Autore Topic: Il lavoro  (Letto 1949399 volte)

0 Utenti e 2 visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline peppebi

  • Reduce
  • ********
  • Post: 28.703
  • cotto a puntino
    • E-mail
Re: Il lavoro
« Risposta #20370 il: 06 Mar 2023, 07:56 »
Effettivamente vista da fuori fa ridere.
FORGIVENESS IS TO SWALLOW WHEN YOU WANT TO SPIT

Offline Wis

  • Highlander
  • *********
  • Post: 67.216
  • Mellifluosly Cool
Re: Il lavoro
« Risposta #20371 il: 06 Mar 2023, 08:34 »
Parlo da tizio random che ha preso l'aereo poche volte nella vita: credo che l'idea che un passeggero si fa di una hostess o uno stewart sia che durante il volo siano costantemente attivi.
La tendina per lo più immagino sia percepita come "mi copro che tanto sto facendo magie tecniche atte a tenere in volo l'aereo che a voi non devono interessare", tipo mantenere acceso il motore tramite una manovella, o cose del genere.
Difficilmente viene percepita come "vado in pausa non scassare".
Professional Casual Gamer

Offline peppebi

  • Reduce
  • ********
  • Post: 28.703
  • cotto a puntino
    • E-mail
Re: Il lavoro
« Risposta #20372 il: 06 Mar 2023, 09:02 »
Verissimo. Io pure la pensavo allo stesso modo quando li vedevo spippolare coi pannelli e col touch screen. In realtà da lì si regolano luci, temperatura (e nemmeno del tutto perchè c'è un range di circa 3° su cui possiamo intervenire altrimenti va chiesto ai piloti), messaggi e altre cagatine.
Comunque almeno gli inglesi se ne fregano anche se fai gli annunci tipo "abbiamo fatto due ore di servizio, ci prendiamo una pausa di dieci minuti, non scassate gli zebedei". Un minuto dopo sono lì a chiederti l'ennesimo gin&tonic (quanto bevono!) oppure ti portano la spazzatura. Ah hanno la fissa per la spazzatura: consumano come locuste e lasciano merda ovunque ma guai se tengono sul tavolino fazzoletti, bicchieri vuoti e altro per più di 30".
FORGIVENESS IS TO SWALLOW WHEN YOU WANT TO SPIT

Offline Ivan F.

  • Amministratore
  • Reduce
  • *********
  • Post: 38.540
    • The First Place
    • E-mail
Re: Il lavoro
« Risposta #20373 il: 06 Mar 2023, 09:17 »
Quando ci scrivi un altro reportaggio molto politicamente scorretto sui passeggeri, @peppebi? :)
TFP Yearbook - [2019] | [2020] | [2021] | [2022] | [2023]

