Autore Topic: COVID-19: Dubbi, complotti e negazionismi  (Letto 9681 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Kairon

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.836
Re: COVID-19: Dubbi, complotti e negazionismi
« Risposta #15 il: 06 Mag 2021, 13:43 »
Io parlando con amici negazionisti tiro fuori sempre questa domanda: se è vero che da decenni (Se non da sempre) la politica è completamente asservita ai poteri economici, chi di questi ha da guadagnare da una gestione della situazione che sta generando e non potrebbe fare altro, una amplificazione della diffusione di povertà?
Io credo che chiunque venda cose o servizi ha bisogno che ci sia la maggior diffusione di benessere. Altrimenti alla lunga ci rimettono tutti, compresi quelli che hanno gongolato nel breve periodo, Amazon, Netflix...
Persino le case farmaceutiche nel lungo periodo potrebbero fronteggiare cali di consumo per chi fosse costretto a trascurarsi e persino sui vaccini se gli stati devono tagliare perché non riscuotono tasse.
L'unica cosa imprevedibile è la finanza che ha leggi tutte sue. Però mi suona strano che ci saranno guadagni per tutti se l'economia reale muore.
Quindi a chi gioverebbe questa messinscena?

Offline Xibal

  • Eroe
  • *******
  • Post: 13.422
Re: COVID-19: Dubbi, complotti e negazionismi
« Risposta #16 il: 06 Mag 2021, 13:57 »
Io parlando con amici negazionisti tiro fuori sempre questa domanda: se è vero che da decenni (Se non da sempre) la politica è completamente asservita ai poteri economici, chi di questi ha da guadagnare da una gestione della situazione che sta generando e non potrebbe fare altro, una amplificazione della diffusione di povertà?
Io credo che chiunque venda cose o servizi ha bisogno che ci sia la maggior diffusione di benessere. Altrimenti alla lunga ci rimettono tutti, compresi quelli che hanno gongolato nel breve periodo, Amazon, Netflix...
Io ti direi che hai ragione, ma poi mi chiedo, considerando che gli indicatori economici di benessere sono tutti peggiorati, e continuano, diciamo dai tempi in cui era lo spread a terrorizzare ed imporre politiche differenti, se hai ragione, allora questi indicatori (occupazione, salari, ecc...) peggiorano perchè il mondo vuole suicidarsi?
Se la diffusione del benessere conviene a tutti, perchè in corso di pandemia i guadagni di aziende come Amazon schizzano alle stelle, e decine di migliaia di attività (70000 solo in Italia, credo) al contrario chiudono?

Offline naked

  • Reduce
  • ********
  • Post: 43.937
Re: COVID-19: Dubbi, complotti e negazionismi
« Risposta #17 il: 06 Mag 2021, 14:04 »
Besoz grande fratello.

Amazon ha visto incrementare gli utili perché spedisce i pacchi a casa e, in una situazione dove non puoi uscire, mi sembra che sia normale che abbia incrementato il suo giro d'affari.



Se fosse un’orchestra a parlare per noi Sarebbe più facile cantarsi un addio Diventare adulti sarebbe un crescendo Di violini e guai I tamburi annunciano un temporale Il maestro è andato via Metti un po’ di musica leggera Perché ho voglia di niente Anzi leggerissima

Offline Xibal

  • Eroe
  • *******
  • Post: 13.422
Re: COVID-19: Dubbi, complotti e negazionismi
« Risposta #18 il: 06 Mag 2021, 14:12 »
Besoz grande fratello.

Amazon ha visto incrementare gli utili perché spedisce i pacchi a casa e, in una situazione dove non puoi uscire, mi sembra che sia normale che abbia incrementato il suo giro d'affari.
Infatti nessuno nega l'ovvietà, ma se mi dici che ci troviamo in una situazione di diffusione della povertà che non dovrebbe convenire a nessuno, ti rispondo che, in tale situazione, qualcuno ne beneficia, invece di trarne detrimento.
Sul lungo termine tale povertà inciderà negativamente su tutti?
E' possibile, oppure è possibile un altro scenario, che sono il primo a sperare sia una buffonata giornalistica.
Ma magari mi sbaglio, ed è reale...
https://www.ibs.it/no-store-fine-dei-mercati-libro-alessandro-cecchi-paone-augusto-drisaldi-sette/e/9788883914386

Offline xkp

  • Veterano
  • ****
  • Post: 2.561
Re: COVID-19: Dubbi, complotti e negazionismi
« Risposta #19 il: 06 Mag 2021, 14:28 »
Infatti nessuno nega l'ovvietà, ma se mi dici che ci troviamo in una situazione di diffusione della povertà che non dovrebbe convenire a nessuno, ti rispondo che, in tale situazione, qualcuno ne beneficia, invece di trarne detrimento.
Sul lungo termine tale povertà inciderà negativamente su tutti?
E' possibile, oppure è possibile un altro scenario, che sono il primo a sperare sia una buffonata giornalistica.
Ma magari mi sbaglio, ed è reale...
https://www.ibs.it/no-store-fine-dei-mercati-libro-alessandro-cecchi-paone-augusto-drisaldi-sette/e/9788883914386

mi son fermato col click appena letto "cecchi-paone".

Offline Kairon

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.836
Re: COVID-19: Dubbi, complotti e negazionismi
« Risposta #20 il: 06 Mag 2021, 14:52 »
I conti non possono tornare! Se si eliminano tutti i piccoli imprenditori, se si elimina la ristorazione perché Amazon deve portarci tutto a casa, si eliminano gli stipendi di migliaia di persone che non potranno permettersi di consumare. Questo si rifletterà su coloro che producono televisori 4K o Smartphone perché meno persone potranno togliersi lo sfizio di stare al passo coi tempi e si terranno TV full hd e cellulari di 4 anni fa. Quindi anche molti di questi operai della Samsung perderanno il lavoro. Quindi ancora meno consumi.
Quindi alla lunga Amazon la roba la vende a su' ma'.
O forse, probabilmente, la mia mente è troppo semplice per come funziona il mondo davvero.

Offline Diegocuneo

  • Eroe
  • *******
  • Post: 12.452
  • licet insanire
    • Odio ed amo e me ne cruccio
Re: COVID-19: Dubbi, complotti e negazionismi
« Risposta #21 il: 06 Mag 2021, 15:03 »
Citazione da: Diegocuneo
Ma se fosse un' azienda farmaceutica: perchè questa spinta sui vaccini ? non sarebbe meglio puntare su medicine post infezione piuttosto che pre-infezione?
Tecnicamente, no, ormai da diversi anni la logica commerciale più in voga, in qualunque settore, è quella di allargare il bacino di utenza.
In campo medico, lo puoi fare o creando crisi che non ci sono (vedi mio post sugli scandali influenza h1n1 o epatite), o semplicemente estendendo la commercializzazione alle persone sane, con piani pluriennali che prevedano richiami continui, anche contro ogni evidenza scientifica (es, terzo richiamo per i vaccinati Sars Cov2 o green pass con scadenza a 6 mesi).
Il tutto senza dire che sia quanto accaduto, ma se lo scopo fosse davvero di guadagnarci, lo fai puntando ai nuovi clienti, non coccolando quelli che hai già (ti ricorda qualcosa, tipo le apparentemente assurde logiche aziendali dei fornitori di servizi di telefonia?)

Quindi se vuoi più clienti ...intendi fare un farmaco ipergenerico da usare per sempre quando serve tipo la Tachipirina? :)
Sono un cretino,di classe,infima. Ni.

Offline jamp82

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 9.114
  • Skippo le ballad
    • DeathstreetBoyZ - Pop Music From Hell!
    • E-mail
Re: COVID-19: Dubbi, complotti e negazionismi
« Risposta #22 il: 06 Mag 2021, 15:07 »
Infatti nessuno nega l'ovvietà, ma se mi dici che ci troviamo in una situazione di diffusione della povertà che non dovrebbe convenire a nessuno, ti rispondo che, in tale situazione, qualcuno ne beneficia, invece di trarne detrimento.
Sul lungo termine tale povertà inciderà negativamente su tutti?
E' possibile, oppure è possibile un altro scenario, che sono il primo a sperare sia una buffonata giornalistica.
Ma magari mi sbaglio, ed è reale...
https://www.ibs.it/no-store-fine-dei-mercati-libro-alessandro-cecchi-paone-augusto-drisaldi-sette/e/9788883914386

mi son fermato col click appena letto "cecchi-paone".

Anche io.
[IG] instagram.com/jamp82/, [PSN] jbittner82, [Switch] SW-0209-2836-6111, [Stadia] jamp82#1318

Offline mog_tom

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.187
  • Transumanesimo? E se provassimo con l'umanesimo?
Re: COVID-19: Dubbi, complotti e negazionismi
« Risposta #23 il: 06 Mag 2021, 15:09 »
Cerchiamo di scavare in profondità nell'argomento "capitalismo che uccide sé stesso", perché contiene la chiave di molte delle aporie che stiamo vedendo scatenarsi.

Se prendiamo per buono quello che dice Greta, la vita umana sulla Terra dipende dalla riduzione delle emissioni, e per ridurre le emissioni la cosa più semplice da fare è ridurre la popolazione umana ("abbiamo provato in tutti i modi a dire a Xi Jinping di abbattere le emissioni, ma non ne ha voluto sapere"), che per sua natura è portata a moltiplicarsi incontrollabilmente, come direbbe il buon vecchio Agente Smith.

Questo tipo di ecologismo catastrofista è la base ideologica delle politiche occidentali da circa 50 anni:
https://www.treccani.it/export/sites/default/scuola/lezioni/storia/limiti_sviluppo_LIM.pdf

Come verrà poi confermato dal PNRR e dal Next-Generation EU, che sono letteralmente farciti di questa roba.

E in buona sostanza, se accettiamo ciò che ci dicono gli indicatori sul costante declino di benessere a casa nostra, è l'unico tipo di governance delle masse messa in essere dalle élite occidentali.

A questo punto, gli scenari diventano pochi:

- o sono talmente stupidi da non capire che il loro stesso benessere si fonda su quello di chi acquista prodotti, e quindi non rimarranno élite per molto,
- o stanno perseguendo scientemente una riduzione della classe media, perché gli sputtana un pianeta che vorrebbero per sé, secondo profezie che partono da Malthus per arrivare alla Thunberg,
- o una combinazione convessa delle due.
I sonari sono gli juventini del videogioco. Cerca nel tuo cuore: sai che è la verità.

Offline Xibal

  • Eroe
  • *******
  • Post: 13.422
Re: COVID-19: Dubbi, complotti e negazionismi
« Risposta #24 il: 06 Mag 2021, 15:23 »
Infatti nessuno nega l'ovvietà, ma se mi dici che ci troviamo in una situazione di diffusione della povertà che non dovrebbe convenire a nessuno, ti rispondo che, in tale situazione, qualcuno ne beneficia, invece di trarne detrimento.
Sul lungo termine tale povertà inciderà negativamente su tutti?
E' possibile, oppure è possibile un altro scenario, che sono il primo a sperare sia una buffonata giornalistica.
Ma magari mi sbaglio, ed è reale...
https://www.ibs.it/no-store-fine-dei-mercati-libro-alessandro-cecchi-paone-augusto-drisaldi-sette/e/9788883914386

mi son fermato col click appena letto "cecchi-paone".
E sono d'accordo con te, il problema è che, teoricamente, saremmo non nel campo del negazionismo, ma della "divulgazione scientifica".
Allora, tornando sopra, forse forse un po' di discernimento bisogna applicarlo, posto che la teoria descritta non mi paia così campata per aria...

Offline Xibal

  • Eroe
  • *******
  • Post: 13.422
Re: COVID-19: Dubbi, complotti e negazionismi
« Risposta #25 il: 06 Mag 2021, 15:26 »


Quindi se vuoi più clienti ...intendi fare un farmaco ipergenerico da usare per sempre quando serve tipo la Tachipirina? :)
No, ce l'hai già con la tachipirina, che è forse uno dei più grandi successi della farmacopea cialtrona che io ricordi.
E infatti, per pura coincidenza, è finita per direttissima nei famigerati protocolli, anche se, a mio avviso, più per decennale malasanità territoriale, che non per chissà quale complotto ;D

Offline Diegocuneo

  • Eroe
  • *******
  • Post: 12.452
  • licet insanire
    • Odio ed amo e me ne cruccio
Re: COVID-19: Dubbi, complotti e negazionismi
« Risposta #26 il: 06 Mag 2021, 15:35 »


