Autore Topic: P2P, File Sharing e dintorni (ex "fate ciao...")  (Letto 94086 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Yota

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.881
P2P, File Sharing e dintorni (ex "fate ciao...")
« Risposta #15 il: 09 Feb 2004, 20:32 »
Citazione da: "Logout"
[IxT]2004_02_09 - 025.
Flash: il sequestro di Enkeywebsite

Questa newsletter vi arriva grazie alla gentile donazione di "franco.bor***".
[..]
E' reato farlo, ma quando un reato diventa una consuetudine, alla fine la legge non può far altro che adattarsi. Quindi adattatevi voi, o perirete.

Condivido alcuni punti di questa mail, ma IMHO questa è una ca**ata mostruosa.
Color me impressed.

Offline Logout

  • Navigato
  • **
  • Post: 933
P2P, File Sharing e dintorni (ex "fate ciao...")
« Risposta #16 il: 09 Feb 2004, 21:33 »
Giusto per precisare, ho solo riportato la mail di Attivissimo perchè ha ricostruito la vicenda. Le sue opinioni personali non coincidono con le mie.  :D

Offline El Mariachi

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.179
    • E-mail
P2P, File Sharing e dintorni (ex "fate ciao...")
« Risposta #17 il: 09 Mar 2004, 18:33 »
Seguendo le direttive del Duffmod riposto qui:

http://punto-informatico.it/p.asp?i=47216
http://punto-informatico.it/p.asp?i=47303
http://punto-informatico.it/p.asp?i=47276

Diventerebbe illegale avere un qualsiasi p2p installato nel proprio pc, i gestori potrebbero annullare i contratti a chi usa lo usa...
Presentato il 5 marzo, il decreto legge è stato per il momento congelato
Chi vive sperando... muore cagando." Sergente Lo Russo, isoletta dell'Egeo che non conta un ca##o, 1941

Offline marco_zell

  • Eroe
  • *******
  • Post: 16.551
  • medaglia! medaglia! medaglia!
    • E-mail
P2P, File Sharing e dintorni (ex "fate ciao...")
« Risposta #18 il: 09 Mar 2004, 19:51 »
E secondo voi questo decreto va in porto?

I provider andranno casa per casa a vedere cos'hanno installato gli utenti del servizio nel proprio pc? E la legge della privacy?

I gestori perderanno il 90% degli utenti?
xbox live: marco zell * psn: marco_zell * steam: shinzell

Offline fulgenzio

  • Reduce
  • ********
  • Post: 22.602
    • Players
P2P, File Sharing e dintorni (ex "fate ciao...")
« Risposta #19 il: 10 Mar 2004, 14:51 »
AGGIORNAMENTO

Proprietà intellettuale, la UE approva
 Il testo approvato ieri è considerato pericoloso dai sostenitori delle libertà digitali. Bocciati gli emendamenti più importanti ma non passa la sanzione penale e viene schivato l'attacco diretto contro il P2P. Ecco chi ha votato e come
 

10/03/04 - News - Roma - È andata male ai sostenitori delle libertà digitali che per mesi si sono mobilitati contro la Direttiva sulla Proprietà Intellettuale approvata ieri dal Parlamento europeo.
 
 
Come temuto da molti, e nonostante un'operazione di pressione che nelle ultime settimane aveva coinvolto un numero sempre maggiore di parlamentari europei, il testo approvato rimane molto vicino alle richieste delle major del software, della musica e del cinema. Istanze che, secondo chi critica il testo, riducono invece le libertà dei cittadini europei. Durante le votazioni una manifestazione del CODE si è tenuta dinanzi al Parlamento.

