Sondaggio

Hideo Kojima chiede: Should I shave?

Should shave [#TeamShaved]
Stay as is [#TeamPunished]

Autore Topic: [PS4][PC] Death Stranding by Kojima Productions  (Letto 255241 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Laxus91

  • Eroe
  • *******
  • Post: 15.623
    • E-mail
Re: [PS4][PC] Death Stranding by Kojima Productions
« Risposta #3690 il: 23 Dic 2019, 18:30 »
Vero, per infinite intendevo questo, per me ha poco senso puntare a farle tutte soprattutto ad inizio gioco proprio vista la loro natura, ne accettavo qualcuna se la destinazione era di passaggio o anche solo come sfida extra (caricarmi di più roba possibile)

Offline babaz

  • Reduce
  • ********
  • Post: 25.179
Re: [PS4][PC] Death Stranding by Kojima Productions
« Risposta #3691 il: 23 Dic 2019, 18:47 »
Molto più semplicemente, gli incarichi di Sam sono la main quest, Il resto sono tutte side con "spessore" narrativo più o meno consistente.

Ha senso giocarlo piuttosto concentrati sulla main con eventuali consegne "di strada" come detto da altri.

Ma abusare delle side prima di aver finito il gioco porta al rischio elevato di stancarsi per sfinimento, e probabilmente ancora prima che il gioco abbia potuto disvelare tutte le proprie "carte": da questo punto di vista, IMHO, la progressione della main é perfettamente bilanciata.

Offline J VR

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.306
Re: [PS4][PC] Death Stranding by Kojima Productions
« Risposta #3692 il: 23 Dic 2019, 19:15 »
Io sto al capitolo 3 e condivido il pensiero di andare avanti nella main.
Anche perché proseguendo si sbloccano un botto di cose che agevolano fin troppo il percorso.
Dove sto io finalmente ho le bolas, i veicoli, la possibilità di asfaltare le strade, gli esoscheletri le previsioni
Spoiler (click to show/hide)
In pratica il culo che mi sono fatto nella prima zona non è servito a nulla. :D
Però d'altro canto finché mi diverto a fare consegne e ad esplorare per trovare i chip lo faccio.
Ma piuttosto, nella costruzione delle strade io non ho capito chi si prende il merito dato che mi sembrano strutture preimpostate e non di libera costruzione come per esempio i ponti.
Chi porta più materiali?
Chi le completa?
Il vero motivo per cui si sono estinti i dinosauri è perché nessuno li accarezzava

Offline Void

  • Eroe
  • *******
  • Post: 12.999
  • Grottesco, cattivo e gratuito
Re: [PS4][PC] Death Stranding by Kojima Productions
« Risposta #3693 il: 23 Dic 2019, 21:39 »
Molto più semplicemente, gli incarichi di Sam sono la main quest, Il resto sono tutte side con "spessore" narrativo più o meno consistente.
Ci sono missioni per Sam che non seguono la main quest. In genere si sbloccano leggendo mail.

Lo spessore narrativo degli ordini standard è pressoché nullo.



Ma piuttosto, nella costruzione delle strade io non ho capito chi si prende il merito dato che mi sembrano strutture preimpostate e non di libera costruzione come per esempio i ponti.
Chi porta più materiali?
Chi le completa?
Ogni pezzo di strada che ho completato mi ha portato una notevole quantità di like... solo per poco tempo.

