Autore Topic: [DC] Ikaruga  (Letto 2694 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline 1c0n 0f s1n

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 7.082
[DC] Ikaruga
« il: 02 Apr 2003, 04:04 »
Ikaruga è qui. Inserite il GD-Rom, una veloce occhiata alle opzioni, una ritoccatina alle vite, un’occhiata al tutorial giusto per fare il videogiocatore responsabile, e poi Start…
Una grafica fenomenale si para davanti a voi, sobria e stupefacente al tempo stesso, texture ultradefinite e rallentamenti pari a zero spaccato. Sentite effetti sonori che sembrano provenire da un conflitto mondiale in piena regola fare da contorno a una colonna sonora ultragalvanizzante.
Giocate… ed ecco che lo stupore prende il posto della bauscia colante: dopo anni passati a collezionare un power up dopo l’altro, vi accorgete che qui di potenziamenti non se ne vede neanche l’ombra.
Dopo anni di opponenti di ogni foggia e colore qui esistono nemici bianchi o neri sparanti colpi bianchi o neri.
Dopo anni di arsenali in grado di far impallidire qualsiasi potenza militare, qui avete due timide mitragliatrici ed una sola smart bomb al gusto laser da ricaricare ogni volta.
Questo è Ikaruga. Un gioco coraggioso, che prima di premere il tasto fire vi chiede di pensarci sopra, nel vero senso della parola.
La missione comincia a bordo del vostro vascello color bianco confetto metallizzato che rilascia raffiche di colpi bianchi. Subito vi accorgete che i nemici bianchi sputano colpi bianchi, che vengono assorbiti dal vostro scudo bianco andando a caricare una barra bianca utilizzata per rilascare una certa quantità di laser bianchi a ricerca. Ma ecco che arrivano dei nemici neri che rilasciano colpi neri: la ragione vi suggerisce che non sarà salutare cercare di assorbire questi proiettili in modalità confetto quindi, memori del tutorial, premete il tasto B per vedere la vostra nave ridipingersi con un più deciso color Calimero notte, mantenendo le caratteristiche del precedente colore ma in versione “dark” e pronta ad assorbire la nuova tipologia di colpi. Vi accorgete anche che il vostro armamento causa danno normale sui nemici che in quel momento hanno il vostro stesso colore ma doppio su quelli di colore diverso, favorendo la loro prematura scomparsa ma aumentando anche il rischio che la nostra nave venga eliminata da un infido proiettile di tinta opposta.
Non basterebbe questo però per fare di Ikaruga un gran gioco, ed è qui che entra in scena il chain system. Uccidete tre nemici dello stesso croma per ottenere una chain che vi garantirà dei punti bonus, fatene fuori altri tre con i medesimi requisiti ed avrete un’altra chain più il doppio dei punti bonus di prima e via così, finché per sbaglio ne colpirete due di diverso colore e allora vi toccherà ricominciare da capo. Più ne fate, maggiore sarà il punteggio totalizzato e migliore sarà la vostra valutazione alla fine del livello. Le formazioni che il gioco vi oppone esistono per un preciso motivo: non è necessario distruggere tutto ciò che si muove come ci si aspetterebbe, anzi a volte è persino deprecabile: è la scalata al top score ad imporre questo atteggiamento di gioco.
Al fine di attraversare indenni i nastri di proiettili intessuti dal gioco e nel contempo incassare il maggior numero di chain possibile dovrete analizzare ogni situazione con la ragione e non solo con il colpo d’occhio/culo, che comunque sempre aiuta. Verrebbe quasi da dire che lo shooter di Treasure sia un puzzle game mascherato da shoot 'em up: un gioco nicchia in un genere nicchia.
Parlando di offerta ludica, Ikaruga offre dei bonus raggiungibili accumulando ore di gioco, anche se crediti infiniti, due piccole art gallery, il sound test, ed una modalità di gioco semialternativa non sono molto.
In particolare, in un gioco in cui il punteggio riveste notevole importanza, si sente la mancanza di una modalità on-line per autoumiliarsi confrontando i propri risultati con quelli scaricati di altri giocatori; tuttavia Ikaruga non è certo facile e sebbene qualche extra in più sarebbe stato gradito, completarlo ad ogni livello di difficoltà non è impresa da poco. Da sottolineare fra le opzioni disponibili diverse possibilità di settaggio della visuale tra cui figura l’immancabile opzione di schermo verticale e una che rende il tutto simile ad uno spara spara a scorrimento orizzontale anche se, a causa della visuale dall’alto e non dal fianco, questa opzione risulti in tutta sincerità piuttosto fuori luogo.
Come già detto Ikaruga è un prodotto coraggioso: se siete dei cultori del power up questo gioco potrebbe non piacervi. Inoltre, vista la notevole difficoltà, non si tratta di un prodotto adatto a tutti i palati: già a livello easy sono diversi i punti in cui l'abilità del giocatore viene messa a dura prova.
In definitiva un grande evento per il giocatore navigato che desidera qualcosa di originale e vuole godersi uno shoot ‘em up fuori dai canoni (nonchè tecnicamente capace di far impallidire i vari Mars Matrix e compagnia su Dreamcast); chi invece si aspettava un classico esponente del genere per farsi ricrescere il callo sull’indice farebbe meglio a provarlo prima di acquistarlo.

GLOBALE: 9