La Direttiva, la cui interpretazione risulta al momento tutt'altro che agevole, secondo una nota diffusa dall'Ufficio stampa parlamentare ha comunque tolto di mezzo una delle principali preoccupazioni degli attivisti, vale a dire la punibilità di "atti commessi in buona fede dai consumatori".  Si fa esplicitamente l'esempio dello scaricamento di musica da internet a fini personali, che non sarà perseguibile  . Questo perché il testo è stato rivisto per colpire, in particolare, lo sfruttamento commerciale della contraffazione e della pirateria "su scala commerciale". Una definizione in realtà ambigua che probabilmente troverà una sua soluzione nella ratifica da parte dei singoli stati.

Inoltre, sebbene la Direttiva abbia rimosso le sanzioni penali per gli abusi mantenendo soltanto provvedimenti di tipo amministrativo, i singoli stati membri potranno comunque introdurre forme di restrizione alla libertà personale nei casi di violazione.

Secondo il concetto di Diritto all'informazione approvato dal Parlamento, i provider dovranno fornire i dati degli utenti ai detentori dei diritti laddove questi ultimi intendano perseguire attività illegali condotte, appunto, "su scala commerciale". Questo significa, come ben spiegato da Robin Gross di IP Justice, che l'Europa adotterà un meccanismo che già ha dimostrato i suoi limiti e che solleva problemi negli Stati Uniti. La grossa differenza rispetto alle normative americane sul copyright, sta nel fatto che la direttiva europea, come noto, copre tutte le forme della proprietà intellettuale, rendendo assai più ampio il campo d'azione.

"Con questa direttiva - ha attaccato Gross, uno dei principali oppositori alla legge - i dati personali dei cittadini europei devono essere forzatamente rivelati ad aziende come Vivendi Universal che potranno ora colpire ed estorcere denaro anche ai consumatori europei".

Il riferimento a Vivendi Universal di Gross non è casuale. Si è sentito più volte ieri a Strasburgo, perché la relatrice del provvedimento, Janelly Fourtou, è anche la moglie del CEO e chairman di Vivendi, Jean-René Fourtou. Ma non sono bastate le accuse di conflitto di interessi a smontare le tesi della Fourtou, convinta assertrice della mano più pesante possibile contro la contraffazione e la pirateria in qualsiasi forma. Tesi condivise da gran parte del Parlamento comunitario.

Per vedere chi ha votato come è necessario ravanare in questa pagina e aprire il documento.doc "Roll-Call votes of 2004-03-09".

Nei prossimi due anni, dunque, i paesi membri dell'Unione dovranno adeguarsi al testo comunitario: ciò significherà ratificare la Direttiva con legislazioni nazionali.

Offline chirux

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.116
P2P, File Sharing e dintorni (ex "fate ciao...")
« Risposta #20 il: 10 Mar 2004, 15:07 »
Citazione da: "tratto dal testo di fulgenzio"
Si fa esplicitamente l'esempio dello scaricamento di musica da internet a fini personali, che non sarà perseguibile

Questo è quello che interessa la maggior parte di noi, perciò dovremmo essere salvi.

Offline fulgenzio

  • Reduce
  • ********
  • Post: 22.602
    • Players
P2P, File Sharing e dintorni (ex "fate ciao...")
« Risposta #21 il: 10 Mar 2004, 15:16 »
Citazione da: "chirux"
Citazione da: "tratto dal testo di fulgenzio"
Si fa esplicitamente l'esempio dello scaricamento di musica da internet a fini personali, che non sarà perseguibile

Questo è quello che interessa la maggior parte di noi, perciò dovremmo essere salvi.


io resto pessimista.nel ratificare la legge, in italia, il compito spetterà SICURAMENTE ad un ignorante pieno di pregiudizi e sicuramente ammanicato con le lobby italiote/europee7mondiali della musica and co. l'unica speranza è che l'altra lobby ,quella di telecom,trochetti provera e compagnia brutta ,premano in senso opposto.
del resto a chi importa di andare veloce su internet se non per scaricare,downloadare et similia?

