Autore Topic: [Cinema] Ho i pugni nelle mani (film sulle Martial arts)  (Letto 7455 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Darkamon

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.718
Re: [Cinema] Ho i pugni nelle mani (film sulle Martial arts)
« Risposta #75 il: 14 Mag 2022, 19:03 »
Il doppiaggio italiano di Kung Fu Hustle è una mancanza di rispetto nei confronti del film. Non è un adattamento, è un'invenzione.
Adepto della chiesa di Fand.

Offline Darkamon

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.718
Re: [Cinema] Ho i pugni nelle mani (film sulle Martial arts)
« Risposta #76 il: 14 Mag 2022, 19:13 »
Segnalo su Netflix il film La notte su di noi con Iko Uwais (the Raid). Come l'ormai mitologico film di Gareth Evans la pellicola proviene dall'Indonesia, garantisce botte di alto livello, coreografie spettacolari e un tasso di violenza ESTREMO. Consigliato, sempre che non vi diano fastidio smembramenti vari ed eventuali.
Adepto della chiesa di Fand.

Offline Xibal

  • Eroe
  • *******
  • Post: 14.290
Re: [Cinema] Ho i pugni nelle mani (film sulle Martial arts)
« Risposta #77 il: 14 Mag 2022, 23:54 »
Visto che è stato citato Ong Bak, The Protector penso sia uno dei film di Tony Jaa più iconici e spettacolari.
Ha anche uno dei piani sequenza più mostruosi che io abbia mai visto.
Però ora sono diventato molto più sensibile e l’eccessivo realismo di questo tipo di film mi dà fastidio.
Dovresti recuperare anche il 2, la capacità che hanno avuto i coreografi di creare sequenze spettacolari e assieme formalmente rispettose dei rispettivi stili è incredibile.
Il film in sè, però, soprattutto in lingua originale, è pesantuccio...
"C'è qualcosa di terribile nella realtà, ed io non so cos'è. Nessuno me lo dice" (Deserto Rosso)

Offline Wis

  • Highlander
  • *********
  • Post: 61.665
  • Mellifluosly Cool
Re: [Cinema] Ho i pugni nelle mani (film sulle Martial arts)
« Risposta #78 il: 15 Mag 2022, 00:13 »
Intendi Ong Bak 2 o The Protector 2?
Il secondo non sapevo nemmeno esistesse.

Offline Xibal

  • Eroe
  • *******
  • Post: 14.290
Re: [Cinema] Ho i pugni nelle mani (film sulle Martial arts)
« Risposta #79 il: 15 Mag 2022, 13:42 »
Intendi Ong Bak 2 o The Protector 2?
Il secondo non sapevo nemmeno esistesse.
https://it.m.wikipedia.org/wiki/Ong-Bak_2_-_La_nascita_del_dragone
"C'è qualcosa di terribile nella realtà, ed io non so cos'è. Nessuno me lo dice" (Deserto Rosso)

Offline Mr.Pickman

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.678
  • Vedetta dell'Inconscio sublimato
    • GAMER MAY CRY
Re: [Cinema] Ho i pugni nelle mani (film sulle Martial arts)
« Risposta #80 il: 18 Mag 2022, 08:59 »
non sono d'accordo che sia del tutto serio, lo vidi la prima volta sottotitolato e si capisce che c'è un bella parte comica, ma neanche che ci sia da leggerli i sottotitoli basta vedere certe scene...

poi che non piacciano le voci di doppiaggio con Mazzocca Guzzanti etc e certi adattamenti ci può anche stare

No, è un film di Stephen Chow, ha quel suo stile semiserio, non è un film comico.
Ha dei momenti "comici" ma quando vuole essere drammatico cerca il dramma, quando vuole essere stupido fa lo stupido. È la tara stilistica di SC e dei suoi film, che non sono solo 2, ma diverse decine.
L'adattamento è una cazzata, con il maestro siciliano e la parodia della maestra cinese casalinga pazza che dice "speliamo che me la tilo" (wow, siamo ancora alla presa in giro della glottologia tipo e della pronuncia)

Roba da italioti, da Striscia o giù di lì, da Zalone con la Cenerentola trans e brasiliana.
Quel tipo di comicità che personalmente definisco da boomer del cazzo, specialmente quando mostra una forma irrispettosa se vogliamo dirla tutta, di dipingere le altrui culture come dei ritardati.

Kung Fu Hustle è un storia seria, dipinta con linee comiche ma non è un cazzata.
Il fulcro della storia vuole che i maestri marziali siano considerati dei paria della società, ma richiama l'attenzione sullo spirito delle arti marziali come mezzo per l'auto-miglioramento e la difesa invece di semplicemente attaccare ed uccidere gli avversari, ed è un messaggio importante anche la conclusione che se tutti le praticassero correttamente, vivremmo in una società migliore.
L'ultimo eroe delle arti marziali è proprio colui che è in grado di conquistare il cuore del suo avversario con la pace e il perdono, invece che con la violenza e la vendetta, scena che è epocale e fortemente simbolica (si veda il palmo gigante di Budda di Loto Bianco)

Non credo che la versione italiana sia riuscita a garantire allo spettatore una riflessione simile, ne abbia fatto scaturire la risata genuina che non legata al "mock" di un'altra cultura.

