Autore Topic: [Multi] Blasphemous  (Letto 1864 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Mr.Pickman

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.801
  • Vedetta dell'Inconscio sublimato
    • GAMER MAY CRY
Re: [Multi] Blasphemous
« Risposta #15 il: 31 Ago 2019, 13:03 »
Spero esca anche su console.

?

La demo in effetti non ci sta o almeno io non l'ho trovata su PS4
GAMER MAY CRY: ATTACK ON TITAN 2 - LE ALI DELLA LIBERTÀ DI OMEGA FORCE https://gamermaycry.blogspot.com/2018/12/attack-on-titan-2-le-ali-della-liberta.html

Offline Asher

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.181
Re: [Multi] Blasphemous
« Risposta #16 il: 31 Ago 2019, 13:15 »
Se mi mettono la exp bar, le stat e abilità sbloccabili, hanno vinto.

Offline Tetsuo

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.417
Re: [Multi] Blasphemous
« Risposta #17 il: 31 Ago 2019, 21:16 »
le ultime ci sono, hai guardato i trailer e il sito?

Offline Asher

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.181
Re: [Multi] Blasphemous
« Risposta #18 il: 01 Set 2019, 11:37 »
le ultime ci sono, hai guardato i trailer e il sito?
Si, ho visto l'ultimo video pubblicato del loro canale YT. Non ho capito se si perdono i punti accumulati dopo la morte come in DS.
Per me comunque D1.

Offline El_Maria

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.320
Re: [Multi] Blasphemous
« Risposta #19 il: 01 Set 2019, 18:13 »
Boh, questo era uno dei giochi che seguivo con più interesse, ma dopo aver provato la demo non lo giocherei nemmeno se lo dassero via gratis, almeno per come è ora.

E' bellissimo graficamente e sembra avere un sacco di contorno con potenziamenti vari molto interessante.

Da giocare però le fondamenta sono proprio fragili. I controlli non sono per niente precisi, non si può cancellare nessuna animazione e le collisioni sono molto incostanti. Ogni animazione dura na vita, i nemici certe volte si stunnano con un colpo, altre volte no. Certe volte puoi passarci attraverso, altre volte no.

Giusto le parry trovo divertenti da fare, però anche li, doversi mettere davanti al nemico fermo immobile aspettando di fare la parry, perchè altrimenti sennò sei legato a qualche altra animazione, non è proprio il massimo.

Probabilmente sono io che volevo qualcosa di più vicino a dead cells in termini di combat, quando questo vuole essere na sorta di dark souls in 2d, ma a me pare lo faccia proprio nel modo sbagliato.

Offline bocte

  • Navigato
  • **
  • Post: 588
    • E-mail
Re: [Multi] Blasphemous
« Risposta #20 il: 10 Set 2019, 20:39 »
Out oggi!
"Through the darkness of future past, the magician longs to see. One chants out between two worlds: FIRE, WALK WITH ME!"

Offline Van

  • Navigato
  • **
  • Post: 551
    • E-mail
Re: [Multi] Blasphemous
« Risposta #21 il: 11 Set 2019, 08:23 »
Preso ieri e fatta un oretta. Graficamemte non gli si puo dire nulla, ma proprio nulla. Una delle migliori pixel art viste. É pure infarcito di cut scene all'aroma di amiga. In combat sistem l'ho trovato abbastanza solido ma vengo da quella mezza merda di unruly heroes e ho paura di essere diventanto molto tollerante.
Il gioco piu che un dark soul 2d lo definirei un metroidvania con combattimenti piu punitivi. Certo ci sono "faló" e "estus" peró non c'é quella frustrazione da mi ammazza anchen lo scoiattolo per sbaglio.

Offline tonypiz

  • Eroe
  • *******
  • Post: 15.042
  • Once Pizzide, forever Pizzide.
    • E-mail
Re: [Multi] Blasphemous
« Risposta #22 il: 11 Set 2019, 09:56 »
Stavo per scrivere praticamente le stesse cose. :D
Si lascia giocare e non è affatto difficile come pensavo potesse essere. Certo, non fa nulla di particolarmente nuovo, ma esteticamente è bellissimo, e l'ambientazione è abbastanza affascinante e malata da mantenere alta la curiosità.
Humans need fantasy to be human. To be the place where the falling angel meets the rising ape.
Il tonypiz è anche su Twitch, per qualche motivo.