Offline chirux

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.116
P2P, File Sharing e dintorni (ex "fate ciao...")
« Risposta #22 il: 10 Mar 2004, 16:40 »
Citazione da: "fulgenzio"
Citazione da: "chirux"
Citazione da: "tratto dal testo di fulgenzio"
Si fa esplicitamente l'esempio dello scaricamento di musica da internet a fini personali, che non sarà perseguibile

Questo è quello che interessa la maggior parte di noi, perciò dovremmo essere salvi.


io resto pessimista.nel ratificare la legge, in italia, il compito spetterà SICURAMENTE ad un ignorante pieno di pregiudizi e sicuramente ammanicato con le lobby italiote/europee7mondiali della musica and co. l'unica speranza è che l'altra lobby ,quella di telecom,trochetti provera e compagnia brutta ,premano in senso opposto.
del resto a chi importa di andare veloce su internet se non per scaricare,downloadare et similia?

Questo è il punto. L'adsl è mantenuto in vita quasi esclusivamente dal p2p;che senso ha pagare 40 euro se effettivamente non posso sfruttare la capacità di download dell'adsl? Per giocare? Mi sembrano tanti. Per visitare un sito o una chat basta un 56k. Sicuramente i provider adsl faranno pressioni.

Offline cyberjack

  • Avviato
  • *
  • Post: 466
P2P, File Sharing e dintorni (ex "fate ciao...")
« Risposta #23 il: 10 Mar 2004, 17:00 »
Citazione da: "chirux"
Sicuramente i provider adsl faranno pressioni.


Mah... io vedo la questione da un'altro punto di vista.

Il P2P ha degli utilizzi legali, ad esempio, io posso condividere le canzoni della mia band per promuovere il gruppo, o posso scaricarmi la puntata di Quark che non sono riuscito a vedere la sera prima, o magari, dopo aver visto un film alla televisione posso scaricarlo per tenerlo sul PC dato che la sera non avevo videocassette "vuote" da poter utilizzare". Chi può impedirmi di utilizzarlo a tali fini? Nessuno.

Certo, io potrei usarlo anche per scopi illegali (senza finalità di lucro) ad esempio scaricandomi un CD o un film in prima visione, ma chi ha il diritto per effettuare una "perquisizione" (seppure virtuale) sul mio computer se non ha prove certe del mio comportamento?
Chi può permettersi di andare da un giudice a dire: "Mi serve un mandato per il PC di cyberjack", "perchè?" "Così, giusto per controllare che faccia il bravo..."

Ma via, ma siamo matti? E la privacy, la riservatezza, dove vanno a finire? è tutto sacrificato in nome del lucro esagerato di alcune major?? E se scopro che qualcuno ha frugato nel mio PC senza dirmelo, ho diritto a mandarlo a cagare e chiedere un risarcimento miliardario o no?

Non diciamo vaneggiamenti!!! Il mio domicilio (e tutto quello che vi si trova dentro) sono mia proprietà INVIOLABILE! A meno che non si abbia la certezza che sto commettendo un crimine, nessuno deve avere la possibilità di frugare nella mia vita!!!

A questo punto, se la legge dovesse passare, immagino per lo stesso peso che a nessun avvocato potrebbe essere permesso di dire "segreto professionale" quando gli chiedono che fine hanno fatto 1.000 miliardi.... come invece qualcuno ha bellamente risposto.....  :roll:
oderatore e recensore di v-zone.it
Le recensioni più recenti di cyberjack: CRIMSON SEA [URL=http://www.v-zone.it/forum/index.php?showtopic=2460&st=0&#entry33330

Offline pedro

  • Reduce
  • ********
  • Post: 21.202
P2P, File Sharing e dintorni (ex "fate ciao...")
« Risposta #24 il: 10 Mar 2004, 18:06 »
@ Cyberjack

Quello che dici è tutto vero e condivisibile, ma occhio che la GdF, i Carabinieri o chi per essi non ha bisogno di venire in casa tua per sapere cosa scarichi.
Non so quale client P2P sia più "sicuro" di altri in questo senso (magari qualche "tecnico" del forum può fornire delucidazioni a riguardo), ma un po' di tempo fà in Italia hanno arrestato diversi Power Sharers, gente che con Kazaa aveva in condivisione oltre 1000 file Mp3.
Ora, naturalmente non credo che andranno casa per casa a controllare tutti i PC (impossibile, e poi punirebbero TUTTI), ma stai tranquillo che se ne hanno voglia sanno chi scarica\condivide cosa.
Con buona pace della privacy.  :?
«Allora dev'essere molto pericoloso essere un uomo.» «Lo è, signora. E solamente pochi ce la fanno. È un mestiere difficile, e al fondo c'è la tomba.»

