Autore Topic: Assassin's Creed: Valhalla (Rising)  (Letto 39903 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline The Metaller

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 7.605
    • E-mail
Re: Assassin's Creed: Valhalla (Rising)
« Risposta #600 il: 27 Ago 2021, 09:18 »
Peraltro dicono che Siege of Paris riprende il modello Black Box Missions di Unity. Se davvero sono riusciti in quel DLC a fare un mix AC nuovo corso + Unity sort of, hypino  :-[
PC: AMD Ryzen 7 3700x, GeForce RTX 3070, 16 GB RAM.
Console: PS5, Nintendo Switch

Offline Cryu

  • Reduce
  • ********
  • Post: 26.923
  • Ninjerelli si nasce
    • Vertical Gaming Photography
Re: Assassin's Creed: Valhalla (Rising)
« Risposta #601 il: 27 Ago 2021, 10:56 »
Peraltro dicono che Siege of Paris riprende il modello Black Box Missions di Unity. Se davvero sono riusciti in quel DLC a fare un mix AC nuovo corso + Unity sort of, hypino  :-[
Snì. La differenza in Unity la faceva il parkour, qui è più un Hitman wannabe con appuntamenti contestuali. Comunque meglio di niente e SoP resta il meglio di Valhalla.

Quindi Year 2 di espansioni intuibilmente a sfondo mitologico come quelle di Odyssey. Gliele regalo proprio.
"non e' neppure fan-art, e' uno screenshot di un gioco, ci sono mesi e mesi di sudore di artisti VS uno scatto con un filtro instagram sopra."
www.verticalgamingphotography.com

Offline Il Gladiatore

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 5.659
Re: Assassin's Creed: Valhalla (Rising)
« Risposta #602 il: 31 Ago 2021, 12:57 »
Allora, completata la prima espansione, L'Ira dei Druidi, in circa una ventina di ore.




Il giudizio finale è un po' sospeso tra due diverse prospettive.
Da un punto di vista storico, culturale e paesaggistico questa è espansione prosegue il buon lavoro fatto con il gioco base. La storia (reale) di Flan Sinna, il re che provò a fondere le diverse anime religiose dell'isola attraverso un sincretismo possibile, è davvero quella, pur con le dovute licenze poetiche del caso, come ad esempio il personaggio di Barid. La tematica dello scontro tra gli antichi Dèi e il nuovo Dio cristiano è una argomento già affrontato nel gioco, però qui rappresenta davvero un motivo di fondo molto forte e sempre avvincente. E un plauso anche per l'ottimo personaggio di Ciara, poetessa divisa tra due mondi e pietra dello scandalo. L'isola stessa, poco civilizzata e molto selvaggia soprattutto nella parte settentrionale, è fonte di scorci meravigliosi e immagini di rara potenza pagana (diciamo così) ma le qualità di Valhalla le conosciamo e qui non si smentiscono. Puro spettacolo e open world estetizzante.
Insomma dal punto di vista ambientale e contestuale solito, accurato lavoro.

Quello che non mi ha convinto è la focalizzazione sulla meccanica dell'avamposto economico e della ricerca di risorse come piatto principale dell'espansione. Trovare oggetti per creare spazi commerciali che a loro volta forniscono risorse per nuovi insediamenti...Ok, è un aspetto presente in molti AC ma non il suo motivo d'essere. Anche dal punto di vista degli scontri e della conquista del territorio è un more of the same di un same che già durava 150 ore, con pochi nemici nuovi e scarsa varietà comportamentale. Poi, se come me lo si affronta con le armi ricavate dal 100% della main (due armi in particolare provenienti dal mondo norreno e quello arturiano) allora la sfida si riduce a zero. E che dire dell'ennesima setta da debellare? La setta comincia a essere, per AC, quello che le tombe sono per Tomb Raider: non è importante il perché, l'importante è che ci siano. E invece no, il processo deve essere ribaltato altrimenti quello che si sperimenta è la scontata ripetizione dell'ovvio senza motivo apparente. Interessante per un paio di nuove armi e per alcuni costumi molto belli, però il titolo si avvale troppo di quelle meccaniche di AC che fanno numero e non sostanza, vedi anche le missioni reali e le secondarie a mo' di vicenda, qui del tutto scomparse. Se devi fare un'espansione devi cambiare paradigma e prospettiva, ecco perché quelle di Origins e Odyssey funzionano meglio. Vedremo Parigi.