Ma chi ha messo molti materiali nelle strade senza completarle? E come mai i prepper si riempiono di materiali anche se non riciclo niente?
Credo che tutta la gestione dell'accumulo di materiali sia molto complessa e che dipenda da cosa fanno gli altri giocatori

Offline Dan

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.292
Re: [PS4][PC] Death Stranding by Kojima Productions
« Risposta #3694 il: 24 Dic 2019, 08:53 »
Il fulcro del gioco è semplificare le traversate, ma una volta che hai ottimizzato il percorso, il riattraversamento perde di mordente ludico.
Questo è verissimo, e in un certo senso già lo sbloccare i mezzi di trasporto porta con sé più danni che benefici. Non a caso, le aree più riuscite sono la prima area e quella di montagna, secondo me. Anche il far comparire le strutture degli altri è un'arma a doppio taglio. Funziona quando le aree da riconnettere sono disposte in maniera lineare (come la prima parte insomma), meno quando di mezzo ci sono aree già ricollegate (e quindi con più "aiuti"). Anche qui, il brivido ritorna quando si va esplorando aree non battute, fuori dai tragitti più comuni.
.: R.I.P. :.
Hideo Kojima (1963-1998)

Offline J VR

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.306
Re: [PS4][PC] Death Stranding by Kojima Productions
« Risposta #3695 il: 25 Dic 2019, 13:13 »
Io ho lasciato il lavoro di corriere Amazon e ho preso un contratto con i fratelli Benetton per la gestione autostradale.

Buon Natale. ;D
Il vero motivo per cui si sono estinti i dinosauri è perché nessuno li accarezzava

Offline Dan

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.292
Re: [PS4][PC] Death Stranding by Kojima Productions
« Risposta #3696 il: 25 Dic 2019, 22:39 »
Platinato. 180 ore. 420.000 like. E sto.
Spoiler (click to show/hide)

Considerazioni finali:
Death Stranding è un gioco estremamente furbo. Gli obiettivi che si era prefisso Kojima per questo titolo erano due: trasmettere il mistero, la solitudine e la fatica di un viaggio in una terra ostile e desolata, e controbilanciare poi il tutto con la scoperta e la consapevolezza di non essere, in fondo in fondo, così soli. C'era però un problema a monte da risolvere: le motivazioni del giocatore. Non si può portare quel tipo di esperienza al grande pubblico senza delle motivazioni che spingano i giocatori a intraprendere quei viaggi.

Ora, le motivazioni intrinseche ("voglio riconnettere il mondo", "voglio esplorare", "voglio aiutare gli altri porter") in DS non funzionano un granché: le ragioni fornite nel proseguimento della missione/storia sono spesso pretestuose, l'esplorazione non è incentivata da luoghi che catturino l'attenzione, l'aiuto ad altri porter - inteso come disinteressato - probabilmente non avrebbe attecchito.
Ecco quindi che Kojima è dovuto ricorrere alle motivazioni estrinseche. In linea con il discorso sull'ossitocina affrontato nel gioco, il giocatore è letteralmente bombardato di gratificazioni: i like dagli altri porter, le ricompense dei prepper, la valutazioni generose, lusinghe e adulazioni in ogni mail o dialogo. I compiti (che sia una consegna o la costruzione di un'autostrada) danno sempre la sensazione di essere affrontabili con un piccolo sforzo in più.

Le motivazioni estrinseche sono un mezzo estremamente potente. È lo stesso meccanismo con il quale funzionano i free-to-play, da Fortnite a FarmVille. È lo stesso meccanismo dei trofei/achievements. Funzionano perché fanno appello a certi processi mentali che lavorano a un livello inferiore a quello cosciente; e lo fanno talmente bene che illudono me giocatore di stare facendo quelle attività non "perché devo", ma "perché voglio". Gran parte di noi ha avuto l'impressione di aver maturato una certa dipendenza da DS. Gran parte di noi, sono pronto a scommetterci, quando era il momento di staccare si diceva "faccio questa consegna e poi spengo" e puntualmente si ritrovava due ore dopo, pad alla mano, a chiedersi come avesse fatto il tempo a passare così in fretta. Sono campanelli d'allarme. Sono segnali che vanno interpretati, perché non necessariamente significa che ci si stia divertendo.

Il vero problema di DS è tutto qui, secondo me: ci si muove molto ma smuove poco dentro. Ed è un peccato che Kojima abbia dovuto ricorrere così tanto a quel tipo di motivazioni per dare una struttura al suo titolo (che non significa che sia stato facile realizzarlo, intendiamoci; solo che, a stimoli finiti, lascia un certo vuoto).