Ora su questo punto c'è poco da dire. Del resto parli con uno dei firmatari di aggiungere il mandarino e SUB ITA nel DVD (e fu fatto, grazie al cielo)

Offline Mr.Pickman

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.678
  • Vedetta dell'Inconscio sublimato
    • GAMER MAY CRY
Re: [Cinema] Ho i pugni nelle mani (film sulle Martial arts)
« Risposta #81 il: 18 Mag 2022, 09:02 »
Il doppiaggio italiano di Kung Fu Hustle è una mancanza di rispetto nei confronti del film. Non è un adattamento, è un'invenzione.

E per me, fa cagare.
Per parcondicio mi sarei aspettato lo stesso trattamento dai cinesi su un film italiano, ma non li facciamo film di arti marziali, quindi non si pone il problema.

Offline Darkamon

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.718
Re: [Cinema] Ho i pugni nelle mani (film sulle Martial arts)
« Risposta #82 il: 18 Mag 2022, 09:52 »
Il doppiaggio italiano di Kung Fu Hustle è una mancanza di rispetto nei confronti del film. Non è un adattamento, è un'invenzione.

E per me, fa cagare.
Per parcondicio mi sarei aspettato lo stesso trattamento dai cinesi su un film italiano, ma non li facciamo film di arti marziali, quindi non si pone il problema.
Che poi mi sono sempre chiesto perché gli adattatori ce l'avessero con Chow (vedi Shaolin soccer)...
Adepto della chiesa di Fand.

Offline chirux

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.306
    • E-mail
Re: [Cinema] Ho i pugni nelle mani (film sulle Martial arts)
« Risposta #83 il: 19 Mag 2022, 15:57 »
Non credo che la versione italiana sia riuscita a garantire allo spettatore una riflessione simile, ne abbia fatto scaturire la risata genuina che non legata al "mock" di un'altra cultura.

Ora su questo punto c'è poco da dire. Del resto parli con uno dei firmatari di aggiungere il mandarino e SUB ITA nel DVD (e fu fatto, grazie al cielo)

Ecco, se non c'eri tu ad offrirmi il reale valore del film, sarei rimasto con il giudizio di "parodia trash"; cambia completamente e l'ho pure provato con sottotitoli in inglese, ma credo che dovrei provare con sub ITA.
E si rivaluta anche la scelta di doppiato in ITA in quel modo.

Offline chirux

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.306
    • E-mail
Re: [Cinema] Ho i pugni nelle mani (film sulle Martial arts)
« Risposta #84 il: 20 Mag 2022, 14:03 »
Enter the dragon oppure I tre dell'operazione Drago.

Me lo sono trovato piazzato in faccia ieri sera grazie alla TV; già c'era la voglia di rivedere cosa mi ricordavo di Bruce Lee, quindi proseguiamo.....
E che dire? Onestamente ci sono rimasto un po'di tiepidino alla fine; film tutto sommato non eccelso, sia come storia  che aspetti più tecnici. Emerge chiaramente il clima anni '70 (film del 1973), ma ciò non mi condiziona.
Ovviamente ero spesso attento alle movenze o atteggiamenti di Bruce e sono convinto che possa offrire di meglio in altre pellicole (questa è la mia prima visione dei suoi film).
La varietà del resto dei personaggi non mi è dispiaciuta, un buon mix tra USA e Cina.
Non mi espongo di più, vorrei vedere altro Bruce Lee.

Offline chirux

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.306
    • E-mail
Re: [Cinema] Ho i pugni nelle mani (film sulle Martial arts)
« Risposta #85 il: 21 Mag 2022, 13:32 »
E proseguiamo con Ip man 3.

Nessun sconvolgimento, si prosegue con la narrazione.
Quindi, andando al sodo: la narrazione e sceneggiatura mi son parsil banalotti e confusionari; passi la storia dolce tra famiglia, marito e moglie, ma il resto è buttato giusto per giustificare le mazzate; sorvolo, per rispetto e scarsa conoscenza sulla  "presenza" di Bruce Lee.
Ma non scelgo un film di kung fu per i dolci sentimenti, ma in primis per i confronti a suon di movimenti. E qui mi son trovato bene, non benissimo, ma la parte tecnica è messa ben in evidenza(ho anche cercato di concentrarmi sui movimenti rapidi delle mani, faticando nel percepire bene la tecnica, anche non essendo "preparato").
Anche gli sfidanti di Ip man era preparati.... fino a Tyson, che comunque, qualche sganassone l'ha piazzato (sorvoliamo sulla sua influenza nella pellicola).