Autore Topic: Dreamcast:sottovalutato o esaltato?  (Letto 6665 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Kikujiro

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.780
Dreamcast:sottovalutato o esaltato?
« Risposta #60 il: 12 Mag 2003, 00:01 »
Citazione da: "Floyd"
teocrazia, se vuoi parlare d shen mue o delle mie opinioni su esso per me va benissimo

se vuoi buttarla nel personale, parlando di presunto "snobismo", non ho nessuna intenzione di continuare

Nel 3 cd succede questo (cerco di mitigarlo più che posso. ma ne ho ricordi troppo tragici,chiedo scusa se offendo qualcuno )
Stai con lo stereopatissimo Ren tutto il tempo (ma scherzi ryo ? sto per te per soldi mica per amicizia! oddio) e già questo è un fastidio unico. Se ci metti che poi devi esplorare immensi palazzoni che hanno due stanze utili e stare dietro al quella tizia/tizio orribile per tutto il tempo.
 Il colpo di grazia sono i combattimenti con 4 tizi per entrare a far parte dell'organizzazione e il combattimento finale con il grassone. Non solo è assurdo che non conoscano ryo dopo tutto quello che gli ha combinato, ma il fatto che il cattivone sull'elicotteo non venga giù e trituri ryo è assolutamente assurdo. Da film di serie B appunto. Non ho mai giocato nulla di tanto stereotipato, buonismo da operetta e assurdità di plot.




Spoilers

A me Ren non è sembrato per niente stereotipato. I palazzoni non sei obbligato a esplorarli tutti (anche se io l'ho fatto^^), il gioco ti dà indizi precisi. Sinceramente la parte finale del 3° CD mi ha esaltato moltissimo, una serie di combattimenti e QTE decisamente divertente. Scusami, perché trovi assurdo il fatto che Lan Di non sia sceso a "torturare" Ryo? L'avrebbe già potuto fare nel primo episodio, del resto la storia di Shenmue non è certo finita, molto probabilmente ci saranno altri motivi. Inoltre Lan Di ha ucciso Iwao per vendetta poiché Iwao "avrebbe" ucciso un suo amico, dunque la sua vendetta l'ha ottenuta e molto probabilmente di Ryo poco gli importa.


Per quanto riguarda i picchiaduro 2D, sinceramente faccio fatica a trovare una console migliore della Dreamcast (Neo Geo a parte^^). Vorrei sapere quali picchiaduro 2D usciti per Saturn ritieni superiori a SF3, Garou e GGX.

Offline Xibal

  • Eroe
  • *******
  • Post: 15.240
Dreamcast:sottovalutato o esaltato?
« Risposta #61 il: 12 Mag 2003, 00:04 »
Beh, magari il tono non piacerà a tutti, ma visto che di evidente biasimo si tratta, direi che la critica di Ludin ci stia tutta.
E, soprattutto, nn fa' una piega a ben guardare.

Al tono estremo con cui Floyd liquida l'esperienza di Shenmue, il modo migliore di rispondere sarebbe stato con una "estremamente appassionata" difesa che ne prendesse in esame le qualità soggettivamente attribuite, senza chiamare in causa assolutamente la capacità critica di Floyd, ma mettendo in campo solo Shenmue...e se stessi...

Almeno credo... :)
"Hai mai visto un italiano tirare i fili?"
"Solo in un teatro delle marionette" (Red Dead Redemption 2)

Offline teokrazia

  • Reduce
  • ********
  • Post: 25.710
  • Polonia Capitone Mundi
Dreamcast:sottovalutato o esaltato?
« Risposta #62 il: 12 Mag 2003, 00:07 »
Grazie dell'impegno Ludin, però quello che nessuno ha capito è CHE IO HO DEFINITO SNOB LA SUA AFFERMAZIONE NON LUI. Forse dal tono del messaggio si capisce il contrario...
In questo caso chiedo scusa per essere stato poco chiaro.