Offline peppebi

  • Reduce
  • ********
  • Post: 28.703
  • cotto a puntino
    • E-mail
Re: Il lavoro
« Risposta #20374 il: 06 Mar 2023, 09:58 »
Lo butto a grandi linee (più che altro l'anzianità non mi fa ricordare cosa ho già detto e cosa no):
Americani: friendly o viziati e arroganti. Non trovo tante vie di mezzo. Quelli friendly cagano il cazzo con mille domande o ti chiedono il decimo bicchiere di "uoue" (water) perchè è gratis. Quelli viziati ti comprano tutto per poi mollartelo nella spazzatura senza neanche aprirlo. E poi lo ricomprano. Penso di averlo già detto da qualche parte ma ho gente che letteralmente fa un sorso di coca cola, la butta e poi ti ordina l'altra dopo dieci minuti (bambini viziati inclusi).
Questa cosa è un po' comune anche agli Inglesi (consumismo made in England) però questi si distinguono perchè: sono delle locuste. Dove passano consumano e lasciano solo i resti. Sono le 5 di mattina? Non cambia nulla: "voglio un caffè, un panino col bacon, le pringles, le haribo e il kit kat! Ripassate dopo? Ah ok, perchè poi voglio un paio di bombay&tonic, due vodka con succo di pomodoro e un paio di birre perchè il volo è lungo". "Ehm, guardi che atterriamo tra un'ora e mezza...". "Così tanto? Allora aggiungi un altro paio di gin&tonic!".
Quando vanno via, oltre alle tue forze, hanno portato via tutto quello che c'era nel bar (e varie missed sales che dobbiamo aggiungere per mancanza di prodotti da vendere per soddisfare la richiesta). Molti degli scarti te li lasciano lì, sopra il sedile, nella tasca dietro il sedile, sul pavimento, ovunque. E si portano anche le caramelle da casa. Sempre. E sono incartate singolarmente quindi tutte la cartine te le spargono in un'area di un paio di metri rispetto a dove erano seduti. Avere famiglia poi toglie del tutto qualsiasi accenno di rispetto di chi lavora perchè equivale al tana libera tutti e i bambini possono, e lo fanno, spargere la qualsiasi ovunque nell'aereo, fare a pezzettini le brochure e usarle come coriandoli, colorare parti dell'aereo, tenere il volume alto sull'ipad e così via.
Chiedete a qualsiasi equipaggio che opera in Italia qual è per loro il volo più brutto e al 99% non vi diranno  Sharm el sheik, Malta o la Grecia ma Londra o Manchester o Liverpool.
E questo senza includere i chavs che ai pregi di sopra aggiungono modi da cavernicoli, battute che fanno ridere solo loro, ubriachezza molesta e così via. Su un volo con un passeggero fortemente allergico alle noccioline abbiamo trovato, dopo lo sbarco, un sacchetto intero di cioccolatini con le noccioline rovesciato sul pavimento e pestato coi piedi. Sui voli per Ibiza di pomeriggio/sera c'è fissa la polizia al gate.
Ah, quasi mi scordavo: si tolgono spesso le scarpe perchè loro quando vedono moquette si sentono a casa. Il problema è che vanno scalzi pure in bagno e ci portano i bambini. Quando scrivo scalzi vuol dire che spesso sono pure senza calzini. In un bagno usato da 150+ persone. I bambini scalzi.
Ecco io di tutta questa situazione non ne posso più. Va bene per i soldi perchè questi comprano tutto ma il resto non lo sopporto ed è uno dei motivi per i quali ho chiesto il trasferimento (speriamo arrivi presto).
Gli scozzesi sono diversi: sì capita l'ubriaco un po' molesto ma generalmente sono più rispettosi verso l'equipaggio, consumano meno, cagano meno il cazzo e sono pure più simpatici.
Francesi: c'è poco da fare, non si lavano. Sono 5 anni e più che volo quindi ho modo di monitorare quello che succede in cabina e nei bagni. Alla fine dei voli con passeggeri prevalentemente francesi la busta della spazzatura dei bagni è quasi vuota. Che significa? Che vanno in bagno e non si lavano le mani. Scena emblematica: verso la fine del volo un signore francese mi chiese di poter andare in bagno lui e la figlia. Io avevo appena cambiato la busta della spazzatura (che era semi vuota). E' andata prima la figlia, poi lui che è uscito dal bagno e tornato al posto tenendo una mano sulla testa della figlia. Sono andato a controllare la spazzatura e la busta era vuota. La mano sulla testa della figlia.
FORGIVENESS IS TO SWALLOW WHEN YOU WANT TO SPIT

Offline Ivan F.

