Autore Topic: TFP Yearbook [2019]  (Letto 21880 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Il Gladiatore

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.142
Re: TFP Yearbook [2019]
« Risposta #30 il: 01 Gen 2019, 14:58 »
Gioco Principale:

Spider-Man (Ps4)

Completati ma da esaurire/platinare:

Assassin's Creed Odyssey (Ps4);
Monster Hunter World (Ps4);
Red dead Redemption 2 (Ps4);
Astro Bot (VR)

Multiplayer:

Soul Calibur 6 (Ps4);
Super Smash Bros. Ultimate (Switch)
Everybody'S Golf (Ps4)
« Ultima modifica: 01 Gen 2019, 17:05 da Il Gladiatore »
Sto Sekiro dovrebbero metterlo fra le materie di studio a scuola: ti insegna a migliorare sempre attraverso il fallimento e ti ricorda che superato un ostacolo c'è sempre di peggio dopo, tipo un babbuino che ti scoreggia in faccia.
Gioco della vita, letteralmente. (SkyWing)

Offline Gold_E

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.276
    • E-mail
Re: TFP Yearbook [2019]
« Risposta #31 il: 01 Gen 2019, 15:22 »
PS4

Red Dead Redemption 2
SPIDERMAN 4

Switch

Tetris99: Goty

Splatoon 2

Octopath Travellers:Goty
Ne parlo qui:
http://www.tfpforum.it/index.php?topic=24017.msg2528675#msg2528675

Pokémon Let's go Pikachu

Yoshi Crafted world: Goty
Ne parlo qui:
http://www.tfpforum.it/index.php?topic=24270.375

Celeste Goty
Ne parlo qui:
http://www.tfpforum.it/index.php?topic=24085.msg2547837#msg2547837

Doom
Dark Souls
Fire emblem tree house
« Ultima modifica: 02 Ago 2019, 10:55 da Gold_E »
GOLD EXPERIENCE REQUIEM POTERI:                         
Le sue emanazioni azzerano il potere, le azioni e la volontà di chi lo attacca. Chi resta colpito fisicamente da Requiem vede la propria morte riportata a zero, e continua a riviverla ogni volta.

Offline simo1up

  • Matricola
  • Post: 27
Re: TFP Yearbook [2019]
« Risposta #32 il: 01 Gen 2019, 17:34 »
Dead Red Redemption 2 (PS4)
(abbandonato, Gennaio)
Non mi ha preso, forse non era il momento giusto e forse ci riproverò in un prossimo futuro (ma dubito).

No Man's Sky (PS4)
(in corso, Agosto)
« Ultima modifica: 18 Ago 2019, 16:12 da simo1up »

Offline Jello Biafra

  • Eroe
  • *******
  • Post: 13.025
    • http://www.retrocritics.altervista.org
    • E-mail
Re: TFP Yearbook [2019]
« Risposta #33 il: 01 Gen 2019, 17:47 »
@Nemesis Divina io intanto mi prenoto lo slot, mi riserverò di aggiornarlo man mano che gioco qualcosa nel 2019, anche se non sono sicuro di aver ben chiaro il tutto...

Intanto inizio con:

Grim Fandango Remastered [Switch]: purtroppo abbandonato. E' un genere, l'avventura grafica, che amo ma non ho più tempo, costanza e flessibilità mentale per affrontare. Oltretutto Grim Fandango ha scrittura, ambientazione e personaggi STRAORDINARI ma purtroppo trovo gli enigmi troppo aleatori e poco intuitivi, al contrario di altre avventure Lucas.

Dark Souls Remastered [Switch]: lo avevo iniziato su PC anni fa ma mai avuto tempo/opportunità per portarlo avanti, ora su Switch è tutt'altra cosa. Per ora mi piace molto ma certi combattimenti nei quali conta più la fortuna che l'abilità mi lasciano l'amaro in bocca. Me lo aspettavo severo ma giusto. Dopo 35 ore (ho suonato la prima campana e sono alla ricerca della seconda nella città infame) confermo le prime impressioni: i tre fulcri sono level design (eccellente)/evoluzione e personalizzazione del personaggio (flessibile in maniera totale)/combattimento (complesso ed articolato, forse l'unica volta che qualcuno è riuscito a ricreare in tempo reale in maniera efficace la stratificazione dei combattimenti a turni). La difficoltà non è affatto eccessiva, tutto sta nel perdersi nei suoi ritmi e modi da gioco d'altri tempi. Qualche scarpinata di troppo un po' ammorbante però c'è. Esteticamente purtroppo abbastanza anonimo e banale anche se i boss sono in media molto fighi. EDIT: da Anor Londo in poi diventa un po' troppo ripetitivo ed uguale a se stesso, appesantendosi un po'. Però nel complesso tanta roba.

Yoshi Crafted World [Switch]: già detto nel thread dedicato, gioco clamoroso, vedremo come procede l'anno con Luigi's Mansion 3, Astral Chain e Link's Awakening, ma si candida seriamente ad essere il mio GOTY. EDIT: finito con oltre 60 ore di pura goduria. Gioco obbligatorio per chiunque abbia Switch al netto di una risoluzione ballerina (maledetto UE4, spero che sia il primo ed ultimo tentativo Nintendo con questo motore).

