Autore Topic: Regno unito: caccia ai download illegali di videogames  (Letto 5256 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Giobbi

  • Reduce
  • ********
  • Post: 44.101
  • Gnam!
    • E-mail
Re: Regno unito: caccia ai download illegali di videogames
« Risposta #30 il: 04 Ott 2008, 13:37 »
[

Mp3 gratis.

Wav o simile a pagamento (tipo 1 eu a brano) quindi nel caso mp3 piaccia.

Suona fair?
Se è in corso una petizione per imporre questa cosa all'iTunes Store, io firmo ;D E' un po' come Doom: potevi giocare un pezzo gratis, ma per il pacchetto completo pagavi. Però intanto con il pezzo gratis potevi godere parecchio.

Pensavo semplicemente di applicarla nel nostro piccolo rompiballe discografiche permettendo.

Magari tenendo la struttura aperta a chi volesse partecipare (previa selezione credo).

Offline Darrosquall

  • Reduce
  • ********
  • Post: 21.728
  • Vivo a 60 frame
    • E-mail
Re: Regno unito: caccia ai download illegali di videogames
« Risposta #31 il: 04 Ott 2008, 15:51 »


Io non riesco a capire una mentalità del genere. A cosa serve lamentarsi di avere pochi soldi? Se si hanno pochi soldi si comprano le cose essenziali, non un videogame o un cd o una cena a settimana con la compagna. Per me è semplicissimo, la PS3 costa troppo? Aspetto che cali il prezzo. Non cala? Il danno lo riceve Sony che non intasca i miei soldi, io vivo uguale.

i software sono piratabili, gli hardware. Se vuoi fare una modifica, devi comunque acquistare il mezzo in cui gira. Il concetto è semplicissimo, e forse sfugge proprio nella sua intima semplicità: quando nasciamo, non abbiamo tutti lo stesso mazzo di carte da giocare. C'è chi pesca la scala reale, e chi tiene a malapena una coppia. E' cultura, così come anche per i libri e per la musica, ed esistono le biblioteche difatti.
La discriminazione dei prezzi è la cosa più semplice e democratica del mondo, che permette a tutti di arrivare al prodotto senza via alternative. Viene messa in pratica dal produttore?Difficilmente, e sono solitamente le singole catene per eliminare le scorte e prodotti che non vendono. Ci sono storture sia nella produzione che nel consumo, ma difficilmente me la prendo col ragazzino che scarica l'mp3, mi piace pensare più in grande a quelle persone in giacca e cravatta nel settore bancario, i vari Geronzi, Tanzi, che si tingono le mani di crimini a volte più sanguinari di killer di professione.
« Ultima modifica: 04 Ott 2008, 15:53 da Darrosquall »
www.myplay.it
Un sito di appassionati, come voi, di viggì e giochi

Offline alpha83it

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.843
Re: Regno unito: caccia ai download illegali di videogames
« Risposta #32 il: 04 Ott 2008, 17:18 »
Mah, sarà pure come dici tu, ma il tuo discorso mi sembra una giustificazione. "La colpa non è mia, è della società consumistica che mi spinge a comprare e comprare". Sarà che i miei mi han sempre ripetuto la frase "Se Tizio si butta in un fosso, ti ci butti anche te?", e quindi sono fissato con la responsabilità personale, mi sembra ipocrita dire che in fondo non si è fatto niente di male, altri fanno peggio. E allora, sarebbe da dire? Sempre pensato che se si vuole migliorare qualcosa bisogna dare noi per primi l'esempio, e quindi se si commette un reato, a che serve paragonarlo con un altro reato? Il reato commesso da me resta sempre.
Spero di essere stato chiaro, ho buttato giù un discorso il più logico possibile nel minor tempo.

Offline Darrosquall

  • Reduce
  • ********
  • Post: 21.728
  • Vivo a 60 frame
    • E-mail
Re: Regno unito: caccia ai download illegali di videogames
« Risposta #33 il: 04 Ott 2008, 17:45 »
io non giudico, ripeto. Proprio oggi ho comprato due bluray, 300 e batman begins, che stavano in offerta a 9.99 euro. Prezzo per me più che accettabile, onesto per le mie tasche di studente, acquistati. E con questi fanno 13 bluray che ho a casa. Considerando il catalogo non florido, non sono certo pochi. Ho file mkv, ovvero i divx dei film in hd?Yes. Sono un ladro?Non mi ci sento, e visto che vengo giudicato magari in questo modo da società che fanno in modo di falsificare libri contabili, nel migliore dei casi, non mi pongo tanto il problema del loro giudizio.
Ribadisco, ancora non ho visto artisti che lottano per arrivare a fine mese, così come dirigenti, al massimo può fallire la società, ma vengono reimpiegati nell'industria, difficile che rimangano disoccupati. Invece conosco persone che faticano ad arrivare a fine mese, comprano quello che possono, e scaricano tutto il resto.
Io ho specificato un metodo peraltro da manuale in un mercato di concorrenza monopolistica, per non escludere fasce di popolazione dallo stesso. Perchè ci sono software house in ambito pc, che vendono a palate nonostante la pirateria, nonostante il fatto che un gioco per pc lo puoi avere free senza costi? Perchè offrono qualcosa di più del semplice disco, si differenziano, e restano sul mercato.
Che mercato ha ucciso la pirateria?Nessuno. Vengono sempre stampati cd, fatti dvd, e fatti videogiochi. I 3 mercati stanno bene?Gli ultimi due strabene, il primo non sono informato, ma sono sicuro che sia onesto.
E' reato scaricare dici, ci sta. Ma è reato anche fotocopiare libri universitari. Se i primi sono dei criminali, lo sono anche tutti gli studenti italiani. Tutti criminali, solo che io continuo a girare in una clio con 180 mila chilometri, e gli imprenditori che non pagano le tasse vengono concessi condoni,e continuano a girare in porsche.
www.myplay.it
Un sito di appassionati, come voi, di viggì e giochi