In definitiva, più interessante sul piano concettuale che pratico. E anche in quel senso, un piccolo rammarico: con la mitologia e la cultura celtica di AC se ne possono fare 3-4, infatti, nel corso degli anni pensavo ne uscisse fuori  uno a tema, prima o poi. Ridurre i Tuatha De Danann e tutta la narrativa celtica a questa piccola espansione è davvero un crimine.
Vabbè, evitabile, da considerare solo se si voglia sperimentare proprio tutto di AC.
La paura è di passare per non esperti, di non comprendere il medium che si sta evolvendo etc. (...) è figlio dell'immotivato senso di inferiorità che spinge il videogiocatore alla spasmodica ricerca di qualcosa che giustifichi il videogioco come se il gameplay da solo non bastasse più." (Fulgenzio)

Offline Kairon

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 7.304
Re: Assassin's Creed: Valhalla (Rising)
« Risposta #603 il: 04 Set 2021, 19:11 »
Sono a circa 30 ore nel Vanilla e devo dire, mi sta piacendo!
Mio fratello mi ha detto, aspetta di arrivare a 120 ore.......
Comunque ad ora sto apprezzando un po' tutto (d'altra parte sono sempre andato piuttosto d'accordo con la formula dell'ultima "trilogia" di AC). La cosa migliore è l'esplorazione. Bisogna spremersi (un po') le meningi per riuscire a raggiungere alcuni tesori.
Per ora sono quasi alla fine del terzo territorio con cui allearsi, l'Anglia Orientale. Per ora interessanti tutte le 3 saghe giocate con buoni personaggi.
Mi piace pure il minigioco dei dadi.

Una cosa non ho capito, Certi nomi sono reali arcaici o sono storpiati per qualche motivo? Tipo Ledechester(shire) non è Leichester(shire)?

Offline Sephirot22

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.917
    • E-mail
Re: Assassin's Creed: Valhalla (Rising)
« Risposta #604 il: 19 Set 2021, 20:42 »
Dopo l’orgia da adrenalina di Returnal, un paio di giorni fa ho deciso che di lanciarmi in Valhalla. Mi serviva un cambio di ritmo.

Da quello che ho letto nel topic potrebbe stancarmi presto, ma Odissey mi era piaciuto.
Giocato con calma, come riempitivo tra un gioco e l’altro, può essere la chiave per farlo arrivare in fondo. Poi magari mi prende…
Ho finalmente superato la soglia critica delle 30 ore e il mio giudizio fino ad ora è molto positivo.
Trovo molto buono il livello della scrittura (ho fatto principalmente main), la trama mi sta prendendo e la voglia di vedere cosa viene dopo resta alta. I dialoghi sono a fuoco con l’ambientazione e, anche se non sono sempre brillanti, non mi hanno ancora fatto cadere le palle.

Anche la rozza e sporca Inghilterra trova la sua ragione di essere nelle atmosfere medievali: città, villaggi e rovine sempre diverse mi stanno dando una bella sensazione di profondità, di realismo. E lo trovo davvero bello. Sarà meno scenografico, ma anche meno “Thurman Show” di GoT.

Poi per me più che un gioco è un romanzo interattivo, per cui funzionerà fin quando ho voglia di girare pagina.
In questo senso GoT è effettivamente un gradino sopra, soprattutto per il combat system che ti lascia il piacere di sventrare mongoli fino alla fine.




Offline Kairon

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 7.304
Re: Assassin's Creed: Valhalla (Rising)
« Risposta #605 il: 20 Ott 2021, 14:58 »
Sono ormai a 100 ore (lv 254) e ho quasi completato la mappa dell'Inghilterra.
Continuo a essere esterrefatto dalla qualità del World Building, dalla bellezza grafica (PS4 base) e dall'ottimo level design di castelli, torri e sotterranei.
Per questo mi sono cascate le palle nel vedere l'ultimo orrido leak di Elden Ring.
Tornando in topic, la quest di
Spoiler (click to show/hide)
può avere esiti diversi?
Io ho scelto di
Spoiler (click to show/hide)
Può finire in altro modo?

Offline Kairon

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 7.304
Re: Assassin's Creed: Valhalla (Rising)
« Risposta #606 il: 03 Nov 2021, 12:08 »
Finito.
A metà gioco pensavo che fosse così sfiancante che lo avrei formattato un secondo dopo aver finito la main. Adesso sto girando per la Norvegia per terminare le secondarie e tutti i punti di avvistamento.
Inoltre voglio farmi almeno tutti i drengr e le bestie mitologiche.
Questo perché trovo talmente encomiabile il lavoro fatto sul world design che è un peccato snobbare contenuti.
È grave? :D
Comunque piaciuto molto.
Lo metto di poco dietro a Origins. Anche se il combat system più divertente lo ha Odyssey

Offline Laxus91

  • Eroe
  • *******
  • Post: 17.713
    • E-mail
Re: Assassin's Creed: Valhalla (Rising)
« Risposta #607 il: 09 Nov 2021, 10:24 »
TFP Link :: https://m.youtube.com/watch?v=Ikn1a_IMeS4

È un free update ma sembrerebbe 'a tempo' (cioè disponibile dall'11 novembre al 2 dicembre) quindi ho pensato di attenzionarlo per chi ha il gioco e magari potrebbe rimetterlo su in questo periodo.

