Autore Topic: Argomento abbastanza serio...ma volevo parlarne.  (Letto 3794 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline chomog

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.196
    • http://www.digitalforum.it
Ragazzi volevo parlare con voi, di un argomento che ieri, tornando da un sabato sera abbastanza divertente, mi ha fatto riflettere abbastanza.
Sul forum dove modero, un altro mio collega, ha postato alcune foto riguardo agli incidenti stradali che si creano dopo aver alzato un pò troppo il gomito.

ATTENZIONE LEGGI PRIMA

A questo punto però, vi dico, visto che l'argomento è abbastanza forte, ma cmq rivolto a TUTTI {in America vi hanno anche fatto una pubblicità progresso insomma}, però se molti non si sentorno ne di parlarne ne di vedere le immagini, possono smettere di leggere ora questo Post.

CONTINUA A LEGGERE SE VUOI

Premetto che quando ho letto la storia di questa ragazza, ho avuto in un primo momento un attimo di terrore, di paura, forse per la persona "diversa" e di questo un pò ne sento vergogna.
Poi però continuando a vedere le foto ed a leggere la sua storia, precedente e dopo l'incidente, ho capito il grande senso di attaccamento alla vita che ha questo essere umano.
Ci sono ragazzi che a volte pensano di farla finita, risolvendo o meglio, oscurando tutti i problemi.
Ce ne sono alcuni invece, che ripartono da zero, che iniziano una nuova vita, come se fossero rinati.
Non voglio ripetere le cose che ho detto sul mio forum, visto che partirei già con una visione più completa rispetto a chi non ha visto ancora nulla.

Vi lascio il sito della storia di questa ragazza, con le foto {ripeto se siete facilmente impressionabili, evitate, perchè in un primo momento possono dare fastidio}.

Sito con le foto
http://www.darkside.com.br/beber_e_dirigir/

Sito con tutta la storia
http://www.texasdwi.org/jacqui.html

Spot
http://www.texasdwi.org/multimedia/zero_0100.mpg 3mega
http://www.texasdwi.org/multimedia/zero_0100_1m.mpg 1mega

Aspetto considerazioni se volete.
URL=http://www.digitalforum.it/forums/forumdisplay.php?f=6]Tutte le novità per Ps2 solo su Digital Forum[/URL]

Offline GuK

  • Reduce
  • ********
  • Post: 23.873
  • SWALLOW OR DIE!
    • E-mail
Argomento abbastanza serio...ma volevo parlarne.
« Risposta #1 il: 16 Mar 2003, 15:12 »
Terribile...

Offline Nofx

  • Veterano
  • ****
  • Post: 2.198
    • http://www.madmen.too.it
    • E-mail
Argomento abbastanza serio...ma volevo parlarne.
« Risposta #2 il: 16 Mar 2003, 15:22 »
Penso solo una cosa, per sopravvivere in certe condizioni è necessario un forte attaccamento alla vita, senza dubbio.
Ma ha senso sopravvivere in quelle condizioni ??? Sei vivo, ma non puoi fare assolutamente niente di quello che facevi prima e che ti faceva vivere. Quindi sei veramente vivo ???

Se la gente fosse più responsabile certe cose non accadrebbero se non per disgrazia. (per la serie, qui dove abito io nelle ultime due settimane mi sono visto tre incidenti con le macchine/motorini quasi irriconoscibili sono cose che ti fanno riflettere)
 won't exist anymore ^__^

Offline Solid_Snake

  • Recluta
  • *
  • Post: 176
    • E-mail
Argomento abbastanza serio...ma volevo parlarne.
« Risposta #3 il: 16 Mar 2003, 16:12 »
Sono senza parole....

Offline Solid_Snake

  • Recluta
  • *
  • Post: 176
    • E-mail
Argomento abbastanza serio...ma volevo parlarne.
« Risposta #4 il: 16 Mar 2003, 16:15 »
.....

Offline Stefano Raimondi

  • Recluta
  • *
  • Post: 120
    • http://www.quarantasette.it
    • E-mail
Argomento abbastanza serio...ma volevo parlarne.
« Risposta #5 il: 16 Mar 2003, 17:22 »
bene,non troppo, provo a dare la mia opinione a Nofx...

credo che la pulsione di vita nelle persone che versano in quelle condizioni sia molto molto forte o molto molto debole. In quel momento è essenziale non solo ciò che l'individuo pensa ma tutto , TUTTO quello che gli sta attorno.
Certo la reazione varia da persona a persona, ma forse un primo imput e dato dall'amore di chi ti è vicino.
Ricordo che in passato(12 anni) mi era successa una cosa analoga, molto meno violenta, un mancamento di desideri, un incertezza, la mente era un abisso senza dove,sognavo una sorte di morte mentale, sospensione, non sò definirla. bene solo con l'aiuto di davvero mi capiva ho incominciato a crede di nuovo in me e a dare tutto me stesso agli altri.
erdere, ma perdere veramente, perdere la vita  per trovare la vittoria. (Apollineare)
ciò che penso di essere io sono (D)io

Offline ZionSiva

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 5.340
    • ZionSiva's Groove
Argomento abbastanza serio...ma volevo parlarne.
« Risposta #6 il: 16 Mar 2003, 19:06 »
Davvero rispetto per una persona che riesce a continuare dopo un fatto del genere. Non saprei come reagirei io, non credo siano cose minimamente prevedibili: credo comunque che un senso alla vita lo si possa dare sempre.
~~porcelina, she waits for me there
with seashell hissing lullabyes and whispers fathomed deep inside my own~~~~  What's So Funny 'Bout Peace, Love and Understanding?  Wag the dog.

Offline outerworld

  • Veterano
  • ****
  • Post: 2.679
    • E-mail
Argomento abbastanza serio...ma volevo parlarne.
« Risposta #7 il: 16 Mar 2003, 20:29 »
Riferendomi ad un aforisma tratto da un testo di Wilde, esiste una profonda differenza tra vivere ed esistere. Per esistere non bisogna vivere. Ma per vivere bisogna esistere. In questo caso si disquisisce di vivere per esistere.
i]"So we beat on, boats against the current, borne back ceaselessly into the past."[/i]

Offline Nofx

  • Veterano
  • ****
  • Post: 2.198
    • http://www.madmen.too.it
    • E-mail
Argomento abbastanza serio...ma volevo parlarne.
« Risposta #8 il: 16 Mar 2003, 21:45 »
Io pensavo a come mi sentirei se non potessi più giocare a calcio con gli amici, se potessi solo guardare gli altri giocare con la PS2, se non potessi più suonare il basso, se dovessi essere aiutato in tutto...

In ogni caso, non è stata la ragazza a decidere di vivere, sono stati i medici che hanno deciso di farla vivere, se a voi vi dicessero:
Preferite morire o vivere in quelle condizioni ??? Come rispondereste ??? E' difficile, ma se mi togliessero le cose che mi fanno sentire vivo, allora sarebbe inutile andare avanti.
 won't exist anymore ^__^

Offline Cyber 3

  • Recluta
  • *
  • Post: 186
Argomento abbastanza serio...ma volevo parlarne.
« Risposta #9 il: 17 Mar 2003, 01:21 »
Io non ce la farei a vivere in quelle condizioni.
E' difficile suicidarsi...molto difficile;ma sicuramente c'avrei provato;e avrei pregato Dio (sempre se esiste) di riuscirci.
Non ho la patente (ho 29 anni),e dopo aver visto queste foto,mi e' passata la voglia di farla;credo che non me la faro' MAI.
Comunque davvero terribile.....mai visto niente del genere.

....

Offline Grendel

  • Reduce
  • ********
  • Post: 21.242
Argomento abbastanza serio...ma volevo parlarne.
« Risposta #10 il: 17 Mar 2003, 10:50 »
Non so bene cosa dire....
Non so neanche se avrei provato a farla finita o no.
Credo che ci voglia coraggio sia se si decide di continuare a vivere, sia se si decide di mollare tutto e tutti....
C-ya.

