Autore Topic: Il lavoro  (Letto 1716840 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline TremeX

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 8.201
  • / | \
Re: Il lavoro
« Risposta #19980 il: 19 Apr 2022, 19:07 »
per quei soldi ci mando subito mia moglie!

Offline Ivan F.

  • Amministratore
  • Reduce
  • *********
  • Post: 33.447
    • The First Place
    • E-mail
Re: Il lavoro
« Risposta #19981 il: 19 Apr 2022, 22:51 »
Il problema del bestiame è che non ha buoni sindacati che gli garantisca i weekend liberi.

Offline eugenio

  • Eroe
  • *******
  • Post: 10.890
Re: Il lavoro
« Risposta #19982 il: 21 Apr 2022, 08:51 »
Citazione
Tesla non è l’unica azienda ad aver adottato il cosiddetto “closed-loop system”, una politica industriale che prevede che per massimizzare la produzione e ridurre al minimo il rischio di infezione gli operai non lascino praticamente mai il luogo di lavoro. Da quando le fabbriche hanno ricevuto il permesso di far ripartire la produzione, più di 600 aziende hanno adottato questo modello. Fino allo stop delle attività imposto lo scorso 28 marzo, gli operai Tesla di Shanghai lavoravano su tre turni, la fabbrica rimaneva aperta 24 ore su 24, sette giorni su sette. Lo staff lavorava, a rotazione, quattro giorni alla settimana, con due giorni di riposo a disposizione. Ora, agli stessi lavoratori viene chiesto di lavorare, almeno fino all’1 maggio, dodici ore al giorno, sei giorni alla settimana.
TFP Link :: https://www.rivistastudio.com/tesla-shanghai/

Offline Void

  • Eroe
  • *******
  • Post: 13.724
  • Grottesco, cattivo e gratuito
Re: Il lavoro
« Risposta #19983 il: 21 Apr 2022, 19:55 »
Quella è la normalità ora nei territori in lockdown in Cina, Tesla non è l'eccezione.
Se tu dai un pesce ad un uomo, lo avrai sfamato per un giorno. Se gli proponi di imparare a pescare, ti risponderà che sei un neoliberista
My TFP Yearbook

Offline Tetsuo

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 7.966
Re: Il lavoro
« Risposta #19984 il: 09 Mag 2022, 10:17 »
sul tema patto di non concorrenza inserito nei contratti.

la settimana prossima inizio con la nuova azienda, operante nello stesso settore in cui opera la mia attuale.
(sostanzialmente body rental per progetti)

ho fatto 4 anni con questi ultimi, di cui i primi 6 mesi con contratto a tempo determinato, poi trasformato in tempo indeterminato.
in questi 4 anni ho partecipato come consulente esterno prestato ad alcune alcune grandi realtà, e inserito in progetti durati diversi mesi su alcuni clienti finali diversi(quindi il passaggio è mia azienda ti vendo a grande azienda per tot mesi che ti vende a cliente finale per prestare la tua attività su progetti per tot mesi)


mi è ritornata davanti questa parte di porzione del mio vecchio contratto.
inserisco le 2 parti del contratto(è quello a tempo determinato, le clausule vengono ereditate dai contratti successivi immagino, con la classica frase "fa fede quanto riportato dai vecchi accordi bla bla")




cosa ho capito:
-sono clausule standard di non concorrenza(?)
-mi viene riconosciuta la somma accantonata del 25% se non presto la mia attività per un cliente finale per cui ho lavorato negli ultimi 6 mesi, diversamente li rivogliono indietro.
nel mio caso c'è la più che concreta possibilità di lavorare nel cliente finale Pippo sin da subito.
Però ci ho lavorato più di 1 anno fa(fino a gennaio 2021).
In questo caso non dovrei preoccuparmi, avrò quei soldi e non dovrò renderli.


cosa non ho capito:
-devo ricordare alla mia azienda questa clausula?può essere che non se la ricordino affatto.
c'è da dire che onestamente non vorrei far sapere per ora dove vado...(qui entrano in gioco scelte personali di privacy, una delle prime domande che mi ha fatto l'attuale azienda è stata "dove andrai?  :)", la seconda é stata "quanto ti daranno? :whistle: )
-l'ultima frase del punto d) dovrei farmela mettere per iscritto? secondo me non succederà mai





« Ultima modifica: 09 Mag 2022, 10:27 da Tetsuo »

Offline Claudio

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 9.662
Re: Il lavoro
« Risposta #19985 il: 23 Mag 2022, 17:47 »
Per legge il riposo tra un turno e l'altro è 11 ore, vero?
Se l'azienda mi chiede di fare oggi 14/22 e iniziare domani alle 6.00, a chi mi posso rivolgere?

Offline Ryo_Hazuki

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.325
    • E-mail
Re: Il lavoro
« Risposta #19986 il: 23 Mag 2022, 22:02 »
È un po' borderline, ma è concesso fino a 3 volte la settimana un riposo giornaliero di 9 ore

Offline Wis

  • Highlander
  • *********
  • Post: 61.873
  • Mellifluosly Cool
Re: Il lavoro
« Risposta #19987 il: 23 Mag 2022, 22:30 »
Borderline?