Offline Xibal

  • Eroe
  • *******
  • Post: 12.430
  • My battery is low, and it' getting dark
    • E-mail
Re: [Multi] Blasphemous
« Risposta #23 il: 11 Set 2019, 10:25 »
Sto aspettando a prenderlo per cercare di tamponare la bulimia videoludica, ma l'ultimo trailer mi ha fatto pensare alle sensazioni provate quando da piccolo, a digiuno di Castelvania, mi trovai di fronte a Haunted Castle in sala giochi, invenzioni visive ed atmosfera da brividi lungo la schiena. Per me vale il prezzo del biglietto solo per questo...
"The reckoning with yourself, however, hopefully that continues. The struggle for your name is never complete. The struggle is eternal"

Offline Asher

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.181
Re: [Multi] Blasphemous
« Risposta #24 il: 11 Set 2019, 13:02 »
Iniziato ieri anch'io. L'atmosfera c'è tutta e anche graficamente è un esponente estremo di pixel art.
Muoio comunque tanto e in 3/4 location ho beccato un boss e mezzo. La schivata per fortuna cancella gli attacchi quindi un gran passo avanti rispetto a Death's Gambit nel quale si doveva sempre sottostare al completamento dell'animazione. Di converso però gli attacchi nemici interrompono gli attacchi speciali (L2), almeno il primissimo che otteniamo.
Comunque gradevole e misterioso. Inoltre il prezzo è già scontato per gli utenti plus.

Offline Mr.Pickman

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.801
  • Vedetta dell'Inconscio sublimato
    • GAMER MAY CRY
Re: [Multi] Blasphemous
« Risposta #25 il: 11 Set 2019, 14:36 »
È più bello di voi sapete cosa.
GAMER MAY CRY: ATTACK ON TITAN 2 - LE ALI DELLA LIBERTÀ DI OMEGA FORCE https://gamermaycry.blogspot.com/2018/12/attack-on-titan-2-le-ali-della-liberta.html

Offline Mr.Pickman

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.801
  • Vedetta dell'Inconscio sublimato
    • GAMER MAY CRY
Re: [Multi] Blasphemous
« Risposta #26 il: 11 Set 2019, 20:13 »
IL PAPIRUS
OMAGGIANTE

Enrique Cabeza, Art Director & Designer di Blasphemous, ha detto che l'ispirazione artistica di Blasphemous è nata osservando il folklore della Spagna meridionale, dalla settimana santa, alle scioccanti immagini religiose che saltuariamente il culto cattolico offre. Ma c'è moltissimo da dire su questo aspetto a mio avviso. Cabeza ha giustamente tagliato corto per ovvie motivazioni, dopotutto "Chi tocca il Cristo muore" in questo sad-sick-world come direbbe un Crumb d'annata. Inoltre è molto facile cadere in un grossolano errore: Un gioco che si chiama «Blasfemo» sembrerebbe in effetti essere un titolo che offre controversi toni e facili "j'accuse" dal sapore anti-clericale. Niente di così falso e fuori asse per una disamina: Blasphemous è un gioco che usa saggiamente e volendo gore-isticamente l'iconografia religiosa per far piombare il giocatore in un sulfureo, tetro e sconsacrato territorio, le lande penitenti di Custodvia, un reame in cui penitenza e flagellazione sono parecchio prese sul serio dai locali. Il gioco di The Game Kitchen non veicola alcun mesaggio attraverso la facile titolazione, al massimo, suggerisce che una delle religioni più praticate al mondo, spesso offre qualche aspetto alquanto controverso nella sua stessa storia. Tuttavia, a mio avviso, è davvero mirabile quel che hanno fatto come ambientazione, concept-design, enemy-design et similia.

Ogni anno ero costretto, frequentando scuole cattoliche con suore e preti, a visitare obbligatoriamente, la Sala Papale delle Udienze, costruita nel 1971 dall’architetto italiano Pier Luigi Nervi. Questa sala contiene una statua in bronzo veramente enorme, chiamata "La Resurrezione" progettata da Pericle Fazzini che definire inquietante, è un eufemismo. Sognavo che quella cosa prendesse vita e li uccidesse tutti. Questo sì che è Blasfemo!

