Autore Topic: [Cinema] The Last Duel di Ridley Scott ("I Duellanti Nostalgia")  (Letto 3186 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Xibal

  • Eroe
  • *******
  • Post: 14.283
Spoiler (click to show/hide)
Credo che su questo dettaglio abbiano pesato i consigli dell'amico Pier, che conosciamo già ampiamente perchè parte integrante del nostro folklore popolare.
Potrei avanzare l'ipotesi che la storia del De Gris introduca un ulteriore vizio di percezione esercitato dall'influenza dell'amico, che di fatto egli seduce allo stesso modo delle fanciulle, e dalla cui condotta viene a sua volta sedotto...
« Ultima modifica: 29 Dic 2021, 15:41 da Xibal »
"C'è qualcosa di terribile nella realtà, ed io non so cos'è. Nessuno me lo dice" (Deserto Rosso)

Offline Panda Vassili

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.517
  • Nintendo Akbar!
È un film di una lucidità pazzesca, molto ben contestualizzato nel periodo di riferimento e non è influenzato dal cosiddetto metoo. Come se fosse eventualmente una colpa.

C'è anche la scena topica che denota proprio il concetto di possesso e non di "compagna", e non capisco che dubbi di realismo possa sortire l'atteggiamento del personaggio di Driver, ma pensate che non ci sono uomini che la pensano così?aivoglia.
Switch sarà la console casalinga mobile più potente in circolazione. Statece.

Offline Xibal

  • Eroe
  • *******
  • Post: 14.283
È un film di una lucidità pazzesca, molto ben contestualizzato nel periodo di riferimento e non è influenzato dal cosiddetto metoo.
Be', ripeto, non è così, perchè se lo fosse avrebbe proposto le tre versioni senza stabilire a monte quale fosse la verità "vera", in questo modo cessa di essere un film sulla "umanità" della percezione del reale, e diventa un processo. Avrebbe potuto lasciare le tre titolazioni di testa identiche, e lasciare allo spettatore analizzare i dettagli, invece di darci la sua visione preconfezionata, che di fatto rende assolutamente inutili le altre due percezioni, in quanto erronee a priori.
Ma per dire che uno stupro sia uno stupro, e sia sbagliato, ne bastava una, quella finale, invece di raccontare punti di vista alternativi che non innescano alcuna riflessione, tranne che, ai tempi, lo stupro di una donna fosse una questione di violazione del patrimonio, quindi di pertinenza della potestà, e dell'onore, dei soli uomini.
Ok, ripeto, bastava un solo svolgimento per realizzare l'obiettivo...
"C'è qualcosa di terribile nella realtà, ed io non so cos'è. Nessuno me lo dice" (Deserto Rosso)

Offline Panda Vassili

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.517
  • Nintendo Akbar!
Invece io ho trovato, proprio dal punto di vista umano, delle relazioni che si vengono a creare, assolutamente in focus le 3 versioni raccontate, e che l'ultimo capitolo sia inteso come la verità e sia stigmatizzato, per me cambia poco. Perché in fin dei conti è l'unico finale che può essere una proiezione reale dello stato di cose, gli altri due non possono esserlo, non era necessario indicarlo che sia la verità, ma come rende meno interessanti le verità(o meglio la loro proiezione della realtà) dei due protagonisti maschili?
« Ultima modifica: 29 Dic 2021, 16:26 da Panda Vassili »
Switch sarà la console casalinga mobile più potente in circolazione. Statece.