  • Amministratore
  • Reduce
  • *********
  • Post: 38.540
    • The First Place
    • E-mail
Re: Il lavoro
« Risposta #20375 il: 06 Mar 2023, 10:07 »
Adoro questi reportaggi, sono la fine del mondo :D

Dicci degli italiani, dai!
TFP Yearbook - [2019] | [2020] | [2021] | [2022] | [2023]

Offline peppebi

  • Reduce
  • ********
  • Post: 28.703
  • cotto a puntino
    • E-mail
Re: Il lavoro
« Risposta #20376 il: 06 Mar 2023, 10:24 »
Faccio pochi voli in Italia però posso dirvi che non sono male come passeggeri, anzi. Al nord (specialmente Milano) ti capita gente un po' arrogante a volte ma in generale gli italiani sono apprezzati da tutti, tranne gli inglesi perchè a loro interessa soltanto vendere il più possibile e gli italiani non spendono a bordo.
Sono a volte un po' molesti con le domande e le richieste più assurde perchè, fondamentalmente, sono i passeggeri più ansiosi e forse anche più ignoranti (li metto insieme a Bulgari, Albanesi, Portoghesi e Spagnoli): non sanno mai nulla, come se fosse la prima volta che escono di casa: "devo andare a Londra da Gatwick, come faccio? Ma c'è il treno? E dove faccio il biglietto? E poi dove devo scendere? E com'è il tempo?".
I milanesi arroganti invece sono quelli che magari hanno tirato due soldi nella vita e pensano di essere i migliori del mondo a cui tutto è dovuto e qualsiasi cosa tu faccia è solo un fastidio per loro e ti concedono di essere lì, proprio sul tuo volo (che poi, dico io, vuoi fare il vip viziato su un volo di una low cost? Ok non è Ryanair ma non è la prima classe di Emirates!). Caso limite: un padre probabilmente fatto di coca che, alla richiesta della figlia di pagare un panino, si è alzato (era steso su tre sedili) e ha urlato "Porco Dio, mi lasciate dormire o no?".
Gli italiani ti chiedono se possono usare il bagno, ti lasciano l'aereo pulito perchè tirano su la loro monnezza, soprattutto se lasciata dai bambini e, soprattutto, si lavano le mani.
In generale gli europei sono così, consumano il giusto, non sporcano, sono più rispettosi e quando finisci di lavorare non ti senti uno straccio. Una volta mi mandarono per tre giorni a Nantes e sul volo per Bilbao vendemmo roba per la bellezza di 15€. Se sullo stesso volo ci fossero stati Inglesi avremmo tirato su almeno 1500£.
Tornando agli Italiani: sì, sono i più ansiosi di tutti. E stressati e nervosi. Se senti una madre urlare ai figli al 99% è italiana.
FORGIVENESS IS TO SWALLOW WHEN YOU WANT TO SPIT

Offline Void

  • Eroe
  • *******
  • Post: 14.547
  • Grottesco, cattivo e gratuito
Re: Il lavoro
« Risposta #20377 il: 06 Mar 2023, 11:40 »
Citazione da: Gold_E

Come è possibile che siano legate al superbonus se è praticamente finito?
I soldi sono finiti, i lavori no. Da quello che mi dicono durerà tutto quest'anno e forse anche il prossimo. Ma prendilo con le pinze, non è il mio reparto, io subirò solo la carenza di personale
Se tu dai un pesce ad un uomo, lo avrai sfamato per un giorno. Se gli proponi di imparare a pescare, ti risponderà che sei un neoliberista
My TFP Yearbook

Offline Xibal

  • Eroe
  • *******
  • Post: 15.240
Re: Il lavoro
« Risposta #20378 il: 06 Mar 2023, 14:21 »

I soldi sono finiti, i lavori no.
La sintesi perfetta del paese ;D
"Hai mai visto un italiano tirare i fili?"
"Solo in un teatro delle marionette" (Red Dead Redemption 2)

Offline Void

  • Eroe
  • *******
  • Post: 14.547
  • Grottesco, cattivo e gratuito
Re: Il lavoro
« Risposta #20379 il: 08 Mar 2023, 18:24 »
Citazione da: Gold_E

Come è possibile che siano legate al superbonus se è praticamente finito?
I soldi sono finiti, i lavori no. Da quello che mi dicono durerà tutto quest'anno e forse anche il prossimo. Ma prendilo con le pinze, non è il mio reparto, io subirò solo la carenza di personale
Ho avuto modo di parlare con un ragazzo dell'amministrazione. Il superbonus riguarda veramente molte commesse, ma quelle nuove sono effettivamente poche.
Poi ci sono commesse non legate al superbonus, minori come quantità ma molto maggiori come dimensione. Queste sono legate al rincaro dei prezzi dell'energia; anche in questo caso si sono attivate perlopiù l'anno scorso, ma i lavori dureranno ancora per molto tempo.