Xenoblade Chronicles 2 [Switch]: dopo una ventina di ore prime impressioni positivissime per ambientazioni (mozzafiato), costruzione degli spazi (molto intelligente) e valori produttivi generali. Un po' meno per un sistema di controllo molto arzigogolato, un po' confusionario ma, soprattutto, spiegato poco e niente (rivoglio i manuali cartacei!).
« Ultima modifica: 18 Mag 2019, 10:19 da Jello Biafra »

Offline piwi

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 7.905
  • Cazzaro professionista
    • Vito "Piwi" Potenza - Sketchblog
    • E-mail
Re: TFP Yearbook [2019]
« Risposta #34 il: 01 Gen 2019, 20:02 »
Ottima iniziativa :)

Al momento sto giocando:
Switch
- New Super Mario Bros. U Deluxe (Luglio 2019 - in corso)
PS4
- Horizon Zero Dawn (Giugno 2018 - Luglio 2018) (Settembre 2019 - in corso)
iOS
- Oddmar (Gennaio 2019 - in corso)


Finiti:
Switch
- The Legend of Zelda: Breath of the Wild (Dicembre 2018 - Aprile 2019)
- Super Mario Odyssey (Maggio 2019 - Luglio 2019)
PS4
- The Last Guardian (Dicembre 2018 - Marzo 2019)
- God of War (Marzo 2019 - Agosto 2019)
- Call of Duty: Modern Warfare Remastered (Giugno 2019 - Agosto 2019)

Abbandonati:
PS4
- The Witness (Agosto 2019)
iOS
- Dr. Mario World (Agosto 2019 - Settembre 2019)
« Ultima modifica: 17 Set 2019, 10:26 da piwi »
My portfolio/blog/sarcàzz: VitoPotenza.it | Facebook/Linkedin: Vito Potenza | Twitter/PSN: PiwiTFP
My TFP Yearbook

Offline Claudio

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 8.617
Re: TFP Yearbook [2019]
« Risposta #35 il: 01 Gen 2019, 20:12 »
Diciamo gioco principale:
Nier Automata (buttato dentro per colpa sua)
Psychonauts VR
State of Mind (speravo in qualcosa di più. Parte bene ma non mi ha convinto il finale)
Uncharted l'eredità perduta
God of War
Link's Awakening (3DS) (in stand by. trovo difficile capire cosa fare nelle parti tra i vari dungeon)
Nioh (ci ho provato ma non fa per me il genere. Mi sarò allontanato 20 metri dal punto iniziale in 3 gg :D)
Yoshi Woolly World. #goty Ha diverse idee divertenti :)
Baba is You (in corso e probabile goty)
« Ultima modifica: 13 Apr 2019, 20:06 da Claudio »

Offline Level MD

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.686
  • May the Dark shine your way
    • MegaTen Italia
Re: TFP Yearbook [2019]
« Risposta #36 il: 01 Gen 2019, 21:49 »
Conclusi:
- Majin Tensei II: Spiral Nemesis (SNES)
- The Legend of Zelda: Breath of the Wild (Switch)
- Valkyria Chronicles 4 (PS4)
- Phoenix Wright: Ace Attorney (6) − Spirit of Justice (3DS)
- Tales of Vesperia: Definitive Edition (PS4)
- God of War (2018) (PS4)
- Bravely Second (3DS)
- Hollow Knight (PC)
- Gris (PC)
- Octopath Traveler (Switch)
- Yakuza Kiwami 2 (PC)
- Dragon Quest XI (PS4)
- Majin Tensei (SNES)
- Dai Gyakuten Saiban (1): Naruhodō Ryūnosuke no Bōken (3DS)
- Super Mario Odyssey (Switch)
- Persona Q: Shadow of the Labyrinth (3DS)
- Ni No Kuni II: : Revenant Kingdom (PS4)
- Control (PC)
- Star Ocean 5: Integrity and Faithlessness (PS4)

In corso:
- Judgment (PS4)

Commento:

Majin Tensei II: Spiral Nemesis (SNES)
Come reinterpretazione megatenistica dei canoni di un Fire Emblem dell'epoca non mi è sembrato male. Buone mappe, qualche diversificazione fra i demoni che risulta utile, personaggi sviluppabili.
L'IA, relativamente al movimento nemico, ed i tempi di gioco, specie nei turni avversari, sono i limiti principali. Da un certo punto in poi, ho sentito di dover necessariamente proseguire accelerandone l'emulazione, non potendo trarre maggior velocità dalle personalizzazioni del gioco ( come invece si può fare in un Disgaea attuale ), che al massimo consentono di semplificare la schermata di scontro.

The Legend of Zelda: Breath of the Wild (Switch)
Da non amante degli open world massicciamente vuoti, ciò che mi ha colpito di BotW è la quantità d'interazione ambientale e di variazioni d'utilizzo dei mezzi offerti. E mi mancano ancora un sacco di subquest e sacrari. In compenso, sinceramente, tanti altri aspetti di sviluppo e bilanciamento mi hanno convinto molto meno.

Valkyria Chronicles 4 (PS4) - #GOTYs
Finalmente la serie è tornata a godere di un supporto adeguato, da parte di Sega, ed i risultati si vedono. Rispetto al primo trae vantaggio di alcune aggiunte apportate lungo la serie, ma il focus rimane il design della mappe e la particolarità del suo mix turni/real time. Degno successore di una serie di tattici di guerra a tinte pastello, che malgrado la facciata anime si concede di reinterpretare anche alcune tematiche belliche.

Phoenix Wright: Ace Attorney (6) − Spirit of Justice (3DS)
Dopo Apollo Justice e Dual Destinies il mio interesse per la serie è progressivamente calato. Il nuovo filone non vale la trilogia originale e per questo ero maggiormente interessato a veder localizzato i Dai Gyakuten Saiban. Malgrado ciò, mi sento di dire che Spirit of Justice concluda degnamente il percorso di Apollo e che quindi sia il capitolo migliore dei tre. 
Personalmente l'avrei accorciato di almeno un caso.

Tales of Vesperia: Definitive Edition (PS4)
Porting atteso forse per troppo tempo, Tales of Vesperia ai miei occhi si è rivelato un gioco nella media della serie, senza picchi ludici rilevanti. Impatto visivo a parte, l'esplorazione non è migliore di altri vecchi Tales of con world map, specie per quanto riguarda il dungeon design. Lento ad ingranare, la narrazione regge più che altro per il carisma atipico, per la serie, del suo protagonista.