Offline Cryu

  • Reduce
  • ********
  • Post: 26.321
  • Ninjerelli si nasce
    • Vertical Gaming Photography
Ho rivisto quella dissolvenza per togliermi il dubbio. Terribile. E pietra tombale sulla qualità del film. Come se già non fosse abbastanza didascalica la versione di lei. Non ha neppure più senso il duello finale come le battute che lo concludono.
Film pessimo nella costruzione e nel messaggio. Incarna davvero le peggiori derive ideologiche del #metoo, con gli uomini tutti ugualmente stupratori e la verità delle donne unica oggettiva. Brrrr.
"non e' neppure fan-art, e' uno screenshot di un gioco, ci sono mesi e mesi di sudore di artisti VS uno scatto con un filtro instagram sopra."
www.verticalgamingphotography.com

Offline Cryu

  • Reduce
  • ********
  • Post: 26.321
  • Ninjerelli si nasce
    • Vertical Gaming Photography
Ma per dire che uno stupro sia uno stupro, e sia sbagliato, ne bastava una, quella finale
Non dovrebbe servire neppure un film per dire che uno stupro è uno stupro ed è sbagliato. Tanto meno un kolossal in costume di due ore e mezza che non ha neppure il coraggio di sparigliare le carte nella versione dello stupratore.
"non e' neppure fan-art, e' uno screenshot di un gioco, ci sono mesi e mesi di sudore di artisti VS uno scatto con un filtro instagram sopra."
www.verticalgamingphotography.com

Offline Panda Vassili

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.517
  • Nintendo Akbar!
Il film non vuole essere un giallo o un thriller però, ma la cosa è veramente palese...
Switch sarà la console casalinga mobile più potente in circolazione. Statece.

Offline Van

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.562
    • E-mail
E non è neppure un film per dire che lo stupro è sbagliato...

Offline Xibal

  • Eroe
  • *******
  • Post: 14.283
Il film non vuole essere un giallo o un thriller però, ma la cosa è veramente palese...
Nessuno ha parlato di colpi di scena o rivelazioni, sto dicendo l'esatto opposto, che avrebbe potuto lasciare spunti di riflessione, invece di dichiarare i propri intenti con l'ultimo capitolo.
Bastava nun mettece 'e scritte...
"C'è qualcosa di terribile nella realtà, ed io non so cos'è. Nessuno me lo dice" (Deserto Rosso)

Offline Xibal

  • Eroe
  • *******
  • Post: 14.283
E non è neppure un film per dire che lo stupro è sbagliato...
Non è nemmeno un film per parlare della verità, di quella "reale", o cinematografica, o narrata.
Quindi diciamo che è un film e basta?
"C'è qualcosa di terribile nella realtà, ed io non so cos'è. Nessuno me lo dice" (Deserto Rosso)

Offline Panda Vassili

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.517
  • Nintendo Akbar!
È un film che parla di psicologia inconscia, di proiezioni della realtà, di questo parla. Un trattato in materia.
Switch sarà la console casalinga mobile più potente in circolazione. Statece.

Offline Van

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.562
    • E-mail
È un film che parla di psicologia inconscia, di proiezioni della realtà, di questo parla. Un trattato in materia.

Proiezioni della realtà di uomini del tardo medioevo ma che poi riscopri pure nel nostro civilissimo presente...

Offline Xibal

  • Eroe
  • *******
  • Post: 14.283
È un film che parla di psicologia inconscia, di proiezioni della realtà, di questo parla. Un trattato in materia.
No, un trattato sulla materia, al cinema, non ti spiattella cosa sia vero come intestazione della trattazione, altrimenti ammazza il mezzo principe stesso della trattazione: il cinema e la sua narrazione fatta assolutamente di manipolazione della percezione.
"C'è qualcosa di terribile nella realtà, ed io non so cos'è. Nessuno me lo dice" (Deserto Rosso)

Offline Mr.Pickman

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.675
  • Vedetta dell'Inconscio sublimato
    • GAMER MAY CRY
Bravi tutti ma è stata la vecchia per me. È lei che ha organizzato tutto. Maledetta vecchiaccia con la mente alveare.


Offline omotigre

  • Eroe
  • *******
  • Post: 10.023
  • Rooaarrr
    • Racconti brevissimi
Ma infatti, io voglio pure la verità della vecchia.

Film bellissimo, mi é piaciuto tanto, ogni versione ha il suo peso e le sue sfumature.
È un film attualissimo, non ho capito molto il discorso che avete fatto sul meetoo, perché mi sembrerebbe abbastanza legato anche a quelle tematiche.


Mi chiedo perché il regista perda ancora tempo dietro agli alieni.