Ho apprezzato il fatto che lui si sia tenuto critico, freddo ed intrasigente nelle sue analisi, ma in quel contesto la frase da me contestata perde di freddezza critica ed ASSOMIGLIA AD UN GRAN CAZZATA SPARATA AD HOC?!!!!
Esta bien? :roll:

NESSUNA IPOCRISIA DA PARTE MIA.... :wink:


EDIT X TUTTI: Sto già difendendo civilmente Shen Mue in un altro topic e da molto più tempo ["Ryo Hazuki torna all'E3?"]...Siete tutti invitati [SE NON SIETE DEI MORALISTI IPOCRITI]

Offline Duffman

  • TFP Service
  • Eroe
  • *****
  • Post: 13.251
    • E-mail
Dreamcast:sottovalutato o esaltato?
« Risposta #63 il: 12 Mag 2003, 05:09 »
certo che però è significativo che tutta l'animosità (positiva e non) sia scaturita da un tentativo di disamina di questa console.
nel bene o nel male, mi sembra abbia colpito il nervo videoludico di tutti.

certo ha colpito il mio.

troppi e troppo grandi i meriti del dc per elencarli tutti, troppo sterile ciò che ne uscirebbe.
E' una console morta troppo giovane, ma "muore giovane chi è caro agli dei" e gli dei del vg non possono non aver accolto bene l'ultima console arcade della storia.

non ricordo di preciso perchè la comprai.
sicuramente aveva a che fare con il dispiacere di vedere una console potente come ps2 che non dava ancora quelle vibrazioni che mi aspettavo.
sicuramente dal dc non mi aspettavo molto.
era già chiaro a chiunque che la console non avrebbe avuto vita lunga, ma da quando in qua compro una console per questo?

quale era la motivazione?

sarebbe passato molto tempo prima di scoprirlo.
doveva morire prima.
dovevo avere una visione d'insieme sui giochi disponibili, e giocarne tanti per sceglierne pochi.
faccio così sempre, l'ho fatto anche con la dc.

ed ora è li, attorniata di una quantità di giochi di qualità tale che auguro ad ogni console di avere una eredità del genere.

ma dare un giudizio sulla vita intera di una console non è cosa da poco, o da esaurirsi in due parole.

mettetevi comodi, che la cosa è lunga...
altrimenti cambiate pagina e non ve ne vorrò ; )
Duffman ci dà di nuovo dentro FORTE E CHIARO,
in direzione del problema. Ma un po' meno. OOOHHH YEAH!!!  online: DuffmanTFP

Offline Duffman

  • TFP Service
  • Eroe
  • *****
  • Post: 13.251
    • E-mail
Dreamcast:sottovalutato o esaltato?
« Risposta #64 il: 12 Mag 2003, 05:10 »
capitolo 1
----------------------------------------------------------------------------------
l'eredità

Dove sono i figli di defender?
scacciati dalle sale a causa della redditività sempre più scarsa, in un periodo in cui i riflessi e la coordinazione dei giocatori venivano sempre più spuntati da dosi massiccie di FMV, trovarono il loro rifugio nel tray della sega.
del saturn prima che del dc, si è detto: si è omesso però che andando avanti i tempi degli shumps erano sempre più magri, e la dc ha avuto in dono solo l'ultima zampata del genere.
zampata di gran classe, però.
ed essendo un genere sentimentale, per tempi e persone sentimentali, lo sparatutto ha ricambiato presentandosi al funerale della console con ikaruga.
poteva andare peggio, direi.
non un rallentamento, non uno sfarfallio, da gigawing a zero gunner piagavano le docce di colpi che scendevano dai boss. aberrazioni grosse come quartieri volteggiavano immerse nelle nostre smart bomb, senza che nulla rallentasse, nulla che non fosse previsto per salvaguardare la salute mentale del giocatore.

vogliamo parlare dei beat'em up 2d versus?
ma quale console ha avuto una tale qualità media?
la snk ha cacciato nelle verdi praterie della sega dall'inizio alla fine (della snk e della dc), e solo quello che ha prodotto basterebbe a cantarne le lodi, per gli appassionati.
la capcom ha prodotto alcuni dei suoi migliori beu per il dc, tanto dal punto di vista della tecnica di gioco (sf3:third strike) che dal punto di vista grafico - quantitativo (marvel vs capcom 2)
vogliamo parlare di sammy? devo dire cosa fosse GGx? ci sono persone moooolto più competenti di me sullo specifico titolo, basta guardare i nik...
io da utente occasionale dico che è qualcosa di incredibile, e che nessuno avrebbe mai pensato che qualcuno sarebbe stato in grado di scuotere il duopolio snk/capcom con un gioco che unisse una grafica di tale brillantezza e stile.
personaggi così caratterizzati non li trovi pescando nel barile della "quantità". Ci vuole un grande gioco. Grandi designer.
ecco, su DC c'era anche questo gioco.