Offline cyberjack

  • Avviato
  • *
  • Post: 466
P2P, File Sharing e dintorni (ex "fate ciao...")
« Risposta #25 il: 10 Mar 2004, 18:13 »
Citazione da: "pedro"
@ Cyberjack

Quello che dici è tutto vero e condivisibile, ma occhio che la GdF, i Carabinieri o chi per essi non ha bisogno di venire in casa tua per sapere cosa scarichi.
Non so quale client P2P sia più "sicuro" di altri in questo senso (magari qualche "tecnico" del forum può fornire delucidazioni a riguardo), ma un po' di tempo fà in Italia hanno arrestato diversi Power Sharers, gente che con Kazaa aveva in condivisione oltre 1000 file Mp3.
Ora, naturalmente non credo che andranno casa per casa a controllare tutti i PC (impossibile, e poi punirebbero TUTTI), ma stai tranquillo che se ne hanno voglia sanno chi scarica\condivide cosa.
Con buona pace della privacy.  :?

Difatti io mi riferivo a perquisizioni "virtuali"... non credo che Carabinieri e GdF possano semplicemente dire: "abbiamo controllato il PC di tizio e Caio" perchè Tizio e Caio potrebbero fare uno di quei casini per la privacy che matà basta... ma sono ignorante in materia, vado solo a senso di logica...

Così come i Carabinieri e la GdF non possono semplicemente fermarti per strada e dirti di svuotare le tasche davanti a loro se non hai fatto nulla che li potesse insospettire, allo stesso modo non ti possono venire a bussare a casa itimandoti di farli entrare se non sospettano nulla, allo stesso modo non possono entrare (sopratutto se tu non vieni preventivamente avvisato come capita solitamente per i controlli e gli accertamenti, ad esempio, fiscali) nel to PC e fare quello che gli pare.

Cazzarola, non possono andare ad arrestare i latitanti sapendo esattamente dove sono e possono sbirciare nel mio PC senza dire nulla a nessuno?!?!?!?!?
oderatore e recensore di v-zone.it
Le recensioni più recenti di cyberjack: CRIMSON SEA [URL=http://www.v-zone.it/forum/index.php?showtopic=2460&st=0&#entry33330

Offline chirux

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.116
P2P, File Sharing e dintorni (ex "fate ciao...")
« Risposta #26 il: 10 Mar 2004, 19:17 »
Citazione da: "cyberjack"
Citazione da: "chirux"
Sicuramente i provider adsl faranno pressioni.


Mah... io vedo la questione da un'altro punto di vista.

Il P2P ha degli utilizzi legali, ad esempio, io posso condividere le canzoni della mia band per promuovere il gruppo, o posso scaricarmi la puntata di Quark che non sono riuscito a vedere la sera prima, o magari, dopo aver visto un film alla televisione posso scaricarlo per tenerlo sul PC dato che la sera non avevo videocassette "vuote" da poter utilizzare". Chi può impedirmi di utilizzarlo a tali fini? Nessuno.

Non conosco nessuno che faccio questo uso del p2p, giuro. Questo dovrebbe farti pensare che tutto quello che succede in questi periodi è proprio dovuto al massiccio uso illegale.

Per ciò che comporta la privacy sono in parte d'accordo con te perchè:
- non conosco la legge
- tieni presente che è possibile essere "spiati" in qualsiasi modo e momento e coloro che condivido/scaricano materiale illegale potrebbero essere un bersaglio per le istituzioni.
- rimane il fatto che la privacy deve essere tutelata.