Offline atchoo

  • Reduce
  • ********
  • Post: 48.454
  • Pupo
Re: Il lavoro
« Risposta #19988 il: 24 Mag 2022, 05:45 »
Bisognerebbe vedere se sono previste deroghe nel caso specifico. Per legge è come dici tu, Claudio.
Non lo fossero, direi ispettorato del lavoro o sindacati.

Offline Tetsuo

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 7.966
Re: Il lavoro
« Risposta #19989 il: 03 Giu 2022, 16:52 »
mi sembra un ottimo metodo per tenere il mouse in movimento ai fini della smart working

https://m.youtube.com/watch?v=d4VhbrxKbdE

Offline Shagrath82

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.153
Re: Il lavoro
« Risposta #19990 il: 03 Giu 2022, 18:45 »
e un mungitore prende anche 3.500* al mese, un bracciante\trattorista tranquillamente 2.500*
non posso credere che un mungitore prenda quanto un medico
Per il resto non è che psicanalizzi nulla, loro parlano e io li ascolto incantata. Un idiota è come un cadavere in autostrada dopo un incidente, passi vicino, non vuoi guardare ma la tentazione per il morboso prende il sopravvento e ci butti un occhio..
Ruko

Offline pedro

  • Reduce
  • ********
  • Post: 21.937
Re: Il lavoro
« Risposta #19991 il: 07 Giu 2022, 09:50 »
https://www.dday.it/redazione/42871/anteprima-macbook-air-con-processore-m2-piccolo-pro

Gli ultimi 4 capoversi riassumono bene quello che è il mio pensiero da anni: l'italiano pensa di essere benestante perché c'ha le Tods e camicie Brooksfield ed è quello meglio vestito di tutti quando va all'estero; in realtà siamo i poveri del primo mondo al pari dell'est Europa.
Ci salva il fatto che abbiamo le basi NATO e ospitiamo le testate atomiche, altrimenti saremmo come la Grecia o il Portogallo.
«Allora dev'essere molto pericoloso essere un uomo.» «Lo è, signora. E solamente pochi ce la fanno. È un mestiere difficile, e al fondo c'è la tomba.»

Offline peppebi

  • Reduce
  • ********
  • Post: 27.776
  • cotto a puntino
    • E-mail
Re: Il lavoro
« Risposta #19992 il: 07 Giu 2022, 10:35 »
Ni. Pure qui in UK la gente "normale" non è che se la passa tanto meglio rispetto all'Italia (la differenza è che qui è molto più facile trovare lavoro; parlo però della Lombardia del Regno Unito perchè magari in zone rurali fanno la fame quasi come al sud). Probabilmente la cameriera USA può comprare tre iphone col suo stipendio ma ha, per esempio, l'assicurazione medica? La pensione?
FORGIVENESS IS TO SWALLOW WHEN YOU WANT TO SPIT

Offline Ivan F.

  • Amministratore
  • Reduce
  • *********
  • Post: 33.447
    • The First Place
    • E-mail
Re: Il lavoro
« Risposta #19993 il: 07 Giu 2022, 10:41 »
Ma ha, per esempio, l'assicurazione medica? La pensione?

Dove devo sottoscrivere con il sangue queste parole del nostro Peppe? Dove?!

Quando facciamo paralleli (parlo in generale, non è riferito al tuo messaggio, Pedro :)), non ci dimentichiamo dei diritti che abbiamo qui.

Pensione, con tutti i limiti che vuoi, ma pensione.
Sanità, con tutti i limiti che vuoi, ma sanità.

Riguardo l'ultima, da italiano mi bacio fortemente i gomiti tutti i giorni.

Offline peppebi

  • Reduce
  • ********
  • Post: 27.776
  • cotto a puntino
    • E-mail
Re: Il lavoro
« Risposta #19994 il: 07 Giu 2022, 10:59 »
Esatto. Vi faccio un esempio: qui in UK il fondo pensione esiste da quando sono arrivato io e ogni anno la quota aumenta ma rimane una miseria rispetto a quello italiano. Il tfr pure esiste ma è l'equivalente di una settimana di lavoro l'anno e non di un mese come da noi. La tredicesima è un bonus di certi lavori (io non ce l'ho da assistente di volo e non ce l'avevo quando ero cuoco). La malattia, a meno che non hai "aiuti" dalla tua azienda, viene pagata una miseria (meno di 500£ al mese e i primi 3 giorni non ti pagano proprio). Le tasse sono molto più basse ma gli stipendi non rispecchiano questa differenza quindi ogni tanto mi chiedo chi me l'ha fatto fare. Le differenze con l'Italia sono che qui puoi fare carriera ovunque e allora il tuo stipendio base, i bonus, ecc. possono cambiare, anche di tanto mentre in Italia sei sempre lì tra la 100€ in più o in meno. E poi qui il costo della casa è assurdo. In sostanza: in Italia lavorando in ufficio prendi, esempio, 1600€ netti ma poi hai tredicesima, pensione decente (sicuramente meglio di quella UK), tfr decente, contratto molto più vincolante che qui (qui ci sarebbe un capitolo a parte) e se non vivi in centro a Milano o Roma te la cavi con 5-600€ di affitto. Qui in UK magari arrivi a 2300€ con lo stesso lavoro ma la pensione è più bassa, il tfr è molto più basso e, soprattutto, l'affitto ti costa almeno 1500€ per le stesse condizioni italiane (di solito case più piccole però).
FORGIVENESS IS TO SWALLOW WHEN YOU WANT TO SPIT