Autore Topic: TFP Awards 2018  (Letto 7421 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline jamp82

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 7.026
  • Team Kirkhammer ignorantia_&_violentia is da way
    • DeathstreetBoyZ - Pop Music From Hell!
    • E-mail
Re: TFP Awards 2018
« Risposta #60 il: 31 Gen 2019, 14:53 »
Game of the Year (di 5 giochi usciti e giocati nel 2018, eccone 2, perchè i restanti sono remake e collection)
1. Call of Duty: Black Ops IIII
2. God of War
3.

My 2018
1. Legend of Zelda: Breath of the Wild
2. Bayonetta 2
3. Super Mario Odyssey

Miglior comparto video
God of War

Miglior comparto audio
God of War

Miglior multiplayer
Call of Duty: Black Ops IIII

Miglior VR
N/A

Miglior storia/narrazione
God of War

Miglior personaggio
Brok di GoW

Miglior Indie
N/A

Sorpresa dell’anno
N/A

Delusione dell’anno
N/A
« Ultima modifica: 31 Gen 2019, 15:14 da jamp82 »
[IG] instagram.com/jamp82/, [PSN] jbittner82, [Switch] SW-0209-2836-6111
"Skippo le ballad."

Offline Darkamon

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.372
Re: TFP Awards 2018
« Risposta #61 il: 31 Gen 2019, 16:11 »
Game of the Year
1. Super Smash Bros Ultimate
2. Detroit: Become Human
3. Dragon Quest XI

My 2018
1. Persona 5
2. Shenmue I&II Remaster
3. Xenoblade 2

Miglior comparto video
> Red Dead Redemption 2

Miglior comparto audio
> Super Smash Bros Ultimate

Miglior multiplayer
> Super Smash Bros Ultimate

Miglior VR
> Astro Bot

Miglior storia/narrazione
> Detroit: Become Human

Miglior personaggio
> Kara (Detroit Become Human)

Miglior Indie
>

Sorpresa dell’anno
>

Delusione dell’anno
> Red Dead Redemption 2
Adepto della chiesa di Fand.

Offline MaxxLegend

  • Reduce
  • ********
  • Post: 33.023
  • A New Adventure
    • ZombieGamer80
Re: TFP Awards 2018
« Risposta #62 il: 31 Gen 2019, 20:04 »



Game of the Year:
1-RETURN OF THE OBRA DINN
2-THE MESSENGER
3-THE MISSING


My2018:
1-SAM'S JOURNEY [C64] (2017)
2-RESIDENT EVIL 7 [PSVR] (2017)
3-SUPERHOT VR [PSVR] (2016)


Miglior Comparto Visivo:
DETROIT: BECOME HUMAN [PS4]

Miglior Comparto Sonoro:
TETRIS EFFECT [PSVR/PS4]
Nota: Appena dietro metto la triplice colonna sonora di Detroit che è davvero monumentale, non la spunta solo perché in Tetris Effect il sound design è globalmente superiore, anche grazie alla sua natura interattiva.

Miglior gioco Multiplayer/Coop locale:
-

Miglior gioco VR:
ASTRO BOT RESCUE MISSION [PSVR]

Miglior Storia/Narrazione:
DETROIT: BECOME HUMAN [PS4]

Miglior Personaggio:
J.J.MACFIELD (THE MISSING)

Miglior Indie:
RETURN OF THE OBRA DINN [PC]

Sorpresa dell'Anno:
THE MISSING [PC]

Delusione dell'Anno:
FALLOUT 76
(sin dal concept)
PSN Trophies: 30-03% - XBL Gamerscore: 38.197 - BOARDGAMES - ZombieGamer80
Lost in VR CONTROL DEATH STRANDING.

Offline The Metaller

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 7.024
    • E-mail
Re: TFP Awards 2018
« Risposta #63 il: 31 Gen 2019, 22:34 »
Game of the Year:

1. God of War
Sono stato indecisissimo fino alla fine tra lui e MHW, alla fine scelgo GOW al primo posto perché nonostante abbia un problema più o meno rilevante in ogni comparto (bilanciamento e incoerenze hitstun per il combat, interconnessioni del mondo che a tratti rendono un parto il backtrack da completismo, boss battles pochine e a tratti meh, la storia che è carina ma ad una certa Atreus da di matto-rinsavisce in uno dei passaggi evolutivi peggio scritti di sempre) alla fine riesce...
Spoiler (click to show/hide)

My 2018
The Witcher 3: Hearts of Stone
Roba che non ci si crede. Un esempio di come la sudditanza verso altri media (nel caso di HoS la letteratura) non si traduca per forza in una mortificazione del gameplay. HoS propone una sfida ringalluzzita, boss che tornano a spremere le meccaniche e nel roleplay, suo punto di raccordo tra giocato in senso stretto e narrato, fa gli straordinari con il solito choice and consequence raffinato e la sapiente alternanza tra goliardia, epicità e dramma. Best villain e best anti-eroe della saga a mani bassi (almeno fino a Blood and Wine, che ancora devo giocare).
Minchia oh, in Rockstar mi scazzano la cronologia eventi col finale del chapter 5, con solo un paio di fili narrativi da dover gestire. I Polacchi riescono a dispensare coerenza persino mentre son presi a fare i giocolieri col butterfly effect.