God of War (2018) (PS4)
Ne ho apprezzato la struttura, il mix di elementi e l'impatto grafico e sonoro da "blockbuster". Un po' meno la storia e la visuale simil TPS, non azzeccatissima ai frangenti più concitati ( vedi fottute V )

Bravely Second (3DS)
Sequel riciclato di Bravely Default, Second si limita ad aumentare la quantità dei Job e a non estremizzare negli ultimi capitoli, lì dove Default è risultato più criticato. Manca qui quella progressione ludica dei Job e del design dei boss, a favore di scelte evitabili nelle subquest, che mantiene Default un gradino sopra. Concept e storia discutibili. Nell'insieme un passo indietro.

Hollow Knight (PC) - #GOTYs
Gran gran bel metroidvania. è così dannatamente immenso, competitivo, denso di stile e contenuti, da ben rappresentare la sintesi di ciò che oggi si può desiderare da una produzione attualizzata del genere.
Il gioco, su di me, ha avuto anche la tendenza a risolvere via via i dubbi che ho inizialmente nutrito su alcuni aspetti, attraverso la progressione delle possibilità offerte, gli accessori e le abilità che si vanno ad aggiungere.

Gris (PC)
Quattro ore di platforming semplice e derivativo ma funzionale, dove è la malinconia grafica e sonora a fare da traino. Inaspettato.

Octopath Traveler (Switch) - #GOTYs
Ero dubbioso su questo titolo, eppure si è rivelato un'esperienza JRPGistica tutto sommato simile a quella vissuta con il da me spesso consigliato Radiant Historia, nei pregi e nei limiti.
Gli sbilanciamenti, condizionati anche dal concept, sono compensati da finezze narrative che ormai non ci si aspetta più da Square, in un contesto interessante e nostalgico. 

Yakuza Kiwami 2 (PC) - #GOTYs
Non avendo giocato l'originale e venendo da 0 e Kiwami, mi chiedevo soprattutto se non ci fosse il rischio di trovarsi di fronte una narrativa impersonale, rispetto al ruolo di Kiryu in essa. Invece è un sequel che funziona alla grande.
Il superamento degli stili di combattimento può pesare all'inizio, ma dopo specifici upgrade il personaggio riesce a gestire bene le varie situazioni di combattimento, con buoni ritmi.

Dragon Quest XI (PS4)
Per due terzi di gioco è il Dragon Quest più scorrevole e meglio narrato di sempre, poi deflagra e resta solo il pur buon battle system ad accompagnare, lentamente, il giocatore verso il true ending. Tanta luce ma troppa ombra.

Majin Tensei (SNES)
Più bello da vedere del suo successore, ma meno vario. Anche questo l'ho dovuto giocare con l'emulazione velocizzata.

Dai Gyakuten Saiban (1): Naruhodō Ryūnosuke no Bōken (3DS)
L'ho giocato con la traduzione amatoriale. Trovo che si tratti di un progetto più interessante rispetto al filone di Apollo, in quanto a personaggi e contesto. Rispetto ai canoni degli Ace Attorney, il primo DGS lascia qualche domanda irrisolta che guarda al seguito, pur proponendo un buon caso conclusivo.
Ho avuto la sensazione che alcuni passaggi logici fossero leggermente più pilotati del solito, ma il gioco è pressoché analogo ai predecessori, a parte per i "Theatre of Logic and Deductions".
Attendo volentieri che venga tradotto anche il 2.

Super Mario Odyssey (Switch)
Tanta varietà e contenuti ma ho visto poca progressione del gameplay di base, come se il concept di gioco, volto a favorire l'acquisizione delle lune anche in brevi sessioni, e le meccaniche di controllo con il cappello rendano molte lune dei minigiochi a sé stanti. Il fatto stesso che si possa, teoricamente, proseguire di zona in zona senza fare i boss mi ha dato ulteriormente l'idea di un gioco dove c'è tanto gameplay ma poca struttura.

Persona Q: Shadow of the Labyrinth (3DS)
Dungeon crawler sviluppato con l'idea di fondere meccaniche da Etrian Odyssey a quelle di P3P, inglobando i personaggi di P3 e P4. Il risultato non è altro che un crossover fanservice, dove c'è complessità di design esplorativo, coerentemente con le logiche degli Etrian, ma dove il battle system fallisce nel gestire in modo opportuno i mezzi ripresi da Persona, creando un gioco che risulta molto sbilanciato, a favore delle magie d'instant kill e degli status quanto a sfavore di attacchi magici, buffer e debuffer, commettendo errori banali anche su come, di riflesso, andavano distribuite le statistiche di alcuni personaggi.

Ni No Kuni II: : Revenant Kingdom (PS4)
Manca un po' del fascino fiabesco del predecessore, al contempo trovo però che abbia il merito di aver cassato completamente le ibridazioni del battle system precedente, ne carne ne pesce, in favore di una soluzione action RPG più funzionale e futuribile, aggiungendo tanti altri elementi ludici, come ad esempio le battaglie campali ed il lato gestionale, che lo rendono una produzione molto varia, sebbene avrebbero potuto essere sfruttati maggiormente all'interno della progressione narrativa, invece di rimanere per lo più opzionali.

Control (PC)
Control mi ha lasciato sentimenti contrastanti. Per quanto l'abbia trovato stilisticamente e scenicamente affascinante, non sono rimasto convinto della narrazione e del gameplay. Mi aspettavo certamente più varietà situazionale, più progressione dei poteri e parallelamente del level design e dei boss, che ho atteso invano nella main quest. Gli elementi RPG sono gestiti in modo generico ed avrei preferito più livelli di difficoltà. è un trip interessante ma forse, a questo giro, ho preteso troppo da Remedy.

