Autore Topic: [Armageddon!] Ambientalismo e cambiamenti climatici  (Letto 40254 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline BombAtomicA

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.443
Re: [Armageddon!] Ambientalismo e cambiamenti climatici
« Risposta #555 il: 14 Nov 2021, 19:07 »
Oddio mica tanto... è un futuro orrendo da praticamente tutti i punti di vista, almeno per come la vedo io.
Implicherebbe un grado di tecnologia che purtroppo non avremo. Saremo climaticamente e a livello di risorse più vicini all'ultimo Mad Max (possibilmente senza le bande becere :D).

Inviato dal mio POCOPHONE F1 utilizzando Tapatalk

Sì, la parte più "fantascientifica" non è attualmente plausibile. Ma per il resto?, Città immense e sovrappopolate, dove pochi hanno tutto e la massa vive nella miseria? check. Mega corporazioni che gestiscono il potere economico e militare? Ci stiamo lavorando, già oggi molti Stati già utilizzano negli eserciti nazionali contingenti di mercenari presi da grandi gruppi come Blackwater come istruttori o forze sul campo. Ecosistema devastato e depauperato, dove pure un gatto domestico o una carota valgono un patrimonio? Ci stiamo lavorando. A questo aggiungerei pure la deriva alla Ready Player One o Ghost in the Shell, dove il virtuale sta lentamente sopravanzando il reale, basta vedere già oggi la gente instupidita da smartphone e social, e Zukerberg che ha annunciato il Metaverso, la gente ride e lo piglia per il culo ma a me inquieta tantissimo perché, per l'appunto, mi sembra che stiamo decisamente andando in quella direzione. Speriamo solo di non finire come dici tu in Mad Max o Soylent Green  :cry:
« Ultima modifica: 14 Nov 2021, 19:10 da BombAtomicA »
"Ice Cream!"

Offline Void

  • Eroe
  • *******
  • Post: 13.310
  • Grottesco, cattivo e gratuito
Re: [Armageddon!] Ambientalismo e cambiamenti climatici
« Risposta #556 il: 15 Nov 2021, 00:38 »
Riassunto: gente che blabla [cit. non di Greta]
Ma finché avranno più paura dell'elettorato che del riscaldamento globale la situazione non cambierà.

Vogliamo smettere di usare il carbone? Benissimo, peccato che i 5 più grandi consumatori non hanno aderito.

Nessuno che parla di iniziare a pensare ad una smart grid con accumulo enorme e collegamenti continentali, nessun passo in avanti nel nucleare, stanno già implicitamente dicendo che useremo combustibili fossili ancora a lungo. Gas, se va bene.
Nulla anche per gli allevamenti di bovini.
Se tu dai un pesce ad un uomo, lo avrai sfamato per un giorno. Se gli proponi di imparare a pescare, ti risponderà che sei un neoliberista
My TFP Yearbook

Offline BombAtomicA

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.443
Re: [Armageddon!] Ambientalismo e cambiamenti climatici
« Risposta #557 il: 16 Nov 2021, 17:21 »
Ma figurati se India, Cina, Australia rinunceranno mai al carbone così, de botto, senza senso. Io negli anni son diventato un nuclearista, documentandomi il più possibile, cioé penso che nella fase di transizione fra i fossili e le energie "green" dovremmo inserirci assolutamente pure quello. Ma vai a spiegare agli italiani che il nucleare del 2021 non è Chernobyl (e pure quello è successo per gravi errori umani, non per la tecnologia in sé). Ti bruciano in pubblica piazza. Quindi continueremo a comprare gas dalla Russia, che ci terrà sempre per le palle e potrà fare un po' come gli pare dove gli pare, come già fa, perché non è che da domani possiamo buttare via la benzina e andare avanti coi pannelli. Stiamo fregati.
"Ice Cream!"

Offline J VR

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.433
Re: [Armageddon!] Ambientalismo e cambiamenti climatici
« Risposta #558 il: 16 Nov 2021, 21:22 »
Mi dici che c'hai capito te del nucleare?
Intendo un confronto pro/contro.
Ne sento parlare sempre più insistentemente ma sono uno di quelli poco convinti, perché in caso di problemi il danno ambientale c'ha portate spaventose...non che adesso stiamo meglio sia chiaro.
Il vero motivo per cui si sono estinti i dinosauri è perché nessuno li accarezzava

Offline bubbo

  • Veterano
  • ****
  • Post: 2.171
Re: [Armageddon!] Ambientalismo e cambiamenti climatici
« Risposta #559 il: 17 Nov 2021, 14:27 »
Sul nucleare recentemente ho letto questo post, che segnalo. (NB è pro nucleare)
TFP Link :: https://www.facebook.com/celmarco74/posts/10157991457771557
bubbo