vogliamo parlare dei beu a scorrimento?
su psx qualcosa c'era, ma trovarli era compito di appassionati più che pronti di spirito e di portafogli. il dc è stata (e temo rimarrà) l'ultima console sulla quale fosse possibile trovare giochi di questo genere di alta qualità.
parliamo, per dire, di zombie revenge:
la giocabilità è particolare, qualcuno la troverà discutibile, ma secondo me la maggior parte di chi lo farebbe non ha mai giocato un beu in sala.
abbastanza facile, visto che non si trovano da nessuna parte.
cogliete il rimando?
permettetemi di essere ANCORA più chiaro: il DC è l'ultima console ad essere stata messa "para para" in un cabinato arcade tramite adattatori.
ORA, lo cogliete il nesso?

era arcade puro.

arcade is the answer, direbbe john lennon facendo uno shoryuken.
Duffman ci dà di nuovo dentro FORTE E CHIARO,
in direzione del problema. Ma un po' meno. OOOHHH YEAH!!!  online: DuffmanTFP

Offline Duffman

  • TFP Service
  • Eroe
  • *****
  • Post: 13.251
    • E-mail
Dreamcast:sottovalutato o esaltato?
« Risposta #65 il: 12 Mag 2003, 05:10 »
capitolo 2
----------------------------------------------------------------------------------
di carattere e stile

difficile dire cosa dia corpo ed anima ad un gioco.
E' un' alchimia la cui formula sfugge ancor'oggi alla maggior parte dei creatori di giochi.
quello che da un volto però, lo posso dire io come tanti che hanno pascolato davanti ad un DC: sono i particolari.
E' nei particolari che si vincono o perdono le battaglie, diceva Napoleone.
ha perso, alla fine, il tappo còrso.
ha perso come il dc, ed è rimasto nella storia come il dc.

i particolari sono tutto in shenmue.
dopotutto se levassimo i particolari, in shenmue non rimarrebbe nulla: la solita vendetta del solito ragazzino contro il solito cattivo.
qualche trovata, molto vagabondaggio ed un gioco che finirebbe in poche ore.
come dite? si può davvero finirlo così?
ma chi sarebbe così cretino da mettere sul mercato un gioco simile?
Ve lo dico io: qualcuno convinto che il lavoro di cesello che ha fatto sui particolari convincerà a non correre attraverso il gioco, ma a camminare al passo delle signore che si trovano in giro per il paesino.
mi hanno convinto: ryo esiste, si preoccupa per la nunnett', colleziona gatchapon e fa un pochino di riscaldamento nel parco giochi giù in paese.
se gli viene fame si compra della cioccolata, così magari vince pure hang-on.
Oh, ora che mi sovviene: devo finirlo questo gioco.
l'ansia maggiore che ho avuto è stata quando mi hanno detto che dovevo finirlo entro un tot giorno: non avevo nessuna intenzione di farmi mettere fretta.
troppo da fare: storie da sapere, visi da vedere.
c'era un mondo, in quei particolari.

quanto fosse pervaso di stile e personalità il dc ne parlano i suoi giochi, e già il solo shenmue basterebbe a giustificare il posto nella storia della console.
non si campa solo di capolavori però; anche il kolossal più grande deve alternarsi a giochini di puro entertainement.
questi ultimi però spesso sono grossolani, come se necessariamente la loro natura "minore" dovesse riflettersi in una ridotta cura nei particolari.
Parliamo invece di quando lo stile fa il gioco, ed il gameplay lo segue: parliamo di ulala e della ciurma di space channel 5.
se anche fossimo sordi e paralizzati, impossibilitati a fruire del 99% del valore e del senso di questo gioco, ci sarebbe da rimanere estasiati nel guardarlo come manuale di design: ogni singolo personaggio, dal grassone improponibilmente abbigliato alla cameriera anni '50, dal nemico "macchianerastyle" alla "swingin' reporter" sono vivi.
dotati di personalità non da 13000 poligoni, che anzi latitano, ma da particolari che lasciano intravedere il PERSONAGGIO, la STORIA.
particolari che definiscono lo scenario ed il "mood" particolari che creano simpatia per la protagonista o per gli assurdi nemici.
particolari, particolari ovunque.