Offline marco_zell

  • Eroe
  • *******
  • Post: 16.551
  • medaglia! medaglia! medaglia!
    • E-mail
P2P, File Sharing e dintorni (ex "fate ciao...")
« Risposta #27 il: 10 Mar 2004, 22:58 »
Citazione da: "chirux"
Citazione da: "cyberjack"
Citazione da: "chirux"
Sicuramente i provider adsl faranno pressioni.


Mah... io vedo la questione da un'altro punto di vista.

Il P2P ha degli utilizzi legali, ad esempio, io posso condividere le canzoni della mia band per promuovere il gruppo, o posso scaricarmi la puntata di Quark che non sono riuscito a vedere la sera prima, o magari, dopo aver visto un film alla televisione posso scaricarlo per tenerlo sul PC dato che la sera non avevo videocassette "vuote" da poter utilizzare". Chi può impedirmi di utilizzarlo a tali fini? Nessuno.

Non conosco nessuno che faccio questo uso del p2p, giuro. Questo dovrebbe farti pensare che tutto quello che succede in questi periodi è proprio dovuto al massiccio uso illegale.

Per ciò che comporta la privacy sono in parte d'accordo con te perchè:
- non conosco la legge
- tieni presente che è possibile essere "spiati" in qualsiasi modo e momento e coloro che condivido/scaricano materiale illegale potrebbero essere un bersaglio per le istituzioni.
- rimane il fatto che la privacy deve essere tutelata.

Ma la privacy deve essere tutelata anche quando commetti fatti illegali?
Se vado a rubare in banca e la telecamera esterna mi riprende, posso far leva sul diritto della privacy?
xbox live: marco zell * psn: marco_zell * steam: shinzell

Offline cyberjack

  • Avviato
  • *
  • Post: 466
P2P, File Sharing e dintorni (ex "fate ciao...")
« Risposta #28 il: 11 Mar 2004, 10:20 »
Citazione da: "Shin_Zell"

Ma la privacy deve essere tutelata anche quando commetti fatti illegali?
Se vado a rubare in banca e la telecamera esterna mi riprende, posso far leva sul diritto della privacy?


All'interno della tua abitazione la privacy dovrebbe rimanere comunque inviolabile, a meno di essere a conoscenza (non "supporre" quindi, ma avere prove che attestino) di fatti criminosi, a quel punto si può chiedere un mandato di perquisizione.

Ma come fanno ad avere prove che in casa mia sto commettendo un reato se non invadendo la mia privacy? Credo sia un gatto che si morde la coda...
oderatore e recensore di v-zone.it
Le recensioni più recenti di cyberjack: CRIMSON SEA [URL=http://www.v-zone.it/forum/index.php?showtopic=2460&st=0&#entry33330

Offline mimir

  • Veterano
  • ****
  • Post: 2.692
P2P, File Sharing e dintorni (ex "fate ciao...")
« Risposta #29 il: 11 Mar 2004, 11:41 »
Citazione da: "cyberjack"
All'interno della tua abitazione la privacy dovrebbe rimanere comunque inviolabile, a meno di essere a conoscenza (non "supporre" quindi, ma avere prove che attestino) di fatti criminosi, a quel punto si può chiedere un mandato di perquisizione.

Ma come fanno ad avere prove che in casa mia sto commettendo un reato se non invadendo la mia privacy? Credo sia un gatto che si morde la coda...


Allo stesso modo in cui si scoprono i pedofili, osservi il traffico e tracci gli IP con il permesso di un giudice.

Il P2P può essere una risorsa, ma come al solito chi ruba condiziona la gente onesta (vedi tassa sui CD e prezzo-localizzazioni dei videogiochi)
Non perdetelo il tempo ragazzi, non è poi tanto quanto si crede;
è così fragile la giovinezza, non consumatela nella tristezza.