Autore Topic: Il documentario che sto vedendo  (Letto 67484 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline PiGreco

  • Avviato
  • *
  • Post: 208
Re: Il documentario che sto vedendo
« Risposta #615 il: 11 Mag 2024, 08:24 »
Oggi andrò al cinema a vedere il documentario su Anselm Kiefer diretto da Wim Wenders.

Quelli che lo hanno visto, ne hanno parlato molto bene.

Edit: stupendo e affascinate.
Da vedere assolutamente al cinema.
« Ultima modifica: 11 Mag 2024, 12:32 da PiGreco »

Offline fiordocanadese

  • Veterano
  • ****
  • Post: 2.293
  • Alternativo Agli Alternativi
    • E-mail
Re: Il documentario che sto vedendo
« Risposta #616 il: 13 Mag 2024, 22:19 »
Su Raiplay c'è Delitti In Famiglia, ovvero Stefano Nazzi del podcast Indagini che ripropone in formato video 3 (e purtroppo solo 3) casi true crime italiani con una produzione della madonna, fonti video e interviste fatte apposta per l'occasione.
Praticamente Indagini alla ennesima potenza perché, per quanto siano la bellezza i podcast, certi video fanno ancora più paura come vedere la faccia di Parolisi a Quarto Grado 2 mesi dopo l'omicidio della moglie o la Panariello che ritorna sui luoghi dei suoi crimini.
Altra cosa è interessante vedere come certe storie sono entrate dentro la pelle anche dei indiretti interessati come poliziotti e giornalisti e penso soprattutto Antonino Ciavola, investigatore del delitto di Loris Stival e palesemente ancora colpito da quel fatto.
Roba morbosetta, va bene, ma anche ghiotta e fatta da dio.

Offline Ivan F.

  • Amministratore
  • Reduce
  • *********
  • Post: 38.903
    • The First Place
    • E-mail
Re: Il documentario che sto vedendo
« Risposta #617 il: 14 Mag 2024, 15:16 »
Grazie @fiordocanadese, me l'hai venduto!

Nel frattempo, aggiorno i mie fan segnalando che ho nove (9) documentari da recensire, ma ci arriverò a tempo debito.

Non accalcatevi, per favore.
TFP Yearbook - [2019] | [2020] | [2021] | [2022] | [2023]

Offline Ivan F.

  • Amministratore
  • Reduce
  • *********
  • Post: 38.903
    • The First Place
    • E-mail
Re: Il documentario che sto vedendo
« Risposta #618 il: 25 Mag 2024, 16:24 »
TIDCHVNUTCRIVR, ovvero...
Tutti i documentari che ho visto nelle ultime settimane, con recensioni in versione ridotta - Parte 4

KOBE: UNA STORIA ITALIANA (Prime Video, 81 minuti)
Gli anni italiani di Kobe, raccontati dai suoi amici italiani, in un documentario italiano. L'idea è buona, ma gli aneddoti validi finiscono troppo presto. E poi diventa tipo le diapositive delle vacanze dalla nonna. Ma prima merita.
Voto: Tre virgola cinque leggende in provincia su cinque




TOGETHER: ALLA CONQUISTA DEL TRIPL3TE (Netflix, 6 episodi da 45 minuti)
L'annus mirabilis del Manchester City, quando hanno vinto il tripl3te spendendo solo tre miliardi di euro. C'è tutto e di più, per carità, ma probabilmente è girato dal reparto marketing del City, perché sembrano le interviste post-partita in cui sei contento per la squadra. Documentario di plastica.
Voto: Tre docuspot su cinque




THE INVENTOR (Prime Video, 118 minuti)
La storia di Elizabeth Holmes, che voleva fare le analisi del sangue con due gocce di sangue. Troppo bello? E infatti, non era vero. Un magnifico viaggio nella mente di una bugiarda patologica, quelli che rileggono la realtà in base alla propria visione. Mi ha ricordato il buon documentario su Paolo Macchiarini.
Voto: Tre virgola cinque Steve Jobs femmina su cinque




IL GIOVANE BERLUSCONI (Netflix, 3 episodi da 50 minuti)
Da Milano 2 a Forza Italia, in un documentario con il ritmo di uno spot. Se amate/odiate Berlusconi probabilmente non cambierete idea, ma che straordinaria epopea! È stato un gigante, punto. E la sua storia meritava di essere raccontata. Promosso.
Voto: Quattro LVI è il miracolo italiano su cinque




BE WATER (Disney+, 96 minuti)
Perché Bruce Lee è stato un'icona? Oltre ai calci volanti, perché ha incarnato il desiderio di rivalsa di un popolo. Solo che il documentario vuole spiegarmelo nel dettaglio, partendo dalla Cina del 1800. E io dopo venti minuti non c'avevo più voglia, quindi ho spento.
Voto: Due macchine che la raccontano diversamente su cinque