In questo senso Death Stranding è un gioco sì originale (nell'immaginario, nelle intenzioni) ma molto poco innovativo, perché fa leva su meccanismi ormai estremamente rodati (e in un certo senso nocivi) che lo accomunano alle produzioni più sterili.
.: R.I.P. :.
Hideo Kojima (1963-1998)

Offline Il Gladiatore

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 5.229
Re: [PS4][PC] Death Stranding by Kojima Productions
« Risposta #3697 il: 25 Dic 2019, 22:48 »
Ma sì, non solo sterili ma in realtà si lega a meccanismi di controllo del modello/sistema gioco che è insito in tanti RTS e strategici/gestionali del passato, per cui non si può dire che sia originale e non esperito. Dall'altra parte, abbiamo un processo di autogratificazione che è davvero tipico dell'espressione videoludica corrente, per cui, probabilmente, DS parla alla parte meno nobile del giocatore, per tanti motivi.

Io ho pentastellato quello che potevo e mi mancano una manciata di trofei, Tuttavia l'ho messo da parte per recuperare tutti quei titoli che ho lasciato indietro. Ma tra qualche mese ci torno per ultimare l'opera. Intanto complimenti a @Dan:yes:
La paura è di passare per non esperti, di non comprendere il medium che si sta evolvendo etc. (...) è figlio dell'immotivato senso di inferiorità che spinge il videogiocatore alla spasmodica ricerca di qualcosa che giustifichi il videogioco come se il gameplay da solo non bastasse più." (Fulgenzio)

Offline Dan

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.292
Re: [PS4][PC] Death Stranding by Kojima Productions
« Risposta #3698 il: 25 Dic 2019, 23:04 »
Dall'altra parte, abbiamo un processo di autogratificazione che è davvero tipico dell'espressione videoludica corrente, per cui, probabilmente, DS parla alla parte meno nobile del giocatore, per tanti motivi.
È così. Ed io sono tra quelli che ci cascano facile, le 180 ore sono lì a dimostrarlo. Me ne accorgo sempre dopo, quando è troppo tardi. È una sensazione un po' avvilente.
È vero pure che, fra i miei "perché devo", c'era anche il fatto che si trattasse di una nuova IP di Kojima dopo 20 anni di MGS. Un'attesa per me infinita che dovevo onorare fino in fondo. :)
« Ultima modifica: 25 Dic 2019, 23:07 da Dan »
.: R.I.P. :.
Hideo Kojima (1963-1998)

Offline Il Gladiatore

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 5.229
Re: [PS4][PC] Death Stranding by Kojima Productions
« Risposta #3699 il: 25 Dic 2019, 23:07 »
Ah, beh, io ti capisco meglio di qualsiasi altro, gioco ad Assassin's Creed da anni, per cui la dignità non so più cosa sia!  :D
La paura è di passare per non esperti, di non comprendere il medium che si sta evolvendo etc. (...) è figlio dell'immotivato senso di inferiorità che spinge il videogiocatore alla spasmodica ricerca di qualcosa che giustifichi il videogioco come se il gameplay da solo non bastasse più." (Fulgenzio)

Offline Dan

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.292
Re: [PS4][PC] Death Stranding by Kojima Productions
« Risposta #3700 il: 25 Dic 2019, 23:09 »
 :D :D :D
Io ne sono uscito già a Revelations per fortuna.
Ma il giorno che decido di lanciare Origins so già che sarà la fine  :D
.: R.I.P. :.
Hideo Kojima (1963-1998)

Offline Laxus91

  • Eroe
  • *******
  • Post: 15.623
    • E-mail
Re: [PS4][PC] Death Stranding by Kojima Productions
« Risposta #3701 il: 25 Dic 2019, 23:10 »
Bravissimo Dan, arriverò anche io ad un traguardo simile, su DS, un giorno (dico simile perchè non guardo la mia lista trofei da qualche anno, non ritengo ci sia nulla di male nel platinare ma son proprio io che ho avuto un 'blocco' e ho anche disattivato le notiche in-game dei trofei; però voglio un giorno tornarci ed esaurire tutti i contenuti di completismo, pentastellare le strutture e ottenere e leggere tutti i chip, mail e tutto il resto).