Il deveam è cresciuto a Siviglia, una città molto antica con una storia religiosa molto lunga, costretti a vedere questa potente iconografia religiosa per anni, nelle loro strade, nelle loro case, nella loro città, ne sono stati inevitabilmente contaminati, come lo stesso Guillermo del Toro (altro spagnolo illustre) disse in alcune interviste. Anche se il talentuoso regista non era esattamente di Siviglia, e anche se riferì questo aspetto in toni diversi, quando girò il thriller/horror Lo Espinacio del Diablo, si percepiva un sedimento della lunga tradizione cristian-horror che era emersa da lui. Incubi infantili a base di preti, croci e bambini mai nati.
 
"Comprendiamo in qualche modo quanto possa essere inquietante e scioccante per gli stranieri (o anche per i nostri connazionali). Ma volevamo mantenere quella sensazione potente che la chiesa possiede"

Nella religione ci sono molte tradizioni che rimangono inquietanti e molto scioccanti, come le processioni flagellanti nelle Filippine o anche quelle portoghesi, e anche quelle brasiliane e Colombiane. Pensate soltanto alla venerazione della Santissima Muerte dei Narcos, protettrice di chi uccide, di chi spaccia, e anche di chi è povero e si droga, giustamente. Una madonna nera della morte, che protegge letteralmente i pistoleri ed i criminali più efferati, alla quale tutti portano genuina venerazione, arrivando a 
leccare per decine di metri la strada della processione, welcome candidosi, insomma.

Mi agevoli madonnina una coroncina? ma non di fori, di fiori.

Queste forme deviate sono anche rintracciabili in Italia, e non solo nel bistrattato meridione, come luogo comune vuole. Come "La Confraternita della Santissima Trinità", che ogni anno si ritrova puntualmente nel Ferrarese, e dopo una lunga cerimonia (alla quale sono del tutto esclusi i non partecipati e i non fedeli) Con schiene massacrate escono in processione dall'abbazia di Loreo. Chiesa locale che onestamente non sembra conservare esattamente una iconografia cattolica a dirla tutta, quanto più una sua peculiare rappresentazione: Sono del tutto assenti croci ed immagini votive, solo un grosso cuore di ceramica rosso è posto sopra l'altare, al cui interno, è un mistero cosa vi sia, ma pare si tratti di un contenitore. Quando la Confraternita per la settimana di Pentecoste ha finito il suo culto, ecco che tornano le care immagini cristiane, le madonne, e sopratutto le panche, eliminate dal culto per una settimana, per fare spazio per flagellazioni collettive forse? O magari processioni piuttosto singolari.


Nel Polesine restano tradizioni secolari, non c'è niente di macabro o grottesco in queste "sette" o "contraternite" colpisce senza dubbio l'interpretazione.
Ho cercato una immagine inquietante eh

Dopotutto, tornando alla penisola iberica, e lasciando stare il Polesine, colmo di tradizioni e derivazioni lunghe da capire e spiegare (leggetevi il buon Eraldo Baldini!), Napoleone stesso adottò questo punto di vista quando fu costretto a chiarire la sua visione su questa nazione: "La Spagna è diversa!" dopo aver accettato, suo malgrado, la sconfitta da parte della tattica della guerriglia spagnola, in seguito, senza perderci nei fumi della storia, il governo del Generalissimo Franco usò questo slogan per promuovere l'appello unico della Spagna ai turisti internazionali, incuriositi da questo paese antico, con tradizioni quantomeno bizzarre. Clima, cibo ed attrazioni culturali dunque, sono i nostri cugini, giustamente. Una delle più grandi e forse più sconosciute "attrazioni" spagnole è la Pasqua - quando la Spagna mette in evidenza un approccio diverso alle celebrazioni religiose con processioni di strada colorate e decisamente più macabre di quello che ci si potrebbe aspettare. Gli spagnoli trasformano le strade in un palcoscenico cattolico improvvisato per drammatizzare la morte e la risurrezione di Cristo durante la Settimana Santa, detta anche Santa Semana. Ogni giorno in tutto il mondo vengono pubblicate immagini alquanto sorprendenti di figure medievali in processioni a lume di candela, che sottolineano l'identità distintiva e cattolica della Spagna.



