Autore Topic: [Musica] La canzone che sto ascoltando  (Letto 836848 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Online Goffraiden

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.666
  • Il principe del faceto
    • Arrested Developer
    • E-mail
Re: La canzone che sto ascoltando
« Risposta #16320 il: 26 Feb 2018, 17:33 »
Offlaga Disco Pax - Tatranky

In pieno clima elettorale.
"Questa è l'Italia del futuro, un paese di musichette mentre fuori c'è la morte."

Offline Ifride

  • Eroe
  • *******
  • Post: 10.259
    • Il mio sito di foto su Flickr
    • E-mail
Re: La canzone che sto ascoltando
« Risposta #16321 il: 27 Feb 2018, 17:06 »
https://sentireascoltare.com/news/sufjan-stevens-mystery-of-love-oscar/
Sufjan canterà alla cerimonia degli oscar la bellissima mystery of love!

Offline Ifride

  • Eroe
  • *******
  • Post: 10.259
    • Il mio sito di foto su Flickr
    • E-mail
Re: La canzone che sto ascoltando
« Risposta #16322 il: 05 Mar 2018, 12:21 »
https://sentireascoltare.com/news/sufjan-stevens-mystery-of-love-oscar/
Sufjan canterà alla cerimonia degli oscar la bellissima mystery of love!

Ecco, rimediamo a questa brutta giornata col la bellezza di Sufjan
https://youtu.be/kgO3TbjFiuY

Offline fiordocanadese

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.244
  • Alternativo Agli Alternativi
    • E-mail
Re: La canzone che sto ascoltando
« Risposta #16323 il: 06 Mar 2018, 12:05 »
Incuriosito da Fiordo,ho provato ad ascoltare Cosmo per 30 dolorissimi minuti.
Io salvo certe metriche interessanti che usa in alcuni passaggi,salvo quel vago sentore di decadenza che si respira ogni tanto,ma per il resto lo trovo davvero...brutto.
È proprio una questione del gusto ( il suo) che trovo insopportabile.
Pure i testi super delusione.Usa pure una buona scelta lessicale,ma sfocia spesso nel risibile nonsense
No
E no
Eppure avrebbe del talento...peccato.
I testi sono un flusso di coscienza più che nonsense. A me piacciano anche se quelli più elaborati nel primo mitico disco continuo a preferirli.
Mi spiace non ti sia piaciuto. Per è un discone in tempi dove tutto si consuma velocemente (troppa roba, troppa curiosità!) e restare anche solo una settima tra gli ascolti vuol dire tanto, cosa che è successa con me.
Fosse uscito anche solo un paio di anni fa, avrebbe fatto il botto.

Ho creato una playlist di the first place dove chiunque può aggiungere roba.
Naturalmente se prima di aggiungere una canzone la volete presentare qui, GRAZIE scritto in maiuscolo

https://open.spotify.com/user/1170516934/playlist/3bCuTEYPNTUNPBq89JMmRM?si=Z22GprOAQDuQH9ddDyvhrw

Parto io:
The Comet Is Coming - Space Carnival
Tra i migliori album di esordio del 2016, stì ragazzi creano una miscela veramente da fuori di testa (copio e incollo: psych, free jazz, electro, fourth world) con la prerogativi cdi rimanere fighissimi. Ed effettivamente fighi sono tantissimo. Anche in maniera furbetta, lasciando sempre una porticina aperta per il dancefloor.

PJ Harvey - The Wheel
Dall'ultimo album di questa donna che ormai si può confermare tra le più grandi del rock (prima uscita discografica 1992 e in ormai trent'anni i suoi lavori si sono sempre tenuta tra il capolavoro e l'album comunque da ascoltare.
E già qui non so di quanti possiamo dirlo, soprattutto in tempi moderni)
Poi mettiamo che forse quello che la salva è il cercare di non fare mai lo stesso disco e con quell'album lo riconferma. Ognuno avrà le sue preferite tra queste undici tracce ma io punto su l'incrocio tra chitarra e sax di The Wheel. Il glam rock rivisto nella polvere che sembra mettere su ogni suono in quel disco PJ.
E poi è una canzone figa percchè Polly, da grande interprete qual'è, riesce sempre a dare "la voce giusta ad una sua canzone" (provare per credere).
Sperando che non smetti mai di viziarci.

Charles Bradley - Changes.
Cover dei Black Sabbath. Una delle più grandi canzoni degli ultimi anni, fine. Se il soul può fare qualcosa di grandioso questo è un manifesto.
Tra l'altro Charles ci ha lasciati settembre scorso, dopo aver fatto solo 3 grandiosi album in 67 anni, recuperatelo.

Horse Lords - Bending To The Lash
Altra musica strumentale ma completamente diversa dai The Comet Is Coming, apparte per il fatto che se a leggere in guazzabuglio di generi messi in campo (un mix di kraut e math rock) uno può pensare a roba troppo difficile, in verità sono divertentissimi. La canzone viene dal trzo album, che se vi piace questa, è tutto bello.

Kedr Livanskiy - Otvechai Za Slova
In pratica una decina di annoi fa nacque la chillwave, che rifaceva (in maniera powera) i suoni anni '80 applicati alla psichedelia moderna.
"Il ricordo dei miei pomeriggi intontiti a guardare MTV dei '90" definisce lei la sua musica. Come dargli torto.
La signorina rissa Kedr Livanskiy fa la stessa cosa ma riapplicata ai suoni anni '90.

« Ultima modifica: 06 Mar 2018, 12:27 da fiordocanadese »
Insulti il politico e poi lo rivoti.

Offline Claudio

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 8.098
Re: La canzone che sto ascoltando
« Risposta #16324 il: 10 Mar 2018, 20:22 »
Bella idea Fiordo!
Posso aggiungere qualcosa a caso? :)

Il nuovo degli Zen Circus è bello.
Però ha quei jingle che ti prendono subito ma che già al terzo ascolto hanno stufato.

Uscito anche il nuovo dei Ministri

Offline Claudio

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 8.098
Re: La canzone che sto ascoltando
« Risposta #16325 il: 10 Mar 2018, 20:38 »


Ho creato una playlist di the first place dove chiunque può aggiungere roba.
Naturalmente se prima di aggiungere una canzone la volete presentare qui, GRAZIE scritto in maiuscolo

https://open.spotify.com/user/1170516934/playlist/3bCuTEYPNTUNPBq89JMmRM?si=Z22GprOAQDuQH9ddDyvhrw



Perchè me la visualizza solo da web player?
Con il programma non riesco a trovarla

Offline fiordocanadese

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.244
  • Alternativo Agli Alternativi
    • E-mail
Re: La canzone che sto ascoltando
« Risposta #16326 il: 10 Mar 2018, 22:55 »
Prova dal cell
Insulti il politico e poi lo rivoti.

Offline Ivan F.

  • Amministratore
  • Eroe
  • *********
  • Post: 17.646
    • The First Place
    • E-mail
Re: La canzone che sto ascoltando
« Risposta #16327 il: 10 Mar 2018, 23:20 »
To Build a Home - The Cinematic Orchestra
Un brano che non ha bisogno di presentazioni. D’altra parte, non sarei in grado di farle.
L’ho aggiunto alla playlist, sperando di non rompere il fil rouge che lega i brani già inseriti. Ammesso che un fil rouge ci sia.

Offline fiordocanadese

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.244
  • Alternativo Agli Alternativi
    • E-mail
Re: La canzone che sto ascoltando
« Risposta #16328 il: 11 Mar 2018, 11:19 »
Bella idea Fiordo!
Posso aggiungere qualcosa a caso? :)

Il nuovo degli Zen Circus è bello.
Però ha quei jingle che ti prendono subito ma che già al terzo ascolto hanno stufato.

Uscito anche il nuovo dei Ministri


To Build a Home - The Cinematic Orchestra
Un brano che non ha bisogno di presentazioni. D’altra parte, non sarei in grado di farle.
L’ho aggiunto alla playlist, sperando di non rompere il fil rouge che lega i brani già inseriti. Ammesso che un fil rouge ci sia.
Fate quello che volete della playlista.  Nessun fil rouge.
L'ultimo degli Zen Circus é un album degli Zen ben fatto.  Manca un pó di cuore, peró.
Insulti il politico e poi lo rivoti.

Offline Ifride

  • Eroe
  • *******
  • Post: 10.259
    • Il mio sito di foto su Flickr
    • E-mail
Re: La canzone che sto ascoltando
« Risposta #16329 il: 11 Mar 2018, 12:59 »
To Build a Home - The Cinematic Orchestra
Un brano che non ha bisogno di presentazioni. D’altra parte, non sarei in grado di farle.
L’ho aggiunto alla playlist, sperando di non rompere il fil rouge che lega i brani già inseriti. Ammesso che un fil rouge ci sia.

Beh, è una meraviglia.  :yes:

Offline Claudio

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 8.098
Re: La canzone che sto ascoltando
« Risposta #16330 il: 29 Mar 2018, 10:21 »
A sorpresa (per me) è uscito il nuovo album dei Baustelle. L'amore e la violenza vol.2

Offline fiordocanadese

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.244
  • Alternativo Agli Alternativi
    • E-mail
Re: La canzone che sto ascoltando
« Risposta #16331 il: 29 Mar 2018, 15:39 »
Ricordo che:
Ho creato una playlist di the first place dove chiunque può aggiungere roba.
Naturalmente se prima di aggiungere una canzone la volete presentare qui, GRAZIE scritto in maiuscolo

https://open.spotify.com/user/1170516934/playlist/3bCuTEYPNTUNPBq89JMmRM?si=Z22GprOAQDuQH9ddDyvhrw

Oggi ne aggiungo 2.

Allora...
Venerdì scorso sono andato a vedere Cosmo al Tenax di Firenze.
Un concerto che ho trovato bellissimo, intenso, ben strutturato nelle sue 3 parti.
Prima parte live tradizionale, seconda parte dj set vero e proprio con i pezzi della seconda parte di Cosmotronic , terza parte una specie di fusioni tra le 2 precedenti parti con i suoi pezzi più belli e/o rappresentativi.

Insomma lo metto nella mia top 5 dei concerti fatti.
Ma non volevo soffermarmi sul live ma sul momento che più mi ha emozionato: l'esecuzione della canzone L'Amore.


Incuriosito da Fiordo,ho provato ad ascoltare Cosmo per 30 dolorissimi minuti.
Io salvo certe metriche interessanti che usa in alcuni passaggi,salvo quel vago sentore di decadenza che si respira ogni tanto,ma per il resto lo trovo davvero...brutto.
È proprio una questione del gusto ( il suo) che trovo insopportabile.
Pure i testi super delusione.Usa pure una buona scelta lessicale,ma sfocia spesso nel risibile nonsense
No
E no
Eppure avrebbe del talento...peccato.

Quoto diego perchè una canzone come l'amore, ascoltata nel contesto giusto, con la sensibilità giusta si può dire tutto forchè una canzone non sense.
Vediamo parti del testo:
Ho voglia di ballare, solo di ballare
Ho voglia di sentirmi, ritrovarmi
Magari avervi tutti qui vicino
Per sorriderci mentre si parte
Ho voglia di ballare, ho voglia di viaggiare
Ho voglia di non farmi più scappare
Capire tutto senza domandare
E riunire dei frammenti tipo questo


Quello che descrive Cosmo è il trovarsi ad una serata di musica elettronica, in mezzo agli altri spettatori, con la voglia di ballare, solo di ballare, e di rendere più acuti i propri sentimenti. Si, quando parla di viaggiare si riferisce proprio alle droghe tipo MD che possono acuire i propri sensi e la sensibilità verso la musica, soprattutto quella elettronica che si basa su frequenze e bassi che stimolano le proprie percezioni.

Ho voglia di ballare, ho voglia di capire
A che punto questo corpo può arrivare
Fino a quando riusciremo a non dormire, a non morire
Ho voglia di ballare, ho voglia di giocare
Con le prospettive, col tempo e le sue illusioni
Senza sentirsi coglioni
Guarda che faccia dentro lo specchio
Dentro al tuo occhio si scioglie il ghiaccio
E sta succedendo anche a me


Qui entra più nello specifico su cosa si provi con questo alterare le proprie percezioni (alterazione di prospettive, tempo, spazi..) e sulle ragioni del perché farsi questo viaggio.