Offline BobbyZeta

  • Iniziato
  • Post: 52
Argomento abbastanza serio...ma volevo parlarne.
« Risposta #11 il: 17 Mar 2003, 19:04 »
Ragazzi, io dico la mia.
Quando ho letto che si trattava di un incidente ho subito pensato che
la ragazza in questione fosse rimasta paralizzata o qualcosa del genere,
invece....invece questo e' anche peggio. Mi e' rimasto il terrore degli
incidenti, da tre anni a questa parte. Ora vi dico perche'.
Allora, il 27 gennaio del 2000, la mia fidanzata si stava recando con i
genitori a Bologna, mi sembra per una fiera. Il camion che li precedeva,
(avete notato che i camion sono quasi sempre responsabili o cmq
coinvolti?) ha perso il carico e c'e' stato un incidente. Insomma, per
farla breve, i genitori non si sono fatti praticamente niente (viva
l'airbag) mentre la mia fidanzata si e' fratturata il collo. Non e' rimasta
paralizzata per miracolo, bastavano 2 millimetri in piu' e adesso sarebbe
un vegetale. Il camionista correva troppo veloce e non aveva assicurato
il carico come si doveva, ma conta poco dopo che l'incidente e' successo.
Di chi e' la colpa, perche' e' successo...sono cose che perdono importanza
con passare dei giorni, delle settimane, dei mesi....
All'inizio, e non sto per niente scherzando, avrei voluto uccidere quel
maledetto imprudente....ridurre in fin di vita una ragazza di 21 anni, la
mia ragazza....la donna che sposero' tra un anno...quale incoscenza,
quale sconsideratezza...
Dopo i primi giorni in ospedale, fatti i primissimi accertamenti, i medici
(bravissimi, nulla da dire) avevano ipotizzato la perdita del braccio
sinistro, in quanto lo schiacciamento delle vertebre era piu' serio del
previsto. Poi, dopo un'operazione al collo (mai dimentichero' il terrore
di quella mattina, la ma impotenza, il non poter far niente per il mio
amore...) e mesi di riabilitazione, e' tornato tutto come prima, o quasi.
Ancora le fa' male il braccio, che tra l'altro e' molto piu' debole dell'altro,
e questo e un dolore lancinante al collo (non troppo spesso, per fortuna)
sono i ricordi di quell'incidente.
Naturalmente di sciare o di praticare qualunque altro sport o anche solo
di dormire col cuscino non se ne parla nemmeno, ma questo e' il meno.
Insomma, e' viva per miracolo. Ma almeno fa una vita normalissima.
Non possiamo andare a sciare? E chissenefrega, non ci siamo mai andati!
Ma non e' questo il punto.
Ragazzi, state attenti al volante. Gli incidenti non sono solo statistica,
possono capitare a chiunque di noi, e tante volte non per colpa nostra.
Occhi aperti, dunque, perche' dopo che e' successo....non si puo' tornare
indietro.
BobbyZeta.

Offline Darkside

  • Eroe
  • *******
  • Post: 10.876
    • E-mail
Argomento abbastanza serio...ma volevo parlarne.
« Risposta #12 il: 17 Mar 2003, 19:16 »
Citazione
Ragazzi, state attenti al volante. Gli incidenti non sono solo statistica,
possono capitare a chiunque di noi, e tante volte non per colpa nostra.
Occhi aperti, dunque, perche' dopo che e' successo....non si puo' tornare
indietro.


Occhi aperti nn bastano.
Ci vuole culo.

Offline 1c0n 0f s1n

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.916
Argomento abbastanza serio...ma volevo parlarne.
« Risposta #13 il: 18 Mar 2003, 01:32 »
Che foto ragazzi...  :cry:

Citazione da: "Darkside"
Occhi aperti nn bastano.
Ci vuole culo.


Quoto alla grande, visto che l'altra sera un genio del volante a deciso di fare un sorpasso su una curva ceca...
Peccato che dall'altra parte arrivassi io!
Per fortuna ho i riflessi pronti e l'ABS: unico danno le mutande farcite...  :roll:

Visto che ci siamo voglio anche ringraziare i novelli Schumi della domenica (ma anche degli altri giorni) che si piazzano a tre centimetri dal nostro culo incuranti di ogni norma sulle distanze di sicurezza e che vanno a 160 con la nebbia (vedi i recenti avvenimenti autostradali di Venezia).
Ora sò che quando mia madre dice che i videogiochi fanno diventare pazzi mentiva. Alla grande.
"Mio figlio poteva morire!"

Offline toponzo

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.704
Argomento abbastanza serio...ma volevo parlarne.
« Risposta #14 il: 18 Mar 2003, 12:39 »
Gli incidenti automobilistici sono terribili, il problema è che per quanto si possa essere diligenti su strada siamo comunque vittima delle persone che non lo sono..

Io ho la patente ma non guido perchè per me è troppo stressante.. preferisco alzarmi due ore prima per andare all'università o in giro e farmi il viaggio pressato in metro come una sardina, piuttosto che subire strombazzate a destra e a sinistra al semaforo che diventa verde..

e poi non ho preoccupazioni perchè il più grosso incidente che può capitare in metro o sull'autobus è che ti pestano un piede, o una gomitata...
n topo al giorno leva il medico di torno..