Star Ocean 5: Integrity and Faithlessness (PS4)
Fra le 15 e le 20 ore scarse di main quest, con tanto di backtracking, in un mondo piccolo, riciclato e ripetitivo. Poco equilibrio, qualche scelta discutibile di sviluppo... non è indecente sotto certi aspetti ma comunque un gioco inutile.
« Ultima modifica: 15 Nov 2019, 01:06 da Level MD »

Offline Pila87

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 9.145
  • Cattive abitudini
Re: TFP Yearbook [2019]
« Risposta #37 il: 02 Gen 2019, 08:32 »
Mi prendo il mio post :) lol al tag #beota :D e bravo Nemesis, bellino tutto.

GIOCHI 2019

Bayonetta
Mario Kart 8
Splatoon 2
DiRT Rally
Monster Hunter Generations Ultimate
Tetris 99
Mario Rabbids Kingdom Battle

Che ti racconto...

Bayonetta
Ci sappiamo giocare a sto Bayonetta? Mica tanto :D lo rifacciamo un altro giro lo stesso anche solo per nostalgia? Ben volentieri. Ci piace parecchio, così si inganna l'attesa per il prossimo.

Mario Kart 8
Mi sono un po' stufato di vedere le stesse piste dalla notte dei tempi, ha bisogno di novità. Però sul vecchio Wii U si trova ancora la gente, qualche guscio occasionale lo lancio.

Splatoon 2
Eh, sta sempre lì, hanno azzeccato i controlli in maniera eccellente e adesso che il matchmaking ti mette sempre contro altri europei, si gioca pure meglio. Se solo la gente smettesse di andare online col WiFi dello Spizzico sarebbe proprio definitivo, ma quello su una portatile purtroppo te lo devi aspettare.

DiRT Rally
Ammetto di essere un novellino, alle prese col suo primo racing veramente simulativo, e ovviamente questo si vede quando scendo in pista ^^ ma mi diverto lo stesso, con un gioco magari severo ma che ti conquista con la sua fisica realistica e sul quale ogni tanto torno, senza pretese particolari, ma con gusto.

Monster Hunter Generations Ultimate
Bello, Monster Hunter World. L'ho giocato con gusto ed aspetto l'espansione con ansia. Stappai comunque "quello buono" quando annunciarono la localizzazione di questo "all stars" dei vecchi episodi, vuoi perché di mostroni non se ne abbatte mai abbastanza, vuoi perché certe cose della vecchia formula mi mancavano, soprattutto per quanto riguarda l'online. Beh eccoci, un gioco sconfinato, una comunità appassionatissima, roba nuova, roba vecchia, una grande festa per una serie che, finalmente si può dire, è tra le cose migliori che abbia mai fatto Capcom.

Tetris 99
Un fulmine a ciel sereno! L'idea geniale, tu che guardi la presentazione con l'occhio sbarrato, subito disponibile al download, un classico che si sposa con la moda "battle royale" del momento e che dispensa adrenalina come solo quei quattro blocchetti possono fare. Non ha bisogno di presentazioni o lungaggini, è il puzzle game e le dita non se ne stancheranno mai.

Mario Rabbids Kingdom Battle
Cosa succede se gli italiani, col loro estro e anche la loro cazzonaggine, prendono a cuore le lezioni di Nintendo su come si fanno i giochi e perché? Cosa succede se un matto ci mette una dedizione e una voglia di lavorare bene che spesso a noi manca, artisti e passionali ma anche pieni di difetti? Succede che ne esce un gioco a tratti incredibile, per quanto fedele a quello che evidentemente voleva essere, divertente e gratificante, una cosa che ho aspettato ai saldi e invece meritava anche di più. Titolo imperdibile per chiunque possieda la console che fa clic.
« Ultima modifica: 21 Mar 2019, 13:32 da Pila87 »

Offline Asfeld

  • Newbie
  • Post: 2
Re: TFP Yearbook [2019]
« Risposta #38 il: 02 Gen 2019, 09:04 »
PS4

Horizon Zero Dawn complete edition (in corso - Settembre 2019)

Mass Effect: Andromeda (in pausa- Marzo 2019)

Detroit: Become human (completato - Marzo 2019 => Aprile 2019)
God of War (completato - Dicembre 2018 => Marzo 2019)
Shadow of the beast (completato - Marzo 2019 => Marzo 2019)
Titanfall 2 (completato - Maggio 2019 => Luglio 2019)
Until Dawn (completato - Luglio 2019 => Agosto 2019)


PS VR

Farpoint (in corso - Gennaio 2019)

Doom VFR (in pausa- Gennaio 2019)

Moss (completato - Giugno 2019 => Settembre 2019)


PC

Alien Breed 2: Assault (in corso - Settembre 2019)
Doom (2016) (in corso - Novembre 2019)
The Witcher 3 (in corso - Maggio 2019)


Amnesia: Dark Descent (in pausa- Aprile 2019)
The Witness (in pausa- Aprile 2019)
X-Com: Enemy Unknown (in pausa - Aprile 2019)

Doom 3 BFG (completato - Febbraio 2019 => Aprile 2019)
Shadowrun Returns (completato - Gennaio 2019 => Febbraio 2019)
Transistor (completato - Maggio 2019 => Giugno 2019)
Wolfenstein II: The New Colossus (completato - Giugno 2019 => Novembre 2019)
« Ultima modifica: 06 Nov 2019, 09:02 da Asfeld »

Offline jamp82

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 7.049
  • Team Kirkhammer ignorantia_&_violentia is da way
    • DeathstreetBoyZ - Pop Music From Hell!
    • E-mail
Re: TFP Yearbook [2019]
« Risposta #39 il: 02 Gen 2019, 09:37 »
Call of Duty: Black Ops IIII (PS4) #GOTYs
in corso da ottobre 2018 ma pausizzato da gennaio 2019, ripreso a spot da agosto 2019

Captain Toad (Switch)
finito, gennaio 2019

Street Fighter Collection (Switch) #GOTYs
in corso da gennaio 2019, lo puccio ogni tanto che fa sempre bene