E quando arriva la scossa ci vogliamo abbracciare
In questo delirio, in mezzo alla gente
Arriva l'amore, non capisco più niente
Il meglio di te, il meglio di me
Ti scopri speciale, in fondo un po' ti vuoi bene
È come in un sogno incredibile
Magari poi non è vero, però adesso ci credo


e siamo al ritornello. La parte centrale della canzone. Qui anche la base fa un giochetto intelligente, alza i bassi in modo che la scossa di cui parla, alla persona sotto effetto di stupefacenti, gli arrivi sia per la sostanza nel corpo sia per via della musica.
L'abbraccio di cui parla è vero, ci sono droghe che stimolano in tuo amore verso gli altri, la tua voglia di abbracciare gli altri. Ci sono droghe (prese nella giusta dose) che non ti fanno voglia di scopare con tutte le ragazze della sala, ma solo di essere innamorate di tutte, come tra l'altro dice nel suo libro energy flash,  Simon Reynolds:



E il gesto che ho visto più fare infatti durante questa canzone è stato l'abbraccio di gruppo.
Quindi è una canzone che parla dell'Amore, però sintetico, artificiale.
Un amore che ti fa stare meglio in mezzo agli altri, un amore universale.
L'ultimo verso del ritornello ci riporta un pò alla realtà, ci dice che comuque quello che stai provando non vero, quindi sta a te crederci, sta a te soprattutto imparare a gestirlo, a non rimanerci sotto.

Qui ci possiamo collegare ad un altra canzone simile, del 1991.
https://www.youtube.com/watch?v=dZnanvrPj2I
Piena era rave in Inghilterra. La musica elettronica stava finendo verso la boom boom jungle ma inserendo pezzi "black" che non sarebbe stato possibile dove era nata, la ancora divisa da questioni razziali America.
Uno dei gruppi punta di quegli anni furono sicuramente gli Shut Up And Dance, duo nero che anticiperà di molto il mix tra l'hip-hop e la musica elettronica. La loro canzone più famosa è la bellissima Raving, nell'intenzioni degli autori era un inno contro l'ecstasy (la frase principale ricorda molto quella di cosmo: "But do I really feel the way I feel?" - Ma sento davvero quello che sto provando?), ma che venne mal interpretato il testo e strumentalizzato (tra l'altro sia da chi partecipava ai rave, sia da chi li voleva abolire) come inno alla cultura rave e al consumo sfrenato della pasticca sorridente.
Finirà malissimo per la band, fermeranno la stampa del singolo (che intanto era arrivato al secondo posto in UK), si obbligarono a devolvere i profitti in beneficenza e scomparirono dalla scene per un pò di anni.

Quindi canzone di Cosmo non è una esaltazione vera e propria ma più che altro, la descrizione di uno stato alterato, nel bene e nel male.
Capirla per la prima volta durante il concerto è stato bellissimo, una emozione grandiosa, irripetibile.
Grande Cosmo
Insulti il politico e poi lo rivoti.

Offline Jello Biafra

  • Eroe
  • *******
  • Post: 11.341
    • http://www.retrocritics.altervista.org
    • E-mail
Re: La canzone che sto ascoltando
« Risposta #16332 il: 01 Apr 2018, 16:35 »
Grandissimi Shut Up and Dance, ma qui niente breakbeat, SI SPINGE SOLO LA CASSA:

https://www.youtube.com/watch?v=yX0rBR35Nbo

Ogni volta che parte quell'ostinato di tastiera lì, con quel suono lì e quel riverbero lì le lacrime scendono copiose e nessuno le può fermare.

E poi lo slancio Soul struggente ed estatico della linea melodica, il cambio a metà traccia con quell'ottuso giro di basso, quel sax da cartoon, le voci allucinatorie e lisergiche.

HOUSE nella sua forma più incredibile ed infuocata.

Offline Xibal

  • Eroe
  • *******
  • Post: 11.565
  • Don't be sorry, be better
    • E-mail
Re: La canzone che sto ascoltando
« Risposta #16333 il: 04 Apr 2018, 18:23 »
I primi due galloni li reggi, poi ti viene la nostalgia e ci scappano gli anni '80...
Julian Winding - The Demon Dance
https://www.youtube.com/watch?v=OvUJsu5w8IU
""E' di castoro..."-"Si"-"Io nei boschi li ho visti accoppiarsi i castori, e figliare. Nascono tutti castori.-"E' naturale"-"Non voglio che nasca nessuno che assomigli a me"-"Non ci pensare. Io ti voglio bene, prova a volermene un po' anche tu, e sarà facile. Perché le cose giuste sono facili"

Offline chirux

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.275
Re: La canzone che sto ascoltando
« Risposta #16334 il: 17 Mag 2018, 18:41 »
Sto riscoprendo con piacere Antonello Venditti. Se la maggior parte mi piaceranno andrò di cofanetto 3 cd.
Ovviamente esclusa "Grazie Roma"  ;D