Autore Topic: [Libri] Wilbur Smith  (Letto 937 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline chirux

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.433
Re: [Libri] Wilbur Smith
« Risposta #15 il: 05 Apr 2019, 19:37 »
Tocchi un aspetto che pure io ritengo soggettivo. E pure io non mi inoltro in autori o testi di nicchia.
Se intendi che "ci costruisce" troppo allora posso darti ragione. Se lo troverai un po' brodoso ti do ragione. Ho trovato più piacevoli le avventure che la narrazione.

Online FreeDom

  • Reduce
  • ********
  • Post: 22.355
Re: [Libri] Wilbur Smith
« Risposta #16 il: 05 Apr 2019, 19:41 »
Quando trovo qualche brano che esemplifica bene quello che intendo, lo riporto, così magari mi spiego meglio.

Online FreeDom

  • Reduce
  • ********
  • Post: 22.355
Re: [Libri] Wilbur Smith
« Risposta #17 il: 09 Apr 2019, 17:29 »
Sono a circa il 40% del libro, ormai mi sono abituato allo stile un po' ampolloso, la storia è decollata (anche se telefonata anzichenò) e insomma si passa il tempo piacevolmente, via.

Offline Shape

  • Reduce
  • ********
  • Post: 29.678
    • IstantiSenzaTempo
    • E-mail
Re: [Libri] Wilbur Smith
« Risposta #18 il: 09 Apr 2019, 19:33 »
Domanda: potrebbe essere colpa della traduzione? O magari lo stai leggendo già in inglese...

Online FreeDom

  • Reduce
  • ********
  • Post: 22.355
Re: [Libri] Wilbur Smith
« Risposta #19 il: 09 Apr 2019, 19:44 »
No, in italiano. Potrebbe anche essere, ma più probabilmente è solo lo stile di scrittura. Alla fine ci si abitua, gli eventi prendono il sopravvento e va bene così, via. D'altra parte venivo pure da 'La scomparsa di Josef Mengele', che è un racconto asciutto del simpatico cavatore di occhi di bambini, quindi magari il salto è stato troppo brusco.
« Ultima modifica: 09 Apr 2019, 19:52 da FreeDom »

Offline chirux

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.433
Re: [Libri] Wilbur Smith
« Risposta #20 il: 09 Apr 2019, 19:53 »
Bravo, "gli eventi prendono il sopravvento".  Questa è la chiave di lettura.
Io l'ho scelto perchè romanza la civiltà egizia.
Come alternativa ho in pentola Elizabeth Peters.

Online FreeDom

  • Reduce
  • ********
  • Post: 22.355
Re: [Libri] Wilbur Smith
« Risposta #21 il: 09 Apr 2019, 19:57 »
Io l'ho scelto perchè romanza la civiltà egizia.

E lo fa in maniera interessante, questo è vero, anche se usa l'artificio di rendere Taita una sorta di Leonardo + Paracelso in salsa egizia: le sa tutte!  :D

Offline chirux

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.433
Re: [Libri] Wilbur Smith
« Risposta #22 il: 09 Apr 2019, 20:11 »
E non l' hai visto nel libro "Alle fonti del Nilo Con il suo" terzo occhio ". L'avevo solo iniziato perchè credo troppo fantasy.

Online FreeDom

  • Reduce
  • ********
  • Post: 22.355
Re: [Libri] Wilbur Smith
« Risposta #23 il: 10 Apr 2019, 17:46 »
Vabbè, pure la guerra batteriologica...  :D

Però i piaaaaaanti, signora mia! L'ho finito: quattro stelle su Goodreads, che erano più 3 e mezzo ma ho voluto arrotondare per eccesso.

Offline chirux

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.433
Re: [Libri] Wilbur Smith
« Risposta #24 il: 10 Apr 2019, 17:52 »
Già finito??!!
Io direi di attaccargli Il Settimo papiro che trovi il mio parere in prima pagina.
Se vuoi rimanere su Wilbur hai una buona scelta come tipologia di avventura e luoghi.

Online FreeDom

  • Reduce
  • ********
  • Post: 22.355
Re: [Libri] Wilbur Smith
« Risposta #25 il: 10 Apr 2019, 18:45 »
Sto leggendo abbastanza in questo periodo e se la storia stuzzica, resto attaccato ancora di più. Adesso lo prendo su Amazon, ma di solito alterno un po', e ho in coda un po' di libri della Elisabeth George, che sono anni che non leggo dell'ispettore Lynley.

Offline Shagrath82

  • Navigato
  • **
  • Post: 937
Re: [Libri] Wilbur Smith
« Risposta #26 il: 24 Apr 2019, 15:57 »
Secondo me del buon Smith meglio recuperare qualcosa del ciclo dei Ballantine o dei Courtney. Quelli ambientati nel Sudafrica o Zimbabwe degli anni 60 possono essere interessanti per una visione dell'Africa da parte di un bianco. Oggi verrebbero tacciati di razzismo e si ritroverebbe quelli di Black lives matter sotto casa
Per il resto non è che psicanalizzi nulla, loro parlano e io li ascolto incantata. Un idiota è come un cadavere in autostrada dopo un incidente, passi vicino, non vuoi guardare ma la tentazione per il morboso prende il sopravvento e ci butti un occhio..
Ruko