Shantae: Half Genius Hero (Switch)
finito, gennaio 2019

Mario + Rabbids (Switch) #GOTYs
finito, gennaio 2019

Fire Emblem Awakening (3DS)
iniziato, gennaio 2019, finito giugno 2019

The Evil Within (PS4) #GOTYs
finito, febbraio 2019

DOOM (Switch) #GOTYs
finito, marzo 2019

Sekiro (PS4) #BEOTA
iniziato, marzo 2019, pausizzato aprile 2019 per il maledetto male al polso, finito maggio 2019

SteamWorld Dig (Switch)
finito, aprile 2019

Blaster Master Zero (Switch)
finito, maggio 2019

Mirror's Edge: Catalyst (PS4)
finito, giugno 2019

Sonic Mania Plus (Switch)
iniziato, giugno 2019, in corso

Fire Emblem Fates (3DS)
iniziato giugno 2019, mollato

Hollow Knight (Switch) #GOTYs
iniziato giugno 2019, finito agosto 2019

Marvel's Spider-Man (PS4)
iniziato settembre 2019, finito nello stesso mese

The Last of Us Remastered (PS4) #GOTYs
iniziato settembre 2019, finito ottobre 2019

Metro 2033 Redux (PS4)
iniziato ottobre 2019, mollato

Death Stranding (PS4)
iniziato novembre 2019

Commenti:

Call of Duty: Black Ops IIII
nonostante non sia un supah pro, ho superato la centinaia d'ore e solo adesso ho iniziato a toccare altri giochini per respirare un pò perchè questo titolo è una fottuta droga, l'allungamento del time to kill grazie alla salute aumentata porta i gunfight a ribbaltare la situazione (nd Borghese) fino all'ultima pallottola.....si cristona, si salta sul divano, si insulta che è un piacere e rimane sempre dannatamente divertente.

Street Fighter Collection
il Museo da solo vale quasi il prezzo del biglietto, il resto è completato da una collection di titoli eccezionali che nonostante conosciamo da tempo rimarranno immortali e averli in un unica soluzione fa bene al cuore.

Mario + Rabbids
geniale interpretazione tattica del mondo mariesco made in italy, o meglio, made in Milano! non mi sono annoiato un secondo, divertentissimo ed appagante, curato in ogni dettaglio.....immaginavo fosse bello ma non così dannazione, MERAVIGLIOSO!.

The Evil Within
mi è piaciuto in tutto, anche le giapponesate tipo lo scontro finale, quando ho visto Sebastian
Spoiler (click to show/hide)
ho detto "muhahahahha che stronzata! ma sti cazzi, va benissimo così, muori coglione!" sono cose che dopo quasi 20h di tensione fanno bene e sono liberatorie  ;)
la royal rumble sul finale stava iniziando a toccare le prime corde della frustrazione ma è bastata un pò di pazienza e pianificazione ed è andata via.
nonostante il frame rate da rapina nel complesso l'ho trovato proprio divertente, soprattutto i boss, a volte volevo morire solo per rifare la battaglia!
nel complesso gran gioco, promosso a pieni voti  :yes:

DOOM
finito dunque una seconda volta dopo la prima su PS4 un paio d'anni fa: a furia di diventare ripetitivo questo porting su switch è una cazzo di bomba, il giroscopio è la manna dal cielo, davvero non credevo, che dire.....se non è un capolavoro ci siamo davvero vicini, un inno al divertimento in ogni poro di carne demoniaca sanguinolenta.

Sekiro
marziale, rigoroso, fottutamente giapponese, una gran bella palestra videoludica.....NECESSARIO.

Hollow Knight
Premetto che saga di Castlevania a parte, non ho mai corso con entusiasmo dietro ai metroidvania perché mi sono sembrati troppo impegnativi nell'aggirarsi nelle mappe e ciò che ne consegue, l'ultimo che ho giocato è stato Samus Returns su 3DS e dopo la prima bella e idilliaca parte, ad un certo momento ho iniziato ad averne le palle piene, ma talmente piene che dopo la prima morte con il boss finale non ho trovato nemmeno la voglia di rifarlo, ero totalmente saturo, pesante, imho il suo più grande difetto è stato quello di non aver calibrato bene la libertà di esplorazione, nel senso, ad un certo punto ero talmente saturo di andare in giro per manie di completismo che una volta ripresi i binari non ne avevo più......ecco, Hollow Knight in queste mie 60h contro le 20 di Samus Returns, questo difetto non è presente, ma nemmeno se ti impegni. All'inizio è frustrante farsi km di back tracking ma una volta immerso in questo meraviglioso mondo diventa un cazzo di piacere. Cosa voglio dire? Che mannaggia ai Team Cherry con questo titolo che vale più della solita ridondante mediocrità tripla A occidentale (generalizzo eh, non è che fa tutto schifo) , hanno realizzato un fottuto miracolo, davvero, sono rimasto senza parole da cotanta bellezza in qualsiasi cosa i miei occhi e le mie orecchie, rispettivamente vedevano e sentivano ma non solo, essendo un videogioco bisogna parlare ovviamente di interazione e quindi di gameplay.... porcatroia, quanta semplicità e precisione nella sua complessità sincera e generosa.
In 60h non mi sono annoiato un nanosecondo.
Meraviglia.
Monumentale.

The Last of Us Remastered
che dire, ribadisco che l'aver rigiocato questa volta a Difficile dopo 6 anni è come se l'avessi giocato per la prima volta e l'esperienza è stata totalizzante, l'aumento di adrenalina nelle parti giocate ha amplificato ancora di più l'aspetto emotivo della narrazione che finalmente, in ritardo, me l'ha fatto apprezzare a pieno. che bomba gente.
mi piace sottolineare che nonostante il gioco ti invoglia ad agire in modo stealth, modus operandi burroso e spettacolare per la soddisfazione personale dopo aver studiato una determinata area, ti permette comunque di improvvisare faccia a faccia quando si è alle strette a causa di un proprio errore di calcolo.....e se questo non è gameplay  :yes:
« Ultima modifica: 11 Nov 2019, 12:59 da jamp82 »
[IG] instagram.com/jamp82/, [PSN] jbittner82, [Switch] SW-0209-2836-6111
"Skippo le ballad."

