Autore Topic: Che libro state leggendo?  (Letto 363220 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline rosario oliveri

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 9.090
Re: Che libro state leggendo?
« Risposta #5670 il: 17 Giu 2019, 19:08 »
Sembrerebbe una figata.
Codice amico Switch SW-7241-0739-0708
My Yearbook 2019

Offline Red Alex

  • Navigato
  • **
  • Post: 759
  • अनिच्चा
    • Flickr
Re: Che libro state leggendo?
« Risposta #5671 il: 21 Giu 2019, 15:14 »
Sono mesi che mi riprometto di partecipare a questa discussione, ma la pigrizia.......
cercherò di recuperare.

Noi contro loro. Come funziona il fascismo  - Jason Stanley (2019)
Interessante saggio sulle strategie di linguaggio del "buon" politico fascista e sul come sfruttare le crisi per modellare la realtà rendendo le proprie menzogne autoavveranti.
L'analisi della situazione attuale paragonata alla storia recente parte dagli attuali Trump, Orban ed Erdogan passando per Nixon fino ad arrivare ai soliti Adolf e Benito.
Ha il pregio di spiegare "scientificamente" ciò che (almeno nel mio caso) generalmente si intuisce soltanto e di far capire quanto in effetti siamo nella merda.
Bello e scorrevole

Badshah Khan. Il Gandhi musulmano - Eknath Easwaran (1984)
La commovente storia del leader pashtun Abdul Ghaffar - grande alleato musulmano di Gandhi - e di come riuscì a convertire parte del suo bellicoso popolo, costituendo un vero e proprio esercito nonviolento.
Un piccolo libro su un grande uomo che mi è rimasto nel cuore e che sicuramente meriterebbe di essere ricordato anche al di fuori della sua regione natale (dove per oscurare la sua memoria ancora si uccide).
Molto consigliato
« Ultima modifica: 28 Giu 2019, 15:52 da Red Alex »

Offline Gaissel

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 7.363
    • E-mail
Re: Che libro state leggendo?
« Risposta #5672 il: 21 Giu 2019, 15:59 »
Ottime segnalazioni. Grazie.

Offline Red Alex

  • Navigato
  • **
  • Post: 759
  • अनिच्चा
    • Flickr
Re: Che libro state leggendo?
« Risposta #5673 il: 21 Giu 2019, 16:22 »
dovere! :)

L'imperatrice Cixi - Jung Chang (2014)
La sorprendente storia della concubina che, partendo dal nulla, diventò imperatrice di fatto della Cina per quasi 50 anni, a cavallo tra il XIX e il XX secolo.
Una piccola donna analfabeta che tra mille difficoltà, rivolte e aggressioni straniere, scontrandosi con una società maschilista e arretrata, riuscì in qualche modo ad avviare il paese in una difficile transizione verso la modernità.
Ho molto apprezzato. Sebbene sia un libro piuttosto lungo, la lettura è sempre piacevole e lo stile particolarmente gradevole, tanto che ho già in coda altri due libri della stessa autrice: "Cigni Selvatici" e una biografia di Mao.
« Ultima modifica: 28 Giu 2019, 15:50 da Red Alex »

Offline Ivan F.

  • Amministratore
  • Reduce
  • *********
  • Post: 23.239
    • The First Place
    • E-mail
Re: Che libro state leggendo?
« Risposta #5674 il: 26 Giu 2019, 15:33 »
Questo non è un libro che sto leggendo - ne ho iniziati fin troppi, almeno dovrei concluderne uno! -, ma è un libro che vorrei leggere: La voce del testo, di Franca Cavagnoli.

Solo per segnalare che, dopo il post di @eugenio, ho comprato il libro e lo sto leggendo.

Sono poco oltre un terzo e confermo che è molto interessante.
Riassume in modo semplice e scorrevole i principi della traduzione.
Ma soprattutto, è pieno di brevi brani in inglese seguiti dalla traduzione proposta, in cui vengono spiegate le varie scelte.

Quando si mette a replicare i "suoni" di Joyce, prediligendo ripetizioni di singole lettere, ho pensato "Gesù, io qui faccio un altro lavoro"  :)

Poi, tuttavia, analizza anche testi più moderni, o di intrattenimento, e lì mi ritrovo quasi assolutamente con i suoi principi e le sue scelte. Quello su cui lavoriamo noi è ancora diverso, in realtà, e penso sia quasi fuori dal suo campo, ma il modo di ragionare è quello.