La lettura del tuo post è stata illuminante, ma in un certo senso mi richiama un grosso dubbio che ho avuto con il titolo durante la mia run: non c'è stato neanche un minuto di gioco delle 60 ore con cui sono arrivato ai titoli di coda in cui ho avvertito noia, semmai spaesamento qui e lì nell'avere a che fare con pianificazioni  e sistemi interni al gioco, mai propriamente noia in senso stretto.

Il dubbio è dunque: è possibile chiamarlo divertimento, essendo esso definibile come l'opposto della noia?
O appunto c'è dell'altro che agiva sotto, a livello quasi di subconscio?
Era un dovere stimolato dalle comtinue gratificazioni (anche tutte le S semplici da ottenere compresi i vari Awesome e Legend of Legends sempre così belli da vedere con quei meravigliosi jingle audio come quelli dell'assegnazione dei like a fine missione, o addirittura in un paio di cutscenes) o volevo davvero farlo come giocatore, puramente?

Probabilmente non è facile dare risposta, al momento non saprei dire se ci sia stata malizia nel cercar di parlare 'alla pancia dei giocatori', forse in parte si ed in parte no.

Ad esempio il meccanismo di sbloccare nuove feature/ricompense costantememte per tenere alta l'attenzione di sicuro non è cosa nociva o pericolosa dato che è spesso alla fondamenta di moltissimi giochi ben riusciti (penso agli Arkham ed il loro continuo introdurre nuovi gadget che si integrano in combat e puzzle solving contemporaneamente e in modo spesso brillante; ovviamente qui il corrispettivo è lo sblocco costante di nuovi strumenti, gadget, esoscheletri, veicoli, armi, equipaggiamento che protegge da varie insidie e ostacoli, strutture ecc).

Però il dubbio e la riflessione annessa mi son rimasti. Magari con più ore all'attivo mi sarò avvicinato ad una risposta!
« Ultima modifica: 25 Dic 2019, 23:18 da Laxus91 »

Offline Il Gladiatore

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 5.229
Re: [PS4][PC] Death Stranding by Kojima Productions
« Risposta #3702 il: 25 Dic 2019, 23:16 »
Una prima risposta Laxus sta nel numero di ore, 60.

Dan parla di 180.

Io ne ho registrate poco meno e casomai dovessi platinarlo con ogni probabilità lo supererei.

Lo scarto tra quello che è necessario per completarlo e il meccanismo che porta a esaurirlo è alla base della riflessione di Dan. Io, temendo che l'incanto si esaurisse una volta svelato ogni segreto della trama, ho preteso da me stesso il completamento al 100% in fieri, per quanto possibile. Perché poi il titolo svela le sue carte e quindi anche il suo baro.
La paura è di passare per non esperti, di non comprendere il medium che si sta evolvendo etc. (...) è figlio dell'immotivato senso di inferiorità che spinge il videogiocatore alla spasmodica ricerca di qualcosa che giustifichi il videogioco come se il gameplay da solo non bastasse più." (Fulgenzio)

Offline Laxus91

  • Eroe
  • *******
  • Post: 15.623
    • E-mail
Re: [PS4][PC] Death Stranding by Kojima Productions
« Risposta #3703 il: 25 Dic 2019, 23:30 »
Una prima risposta Laxus sta nel numero di ore, 60.

Dan parla di 180.

Io ne ho registrate poco meno e casomai dovessi platinarlo con ogni probabilità lo supererei.

Lo scarto tra quello che è necessario per completarlo e il meccanismo che porta a esaurirlo è alla base della riflessione di Dan. Io, temendo che l'incanto si esaurisse una volta svelato ogni segreto della trama, ho preteso da me stesso il completamento al 100% in fieri, per quanto possibile. Perché poi il titolo svela le sue carte e quindi anche il suo baro.

Eh si penso sia un punto sostanziale.
Credo ricollegabile anche al post di insofferenza verso il titolo manifestata da Metaller poco sopra, ossia il rapporto tra certi contenuti (soprattutto secondarie ma non solo) e riattraversento di aree già battute rispetto allo stimolo verso il giocatore di continuare a giocare.

Il fatto é che io ho tirato abbastanza dritto (fermandomi a fare qualche secondaria) e ho trovato un più che ottimo bilanciamento fra novità e stimoli ad andare avanti: penso avrei potuto finirlo addirittura 15 ore prima con questa 'condotta' ma giuro che perdevo ore a provare ogni piccola novità (tempo speso a usare la funzione 3D della mappa col touchpad ps4 per valutare l'altezza delle montagne, tempo speso a capire per filo e per segno come funzionavano i waypoint personalizzati della mappa, tempo speso a capire la conseguenze negative di certe cose tipo game over/deterioramento pacchi/cadute rovinose nell'attraversare i fiumi/caricarsi fino al limite massimo trasportabile facendo dei test appositi, tempo speso a provare ogni minima funzione di un nuovo strumento ecc, questo perchè sono un giocatore che si mette lì ad indagare ogni cosa su come funziona autisticando).

Tu e sicuramente altri, invece, lo avete giocato nella maniera probabilmente più giusta ossia completandolo 'il più possibile' gradualmente prima del finale!
Lì però è proprio un modo di giocare che mi accompagna da sempre, dove possibile tendo a lasciarmi molti contenuti per 'dopo' in attesa del proverbiale momento (tipico dei metroidvania ad esempio) in cui ho tutti gli strumenti a disposizione, cosa che mi capita con moltissimi giochi.
Dunque un paradosso perchè da un lato indago sul momento come funziona tutto per filo e per segno ma poi rimando il grosso dei contenuti a data da destinarsi.

Invece giocare come hai fatto tu o altri di sicuro fà emergere meglio pregi e criticità già in corso d'opera.

Insomma mi tocca ritornare a parlarne tra almeno una cinquantina d'ore  :D
« Ultima modifica: 25 Dic 2019, 23:44 da Laxus91 »

Offline Dan

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.292
Re: [PS4][PC] Death Stranding by Kojima Productions
« Risposta #3704 il: 25 Dic 2019, 23:46 »
Sicuramente con 60 ore sei a un livello di sanità mentale migliore del mio :D
Ma anche in quelle 60 ore, non è tanto un discorso di divertimento o noia, quanto cercare di capire se facevi le cose "perché volevi" o "perché dovevi". E non è una risposta facile, perché questi meccanismi giocano sul farti sentire come propria una motivazione che non nasce dalla tua volontà. È un po' l'inception del film di Nolan :)

Anche se ti fermi a riflettere sulle nuove features sbloccate dai prepper, quante di loro sono effettivamente legate al gameplay? E quante, fra quelle, sono veramente utili? Pensa a tutte quelle volte in cui la ricompensa è stata "hai sbloccato questo colore" o "hai sbloccato questo ologramma"; cose del tutto inutili, che magari non hai nemmeno sperimentato, ma che "facevano numero" quando si trattava di ricompensarti dopo una consegna. Lo stesso equipaggiamento è pieno di reiterazioni potenziate degli stessi item, con due, tre o quattro livelli, e molti di quelli non li avrai mai neanche fabbricati o usati.

Ripeto, non è affatto banale progettare un gioco in questo modo. Il problema è quel che resta poi. Le motivazioni estrinseche durano il tempo delle ricompense, quelle intrinseche di più ma è difficile andare a toccare le corde di tutti.
.: R.I.P. :.
Hideo Kojima (1963-1998)