particolari, e nel senso negativo, sono state spesso per me le musiche: non sono mai stato particolarmente fan delle colonne sonore dei vg, e sono proprio poche quelle delle quali potrei ricordarmi nel portare qualche esempio; di quasi tutte quelle presenti in giochi recenti però, vi posso dire su che console giravano.
sarà per l'amore pre certe sonorità "jappo", per l'amore per l'acid jazz o che volete, forse perchè le trovavo servite su piatti d'argento come msr o jet set radio, space channel 5 o soul calibur, ma io le musiche di valore nei giochi dc le ho sempre trovate una spanna sopra le canzoni "di valore" delle altre console.
riusciva a farmi piacere, grazie ad un perfetto abbinamento azione/musica, persino pezzi lontani dai miei gusti come il punk (?) di crazy taxi ed il metal di un divertente heavy metal geomatrix (nomen omen).
tracce incongruenti popolavano giochi dai nomi parimenti assurdi come virtual on: oratorio tangram (ma chi li decide i titoli, alla sega?) e, già citate, musiche aliene di rez ci trasportavano facendoci volare, smaterializzati e tachicardici.
sarebbero state belle magari anche fuori di contesto, ma la loro fortuna era di essere perfettamente adatte allo STILE del gioco.

c'è il tanto, nel poco; c'è il significato di un videogioco, nei particolari.

perchè a volte basta un tocco di stile.
 
style is the answer, sussurrerebbe john lennon passeggiando per l'hazuki-ryu.
Duffman ci dà di nuovo dentro FORTE E CHIARO,
in direzione del problema. Ma un po' meno. OOOHHH YEAH!!!  online: DuffmanTFP

Offline Duffman

  • TFP Service
  • Eroe
  • *****
  • Post: 13.251
    • E-mail
Dreamcast:sottovalutato o esaltato?
« Risposta #66 il: 12 Mag 2003, 05:11 »
capitolo 3
----------------------------------------------------------------------------------
imagine


capita che un gioco in se brutto scateni rivoluzioni destinate a ridefinire generi o crearne altri di sana pianta.
capita spesso, se vogliamo dirlo, perchè non sempre al primo tentativo si riesce a tradurre compiutamente in gioco un' idea o a tradurre in mondo uno stile.
sarà compito di altri salire sulle spalle dei giganti e guardare un metro più in la', ma sarà chiaro a tutti a chi appartiene il merito dell'impresa.
si parlerà qui di come, nella storia del vg, soldati zoppi hanno conquistato le colline meglio difese, e guarnigioni scarne hanno compiuto imprese incredibili.

un modo diverso.
questo ha introdotto il dc.
un modo diverso di interpretare il vg: remixato da dj mischiandolo (mixandolo, come traccia extra?) a musiche da trance vera e propria.
mentre il cuore batte a mille, immersi in qualcosa che non è più il nostro mondo, ma un tron adattato alla club culture, vaghiamo compiendo l'azione primigenia del videogiocatore: spariamo a qualunque forma di movimento.
ci viene tolto persino il disturbo di riconoscere i bonus, dandogli un colore che risalti sullo sfondo buio, tra le luci pulsanti.
qual'è il motivo di tutto questo?
come si fa a sperare che un gioco dalla complessità concettuale pari a space harrier faccia presa sul giocatore?
come si può mandare questo arnese imperfetto a competere con giochi che occupano pari spazio su disco solo con l'intro?

un moNdo diverso.
questo ha introdotto il dc.
perchè fare un disegno a pennarello se puoi avere una foto?
questo sarà stato, a giudicare dalle reazioni di molti OGGI nel vedere lo zelda cuboso, il pensiero passato per la testa dei primi giocatori di jet set radio.
questa era l'impressione che doveva dare: un frame di un cartone animato in un album di foto.
dove i volti dei protagonisti erano sempre più scavati da segni digitali che un pezzo alla volta li rendevano sempre più simili alla realtà, si era scelto di creare un mondo di cartoni popolato di cartoni.
non un mondo per bambini, si badi: troppo raffinata era la musica e troppo sottili i rimandi al mondo reale per trattarsi di semplice arruffianamento di doraemonici bimbetti, troppo scarna l'azione di gioco, specie nel procedere...
ma allora quale era la ratio di tale sforzo d'immaginazione?
perchè per me rimane ANCORA OGGI un gioco di valore assoluto?

