Autore Topic: Lingua e inclusività. Parliamonə  (Letto 52317 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Gaissel

  • Eroe
  • *******
  • Post: 14.607
  • Massaia con la barba - In diretta dalla Porcilaia
    • E-mail
Re: Lingua e inclusività. Parliamonə
« Risposta #810 il: 18 Set 2023, 15:19 »
👌👍👏
Il mio Yearbook 2022 - 2021 - 2020 - 2019 I miei Awards 2018
La mia All Time TOP-TEN

Offline slataper

  • Eroe
  • *******
  • Post: 13.779
Re: Lingua e inclusività. Parliamonə
« Risposta #811 il: 18 Set 2023, 16:00 »
Io segnalo invece "Amare parole", podcast della linguista Vera Gheno sui cambiamenti del linguaggio. È un podcast del Post ma si trova gratuitamente sulle principali piattaforme. Lo consiglio indipendentemente dalle posizioni di ciascuno, l'autrice è favorevole all'inclusione e non ne fa mistero, poiché i temi sono trattati con chiarezza e spirito divulgativo.
Switch SW-7241-0739-0708 / Xbox Live slataper
My Yearbook [2019] [2020] [2021] [2022] [2023]

Offline Ivan F.

  • Amministratore
  • Reduce
  • *********
  • Post: 38.813
    • The First Place
    • E-mail
Re: Lingua e inclusività. Parliamonə
« Risposta #812 il: 18 Set 2023, 16:17 »
Molto interessante.

Non c’è un modo di leggere delle trascrizioni, vero?  :(

(Sul sito del Post non sembrano esserci, ho guardato)
TFP Yearbook - [2019] | [2020] | [2021] | [2022] | [2023]

Offline Ivan F.

  • Amministratore
  • Reduce
  • *********
  • Post: 38.813
    • The First Place
    • E-mail
Re: Lingua e inclusività. Parliamonə
« Risposta #813 il: 18 Set 2023, 16:27 »
Per curiosità, ho cercato qualche opinione di Vera Gheno sullo schwa, e ho letto questa intervista:

TFP Link :: https://www.micromega.net/vera-gheno-intervista-schwa/

E questa è una sua posizione che condivido:

Citazione
e questa è una delle mie più grosse remore all’uso dello schwa – le oggettive difficoltà di lettura che l’introduzione repentina di un nuovo simbolo comporterebbe per una consistente fetta di popolazione, penso non solo agli anziani ma soprattutto ai dislessici. Paradossalmente un’operazione mirante all’inclusività rischia di essere discriminante. Per questo io, per esempio, non uso lo schwa nei miei libri divulgativi ma soltanto in precisi contesti e per questo non suggerirei di introdurre oggi lo schwa o qualunque altro simbolo “eccentrico” nei documenti ufficiali eccetera. Siamo ancora nel terreno della sperimentazione, non esistono ancora regole condivise per esempio sulle concordanze, sull’uso dell’articolo e si rischia che escano fuori dei mostri. Finché la situazione sarà così incerta e magmatica è bene che rimanga in contesti sperimentali.
TFP Yearbook - [2019] | [2020] | [2021] | [2022] | [2023]

Offline slataper

  • Eroe
  • *******
  • Post: 13.779
Re: Lingua e inclusività. Parliamonə
« Risposta #814 il: 18 Set 2023, 16:59 »
Niente trascrizioni Ivan, solo voce.
Switch SW-7241-0739-0708 / Xbox Live slataper
My Yearbook [2019] [2020] [2021] [2022] [2023]

Offline Xibal

  • Eroe
  • *******
  • Post: 15.315
Re: Lingua e inclusività. Parliamonə
« Risposta #815 il: 21 Set 2023, 10:10 »
Non segnalo la notizia, ma il titolo.

"Cento persone migranti", non "cento migranti".

TFP Link :: https://www.ilpost.it/2023/09/18/porte-empedocle-migranti-fuggiti/
Eh, ma persona è un sostantivo femminile, non vorrei che chi non si riconosce nel genere di quella parola, potesse sentirsi a disagio...
"Hai mai visto un italiano tirare i fili?"
"Solo in un teatro delle marionette" (Red Dead Redemption 2)

Offline Kairon

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 7.913
Re: Lingua e inclusività. Parliamonə
« Risposta #816 il: 21 Set 2023, 19:26 »
Per par condicio ce li hanno messi entrambi  :D