Autore Topic: [Rivista] The Games Machine  (Letto 3710 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline TremeX

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 8.232
  • / | \
Re: [Rivista] The Games Machine
« Risposta #60 il: 06 Ago 2022, 16:29 »
Mi sono addentrato nelle mille preview.
Devo dire che non mi piaceva poi tanto TGM all'epoca, con quegli ammiccamenti al gentil sesso.
Ora vedo che sono spariti e se si evitano pure di ospitare gentaccia varia presa da YouTube, direi che hanno trovato la quadra. Almeno per me.
Mi dà quel giusto sentimento di svago e sogno e attesa che mi serve per rimanere collegato ai videogiochi, con un atteggiamento da intellettuale.

Offline chirux

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.347
    • E-mail
Re: [Rivista] The Games Machine
« Risposta #61 il: 06 Ago 2022, 19:56 »
Mi sono addentrato nelle mille preview.
1)Devo dire che non mi piaceva poi tanto TGM all'epoca, con quegli ammiccamenti al gentil sesso.
2)Ora vedo che sono spariti e se si evitano pure di ospitare gentaccia varia presa da YouTube, direi che hanno trovato la quadra. Almeno per me.
3)Mi dà quel giusto sentimento di svago e sogno e attesa che mi serve per rimanere collegato ai videogiochi, con un atteggiamento da intellettuale.
1)Non ho riferimenti per comprendere.
2)Che io sappia, nella rivista, ci lavora gente che non cavalca YouTube (tranne uno, ma è bravino e inquadrato). Però potrei averti mal compreso.
3)Qui ci siamo.

Offline TremeX

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 8.232
  • / | \
Re: [Rivista] The Games Machine
« Risposta #62 il: 06 Ago 2022, 20:24 »
1) mah, c'era sempre la foto di qualche convention col commento inutile sulla sfigata di turno, un po' tipico dell'epoca. Potrei avere ricordi confusi.
2) ho il numero con in copertina Capitan Tsubasa, dove c'è un intervento di Sabakkio (che ormai per me rappresenta il "nonlovogliodire" assoluto, e contemporaneamente un'intervista a una tipa emo-twitch-disoccupata. Non una bella presentazione insomma.

Invece questi ultimi due numeri manifestano tanto nerdismo puro che non guasta mai.

Offline chirux

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.347
    • E-mail
Re: [Rivista] The Games Machine
« Risposta #63 il: 06 Ago 2022, 20:42 »
2)Ho capito ora il tuo riferimento.
Ufficialmente Sabaku si è dileguato per impegni; c'era anche Dr.Manhattan, ma non ricordo il motivo del suo taglio. La rivista voleva avere anche una finestra sul mondo internet. Personalmente non apprezzavo, pur essendo articoli che offrivano spunti di discussione oppure un buon racconto di un argomento del passato.
Per i miei gusti meglio ora e si potrebbe anche fare qualcosa in più, ma "devono" seguire regole commerciali.

Offline Zoto

  • Veterano
  • ****
  • Post: 2.386
Re: [Rivista] The Games Machine
« Risposta #64 il: 09 Ago 2022, 17:26 »
Settimana scorsa ho trovato ancora in edicola a Mestre il numero 391, quello delle Tartarughe Ninja.

Quando rientro dal mare guardo se intanto gli è arrivato il numero 392.
Però devo dire che si fa desiderare, su dieci edicole l'ho trovato in una sola.

Peccato, perchè la rivista è davvero ben fatta, e secondo me riesce benissimo nell'intento di fare leva sull'effetto nostalgia canaglia, facendo breccia nei cuori di noi giocatori di una certa età, che portano dentro i ricordi del gaming anni 80-90.
Credo sia anche l'unico modo che una rivista cartacea abbia per sopravvivere in questa epoca fatta ormai di informazione digitale.

Mi è piaciuta molto di più della sua controparte di un tempo, di cui non ho mai apprezzato fino in fondo lo stile troppo "esaltato".
Ai tempi le preferivo di gran lunga K (poi Z).

Me la sto leggendo tutta e poi l'intento è di passarla al nipote di dieci anni per cominciare a fargli assaporare il passato videoludico.
Vediamo se il progetto attecchisce.
« Ultima modifica: 09 Ago 2022, 17:28 da Zoto »

Offline chirux

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.347
    • E-mail
Re: [Rivista] The Games Machine
« Risposta #65 il: 09 Ago 2022, 20:24 »
@Zoto , nella mia piccola città, la rivista, è praticamente presente in tutte le edicole e subito dopo la prima distribuzione nelle grandi città di Roma e Milano. Però conosco lettori che attendono qualche  giorno in più.

In questi giorni ho recuperato i primi numeri di TGM e K. Altri tempi, età più giovani sia di redattori che lettori. Ho preferito quella minore serietà e complessità delle recensioni di TGM rispetto a K; certo, oggi, la rivista ha una qualità e professionalità di ben altro valore.