perchè apre una finestra.
e di finestre sul dc ce ne sono tante;
di un millimetro o un kilometro spostate rispetto alle altre, ma sempre in grado di far vedere lo stesso concetto di gioco sotto luci nuove (luci da disco, in rez, fosforescenze da pennarello evidenziatore in JSR)
non sempre serve la compiutezza per passare alla storia ne mondo dei vg:
a volte basta quel poco che faccia intravedere una direzione nuova.

e sulla testa del dc stanno tuttora appollaiate alcune console.
 
imagine, direbbe john lennon...ehr, l'ha detto davvero...
Duffman ci dà di nuovo dentro FORTE E CHIARO,
in direzione del problema. Ma un po' meno. OOOHHH YEAH!!!  online: DuffmanTFP

Offline teokrazia

  • Reduce
  • ********
  • Post: 25.710
  • Polonia Capitone Mundi
Dreamcast:sottovalutato o esaltato?
« Risposta #67 il: 12 Mag 2003, 07:24 »
Complimenti Duffman per quanto scritto sopra: io ho letto tutto di gran gusto.  8)
Oltre alle solite belle riflessioni [a cui ormai mi hai abituato] ci metti molto sentimento e stile. Non sei un pirla. Rimane il rammarico per il fatto che ti avevo invitato tempo fa su My Review, ma a quanto pare non ne hai interesse. E vabbé...

Per la serie "Il mattino ha l'oro in bocca" stamattina non andrò al lavoro contento se non dirò la mia sul parco giochi DreamCast :

- Soul Calibur: Il miglior picchiaduro 3d di sempre. L'ho rigiocato un paio di mesi fa e graficamente regge ancora il passo. Voto 9.5

- Virtua Fighter 3tb: non m'è mai piaciuto...De gustibus. S/V

- Sword of The Bersek: grafica, appeal e sonoro molto molto validi. Il gioco dopo 4 livelli però mi aveva già rotto il frutto...Voto 6.5

- Ecco the Dolphin: riconosco i suoi difetti ma a me è piaciuto assai...Sono l'unico? Voto 7.5

- Sega Bass Duel: a me è piaciuto, ma non si tratta sicuramente di un gioco per tutti. Orrende le musiche. Voto 7

- Virtua Tennis: immenso. Stop. Voto 9

- Virtua Striker 2: ....è meglio Fifa...uno qualsiasi...ho detto tutto. Voto 3

- Head Hunter: un gioco imperfetto e pieno di sbavature, ma niente male. Mischia con una certa personalità alcuni cliché. Non male.
Voto 7

- Virtual On: mai piaciuto...Imho ridicule. Dio benedica Z.O.E. [brevità a parte...] S/V

- Sega GT: ammetto di averlo finito tutto. Ma non mi è piaciuto quasi per nulla. L'ho giocato perchè in quel periodo non avevo molte alternative. Voto 5

- Metropolis Street Racing: ditemi quello che volete [non so perchè ma è un gioco molto contestato], ma io l'ho adorato. Originale, ai tempi buona la realizzazione tecnica e colonna sonora CAPOLAVORO. Voto 8.5

- I'll Bleed: coraggioso et originale. Apprezzo. L'ho finito ma non mi ha entusiasmato. Meglio: lo ha fatto a piccoli sprazzi. Voto 6

- Capcom VS qualcosa: scusate, ma la memoria latita. Era forse Vs SNK 2001. Bello bello. Musiche da antologia. Il mio parere è però debole visto che sono anni che non seguo i beat'em up 2d e quindi posso essermi perso roba molto più valida. Voto 8

- Trickstyle: tristezza. Voto 4

- Sonic Adventure 2: a me è piaciucchiato. Ottima grafica [ma l'avete vista la foresta?! :roll: ], musiche eccellenti. Il gameplay era però TROPPO ripetitivo. Voto 6.5

- Shen Mue 1&2: mmm...il mio parere lo conoscono anche i sassi su questo forum...Meglio che ve lo andate a recuperare altrove...Non vorrei essere frainteso ancora. :wink: Primo:9 Secondo:9.5

- Jet Set Radio: questo c'ha i contromarroni. Voto 8.5

- Dead or Alive 2: la grafica era da urlo [quando uscì]. Peccato che il gameplay ha lo spessore di un foglio di carta... Voto 6