Offline Red Alex

  • Navigato
  • **
  • Post: 759
  • अनिच्चा
    • Flickr
Re: Che libro state leggendo?
« Risposta #5675 il: 28 Giu 2019, 15:39 »
Il pittore dei Khmer rossi - Vann Nath (2018)
Il regime dei Khmer rossi dal punto di vista di un umile uomo di città che non aveva modo di capire cosa e perchè stesse accadendo, come tutti trasferito forzatamente nelle campagne per lavorare nei campi e poi finito senza motivo - come poteva capitare a chiunque avesse ricevuto una qualche istruzione - nella nota prigione S-21.
Fu tra le sole 7 persone ad uscirne vive grazie alle sue doti di pittore che vennero impiegate per produrre immagini e ritratti propagandistici.
Un libretto molto semplice e breve che racconta, una volta in più, come in un attimo tutto il proprio mondo possa crollare, come la follia possa prendere il sopravvento e diventare in un attimo, banalmente, la nuova normalità.

Dal big bang ai buchi neri. Breve storia del tempo - Stephen Hawking (1988)
Mentre ero in vacanza l'ho trovato sul mio ebook reader senza sapere da dove provenisse... mi aspettavo un testo leggero e divulgativo per rilassarmi durante un lungo trasferimento in treno e invece l'ho trovato abbastanza impegnativo e a tratti noioso.
Sono comunque contento perchè sono riuscito a capire molto meglio le basi della teoria della relatività, grazie a spiegazioni molto chiare ed esempi illuminanti.
Purtroppo le successive teorie a base di quanti e stringhe erano e restano troppo astratte e specialistiche per i miei gusti.

Offline Red Alex

  • Navigato
  • **
  • Post: 759
  • अनिच्चा
    • Flickr
Re: Che libro state leggendo?
« Risposta #5676 il: 08 Lug 2019, 14:16 »
Anno fa avevo letto e apprezzato "Il grande gioco", di cui però non avevo un ricordo clamoroso. Ora dopo aver recuperato questi due libri dello stesso autore probabilmente dovrò dargli una ripassata...

Alla conquista di Lhasa - Peter Hopkirk (1982)
Le storie degli stranieri che, a cavallo tra l'800 e il '900, fecero a gara per raggiungere e "profanare" il Tibet, Lhasa e le vette dei più alti "8000". Osteggiati dai tibetani, braccati dai banditi, arruolati dai servizi segreti e portati al limite dalle condizioni climatiche.
Sono tanti i personaggi coinvolti, alcuni erano dei semplici sognatori, altri dei patrioti, dei missionari, dei pazzi, degli eroi. Le avventure di alcuni sono quasi leggendarie e superano anche i migliori racconti di avventura, come quelle di alcuni pandit indiani arruolati dagli inglesi per agire sotto copertura come cartografi in missioni in solitaria lunghe mesi o addirittura anni, in territori completamente sconosciuti.
In questo libro ci sono tanti sogni - spesso infranti - molta sofferenza, morte e un po' di gloria disponibile per i pochi vincitori. Sempre che fossero occidentali, si intende.
Alcuni capitoli sono sicuramente meno interessanti, ma i picchi sono notevolissimi.
Al punto che mi sono subito buttato su:

Diavoli stranieri sulla Via della seta - Peter Hopkirk (1980)
Libro che ricalca lo stile del precedente, ma verte sulla regione poco più a nord, in particolare il tratto dell'antica via della seta che attraversava l'attuale regione dello Xinjiang e il relativo deserto del Taklamakan. Molte delle antiche e ricche città che qui sorgevano furono saccheggiate, rase al suolo o inghiottite dal deserto e dimenticate per secoli... fino agli inizi del '900, quando archeologi e avventurieri - principalmente occidentali - diedero il via ad una corsa alle città perdute, conclusasi con uno scempio di un ricchissimo patrimonio culturale fino ad allora perfettamente custodito dall'aridità del deserto. Scempio che ancora oggi i cinesi non ci hanno perdonato.
Anche in questo libri l'avventura la fa da padrona e sebbene non raggiunga i picchi del testo precedente non perde mai colpi e nel complesso non saprei dire quale dei due mi sia piaciuto di più.

Offline fiordocanadese

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.518
  • Alternativo Agli Alternativi
    • E-mail
Re: Che libro state leggendo?
« Risposta #5677 il: 15 Lug 2019, 09:17 »
Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve - Jonas Jonasson (2011)
Libro leggero e facile ma anche troppo leggero e facile. Scorre bene, la storia è carina e dal buon ritmo ma alla fine ti rimane poco. Poi c'è quella cosa dell'umorismo di cui è intriso il libro. Questo libro non fa ridere quasi mai. E il sospetto è che non faccia ridere a me che non sono svedese come invece è l'autore. Sappiamo tutti che i popoli nordici sono più inclini ad un umorismo più di grana grossa, quindi magari se fossi svedese non sarebbe male, anzi sarei morto dal ridere ad ogni pagina. Invece lungo tutto la lettura succederà 2, 3 volte.
Non saprei neanche se consigliarlo, in verità. Sicuramente è bel periodo per leggerlo.

Insulti il politico e poi lo rivoti.