IN GROENLANDIA CON ALEX HONNOLD (Disney+, 46 minuti)
Alex Honnold va a scalare un montarozzo in Groenlandia con una glaciologa e altri due scalatori. La glaciologa ci spacca le palle tutto il tempo dicendo che con il caldo moriremo tutti. Il primo scalatore si caca sotto appena vede il montarozzo. La seconda scalatrice spara solo minchiate. Ma Alex Honnold è il Chuck Norris delle scalate, e batte 6-0 6-0 il montarozzo. Io amo quell'uomo.
Voto: Tre glaciologhe spaccapalle su cinque

TFP Yearbook - [2019] | [2020] | [2021] | [2022] | [2023]

Offline Giobbi

  • Reduce
  • ********
  • Post: 46.162
  • Gnam!
    • E-mail
Re: Il documentario che sto vedendo
« Risposta #619 il: 26 Mag 2024, 00:22 »
quello su Berlusconi é piaciuto anche a me
gli altri credo di non averli visti

Offline Ivan F.

  • Amministratore
  • Reduce
  • *********
  • Post: 38.903
    • The First Place
    • E-mail
Re: Il documentario che sto vedendo
« Risposta #620 il: 08 Giu 2024, 18:23 »
TIDCHVNUTCRIVR, ovvero...
Tutti i documentari che ho visto nelle ultime settimane, con recensioni in versione ridotta - Parte 5

WELCOME TO WREXHAM (S2) (Prime Video, 15 episodi da 20-45 minuti)
Perché questa è la migliore docuserie sportiva di questi ultimi anni? Perché dietro c'è la sofferenza del Sunderland, il nonsense di Ted Lasso e degli sceneggiatori di Hollywood. Seconda stagione da lacrime, dal ridere e dal piangere.
Voto: Quattro virgola cinque favole alimentate a dollari su cinque




MUHAMMAD ALI & DICK CAVETT – STORIA DI UN’AMICIZIA (Now TV, 91 minuti)
Quanti documentari ho visto su Ali? Molti! Perché questo merita? Perché è raccontato perlopiù attraverso le sue ospitate al Dick Cavett Show e la sua amicizia con il conduttore. Frammenti rari di Ali televisivo e Storia dello sport. Cosa vuoi di più?
Voto: Quattro ♥️ BFF ♥️ su cinque




ON THE LINE: RICHARD, IL SEGRETO DELLE SORELLE WILLIAMS (Now TV, 88 minuti)
Tutti lo odiavano, ma Richard Williams, padre-coach-guru delle sorelle Williams, aveva un piano. E l'ha portato a termine, con una tenacia e una visionarietà quasi irreali. Sarebbe da farci un film. No, aspetta, il film l'hanno fatto, l'ho visto e merita anche quello.
Voto: Tre virgola cinque open stance a oltranza su cinque




NIXON BY NIXON (Prime Video, 69 minuti)
La presidenza Nixon raccontata attraverso i suoi colloqui e le sue telefonate private. No, non dovevano diventare di pubblico dominio. Il risultato è una storia surreale che alterna la non-realtà davanti alle telecamere e la realtà dietro le quinte. E Nixon non era un uomo di virtù, diciamo.
Voto: Tre straordinari figli di buona donna su cinque




MIYAZAKI - 10 ANNI DI MAGIA (Now TV, 4 episodi da 50 minuti)
Il Maestro seguito per dieci anni da un documentarista scarso. Da Ponyo a Si Alza il Vento. Cronaca di un uomo difficile, votato alla sua missione, tormentato dallo scorrere del tempo. Sarebbe stato magnifico anche solo con una telecamera fissa. Peccato che il regista si impegni a raccontarlo nel modo più noioso possibile, ma d'accordo. 
Voto: Tre virgola cinque "L'ultimo e poi smetto, eh!" su cinque

« Ultima modifica: 08 Giu 2024, 18:26 da Ivan F. »
TFP Yearbook - [2019] | [2020] | [2021] | [2022] | [2023]

Offline SalemsLot

  • Eroe
  • *******
  • Post: 15.617
  • Fatti, non pugnette!
    • TWITCH
    • E-mail
Re: Il documentario che sto vedendo
« Risposta #621 il: 16 Giu 2024, 14:31 »
Sto guardando la storia dei Mondiali di calcio. Una serie di video molto ben raccontati e pieni di aneddoti che non conoscevo.

Il canale YouTube è molto interessante ed è
La Biblioteca di Alessandria.
XBOXLIVE: MrKatana74 - PSN: MrKatana74 - STEAM: MrKatana - NINTENDO: Mr Katana

Offline PiGreco

  • Avviato
  • *
  • Post: 208
Re: Il documentario che sto vedendo
« Risposta #622 il: 16 Giu 2024, 15:20 »
Viaggio al Polo Sud.

Attualmente al cinema. Ultimo documentario di Luc Jacquet (la marcia dei pinguini).
Racconta il viaggio dalla terra del fuoco al polo sud attraverso immagini mozzafiato in bianco e nero. Molto bello.