Autore Topic: [NGC] Starfox Adventures  (Letto 3724 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline 1c0n 0f s1n

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.916
[NGC] Starfox Adventures
« il: 01 Mar 2004, 16:54 »
E così anche per la serie Starfox è giunto il tempo cambiare genere lanciandosi nei meandri dell’action-adventure-terza-persona e abbandonando l’ormai poco redditizio mondo degli shooter per console di cui, tempo addietro, era stato uno degli esponenti di maggior risalto.
Mentre Fox e la sua squadra di mercenari, orfana dell’asso dell’airwing Falco, si abbandonano alle profondità dello spazio nonché al fancazzismo totale, ecco comparire l’ologramma del generale Pepper avvertirli del fatto che per qualche motivo oscuro, su Dinosaur Planet qualcosa non va: spetta al team StarFox rimettere tutto a posto. Peccato che non tutto sia così semplice… o meglio, peccato che tutto lo sia; ma andiamo con ordine.
Durante i primi momenti di gioco è impossibile non rimanere basiti osservando come il motore grafico muova tutto il muovibile a 60 fps praticamente costanti, di come i personaggi abbiano espressioni facciali credibili e coerenti con le situazioni in cui si trovano: salvo saltuarie stoppate durante i caricamenti e qualche caduta di frame rate nelle situazioni più concitate, il cubetto Nintendo manda a schermo un ben di dio, tra fantastici paesaggi forniti di vari effetti meteorologici, abitanti che vivono seguendo il ciclo giorno-notte e uno straordinario effetto di resa dei manti di erba e di pelo. Tutto il comparto grafico è supportato da buoni effetti sonori accompagnati però da musiche che hanno alti e bassi. Dopo questo incoraggiante inizio però, incominceranno a sorgere diversi dubbi che vi accompagneranno poi per tutto il corso dell’avventura: tanto per capirci, gli avversari oppongono minima resistenza ai vostri attacchi se non nelle battute finali del gioco ma rimanendo comunque non più di una seccatura sul vostro cammino; gli attacchi corpo a corpo anche se ben realizzati sono pochi ed essendo tutti disponibili sin dal principio vi annoieranno presto; le pur belle locazioni non brillano certo per libertà di esplorazione e nascondono ben pochi segreti e che, ultimo ma non meno importante, dopo sole tre ore circa di gioco, la percentuale di completamento sia già arrivata più o meno al 15%. Chiaramente questo è un dato soggettivo, ma essendo SA un prodotto che, come spiegherò più avanti, non si presta molto ad ulteriori fruizioni, prendete per buono un tempo di completamento di una ventina di ore circa e traetene le vostre conclusioni.

Unendo tutti questi elementi al fatto che SA non arriva mai ad offrire una vera sfida visto che la difficoltà sembra stata essere fissata dai programmatori di default su "very very easy" (chi scrive ha completato il gioco morendo una sola volta per sua propria volontà, escludendo lo scontro finale) e che Slippy Toad per non tradire la sua natura malefica di batrace dalla bocca larga poco ci manca che vi dica per filo e per segno cosa fare in ogni passaggio del gioco, se ne ricava un quadro che farà certamente storcere il naso a tutti quei giocatori che da un videogames vorrebbero un minimo di sfida oltre ad un notevole appeal grafico: figuratevi che non viene data nemmeno la soddisfazione di affrontare quello che per tutto il gioco vi viene presentato come il cattivone di turno!
Dispiace dire queste cose anche perchè le idee certo non mancavano: i boss che incontrerete sono ben fatti, le sezioni alla guida dell'airwing e quelle sulla slitta a razzi sono ben realizzate pur essendo le prime troppo brevi e le seconde troppo poche così come le divertenti parentesi in stile House of The Dead. Inoltre i personaggi sono ben caratterizzati e lo steso Fox non mancherà di sottolineare più volte “quanto poco venga pagato per fare tutto questo”.

Ma probabilmente il momento peggiore arriverà quando finirete l’avventura e vi accorgerete che non vi sono altri motivi per dare in pasto disco di SA alla macchina Nintendo, anzi: l’unica azione che potrete intraprendere sarà di ripetere l’avventura per filo e per segno come avete appena fatto, visto che i segreti che avrete scoperto giocandoci la prima volta non sono assolutamente degni di essere chiamati tali (sfido chiunque a chiamare cheat i sottotitoli in lingua dei dinosauri…) e che il salvataggio finale non vi permette più di ritornare sui vostri passi, sempre che si abbia la volontà di farlo, per provare a battere i record nelle sezioni con l’airwing o di uno dei sottogiochi presenti.

Starfox Adventures è la dimostrazione di come un prodotto potenzialmente ottimo possa venire sminuito da scelte decisamente criticabili; sarebbe bastato un impianto di gioco un poco più profondo e magari la possibilità di rigiocarlo ad un livello di difficoltà più elevato o con un personaggio alternativo (qualcuno ha detto Falco?) per aumentarne il valore. Discretamente godibile ma anche estremamente lineare e decisamente semplice, SA è un prodotto dedicato esclusivamente a chi si avvicina per la prima volta ad un titolo del genere o per chi pensa che Zelda Windwaker sia un gioco lungo e difficile.

Giudizio: 6 su 10
"Mio figlio poteva morire!"

Offline Giobbi

  • Reduce
  • ********
  • Post: 39.042
  • Gnam!
    • E-mail
Re: [NGC] Starfox Adventures
« Risposta #1 il: 27 Dic 2012, 02:24 »