Mesi di beneficenza e raccolta fondi per organizzare le elaborate processioni che hanno sempre un tocco piuttosto tetro ad onore del vero, con gruppi di 40/50 persone che innalzano enormi e pesantissimi "carri di carnevale" ma a sfondo cattolico. Vere e proprie cattedrali da innalzare a spalla, tra gli strepiti dei turisti e dei fedeli, che fanno il tifo quando uno di questi altari vengono sollevati. La sfilata delle statue di Cristo e della Vergine Maria attraversa la comunità delle principali città per celebrare la gloria celeste di queste figure che scivolano maestosamente sopra la folla delirante. Sulle strade spagnole, tutti prendono parte al dramma - un coro commovente che riunisce gruppi estremamente variegati composti da musicisti, tamburini, flagellanti, e naturalmente, pubblico passeggiante e turistico, che osserva incuriosito ed intimorito, anche i bambini possono parteciparvi, in una sorta di euforia religiosa collettiva. A Siviglia, per esempio, più di 60 gruppi parrocchiali prendono parte alle processioni religiose e le mappe pubblicate dalle rispettive parrocchie programmando gli orari di partenza del flusso di fedeli e persino gli incroci stradali da attarversare. Quando andai in Spagna, nel lontano 98 lo ricordo bene. Era una specie di Carnevale distorto di Rio de Janeiro, con madonne, tabernacoli, candele e gli inquietanti "Fratelli" cioè "Fradèi" (interessante notare che anche i confratelli del Ferrarese si definiscono anche loro "Fradèi"



Questi sono la parte più strana ed inafferrabile delle manifestazioni cerimoniali che hanno luogo tra le strade. Assieme a questa lenta e per certi versi barocca ed inquietante processione, con questi tagli di luce della candele che donano al tutto una atmosfera macabra, si uniscono questi incappucciati, l'affiliazione a queste bande di fratelli è il potere psicologico dell'appartenenza ai gruppi sociali, queste "bande" possono persino ottenere ogni forma di concessione dai municipi, mi veniva raccontato che possono deviare il traffico, decidere le zone di sosta, scegliere il percorso, e persino scegliere o meno i toni della loro "rappresentazione" ora più cruda, ora più turistica. A Seville per esempio, la processione Pasquale è piuttosto tetra, mentre quella a Majorca è molto più leggera ed illuminata. 



Del resto, la passione e la tradizione per la Semana Santa, o "Settimana Santa", viene celebrata in quasi tutte le città spagnole e proprio durante gli ultimi giorni della Quaresima e commemora sostanzialmente la morte e la resurrezione di Gesù Cristo. La sacra festa religiosa secolare - guidata dai penitenti in tunica dai colori vivaci ed incappucciati, le cui processioni lente e piuttosto scioccanti, sono famose in tutto il mondo cristiano. Sono un grande richiamo per i cattolici che desiderano celebrare la Passione di Cristo nella maniera più viscerale, così come per i turisti che accorrono per vedere la cupa marcia di Nazarenos, forse uno degli spettacoli più inquietanti a cui abbia mai assistito, paradossale che si tratti di una celebrazione religiosa. Anche se la Semana Santa è una delle espressioni più vivide della pietà religiosa nel mondo cristiano, tutto è piuttosto blasfemo a mio dire, sangue, sofferenza, flagellazioni (di alcuni fratelli) simulacri come pecore legate ai carri, letteralmente incaprettate, e una tale mole di barocchi baldacchini, altari, ed immagini storpiate da pensare di attraversare la settimana dei morti del popolo Maya, non esattamente cristiane, se posso.   


Un capolavoro di de Goya, "Procesión de disciplinantes o Procesión de flagelantes"
vi ricorda qualche Penitente l'immagine?

La Fratellanza Reale per esempio, svolge una penitente cerimonia e ha un ruolo chiave nella tradizione cattolica durante la Settimana Santa ed è stata un appuntamento fisso della vita spagnola per centinaia di anni: "La Fratellanza Reale del Santo Cristo degli Insulti" (...) che nel totale silenzio si prepara alla marcia con tamburi e candele, sembra più l'opening di un LIVE di una band di Doom Metal che una processione religiosa, onestamente. Anche i bambini vi partecipano, per loro si tratta di una specie di Viareggio/Venezia
Ignorano (credo) quasi del tutto il profondo significato. I coni sulla testa di queste persone sono chiamati "capiroti" e dovrebbero rappresentare il fatto che si stanno liberando del peccato che hanno commesso negli anni passati. La forma del cono proviene da echi medievali "per coloro che si vergognavano pubblicamente". Nel corso di diversi decenni d'evoluzione religiosa, questi cappelli si sono trasformati in un modo quantomeno inusuale. È interessante notare che in epoca medievale i cappelli a punta erano indossati da pagliacci e giocolieri, ma anche da coloro che si vergognavano pubblicamente di apparire alla gogna o esposti pubblicamente al ludibrio della feroce folla, era sufficente chiedere di avere il volto coperto e si otteneva un cappuccio con cui celare il proprio volto, la propria identità. I penitenti cristiani della Spagna ora invece li indossano con una specie di cappuccio integrato, in modo che non possano essere riconosciuti, forse proprio per via del fatto che non hanno una identità in quel momento, sono solo un sentimento corale anzi, sono il gregge, rappresentano il culto.