- The House of the Dead 2: ammazza questo era un giocone. Limitato nella quantità e longevità dalla sua natura arcade. Voto 7.5

- Crazy Taxi: carino ma nulla più. Voto 7

- Resident Evil: Code Veronica. Io sono il primo a demolire il franchise RE, eppure dopo averne avuto le palle piene, un bell'episodio. Il più bello insieme al primo.Certo il gameplay è sempre quello [a parte la scena in cui si usa lo sniper], ma la trama e l'appeal erano ai tempi formidabili. Voto 8

- Soul Reaver: molto carino. Già non sopportavo Tomb Raider [il primo è magnifico, tutto il resto è per i polli], ma si è fatto apprezzare assai. Voto 7.5

- Outtrigger: dimmi quello che vuoi fratello Sol Badguy, ma io [fan degli fps] dopo 20 minuti ne avevo le palle piene. Bello graficamente, musiche SEGA style orrende, gameplay [imho] tristissimo. Voto 4.5

- Quake 3 Arena: questo è un signor FPS! Voto 8

- Unreal Tournament: idem come sopra. Voto 8

- Shadow Man: mi sembra che la critica lo demolì. A me è piaciuto, nonostante fosse dannatamente imperfetto. De gustibus. Atmosfera stupenda. Voto 7.5

- The Skies of Arcadia: l'ho giocato solo a metà. Imho e per quello che ho potuto vedere è bellissimo. Voto [per quello che  ho visto] 9

Esta bien, penso di averne dimenticati moltissimi. L'importante era però riuscire a fornire un quadro basato sulla mia testimonianza diretta. Spero che gradiate.
Ovviamente attendo la vostra [se ne avete voglia]. Byez! E buona giornata.  8)

Offline Grendel

  • Reduce
  • ********
  • Post: 21.674
Dreamcast:sottovalutato o esaltato?
« Risposta #68 il: 12 Mag 2003, 09:41 »
Citazione da: "teokrazia"
Complimenti Duffman .(.........)Byez! E buona giornata.  8)

Sei il solito megalomane.... :wink:
Ma ti vogliamo bene anche per questo!
2.0

Offline Dj Mark Noise

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.338
    • Project Xbox
    • E-mail
Dreamcast:sottovalutato o esaltato?
« Risposta #69 il: 12 Mag 2003, 14:02 »
Citazione da: "Sol_Badguy"
Xibal correggi il tuo post con il quote altrimenti nessuno tranne me capisce il senso della prima parte ;).
Secondo poi Teo e Floyd hanno approcci diversi nell'esprimere le propie opinioni e su tale differenza ho impostato il discorso, quest'ultimo  l'ho postato sopratutto perchè Floyd ha avuto una reazione "eccessiva" secondo me. Vorrei chiarire (anche si dovrebbe essere capito......ma non si sà mai) che: ognuno ha le sue idee, che coincidano con quelle mainstream o meno non mi riguarda nè mi interessa, il modo in cui le si espone e si approccia gli altri conta però tanto quanto i contenuti......quindi vale la pena di curare ambedue, anche riflettendo umilmente sulla reazione che il propio modo di proporsi a suscitato negli altri. Infine la nota personale mossa a Floyd non è tanto sulla critica fatta ai giochi mainstram, quanto la reiteratezza e il determinismo con cui lo fa (palesato da una reazione eccessiva al feedback ricevuto). Elementi che offuscano imho il suo pungente spirito critico facendolo apparire ostentata controtendenza.
Comunque sono opinioni personali e dettate dal mio gusto, spero Floyd ci rifletta anche perchè è una persona credo perspicace ed intelligente, quindi mi farebbe piacere argomentare di nuovo con lui ma con toni diversi.


Ecco pure il secondo avvocato!!!!!!!
Grandiiiiiiiiii
Poi dicono che er Teo non è un mafioso.......... 8)
Baciamo le mani

Offline pedro

  • Reduce
  • ********
  • Post: 22.050
Dreamcast:sottovalutato o esaltato?
« Risposta #70 il: 12 Mag 2003, 14:17 »
Citazione da: "teokrazia"

- Metropolis Street Racing: ditemi quello che volete [non so perchè ma è un gioco molto contestato], ma io l'ho adorato. Originale, ai tempi buona la realizzazione tecnica e colonna sonora CAPOLAVORO. Voto 8.5

Finalmente qualcuno che l'ha capito.  8)
Complimenti anche al Duffman, quasi quasi mi commuovo...
«Allora dev'essere molto pericoloso essere un uomo.» «Lo è, signora. E solamente pochi ce la fanno. È un mestiere difficile, e al fondo c'è la tomba.»

