Autore Topic: [Cinema] The Last Duel di Ridley Scott ("I Duellanti Nostalgia")  (Letto 3399 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline nodisco

  • Navigato
  • **
  • Post: 511
Appena visto.
Per me è stato un tuffo nel XIV secolo, quasi una lezione sul modo di pensare e di ragionare di quei tempi ma senza la pesantezza di un'approccio didascalico. Mi sono veramente ritrovato in quell'epoca, non mi è venuto da fare nessun parallelismo o paragone con la situazione odierna, metoo, sessismo, eccetera.
E quello che mi ha maggiormente stupito è che al momento del duello
Spoiler (click to show/hide)
Son d'accordo con chi dice che Scott dovrebbe lasciar perdere gli alieni: che continui a girare film come questo, che ce ne fossero!

Offline stepkanevra

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.403
[Cinema] The Last Duel di Ridley Scott ("I Duellanti Nostalgia")
« Risposta #61 il: 08 Feb 2022, 12:17 »
Visto ieri sera e l’ho trovato davvero bellissimo. Bella la messa in scena, regia e costumi clamorosi. Grande fotografia. Anche la tematica è bella spinosa, attualissima e vertiginosa.
Tutto molto bello.
L’unica cosa è che capisco perché un pubblico giovane possa distrarsi guardando il cellulare (vedi la polemica Ridley Scott vs nuove generazioni): alla quinta ripetizione della stessa scena, solo per far sentire un respiro di più, per mostrare uno sguardo indiscreto che prima non c’era, l’ho fatto anch’io, ho guardato il telefono.
Zio Ridley credeva di stare nel 2002, ne sono sicuro.
Oppure deve averla scritta Ben Affleck sotto effetto.
« Ultima modifica: 08 Feb 2022, 12:24 da stepkanevra »

Offline Mr.Pickman

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.746
  • Vedetta dell'Inconscio sublimato
    • GAMER MAY CRY
Visto ieri sera e l’ho trovato davvero bellissimo. Bella la messa in scena, regia e costumi clamorosi. Grande fotografia. Anche la tematica è bella spinosa, attualissima e vertiginosa.
Tutto molto bello.
L’unica cosa è che capisco perché un pubblico giovane possa distrarsi guardando il cellulare (vedi la polemica Ridley Scott vs nuove generazioni): alla quinta ripetizione della stessa scena, solo per far sentire un respiro di più, per mostrare uno sguardo indiscreto che prima non c’era, l’ho fatto anch’io, ho guardato il telefono.
Zio Ridley credeva di stare nel 2002, ne sono sicuro.
Oppure deve averla scritta Ben Affleck sotto effetto.

Se avesse cambiato inquadrature, anche se differenze ci sono, la gente non avrebbe capito un cazzo della storia. Secondo me siamo a questo livello di forma mentis, magari esagero e sono eccessivamente cattivo.
ℌ𝔬𝔴 𝔱𝔬 𝔰𝔲𝔯𝔳𝔦𝔳𝔢 𝔱𝔬 𝔱𝔥𝔢 ℌ𝔬𝔯𝔯𝔬𝔯 - Breve excursus nella paura digitale
https://gamermaycry.blogspot.com/2020/05/speciale-how-to-survive-to-horror.html

Offline TremeX

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 8.201
  • / | \
SPOILER INVOLONTARI
Visto. All'inizio pensavo che fosse tipo un pastiche tra Rashomon, Ivanhoe e Vita di Pi, invece è storia.
E che storia!

Bello bellissimo anche se ho trovato le "iterazioni" un po' pallose, bisognerebbe leggere il libro da cui è tratto per vedere se c'è qualcosa in più che mere sfumature.
Poi, ci saranno buchi colossali nella vicenda storica che non ci sono arrivati che andavano in qualche modo colmati.

Quando arrivano alla fine, paiura vera "moh questi se sfonnano!!"
Prendersi sullo scudo tutta la quantità di moto di due cavalli in corsa concentrata in un quadratino... non credo sia possibile rimanere né in sella né vivo, né col braccio intero. Nemmeno come spettatore.

Risultato finale: era tempo che non si vedeva un film in grazia di dio, letteralmente!
Il film è costruito e rende benissimo, e credo tutto e solo grazie al regista. Per quanto gli attori bravissimi, ma ci vuole il manico per certe cose.
Rimane su toni ambigui dall'inizio alla fine e non è facile capire cosa si è appena visto.

edit: mi ha ricordato anche un po' Amistad.
« Ultima modifica: 09 Apr 2022, 06:50 da TremeX »