Offline Void

  • Eroe
  • *******
  • Post: 13.310
  • Grottesco, cattivo e gratuito
Re: [Armageddon!] Ambientalismo e cambiamenti climatici
« Risposta #560 il: 17 Nov 2021, 21:53 »
Ma figurati se India, Cina, Australia rinunceranno mai al carbone così, de botto, senza senso.
Di botto non lo sta chiedendo nessuno.
L'India e gli altri paesi poveri si possono anche capire, le emissioni per persona sono comunque basse.
Cina e USA ci proveranno a rinunciare al carbone, se non altro per questione di immagine, e potrebbero anche riuscirci. Ma se non promettono nulla significa che non ci proveranno più di tanto.


Mi dici che c'hai capito te del nucleare?
Intendo un confronto pro/contro.
Ne sento parlare sempre più insistentemente ma sono uno di quelli poco convinti, perché in caso di problemi il danno ambientale c'ha portate spaventose...non che adesso stiamo meglio sia chiaro.
Quanti disastri stile Chernobyl devono avvenire per eguagliare il danno ambientale del riscaldamento globale?
Se tu dai un pesce ad un uomo, lo avrai sfamato per un giorno. Se gli proponi di imparare a pescare, ti risponderà che sei un neoliberista
My TFP Yearbook

Offline Kairon

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 7.000
Re: [Armageddon!] Ambientalismo e cambiamenti climatici
« Risposta #561 il: 20 Nov 2021, 12:57 »
Uno?

Offline Shape

  • Reduce
  • ********
  • Post: 30.988
    • E-mail
Re: [Armageddon!] Ambientalismo e cambiamenti climatici
« Risposta #562 il: 20 Nov 2021, 13:15 »
Quanti disastri stile Chernobyl devono avvenire per eguagliare il danno ambientale del riscaldamento globale?
Le centrali di oggi non sono minimamente paragonabili a quella di Chernobyl, ci sono controlli molto più efficaci ed efficienti. Vedi per esempio cosa è successo in Giappone con lo Tsunami (praticamente nessun danno).

Offline Void

  • Eroe
  • *******
  • Post: 13.310
  • Grottesco, cattivo e gratuito
Re: [Armageddon!] Ambientalismo e cambiamenti climatici
« Risposta #563 il: 20 Nov 2021, 20:20 »
Quanti disastri stile Chernobyl devono avvenire per eguagliare il danno ambientale del riscaldamento globale?
Le centrali di oggi non sono minimamente paragonabili a quella di Chernobyl, ci sono controlli molto più efficaci ed efficienti. Vedi per esempio cosa è successo in Giappone con lo Tsunami (praticamente nessun danno).
Assolutamente. Era un impianto con un grosso difetto di progettazione, prima ancora del grosso problema di gestione amministrativa.




Uno?
Uno all'anno? Potrebbe iniziare ad essere paragonabile.

Se tu dai un pesce ad un uomo, lo avrai sfamato per un giorno. Se gli proponi di imparare a pescare, ti risponderà che sei un neoliberista
My TFP Yearbook

Offline Kairon

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 7.000
Re: [Armageddon!] Ambientalismo e cambiamenti climatici
« Risposta #564 il: 20 Nov 2021, 22:20 »
Mah, forse è il mio punto di vista egoista. Io che vivo in Val d'Orcia ma non campo con il vino o con l'olio preferisco una due stagioni siccitose o grandinate che rovinano tutto il raccolto piuttosto che un incidente nucleare che rende il posto inabitabile per i prossimi 8000 anni. Forse penserei diversamente se fosse il mio il raccolto che va donnine. Chi sa.

Offline Void

  • Eroe
  • *******
  • Post: 13.310
  • Grottesco, cattivo e gratuito
Re: [Armageddon!] Ambientalismo e cambiamenti climatici
« Risposta #565 il: 20 Nov 2021, 22:43 »
Pensavo stessi solo sovrastimando il disastro di Chernobyl, invece mi sembra che stai sopratutto sottostimando gli effetti del riscaldamento globale.
Se tu dai un pesce ad un uomo, lo avrai sfamato per un giorno. Se gli proponi di imparare a pescare, ti risponderà che sei un neoliberista
My TFP Yearbook

