Autore Topic: [Arcade] Ghosts 'n' Goblins  (Letto 839 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline teokrazia

  • Reduce
  • ********
  • Post: 20.927
  • Polonia Capitone Mundi
    • E-mail
[Arcade] Ghosts 'n' Goblins
« il: 11 Giu 2003, 18:58 »
Importante precisazione: il gioco in questione era si chiamato Ghost'n Goblins, ma noi ragazzini del Giambellino dell'85 [o era l'86? Beh visto lo spaventoso ritardo con cui i giochini invadevano i fecciosi bar del nostro quartiere malfamato poco importa...perché forse era il '91] ce ne sbattavamo alla grande...la maggior parte di noi manco sapeva l'italiano, figurarsi se potevamo decifrare e capire quella scritta orribile che ogni tanto appariva sullo schermo...E così un giorno il capo tribù [ossia quello che [ci] picchiava più forte di tutti e che a 11 anni si vantava di aver inseminato tutte le madri e le sorelle del quartiere] se ne uscì con una parola, anzi: quella parola. Zombi.


Zombi era semplicemente la cosa più incredibile i miei grossi e verdocci occhi da ranocchio avessero mai visto fino a quel momento. Il contesto orrorifico, il sistema delle armature e delle umiliazioni, l'arsenale [me lo sento me lo sento! Sta per darmi i coltelli...Azz mi ha dato ancora ste fiaccole emmerd'] e [ovviamente] le tonnellate di zombi, rendevano questo gioco qualcosa di assolutamente epico, ma che dico epico...di più: mistico.
Zombi si beveva tutta la fuffa che in quel periodo circolava in sala giochi e a casa [soprattutto se come me si aveva ancora il C-16]. Unici degni rivali: Trojan e Rygar. Il primo però dalle mie parti non arrivò mai [e se volevi giocarci dovevi farti un'ora di autobus alla volta dell'Astragames], mentre il secondo, in un impeto di generosità da parte dei gestori di cabinati, arrivò nel mio barroccio di fiducia nel 1997 inoltrato...

Ma torniamo a Zombi: il gioco era si meraviglioso, ma presentava 2 difetti piuttosto gravi:

Difetto N°1: la fila. In latteria su quell'unico cabinato si ammassavano ogni pomeriggio 700 persone. Tutti con 15.000 lire da cambiare, tutti bravissimi. Morale: nei 6 mesi circa in cui stazionò davanti a casa mia ci feci 2 partite 2...

Difetto N°2: il livello di difficoltà. Semplicemente perverso. Come tutte le cose belle che passavano per il Giambellino [ragazze e motorini in primis], Zombi era alla portata solo dei più forti e bastardi dentro. Chi non picchiava "di brutto" o non poteva vantare padri e/o fratelli in galera, al Giambellino rimaneva a bocca asciutta. Nella vita come nei giochini...E così c'erano quei 2/3 che arrivavano quasi a finirlo [solitamente poi sti tizi erano quelli che vantavano i motorini mejo truccati e si spartivano le ragazze più carine del quartiere]. Tutti gli altri [me compreso] dopo 9 ore di fila finivano la loro scorta di 200 lire in 3 minuti e [peggio] tornavano a casa a piedi, da soli e con l'occhio nero. E vabbé...

Insomma bello&impossibile, vorrei ma non posso, essere o non essere...Forse era questa sua caratteristica a rendere Zombi ancora più bello. Fosse stato facile probabilmente la gente l'avrebbe finito e dimenticato in fretta o peggio ancora non se lo sarebbe inculato nessuno...

Negli anni successivi Zombi generò una prole di discreto e meritatissimo successo: Ghouls'n Ghost [arcade e MD], Super Ghouls'n Ghost [SNes], Maximo [Ps2] e si vocifera stia arrivando addirittura un MMORPG...Mi piacerebbe ora sapere quale nomignoli avrebbe loro affidato il capo tribù...Peccato che nell'estate dell'87 mentre impennava a 120 km/h sul suo Ciao per fare colpo sulla trucida di turno cadde. In seguito al botto c'è rimasto sotto ed appartiene ad una razza molto più vicina al mondo vegetale che a quello animale...I bambini più impacciati e timidi del Giambellino [me compreso] da allora non hanno più preso sberloni aggratis e sentitamente ringraziano.