Miglior comparto video
Red Dead Redemption 2
Servono spiegazioni? Non evidenzierei nulla che non sia stato già celebrato dai più.

Miglior comparto audio
Red Dead Redemption 2
Soundtrack, sound design e doppiaggio di un altro pianeta.

Miglior multiplayer
Giocato pochissimo MHW e Smash in multi, e zero altro. Per quest'anno passo.

Miglior storia/narrazione
The Messenger
La miglior narrazione videoludica, IMHO, è quella che non patisce sudditanza da altri media.
The Messenger, sfondando con consapevolezza e tanta autoironia la quarta parete, ci racconta l'evoluzione del platform d'azione, nelle sue varie incarnazioni strutturali, giocando di meccaniche e ribaltamenti di level design, sonoro e grafica come un prestigiatore sempre capace di tenere in scacco il pubblico coi suoi mille numeri.
Lo avrei dato a RDR2 se avesse avuto meno filler e se non si fosse schiantato sul cruciale passaggio del coniugio narrazione/interazione al momento di intavolare roleplay e relative scelte.
Ad onor di cronaca preciso che non ho giocato Obra Dinn e Kingdome Come Deliverance, entrambi con del bel potenziale per quanto ho annusato.

Miglior personaggio
Sadie Adler
Impeccabile. Arthur fantastico fintanto non palesa la schizofrenia che si ravvisa tipicamente nel gioco che mette, in parte, la penna in mano al giocatore senza saper coniugare roleplay e fili narrativi.

Miglior Indie
The Messanger
Platform d'azione sopraffino. Sinergia tra level design, meccaniche di base e traversal da battimano infinito.

Sorpresa dell’anno
The Messenger
Perché un ninja gaiden nes 4, peraltro così evoluto rispetto al materiale di ispirazione non me lo aspettavo.
Perché non è solamente quello, è una summa di un certo modo di fare platform d'azione.
Perché è un gioco di sorprendere il giocatore rovesciandone le aspettative con mestiere e la giusta autoironia, cambiando registro a più riprese.
The Messenger: I almost at the top... My journey is almost over
Shopkeeper: clearly you haven't watched the trailer
:D

Delusione dell’anno:
Red Dead Redemption 2
A momenti non entrava nel mio podio talmente la sua noncuranza della dimensione ludica in senso stretto mi ha indispettito. Resta il rammarico perché con tutto quello che di buono fa su vari fronti, fosse stato anche solo un quinto di MGSV, sarebbe stato tutt'altro godere.
Fa incazzare il doppio, perché dei mezzi per ricamare del buon videogiocare il prodotto li offre pure, ma poi non ci costruisce una mazza attorno e addirittura castra quelle componenti (un esempio su tutti: l'IA fa belle cose improvvisate in open world, in missione invece viene rimpiazzata da routine da shooting gallery e impaccio generale).
« Ultima modifica: 31 Gen 2019, 22:50 da The Metaller »
Codice amico Switch: SW-7522-9472-0618
Account Xbox/Xbox Beta PC: Rui Ken Ho

Offline Luv3Kar

  • Moderatore
  • Eroe
  • *********
  • Post: 16.234
Re: TFP Awards 2018
« Risposta #64 il: 31 Gen 2019, 23:07 »
Quest'anno non ho praticamente giocato, ma voto per supportare gli Award in quanto manifestazione nazionalpopolare in cui ognuno ha diritto di esprimere la propria opinione senza sapere di cosa sta parlando. E quindi...

Game of the Year

1. Astro Bot: Rescue Mission
Perché la VR è bella, perché stupisce e strappa un sorriso.

2. Marvel's Spider-Man
Forse scolastico nelle meccaniche, ma è lo Spider-Man che attendevamo e ci meritavamo da anni. E comunque è meglio di quello cinematografico.

My 2018

Shovel Knight
Sembra di giocare a Megaman e a Duck Tales nella versione riveduta e corretta dalla memoria, che tende a travisare e aggiornare i giochi, invece delle croste che effettivamente sono se riesumati ora (drammatizzo per rendere l'idea). Dà un nuovo senso alla frase "È come lo immaginavo", ormai assurta a genere videoludico, ma questo resta uno dei primi e migliori esempi.