Offline horatiusx

  • Veterano
  • ****
  • Post: 2.736
    • E-mail
Re: TFP Yearbook [2019]
« Risposta #40 il: 02 Gen 2019, 09:57 »
Titolo (piattaforma) (status, mese di inizio, mese di fine se diverso dall'inizio)

Red Dead Redemption 2 (PS4) (ottobre 2018-gennaio 2019) *****
direi che qui non serve aggiungere qualcosa, se ne è parlato fin troppo. Non lo taggo perché l'ho già votato quest'anno.

Mutant Year Zero - Road to Heaven (PS4) (finito, dicembre 2018) ***
Ecco, questo è un bel giochillo se piacciono i tattici a turni. Non è così duro da finire e non dura tantissimo, però ha parecchie frecce al suo arco.
Intanto il contesto (derivato da un GdR scandinavo, se ho ben capito). Mondo post-atomico. Pochi sopravvissuti umani in un'enclave detta l'Arca. Gli altri, variamente corrotti, sono indicati genericamente come Ghouls.
Si controlla una piccola squadra (max. 3 elementi da scegliere tra i sei disponibili) e si setacciano le varie location alla ricerca di materiali riciclabili e seguendo degli obiettivi fissati dalla storia (piuttosto canonica).
I personaggi sono dei mutanti della cui origine si sa molto poco, che hanno diversi poteri (sia di base che sbloccabili).

Dragon Quest XI - Echi di un'era Perduta (PS4) (febbraio 2019 - marzo 2019) ** ABBANDONATO
Non posso proprio dire nulla di male a DQXI. Il lore è carino (seppur abbastanza semplice), il character design è interessante, anche i mostrilli più stupidi hanno il loro perché. è che sono io che non sono tagliato per i JRPG. Ci ho provato con tutto me stesso, ma sono proprio gli elementi caratteristici del genere che non mi vanno giù. E in particolare mi fa soffrire la colonna sonora. Che suona, e suona e suona... e se giochi tre ore la senti ripetersi centocinquanta volte e la detesti come una qualunque canzone di Rovazzi.
E l'essere obbligati a farmare migliaia di mostriciattoli mi leva la poesia.
La tipica storia d'amore che si chiude con un "Non sei tu, ma sono io".

Sekiro - Shadows die twice (PS4) (marzo 2019, non lo finirò MAI) ***** #GOTYs
Sia chiaro, io non terminerò Sekiro. Perché io sono una innegabile pippa, perché gioco tipicamente di notte dopo lavoro figli e teatro, perché a un certo punto capisco che non posso elevarmi dalla condizione di pippa a 45 anni se non l'ho fatto fino a ora.
Sia chiaro anche che a differenza del grosso dei PRO che girano qui, a me i DS etc. MI HANNO FATTO CACARE. Sì, in questo caso sono un hater. Ne ho odiato e disprezzato ogni aspetto e li ho bellamente saltati.
E invece a questo Sekiro che non finirò assegno il tag di gioco dell'anno perché è un giocone in tutti i suoi aspetti: nell'ambientazione, nell'atmosfera, ha una storia capibile (FROM, avete visto che si può raccontare una storia senza richiedere un approccio esegetico?) e anche interessante.
E così, in attesa di accettare la mia condizione infima mi sto divertendo un mondo a impersonare lo shinobi con le armi prostetiche protesiche (traduzione impeccabile e inascoltabile). Sto passando ore a ammazzare con studio e attenzione tutta la marmaglia per farmi finire dal miniboss di turno, oppure a lanciarmi a testa bassa verso il boss e farmi finire dalla marmaglia che senza la dovuta considerazione diventa letale.
Su questo forum ci sono ottimi recensori che sapranno dare giustizia al gioco, io mi limito a affermare con convinzione che è un gioco bello bello, una sfida ardua che non dà tregua, e pur essendo stronzo da morire non si fa percepire come punitivo.
Confermo che l'ho mollato, ma a differenza di tutti gli altri non finiti, per questo mantengo l'idea di riprenderlo prima o poi.

Greedfall (PS4) (settembre 2019, ottobre 2019) **

Insomma l'idea di un GdR fantasy ambientato nel 1400 quasi 1500 è una buona idea. E mi sta pure piacendo abbastanza: le missioni -anche secondarie- hanno un senso, se non fidelizzi i companion li perdi, il tema della colonizzazione è trattato tutto sommato bene, c'è un lore specifico delle terre immaginarie da acquisire gradualmente e che ha elementi di interesse.
Insomma non male, per essere un gioco del 2009.
Come? Ah siamo nel 2019? Beh, a SPIDERS non lo sanno (sti francesi sempre concentrati sul proprio ombelico).
Voglio dire, con la giusta nostalgia il gioco è carino. Ma proprio andare nei posti e trovare i PNG piantati là 24 ore al giorno in postura manichino in attesa che tu gli rivolga parola, ma anche i servi che lavano indefessamente la stessa mattonella per mesi è un po' robetta. C'è un ciclo giorno notte che consiste esclusivamente nel cambio di illuminazione e non influisce su nulla (tranne che in un paio di script di missioni), ci sono cinque tipi di mostri o giù di lì.  Ah, e c'è una palette un po' smorta da film francese che con poche eccezioni fa perdere la meraviglia per un luogo rigoglioso e inesplorato.
Insomma, più che sufficiente per me, che sono un giocatore vecchio.
Un giochino coitointerrotto.
E aggiungo che pur stando nelle meccaniche del gioco, non HO POTUTO FINIRLO perché se fai davvero quello che vuoi, crei un deadlock logico e la missione finale non si attiva (vedere nel topic specifico per maggiori dettagli).
Le due stelle sono più per premiare il mio entusiasmo iniziale che per la ciofeca che è sto gioco
« Ultima modifica: 05 Nov 2019, 15:01 da horatiusx »
Floppy Disks are like Jesus: they died to become the icon of saving.