Poi a me questi eventi a tempo non piacciono (ancora mi rode per il festival coi moguri ad Altissia in FF XV  :hurt: perso per sempre, credo) ma oh, anche quando c'è la scadenza siam pur sempre giocatori  :hurt:
« Ultima modifica: 09 Nov 2021, 10:48 da Laxus91 »

Offline Il Gladiatore

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 5.659
Re: Assassin's Creed: Valhalla (Rising)
« Risposta #608 il: 09 Nov 2021, 10:46 »
In realtà son cazzatelle con piccole attività e ricompense trascurabili però sono molto opportune in chiave "culturale", il calendario lunare empirico dei Vichinghi era un insieme di ciclicità e ritualità a cui si univa l'elemento episodico.

Più che altro mi devo giocare ancora la seconda espansione, fremo.
La paura è di passare per non esperti, di non comprendere il medium che si sta evolvendo etc. (...) è figlio dell'immotivato senso di inferiorità che spinge il videogiocatore alla spasmodica ricerca di qualcosa che giustifichi il videogioco come se il gameplay da solo non bastasse più." (Fulgenzio)

Offline Sephirot22

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.917
    • E-mail
Re: Assassin's Creed: Valhalla (Rising)
« Risposta #609 il: 12 Feb 2022, 17:09 »
Dopo l’orgia da adrenalina di Returnal, un paio di giorni fa ho deciso che di lanciarmi in Valhalla. Mi serviva un cambio di ritmo.

Da quello che ho letto nel topic potrebbe stancarmi presto, ma Odissey mi era piaciuto.
Giocato con calma, come riempitivo tra un gioco e l’altro, può essere la chiave per farlo arrivare in fondo. Poi magari mi prende…
Ho finalmente superato la soglia critica delle 30 ore e il mio giudizio fino ad ora è molto positivo.
Trovo molto buono il livello della scrittura (ho fatto principalmente main), la trama mi sta prendendo e la voglia di vedere cosa viene dopo resta alta. I dialoghi sono a fuoco con l’ambientazione e, anche se non sono sempre brillanti, non mi hanno ancora fatto cadere le palle.

Anche la rozza e sporca Inghilterra trova la sua ragione di essere nelle atmosfere medievali: città, villaggi e rovine sempre diverse mi stanno dando una bella sensazione di profondità, di realismo. E lo trovo davvero bello. Sarà meno scenografico, ma anche meno “Thurman Show” di GoT.

Poi per me più che un gioco è un romanzo interattivo, per cui funzionerà fin quando ho voglia di girare pagina.
In questo senso GoT è effettivamente un gradino sopra, soprattutto per il combat system che ti lascia il piacere di sventrare mongoli fino alla fine.
Finita la quest principale in una 70ina di ore.
Praticamente avevo già detto tutto.

Manca una vera organicità a tutti i contenuti: i diversi regni sono storie indipendenti che non si intrecciano né si influenzano, misteri e storie secondarie sono eventi/momenti isolati…
Un openworld moderno non può trascurare questi temi, altrimenti resta solo un contenitore di episodi/eventi ludici come fosse una raccolta di DLC. Non basta più la continuità fornita dalla presenza di un protagonista con costrutti simil rpg.

Offline Valas73

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.395
Re: Assassin's Creed: Valhalla (Rising)
« Risposta #610 il: 19 Lug 2022, 19:34 »
Complice l abbonamento extra al plus e l attesa spasmodica per GOW2 l ho scaricato e lo sto provando. Sono ancora al Nord e ho fatto 3/4 missioni della main (mi sono imposto di fare solo quasi principalmente queste) e per ora devo dire che mi sta divertendo. Nonnutro dubbi che mi stancherà forse presto,ma per il momento va  e lato combat, nonostante i molti difetti,è molto migliorato da origins e odissey,almeno come pesantezza del personaggio e animazioni mi sembrano meglio fatte. Certo la stupidita nemica(soprattutto nelle razzie) è un po svilente ma diciamo che altrimenti non è male,cosi come le 2/3 bossfight fatte fin ora. Graficamente su PS5 fa la sua porca figura,anche se, soprattutto nei filmati noto degli artefatti sull OLED che un po stonano con dei dettagli e solidità davvero ottimi. Belli anche i colori. Proseguirò,non so fino a dove o quando,ma per ora la voglia c'è. Non male,almeno le prime volte della gara di bevute ,di poesia e degli scacchi. Ma non dubito verranno presto a noia.