Offline BombAtomicA

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.443
Re: [Armageddon!] Ambientalismo e cambiamenti climatici
« Risposta #566 il: 24 Nov 2021, 23:00 »
Il nucleare credo sia vittima di pregiudizi figli di una pessima informazione, o per meglio dire di una non-informazione dato che dal referendum non se ne è mai più parlato, e se ci si prova si scade immediatamente in scenari da Ken il Guerriero. In realtà, almeno in base a quel che ho potuto leggere e ascoltare negli ultimi tempi, le centrali odierne sono solide, strasicure e dotate di multipli sistemi di sicurezza indipendenti. Inoltre le centrali nucleari vengono monitorate h24 dall'AIEA, che è un ente internazionale, non sono lasciate alla responsabilità del singolo Paese ("eh, ma poi finiscono in mano alla mafia", no, non può succedere).  Anche il problema delle scorie che tanto terrorizza le persone ha diverse soluzioni, addirittura ora si possono riciclare e riutilizzare. Inoltre, potrei fare un elenco che non finisce più di incidenti terrificanti non nucleari che hanno portato morte a profusione (Bophal in India, Minamata in Giappone, Benxihu in Cina, Rana Plaza in Bangladesh, giusto per citarne qualcuno). Più in generale, la gente è terrorizzata dal nucleare ma poi vive sotto l'Ilva e vede familiari morire di tumore da decenni, con un conto delle vittime che sopravanza ampiamente quello di Chernobyl.

Per come la vedo io, dato il punto a cui ormai siamo arrivati, il nucleare andrebbe assolutamente preso in considerazione, aiuterebbe non poco nella fase di transizione che dovrebbe portarci dagli idrocarburi a fonti energetiche più green. Il problema è che un dibattito serio qui in Italia non si potrebbe mai fare, basta vedere che sta succedendo con i vaccini. Già me li vedo i complotti e le apocalissi da Facebook.
"Ice Cream!"

Offline Kairon

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 7.000
Re: [Armageddon!] Ambientalismo e cambiamenti climatici
« Risposta #567 il: 25 Nov 2021, 07:42 »
Pensavo stessi solo sovrastimando il disastro di Chernobyl, invece mi sembra che stai sopratutto sottostimando gli effetti del riscaldamento globale.
Assolutamente no. Sono molto preoccupato.
Ma penso che i disastri alla Chernobyl siano belli a casa degli altri, possibilmente lontano dalla mia.

Offline alexross

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.482
  • Black Metal!
    • TFP yearbook
    • E-mail
Re: [Armageddon!] Ambientalismo e cambiamenti climatici
« Risposta #568 il: 26 Nov 2021, 13:40 »
Pensavo stessi solo sovrastimando il disastro di Chernobyl, invece mi sembra che stai sopratutto sottostimando gli effetti del riscaldamento globale.
Assolutamente no. Sono molto preoccupato.
Ma penso che i disastri alla Chernobyl siano belli a casa degli altri, possibilmente lontano dalla mia.

TFP Link :: https://it.wikipedia.org/wiki/File:Nuclear_power_plants_map_France-fr_2.svg

La Francia ha un sacco di centrali che son a casa degli altri ma in caso di disastro sono in casa nostra praticamente, quindi ha poco senso ormai di guardare solo il nostro orticello, dobbiamo metterci al pari degli altri. Francia che tra l'altro ha intenzione di aumentare il numero di centrali
TFP Link :: https://www.ilpost.it/2021/10/13/francia-energia-nucleare-crisi-energetica/
Noi italiani le andiamo a costruire da loro (enel) e anche dove lavoro dicono che hanno appena acquisito commesse per costruirne

Offline Gaissel

  • Eroe
  • *******
  • Post: 10.429
    • E-mail
Re: [Armageddon!] Ambientalismo e cambiamenti climatici
« Risposta #569 il: 26 Nov 2021, 14:29 »
Però è quello che si dovrebbe fare a rigor di logica, costruire dove ha senso farlo a prescindere dai confini nazionali.

L'Italia è uno dei paesi al mondo col più alto rischio sismico. Dopo il Giappone. Che però è appunto il Giappone, maestro di rigore ed efficienza, mentre noi siamo ancora purtroppo quelli della pizza e del mandolino. E ciò non ha comunque impedito il disastro di Fukushima, un dramma collettivo che a noi ci avrebbe messo in ginocchio per decenni.

A me non sembra folle il nucleare in generale (un po' sì in realtà, ma facendo rapporto costi-benefici rispetto al global warming eccetera può avere un senso, come detto da altri nei messaggi precedenti); mi sembra folle il nucleare in Italia.
Se vendi giocattoli agli adulti, non ti stupire quando si comportano da bambini