Offline ederdast

  • Eroe
  • *******
  • Post: 11.198
    • E-mail
Re: TFP Yearbook [2019]
« Risposta #41 il: 02 Gen 2019, 10:00 »
Steep: sospeso (non lo finisco manco morto) (gennaio 2019): non malissimo ma diciamo che annoia abbastanza in fretta, voto 6

Star Wars battelfront 2: iniziato a marzo 2019 finita "le" campagne a Aprile 2019, provato tre spari nel multy (nemmen malaccio, soprattutto le parti con le astronavi) voto 7-.

Spiderman: iniziato a dicembre 2018 finito a aprile 2019 - voto 8,5.

AC Origins: in corso (sospeso) (novembre 2018)

Gt Sport: in corso (dicembre 2018)

Wolfentein 2: in corso (gennaio 2018)

Iconoclast: in corso (gennaio 2018)

Detroit Become Human: in corso (Aprile 2019) terminato (Maggio 2019) voto 7,5

Days Gone: in corso (Maggio 2019)

Sekiro Shadow Die Twice: in corso (Agosto 2019)

Darksiders 3: in corso (Settembre 2019)

« Ultima modifica: 06 Set 2019, 11:22 da ederdast »
Le opinioni sono come le palle, ognuno ha le proprie.
Callhagan.

Offline Spartan

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.658
    • E-mail
Re: TFP Yearbook [2019]
« Risposta #42 il: 02 Gen 2019, 12:02 »
Red Dead Redemption 2 (PS4)
(in sospeso, ottobre 2018)

Yakuza Kawami (PS4)
(in sospeso, novembre 2018)

Call of Duty: WWII (PS4)
(completato, ottobre 2017 - febbraio 2019)


Darkest Dungeon (PS4/PS Vita)
(completato, luglio 2018 - luglio 2019)


Warface (PS4)
(completato, ottobre 2018 - luglio 2019)


Dead Cells (PS4)
(in sospeso, agosto 2018)

Into the Breach (Switch)
(in sospeso, dicembre 2018)

Octopath Traveler (Switch)
(completato, dicembre 2018 - 19 agosto 2019)


Dragon Quest VII (3DS)
(completato, settembre 2016 - settembre 2019)


Kingdom Hearts III (PS4)
(completato, gennaio 2019 - aprile 2019)


Resident Evil 2 Remake (PS4)
(completato, 01 febbraio 2019 - 10 febbraio 2019)


Anthem (PS4)
(completato, febbraio 2019 - maggio 2019)


Life is Strange (PS4)
(completato, aprile 2018 - febbraio 2019)


Child of Light (PS4)
(in sospeso, febbraio 2019)

Devil May Cry V (PS4)
(completato, marzo 2019 - 17 luglio 2019)


Moonlighter (PS4)
(in sospeso, 30 aprile 2019)

Severed (PS Vita)
(completato, 04 luglio - 11 luglio 2019)


Sekiro: Shadows Die Twice (PS4)
(completato, 18 luglio 2019 - 17 agosto 2019)


Call of Duty: Modern Warfare Remastered (PS4)
(completato, 21 luglio 2019 - 17 agosto 2019)


The Legend of Zelda: Breath of the Wild (Switch)
(in sospeso, ricominciato il 20 agosto 2019)

Astral Chain (Switch)
(in sospeso, 27 agosto 2019)

RAGE 2 (PS4)
(completato, 10 settembre 2019 - 12 novembre 2019)


Dauntless (PS4)
(in corso, maggio 2019)

Dragon Quest VIII (PS2)
(completato, 25 settembre 2019 - 20 ottobre 2019)


Dragon Quest II (Android)
(completato, settembre 2019 - ottobre 2019)


Dragon Quest III (Android)
(in corso, ottobre 2019)

Children of Morta (PS4)
(in corso, 22 ottobre 2019)

Death Stranding (PS4)
(in corso, 9 novembre 2019)

Star Wars: Jedi Fallen Order (PS4)
(in corso, 13 novembre 2019)

(*Per "completato", si intende aver ottenuto il trofeo di Platino su PS4, ed una percentuale del 100% o vicino per Switch.)
« Ultima modifica: Oggi alle 13:32 da Spartan »

Offline Alle

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 9.035
  • Tigella man
Re: TFP Yearbook [2019]
« Risposta #43 il: 02 Gen 2019, 12:40 »
Assassin's Creed Odyssey (PC)

Cities Skylines con DLC Industries (PC)
(ongoing dal 2016)

Frostpunk (PC)
Belle le (poche missioni), ognuna con il suo colpo di scena che arriva quando pensi di essere in pieno controllo della città.

Surviving Mars Space Race (PC)
Mezza delusione, piuttosto lento e alla fine le cose da fare non sono molte.

Tales of Vesperia (PC)
Mollato per sopraggiunto sfranticamento di pelotas.

Chaos:child (in corso) (PC)
Ben narrato ma leeeeeeento... se tra poco non decolla, lo mollo


« Ultima modifica: 12 Feb 2019, 20:20 da Alle »
In tigella veritas

Offline Belmont

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.442
Re: TFP Yearbook [2019]
« Risposta #44 il: 02 Gen 2019, 12:51 »
Titolo (Piattaforma), data di inizio, status

1) The Legend of Zelda: Breath of the Wild (Switch), cominciato ad ottobre 2017, "finito" il 5 gennaio 2019 #BEOTA
Un capolavoro di quelli che ne escono uno ogni venti anni. E la cosa bella è che ha persino dei margini di miglioramento! Qualche mio pensiero qui: http://www.tfpforum.it/index.php?topic=20804.msg2503680#msg2503680

2) Fire Emblem Heroes (Mobile), cominciato-boh-ad inizio 2017?, in corso
Ormai ci gioco con continuità da quasi due anni ed il gioco ha fatto notevoli passi in avanti. Il core gameplay è solidissimo e le modalità di gioco sono ormai varie e appaganti. Ma la vera chiave del successo è che, per essere un "gacha", è estremamente generoso con i giocatori F2P: non ci ho speso un centesimo (ah no, ci spesi 5 euro perché mi sembrava giusto supportare il gioco in qualche modo) ed ho tantissimi personaggi a 5*, molti dei quali frutto di fusione di più copie, riesco a completare i contenuti single player di massima (o quasi) difficoltà e nella modalità competitiva sto nel secondo tier più alto.