Offline Ruko

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.016
  • Thrasher Woman - Bi Power
Re: Assassin's Creed: Valhalla (Rising)
« Risposta #611 il: 19 Lug 2022, 20:03 »
. Ma non dubito verranno presto a noia.
Gran figo Valhalla @Valas73 però è troppo, troppo lungo.
La palle ti arrivano per forza a terra ed è un peccato perché il resto era più o meno tutto azzeccato.
"Non ho particolari talenti ma riconosco gli idioti già da lontano..."

Offline Valas73

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.395
Re: Assassin's Creed: Valhalla (Rising)
« Risposta #612 il: 19 Lug 2022, 20:58 »
. Ma non dubito verranno presto a noia.
Gran figo Valhalla @Valas73 però è troppo, troppo lungo.
La palle ti arrivano per forza a terra ed è un peccato perché il resto era più o meno tutto azzeccato.
Tendenzialmente,almeno da queste prime 4/5 ore,mi sembra piu a fuoco degli altri. Ho scelto l esplorazione quasi senza segnalini,cosi la mappa mi rimane abbastanza pulita e non mi sento soverchiato a cazzeggiare. Quando e se mi va esploro un po e trovo roba,ma non devo deconcentrarmi dalla main altrimenti lo abbandono prima di subito. Cmq le scenografie non aiutano a tenere saldo il percorso,perche per quanto sia quasi tutto innevato,vorresti salire su ogni picco,davvero molto bello,come atmosfera per ora mi sembra ricreata molto bene. Il doppiaggio pure lo sto trovando migliore degli altri Assassin's. Ho trovato il primo libro che mi ha sbloccato un abilità,molto molto carina. Di carne sul fuoco anche nel combat sembra essercene molta per variare,anche se i nemici un po ci mettono del loro per rovinare la cosa, però meglio di quanto mi aspettassi.

Offline Ruko

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.016
  • Thrasher Woman - Bi Power
Re: Assassin's Creed: Valhalla (Rising)
« Risposta #613 il: 20 Lug 2022, 13:08 »
Tendenzialmente,almeno da queste prime 4/5 ore,mi sembra piu a fuoco degli altri. Ho scelto l esplorazione quasi senza segnalini,cosi la mappa mi rimane abbastanza pulita e non mi sento soverchiato a cazzeggiare. Quando e se mi va esploro un po e trovo roba,ma non devo deconcentrarmi dalla main altrimenti lo abbandono prima di subito. Cmq le scenografie non aiutano a tenere saldo il percorso,perche per quanto sia quasi tutto innevato,vorresti salire su ogni picco,davvero molto bello,come atmosfera per ora mi sembra ricreata molto bene. Il doppiaggio pure lo sto trovando migliore degli altri Assassin's. Ho trovato il primo libro che mi ha sbloccato un abilità,molto molto carina. Di carne sul fuoco anche nel combat sembra essercene molta per variare,anche se i nemici un po ci mettono del loro per rovinare la cosa, però meglio di quanto mi aspettassi.
Eh, la buona (o la brutta) notizia è che dove sei tu caro @Valas73  il gioco ancora deve iniziare. Appena arriverai nell'ambientazione che fa da sfondo al 90% del gioco altro che soverchiato...Lì devi fare una scelta di vita:

1) Tre mesi su Valhalla senza vedere amici, famiglia, andare a cena fuori, sesso (vabbè, questo per te era a zero anche prima  :D ) e completare quello che forse è l'open world più titanico dopo Elden Ring;

2) Prenderlo e lasciarlo in base alla "saga" (il gioco è diviso per saghe), ossia appena senti tedio ti rompi le palle e lo riprendi nei periodi di magra completandolo nel tempo (scelta consigliata);

3) Giocarci fino a quando vada e poi abbandonarlo per sempre, nel cimitero degli AC quello delle prime 10 ore fatte e poi basta. Anche se poi ci ricadi al prossimo episodio.

Vedi tu, il gioco è di qualità all'interno del suo franchise ma è obiettivamente pesante.

"Non ho particolari talenti ma riconosco gli idioti già da lontano..."

Offline alexross

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.769
  • Black Metal!
    • TFP yearbook
    • E-mail
Re: Assassin's Creed: Valhalla (Rising)
« Risposta #614 il: 20 Lug 2022, 17:10 »
se però ti dedichi solo alla main lo finisci abbastanza alla "svelta". A me non è dispiaciuto ma credo di averlo finito in meno di 30 ore. Elden Ring mi è durato il doppio per dire