bypass shell download

Autore Topic: [Politica e Governo] New Pack, Same Great Taste!  (Letto 376001 volte)

Neophoeny e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Goffraiden

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.584
  • Il principe del faceto
    • Arrested Developer
    • E-mail
Re: [Politica e Governo] New Pack, Same Great Taste!
« Risposta #13065 il: Oggi alle 14:54 »
No. E' conservatore e interventista.
"Questa è l'Italia del futuro, un paese di musichette mentre fuori c'è la morte."

Offline Yoshi

  • Moderatore
  • Eroe
  • *********
  • Post: 11.287
  • Su Steam: yoshitfp
Re: [Politica e Governo] New Pack, Same Great Taste!
« Risposta #13066 il: Oggi alle 14:54 »
No, è la cosiddetta destra sociale. Conservatrice, ma con grande controllo statale.
Non giocherò online a Civ 6

Offline eugenio

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 8.042
Re: [Politica e Governo] New Pack, Same Great Taste!
« Risposta #13067 il: Oggi alle 15:16 »
Quindi Forza Nuova è di sinistra?

No, è la cosiddetta destra sociale. Conservatrice, ma con grande controllo statale.

Il termine esiste, ed è: fascismo.

Offline nemo96

  • Veterano
  • ****
  • Post: 2.114
    • Gamonkey
Re: [Politica e Governo] New Pack, Same Great Taste!
« Risposta #13068 il: Oggi alle 15:57 »
Io veramente per la prima vola rischio di lasciare la scheda bianca... mi sembra veramente che ci siano sempre e solo le stesse persone, come fosse un voto farsa.
Alla fine porebbero continuare a reimpastarsi tra di loro come hanno fatto negli ultimi anni, e non camberebbe niente...

Offline eugenio

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 8.042
Re: [Politica e Governo] New Pack, Same Great Taste!
« Risposta #13069 il: Oggi alle 16:58 »
Che fine ha fatto il TAV?

Citazione da: https://ilmanifesto.it/alla-fine-il-governo-da-ragione-al-movimento-no-tav/
La presidenza del Consiglio dei Ministri ha recentemente pubblicato un documento dal titolo: «Adeguamento dell’asse ferroviario Torino – Lione. Verifica del modello di esercizio per la tratta nazionale lato Italia fase 1 – 2030». A pagina 58, si legge: «Non c’è dubbio,infatti, che molte previsioni fatte quasi 10 anni fa, in assoluta buona fede, anche appoggiandosi a previsioni ufficiali dell’Unione Europea, siano state smentite dai fatti, soprattutto per effetto della grave crisi economica di questi anni, che ha portato anche a nuovi obiettivi per la società, nei trasporti declinabili nel perseguimento di sicurezza, qualità, efficienza. Lo scenario attuale è, quindi, molto diverso da quello in cui sono state prese a suo tempo le decisioni e nessuna persona di buon senso ed in buona fede può stupirsi di ciò. Occorre quindi lasciare agli studiosi di storia economica la valutazione se le decisioni a suo tempo assunte potevano essere diverse. Quello che è stato fatto nel presente documento ed interessa oggi è, invece, valutare se il contesto attuale, del quale fa parte la costruzione del nuovo tunnel di base, ma anche le profonde trasformazioni attivate dal programma TEN-T e dal IV pacchetto ferroviario, richiede e giustifica la costruzione delle opere complementari: queste infatti sono le scelte che saremo chiamati a prendere a breve. Proprio per la necessità di assumere queste decisioni in modo consapevole, dobbiamo liberarci dall’obbligo di difendere i contenuti analitici delle valutazioni fatte anni fa». [...]

Quindi? Il TAV, così com'era stato pianificato, non si farà. Si farà invece il cosiddetto «Tav low cost»:

Citazione
costerà 8,6 miliardi di euro ripartiti tra Francia e Italia nella misura del 42,1% e del 57,9%, al netto del cofinanziamento UE che copre il 40% del costo complessivo. L’Italia quindi spenderà tre miliardi di euro a cui si devono sommare 1,7 miliardi necessari per il potenziamento della linea storica