Gli abiti ed il capriota sono usati per l'anonimato. Servono per farti sentire come parte di un collettivo mentre li indossi - dopotutto non solo ti stai pentendo pubblicamente, ma lo stai facendo assieme ai tuoi fratelli, come una comunità. Qui entrano in gioco le confraternite, ognuna rappresentata da un diverso simbolo e colore distintivo. I colori della Semana Santa rappresentano confraternite diverse, mentre i diversi colori nel fanatico KKK (Ku Klux Klan) rappresentano posizioni diverse all'interno dell'organizzazione suprematista bianca. Ad onor del vero, nessuno sa davvero perché il KKK abbia deciso di adottare questo vestito per la propria discutibile organizzazione. Alcuni pensano che sia vagamente basato sull'aspetto della religione, altri pensano che abbia a che fare con il fatto che questi abiti rappresentino sostanzialmente fratellanza e solidarietà. Altri pensano che sia perché volevano l'anonimato. Forse è solo una triste combinazione estetica.

Anche le ragazze sono agghindate da autentici postriboli ambulanti, veli neri, trucco pesantissimo, cerone bianco, in alcuni momenti sembra trovarsi dinnanzi ad una sorta di strana processione dark-goth. Molte di loro hanno incensieri, ed aspensori, altre hanno candele che gocciolano la bollente cera sulle loro bianche mani, si può vedere la sofferenza a tratti, e piccole smorfie di dolore che talvolta appaiono, salvo poi scomparire subito, quando inizia un magniloquente coro intonato all'indirizzo della beata vergine Maria.



E niente, mi piaceva sottolineare nel dettaglio la concezione artistica dietro a Blasphemous, che mi sembra molto affascinante e degno di nota

«Il nostro obiettivo progettuale è quello di creare elementi unici che ricordino ai giocatori le tradizioni che disturbano la vita reale, i mezzi di punizione di diversi periodi storici, ecc., Perché molti di loro sono profondi nelle culture delle persone. Naturalmente, questo non è un gioco contro la religione, ma un gioco ispirato all'iconografia, all'atmosfera, agli elementi e ai sentimenti legati al cristianesimo e al nostro folklore locale nella Spagna meridionale»

GAMER MAY CRY: ATTACK ON TITAN 2 - LE ALI DELLA LIBERTÀ DI OMEGA FORCE https://gamermaycry.blogspot.com/2018/12/attack-on-titan-2-le-ali-della-liberta.html

Offline Van

  • Navigato
  • **
  • Post: 551
    • E-mail
Re: [Multi] Blasphemous
« Risposta #27 il: 12 Set 2019, 08:22 »
Grazie pickman interessante approfondimento.

Nel mentre io proseguo e continuo a rimanere meravigliato dal comparto grafico, si vede che dietro c'é un idea molto precisa per la direzione artistica. Il gioco mi sta punendo molto piu sulla parte platformica che nei combattimenti che pure sanno essere impegnativi. Per ora promosso a pieni voti.

Offline MaxxLegend

  • Reduce
  • ********
  • Post: 32.477
  • A New Adventure
    • ZombieGamer80
Re: [Multi] Blasphemous
« Risposta #28 il: 12 Set 2019, 12:14 »
Fighissimo il gioco e grande Pickman per il papirozzo.
PSN Trophies: 29-51% - XBL Gamerscore: 38.197 - BOARDGAMES - ZombieGamer80
Lost in VR CONTROL.

Offline Jet Di

  • Avviato
  • *
  • Post: 382
    • E-mail
Re: [Multi] Blasphemous
« Risposta #29 il: 12 Set 2019, 15:15 »
Sto giocando Blasphemous proprio ora e l'approfondimento del buon Pickman è utilissimo per apprezzarlo ancora di più nei dettagli. Grazie :yes: