedere a 11 milionari di manifestare contro la discriminazione?  :D :D :D
Al di là delle battute e delle provocazioni ha ragione l'articolista, inginocchiarsi è un gesto preso così fuori dal contesto ha ben poco senso, piuttosto fallo vedere con i fatti e le parole che sei antirazzista e non discrimini le persone.
Lancio un'altra provocazione, quanti nel nostro piccolo si inginocchierebbero? Ma poi quel gesto si tramuterebbe in un vero cambiamento mentale? o poi nel nostro piccolo continuiamo a discriminare chi ci sta attorno, pensare che chi ha delle idee diverse dalle nostre non meriti rispetto e diventi un nemico da annientare?

Offline DrKoopa

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.062
Re: Discriminazioni di razza, di genere e di disabilità
« Risposta #7 il: 27 Giu 2021, 10:42 »
Banalmente.
È un gesto che non ha inventato il movimento BLM ma che con esso ha ricevuto la risonanza che conosciamo ma anche un significato più esteso e non esclusivo alla comunità afroamericana.
NON mi dispiacerebbe affatto vederlo diffondere in questo paese del cavolo specie in questo triste periodo "nazionalista" che stiamo attraversando e che a quanto pare l'autore dell'articolo (che mi sembra un'arrampicata sugli specchi clamorosa) mi sembra stranamente dimenticare.

Offline bubbo

  • Veterano
  • ****
  • Post: 2.144
Re: Discriminazioni di razza, di genere e di disabilità
« Risposta #8 il: 27 Giu 2021, 11:20 »
Ok ma le istanze degli "inginocchiatori" esattamente quali sono? Porre fine al razzismo? Se sì, avranno da inginocchiarsi ancora per un pezzo.

Se fosse qualcosa di più circostanziato, tipo "approvare la legge tal dei tali" allora capirei, approvata la legge si ritorna all'inno nazionale in piedi.

Scusate il basso livello argomentativo, ma questa è la mia perplessità.
bubbo

Offline Giobbi

  • Reduce
  • ********
  • Post: 44.100
  • Gnam!
    • E-mail
Re: Discriminazioni di razza, di genere e di disabilità
« Risposta #9 il: 27 Giu 2021, 11:52 »
ma soprattutto come mai con il fior fiore di compositori che abbiamo avuto come inno ci becchiamo ancora sta marcetta insulsa con testo demenziale?


Offline slataper

  • Eroe
  • *******
  • Post: 12.155
Re: Discriminazioni di razza, di genere e di disabilità
« Risposta #10 il: 27 Giu 2021, 11:58 »
Concordo con l'idea che un gesto importato e decontestualizzato perda molto del proprio significato, sarebbe diverso se si riferisse a qualcosa di specifico che accade da noi. L'articolista infatti scrive: "pensate se qualche calciatore italiano s’inginocchiasse per le vittime delle forze dell’ordine italiane o per le vittime del razzismo italiano: pensate che scandalo vero sarebbe".
Switch SW-7241-0739-0708 / Xbox Live slataper
My Yearbook [2019] [2020] [2021]

Offline Devil May Cry

  • Reduce
  • ********
  • Post: 41.928
Re: Discriminazioni di razza, di genere e di disabilità
« Risposta #11 il: 27 Giu 2021, 12:06 »
Avevo letto l'alcoolista.
Ormai ogni tuo post è buono per cercare di travisarlo.

Offline slataper

  • Eroe
  • *******
  • Post: 12.155
Re: Discriminazioni di razza, di genere e di disabilità
« Risposta #12 il: 27 Giu 2021, 12:09 »
Avevo letto l'alcoolista.
Ormai ogni tuo post è buono per cercare di travisarlo.
Chi ama la biga metta una riga.
Switch SW-7241-0739-0708 / Xbox Live slataper
My Yearbook [2019] [2020] [2021]


Offline Shagrath82

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.128
Re: Discriminazioni di razza, di genere e di disabilità
« Risposta #14 il: 14 Lug 2021, 22:24 »
ma soprattutto come mai con il fior fiore di compositori che abbiamo avuto come inno ci becchiamo ancora sta marcetta insulsa con testo demenziale?
Già un passo avant rispetto alla Marcia Reale
Per il resto non è che psicanalizzi nulla, loro parlano e io li ascolto incantata. Un idiota è come un cadavere in autostrada dopo un incidente, passi vicino, non vuoi guardare ma la tentazione per il morboso prende il sopravvento e ci butti un occhio..
Ruko