Quindi se vuoi più clienti ...intendi fare un farmaco ipergenerico da usare per sempre quando serve tipo la Tachipirina? :)
No, ce l'hai già con la tachipirina, che è forse uno dei più grandi successi della farmacopea cialtrona che io ricordi.
E infatti, per pura coincidenza, è finita per direttissima nei famigerati protocolli, anche se, a mio avviso, più per decennale malasanità territoriale, che non per chissà quale complotto ;D
Hai capito benissimo cosa dico e non capisco perchè non affronti la cosa.
Sei una casa farmaceutica del male? Hai più convenienza a curare dopo che curare prima. Perchè dopo lo curi tutta la vita.
Ma semplicemente, così non si può negare: guadagno di più con un vaccino o con tutto quello che a livello sanitario costa ai vari stati curare un malato dopo? Mettici tutti i vari medicinali che consuma questo malato. Medicinali che prende a casa, medicinali che prende all'ospedale,medicinali che combattono i sintomi nel tempo. Senza nemmeno considerare i medicinali a cascata che arrivano per tutte le possibili complicazioni.
Si parla di ordini di grandezza differenti.
Non è possibile negarlo...
Sono un cretino,di classe,infima. Ni.

Offline Xibal

  • Eroe
  • *******
  • Post: 13.422
Re: COVID-19: Dubbi, complotti e negazionismi
« Risposta #27 il: 06 Mag 2021, 15:47 »
Ehm, no, ti ho già risposto sopra, in termini di puro guadagno sul lungo termine, curare una persona sana potenzialmente malata significa avere un cliente a vita, che consuma il tuo prodotto anche senza averne bisogno, curare un malato è come assicurare un morto.
Come strategia commerciale ha molto più senso la prima (i casi di tangenti che ho citato altrove ne sono un esempio lampante ed innegabile) e  ripeto, non ho detto che sia quanto accaduto, nè che la visione commerciale escluda quella sanitaria.
Però, per dire, se ho 38 e dolori osteomuscolari, me la faccio passare allenamendomi, invece di prendere tachipirina.
Per la mia esperienza personale, la prima funziona meglio della seconda, ma probabimente ho semplicemente scelto di far guadagnare la lobby del fitness piuttosto che quella del farmaco...

Offline Diegocuneo

  • Eroe
  • *******
  • Post: 12.452
  • licet insanire
    • Odio ed amo e me ne cruccio
Re: COVID-19: Dubbi, complotti e negazionismi
« Risposta #28 il: 06 Mag 2021, 16:58 »
Neghi l'evidenza o non ci si capisce.
Vaccino: lo fai una volta,più richiamo. :costo 10
Curare un malato: costo 10 x ogni sintomo che ha,ogni complicazione che ha, ogni ospedalizzazione che fa, ogni persona che infetta (a cascata)

Questo sia che il vaccino si faccia una volta sia che si faccia per assurdo ogni anno.
Sono un cretino,di classe,infima. Ni.

Offline Xibal

  • Eroe
  • *******
  • Post: 13.422
Re: COVID-19: Dubbi, complotti e negazionismi
« Risposta #29 il: 06 Mag 2021, 17:20 »
Neghi l'evidenza o non ci si capisce.
Vaccino: lo fai una volta,più richiamo. :costo 10
Curare un malato: costo 10 x ogni sintomo che ha,ogni complicazione che ha, ogni ospedalizzazione che fa, ogni persona che infetta (a cascata)

Questo sia che il vaccino si faccia una volta sia che si faccia per assurdo ogni anno.
Ho parlato di allargare il bacino di utenza non a caso, le due cose non si escludono, stai solo massimizzando il profitto vendendo il ghiacciolo anche agli eschimesi.
Inoltre, un malato o muore, o è uno che si è vaccinato da solo (parliamo di una malattia infettiva, non di un ictus), quindi lo hai virtualmente perso, un sano lo tieni potenzialmente per il resto della sua vita, e i sani, rispetto ai malati, sono miliardi di più, per decine di anni di richiami in più, oltre ai malati che già curi con altro.
Non scherziamo...
« Ultima modifica: 06 Mag 2021, 17:24 da Xibal »