Ma il motivo per cui avevo scritto qua è il bonus che ci danno in caso portiamo gente in azienda.
Con mio orrore ho scoperto che vengono versati nella piattaforma di welfare aziendale. Già faccio fatica a spendere i 150€ annui, figuriamoci cifre maggiori. Bel pacco.

Ed intanto il prossimo cantiere slitta di almeno due settimane.
Se tu dai un pesce ad un uomo, lo avrai sfamato per un giorno. Se gli proponi di imparare a pescare, ti risponderà che sei un neoliberista
My TFP Yearbook

Offline Ryo_Hazuki

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.637
    • E-mail
Re: Il lavoro
« Risposta #20380 il: 14 Mar 2023, 16:14 »
Qui si fissano colloqui e la gente non si presenta.

O sparisce quando deve dare una risposta.

Offline Tetsuo

  • Eroe
  • *******
  • Post: 10.246
Re: Il lavoro
« Risposta #20381 il: 14 Mar 2023, 18:56 »
ma anche ora? in un posto di livello dove siete??
che spiegazione ti sei dato?

Offline Ryo_Hazuki

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.637
    • E-mail
Re: Il lavoro
« Risposta #20382 il: 14 Mar 2023, 19:06 »
Non lo so.
In parte può essere questione di soldi: so per certo che qualcuno ha optato per altri posti dove pagano di più, ma lo stipendio da noi non è male

In parte la gente è matta, uno ha voluto anche le foto dell'alloggio, per dire... E dopo che gli abbiamo detto di darci una risposta entro venerdì scorso, sparito.

Offline Tetsuo

  • Eroe
  • *******
  • Post: 10.246
Re: Il lavoro
« Risposta #20383 il: 14 Mar 2023, 20:54 »
non avete cancellato i bacarozzi dalle foto 😁

scherzo

intanto qui il bilancio di fine anno 2022 è che sui 2000 € totali indicati come bonus annuale spalmato sui trimestri e bonus finale (in fase di proposta di assunzione, poi ribadita con una mail di "dettaglio" una volta dentro) a me sono stati corrisposti solo meno della metà.

è uno specchietto trimestrale molto sintetico che arriva via mail.
ci sono dei valori a 0 e dei valori bassi.

ho chiesto spiegazione dettagliata del perché, aggiungendo che sono disponibile a parlarne in un incontro.
perché se mi metti ad esempio che il team ha performato sotto le aspettative e i margini sono bassi o nulli mi devi anche spiegare nel dettaglio cosa non è andato, cosa si può fare per migliorare etc.

mica te la cavi con una griglia con 3 numeri ed una mail.

sono curioso di vedere come va avanti

Offline peppebi

  • Reduce
  • ********
  • Post: 28.703
  • cotto a puntino
    • E-mail
Re: Il lavoro
« Risposta #20384 il: 14 Mar 2023, 21:03 »
Qui mettono i bonus in base alle percentuali di voli on time come se questo dipendesse dal nostro lavoro. Il 99,99% delle volte i ritardi dipendono dall'aeroporto, scioperi in Francia, tempo, robe che si rompono, ecc.
Ovviamente lo sanno e quindi abbiamo il bonus ma non lo prendiamo mai.
I dirigenti invece, per qualche motivo il bonus lo prendono ogni anno.
FORGIVENESS IS TO SWALLOW WHEN YOU WANT TO SPIT