3) Sega Ages: Thunder Force IV (Switch), cominciato il 26 dicembre 2018, finito (grazie ai save states) l'11-04-2019
Francamente sono un pelo deluso. Il gioco è un grande classico, dinamico, ostico, con una pixel-art bellissima. Però, per i miei gusti, gli manca un ingrediente fondamentale per uno shmup: la colonna sonora super-epica. Per dire, la OST del quinto capitolo è infinitamente superiore. Un altro aspetto che non mi piace tantissimo è che i colpi nemici non sono sempre visibilissimi: è una scelta che rende l'aspetto grafico del gioco certamente migliore, ma a scapito della leggibilità.

4) Skyrim (Switch), cominciato il 5 gennaio 2019, interrotto il 22 febbraio 2019
E nulla, dopo circa 25 ore l'ho mollato e non so se avrò il coraggio di riprenderlo. A tratti mi ha anche divertito, ma in linea di massima non ha fatto "click" con me. Direzione artistica abbastanza piatta, regole di gioco poco chiare e poco spiegate, scrittura super-nerd, e, più che altro, la sensazione di star lavorando anziché giocando sono i principali difetti che ho riscontrato. Onestamente, dopo Zelda è difficile giocare a questo tipo di giochi open.

5) Valkyria Chronicles (Switch), cominciato il 22 febbraio 2019, finito il 23 marzo 2019
Per un appassionato come me di rpg strategici questo gioco rappresentata davvero una ventata di aria fresca. Il sistema ibrido a turni/real time funziona bene e le mappe di gioco sono letteralmente memorabili! L'unico difetto del gioco è l'aspetto decisamente trial & error del tutto: vista questa sorta di fog of war sempre perenne, risulta decisamente frequente fare un paio di turni esplorativi (dove inevitabilmente ti morirà qualche unità a causa di qualcosa che non potevi nemmeno lontanamente prevedere) per poi resettare e ricominciare la missione un po' più attrezzato.
Al netto di tutto questo, il pacchetto è semplicemente ottimo grazie alla grafica deliziosa (che richiama vagamente il manga di Nausicaa), la colonna sonora di Sakimoto, la storia semplice e avvincente, i personaggi molto gradevoli e il ritmo della narrazione che rimanda un po' ad un anime ad episodi. Forse la storia arriva alle fasi finali un pelo stanca, ma sono dettagli. #GOTY

6) Super Mario Odyssey (Switch), cominciato il 12 aprile 2019, archiviato il 19 giugno 2019
Alcune mie prime impressioni qui: http://www.tfpforum.it/index.php?topic=23720.msg2526891#msg2526891
Mie impressioni finali qui: http://www.tfpforum.it/index.php?topic=23720.msg2540331#msg2540331
Con grande rammarico, niente goty  :(
Questo episodio di Mario mi ha confermato che delle diverse anime della serie (2D pura, 3D lineare, 3D esplorativa) quella 3D esplorativa è probabilmente quella che mi piace meno.

7) Okami HD (Switch), cominciato il 19 giugno 2019, finito il 18 luglio 2019
Già giocato e parecchio apprezzato su Wii anni fa, non potevo trattenermi dal giocare la versione definitiva di questo titolo stilosissimo. Dopo le prime dieci ore pensavo che il mio commento sul TFP Yearbook avrebbe recitato qualcosa del tipo "al gioco con la grafica più bella di tutti i tempi si può perdonare anche qualche difetto". E invece no. Dopo circa 30 ore di gioco il mio nuovo giudizio su questo gioco è estremamente negativo. Si tratta di gioco noiosissimo, e non solo perché la "spalla" di zeldiana memoria straparla. E' proprio un gioco il cui ritmo/flusso complessivo è concepito come: tre minuti di giocato, una cutscene, un minuto di giocato, un dialogo, tre passi, un altro dialogo, cinque passi un NPC inutile con un dialogo inutile.
Ad onor del vero il gioco si risolleva un po' con l'ultimo atto, ma il giudizio rimane più o meno quello espresso. Francamente, non mi pare che gli Zelda 3D degli stessi anni, tanto criticati, fosserò così noiosi e così "narrativi" nel senso peggiore del termine.

8 ) Captain Toad: Treasure Tracker (Switch), cominciato il 22 giugno 2019, in corso
Lo sto giocando interamente in modalità a due giocatori con la mia metà!  :yes:

9) Gunlord X (Switch), cominciato il 21 luglio 2019, in corso
Un altro acquisto "ideologico". Come non supportare un gioco-tributo al dimenticato Turrican, ed anzi all'ancor più dimenticato Turrican originale di Manfred Trenz? Il gioco mi pare avere qualche limite ma ne parlerò meglio quando avrò giocato di più.

10) Fire Emblem: Three Houses (Switch), cominciato il 26 luglio 2019, in corso
Potevo non cominciarlo al day one?
Per ora sembra una figata cosmica, qualche impressione a caldo qui: http://www.tfpforum.it/index.php?topic=24032.msg2548210#msg2548210
Dopo circa 100 ore di gioco, dopo aver concluso uno dei possibili percorsi di gioco, alcuni preoccupati commenti qui: http://www.tfpforum.it/index.php?topic=24032.msg2553811#msg2553811
#GOTY
« Ultima modifica: 14 Ott 2019, 17:16 da Belmont »