Offline Duffman

  • TFP Service
  • Eroe
  • *****
  • Post: 13.251
    • E-mail
Dreamcast:sottovalutato o esaltato?
« Risposta #71 il: 12 Mag 2003, 15:57 »
sono francamente sconvolto che qualcuno abbia avuto il coraggio di leggersi il mio romanzo a puntate.
grazie dell'attenzione.

ci terrei a precisare che non ho postato un "capitolo" di conclusioni, perchè mi sembrava cretino come un voto dopo una rece articolata, ma tutto il mio papiello è la mia risposta alla domanda alla base del 3d ed alle considerazioni espresse nel corso della discussione (che si è capito, non condivido)

non è che l'ho scritto come monumento all'ego alle 4 di notte...
Duffman ci dà di nuovo dentro FORTE E CHIARO,
in direzione del problema. Ma un po' meno. OOOHHH YEAH!!!  online: DuffmanTFP

Offline L. Skywalker

  • Avviato
  • *
  • Post: 327
Dreamcast:sottovalutato o esaltato?
« Risposta #72 il: 13 Mag 2003, 15:36 »
Il DC è stata la classsica console uccisa dalle terze parti, vero motore del mercato odierno.
I colossi giapponesi Konami, Capcom, Square, Namco (solo SC è poco) non si sono fatti vedere sul Dreamcast.

Il risultato è stato che mentre il Dc stupiva con Shenmue, in molti abbiamo aspettato la PS2 per godere dei vari Metal Gear, FinalFantasy, Tekken, Ace Combat, Winning eleven e compagnia.

Finché la musica non cambia, e conversioni ritardate di qualche gioco non sono un cambiamento, la situazione di mercato e ludica resterà a senso unico.
salutatemi Beppe Grillo

Offline pedro

  • Reduce
  • ********
  • Post: 22.050
Dreamcast:sottovalutato o esaltato?
« Risposta #73 il: 13 Mag 2003, 23:05 »
Citazione
L. Skywalker Il DC è stata la classsica console uccisa dalle terze parti, vero motore del mercato odierno.
I colossi giapponesi Konami, Capcom, Square, Namco (solo SC è poco) non si sono fatti vedere sul Dreamcast.

Il risultato è stato che mentre il Dc stupiva con Shenmue, in molti abbiamo aspettato la PS2 per godere dei vari Metal Gear, FinalFantasy, Tekken, Ace Combat, Winning eleven e compagnia.

Finché la musica non cambia, e conversioni ritardate di qualche gioco non sono un cambiamento, la situazione di mercato e ludica resterà a senso unico.


Le terze parti non "uccidono" nessuno per partito preso, solo che Sega era già in crisi per il fallimento del SATURN, e ha fatto uscire la macchina nel momento sbagliato. In pratica: ha sbagliato soprattutto il reparto marketing.
«Allora dev'essere molto pericoloso essere un uomo.» «Lo è, signora. E solamente pochi ce la fanno. È un mestiere difficile, e al fondo c'è la tomba.»

Offline Dj Mark Noise

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.338
    • Project Xbox
    • E-mail
Dreamcast:sottovalutato o esaltato?
« Risposta #74 il: 14 Mag 2003, 00:44 »
Citazione da: "pedro"
Citazione
L. Skywalker Il DC è stata la classsica console uccisa dalle terze parti, vero motore del mercato odierno.
I colossi giapponesi Konami, Capcom, Square, Namco (solo SC è poco) non si sono fatti vedere sul Dreamcast.

Il risultato è stato che mentre il Dc stupiva con Shenmue, in molti abbiamo aspettato la PS2 per godere dei vari Metal Gear, FinalFantasy, Tekken, Ace Combat, Winning eleven e compagnia.

Finché la musica non cambia, e conversioni ritardate di qualche gioco non sono un cambiamento, la situazione di mercato e ludica resterà a senso unico.


Le terze parti non "uccidono" nessuno per partito preso, solo che Sega era già in crisi per il fallimento del SATURN, e ha fatto uscire la macchina nel momento sbagliato. In pratica: ha sbagliato soprattutto il reparto marketing.


Verissimo