Autore Topic: [Libri] Wilbur Smith  (Letto 1904 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline chirux

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.726
Re: [Libri] Wilbur Smith
« Risposta #15 il: 05 Apr 2019, 19:37 »
Tocchi un aspetto che pure io ritengo soggettivo. E pure io non mi inoltro in autori o testi di nicchia.
Se intendi che "ci costruisce" troppo allora posso darti ragione. Se lo troverai un po' brodoso ti do ragione. Ho trovato più piacevoli le avventure che la narrazione.

Offline FreeDom

  • Reduce
  • ********
  • Post: 22.916
Re: [Libri] Wilbur Smith
« Risposta #16 il: 05 Apr 2019, 19:41 »
Quando trovo qualche brano che esemplifica bene quello che intendo, lo riporto, così magari mi spiego meglio.

Offline FreeDom

  • Reduce
  • ********
  • Post: 22.916
Re: [Libri] Wilbur Smith
« Risposta #17 il: 09 Apr 2019, 17:29 »
Sono a circa il 40% del libro, ormai mi sono abituato allo stile un po' ampolloso, la storia è decollata (anche se telefonata anzichenò) e insomma si passa il tempo piacevolmente, via.

Offline Shape

  • Reduce
  • ********
  • Post: 30.185
    • E-mail
Re: [Libri] Wilbur Smith
« Risposta #18 il: 09 Apr 2019, 19:33 »
Domanda: potrebbe essere colpa della traduzione? O magari lo stai leggendo già in inglese...

Offline FreeDom

  • Reduce
  • ********
  • Post: 22.916
Re: [Libri] Wilbur Smith
« Risposta #19 il: 09 Apr 2019, 19:44 »
No, in italiano. Potrebbe anche essere, ma più probabilmente è solo lo stile di scrittura. Alla fine ci si abitua, gli eventi prendono il sopravvento e va bene così, via. D'altra parte venivo pure da 'La scomparsa di Josef Mengele', che è un racconto asciutto del simpatico cavatore di occhi di bambini, quindi magari il salto è stato troppo brusco.
« Ultima modifica: 09 Apr 2019, 19:52 da FreeDom »

Offline chirux

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.726
Re: [Libri] Wilbur Smith
« Risposta #20 il: 09 Apr 2019, 19:53 »
Bravo, "gli eventi prendono il sopravvento".  Questa è la chiave di lettura.
Io l'ho scelto perchè romanza la civiltà egizia.
Come alternativa ho in pentola Elizabeth Peters.

Offline FreeDom

  • Reduce
  • ********
  • Post: 22.916
Re: [Libri] Wilbur Smith
« Risposta #21 il: 09 Apr 2019, 19:57 »
Io l'ho scelto perchè romanza la civiltà egizia.

E lo fa in maniera interessante, questo è vero, anche se usa l'artificio di rendere Taita una sorta di Leonardo + Paracelso in salsa egizia: le sa tutte!  :D

Offline chirux

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.726
Re: [Libri] Wilbur Smith
« Risposta #22 il: 09 Apr 2019, 20:11 »
E non l' hai visto nel libro "Alle fonti del Nilo Con il suo" terzo occhio ". L'avevo solo iniziato perchè credo troppo fantasy.

Offline FreeDom

  • Reduce
  • ********
  • Post: 22.916
Re: [Libri] Wilbur Smith
« Risposta #23 il: 10 Apr 2019, 17:46 »
Vabbè, pure la guerra batteriologica...  :D

Però i piaaaaaanti, signora mia! L'ho finito: quattro stelle su Goodreads, che erano più 3 e mezzo ma ho voluto arrotondare per eccesso.

Offline chirux

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.726
Re: [Libri] Wilbur Smith
« Risposta #24 il: 10 Apr 2019, 17:52 »
Già finito??!!
Io direi di attaccargli Il Settimo papiro che trovi il mio parere in prima pagina.
Se vuoi rimanere su Wilbur hai una buona scelta come tipologia di avventura e luoghi.

Offline FreeDom

  • Reduce
  • ********
  • Post: 22.916
Re: [Libri] Wilbur Smith
« Risposta #25 il: 10 Apr 2019, 18:45 »
Sto leggendo abbastanza in questo periodo e se la storia stuzzica, resto attaccato ancora di più. Adesso lo prendo su Amazon, ma di solito alterno un po', e ho in coda un po' di libri della Elisabeth George, che sono anni che non leggo dell'ispettore Lynley.

Offline Shagrath82

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.089
Re: [Libri] Wilbur Smith
« Risposta #26 il: 24 Apr 2019, 15:57 »
Secondo me del buon Smith meglio recuperare qualcosa del ciclo dei Ballantine o dei Courtney. Quelli ambientati nel Sudafrica o Zimbabwe degli anni 60 possono essere interessanti per una visione dell'Africa da parte di un bianco. Oggi verrebbero tacciati di razzismo e si ritroverebbe quelli di Black lives matter sotto casa
Per il resto non è che psicanalizzi nulla, loro parlano e io li ascolto incantata. Un idiota è come un cadavere in autostrada dopo un incidente, passi vicino, non vuoi guardare ma la tentazione per il morboso prende il sopravvento e ci butti un occhio..
Ruko

Offline chirux

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.726
Re: [Libri] Wilbur Smith
« Risposta #27 il: 08 Ago 2020, 12:21 »
Cacciatori di diamanti.

Vicenda economico familiare.
Si viaggia abbastanza lineari senza grossi colpi di scena fino all impennata verso la fine.
Ben scritto si legge abbastanza in scioltezza.

Offline chirux

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.726
Re: [Libri] Wilbur Smith
« Risposta #28 il: 24 Ago 2020, 16:30 »
L'orma del Califfo.

Si parte dal dirottamento di un aereo con a bordo circa quattrocento passeggeri. Poi si vira verso la figura misteriosa del Califfo, attraverso un racconto di spionaggio farcito da politica, economia e quello che ci ruota intorno.
A me è piaciuto parecchio nonostante non sia un appassionato del genere. Però la storia mi ha trascinato, scritta mettendo in evidenza il carattere, gli umori e i dubbi dei protagonisti. Pur avendo imbroccato prima del finale, la scrittura alimenta punti interrogativi sulla vicenda. Anche a livello emotivo ho avuto buone sensazioni.
Diciamo un Wilbur diverso da quello che ho letto finora

Offline chirux

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.726
Re: [Libri] Wilbur Smith
« Risposta #29 il: 03 Set 2020, 16:16 »
L'ombra del sole

Il viaggio di un gruppo di mercenari in Africa, la cui missione consiste nel portare in salvo degli abitanti di un lontano paesino in balia di ribelli.
Come da tradizione Smith non sarà come prenotare un semplice biglietto di andata e ritorno per una vacanza. Gli ostacoli sono parecchi, sia naturali che di natura bellica e umana.
I paesaggi sono quelli africani fatti di giungla, foresta, fiumi e forti variazioni climatiche, ben descritte dall' autore.
Inoltre emergono molto le divergenze di carattere tra i protagonisti, gli scontri tra loro, le visioni passate delle loro vite e le conseguenze di questo viaggio sul loro futuro.
A tratti crudo nelle scene mentre tenero e morbido in altre.
Ho trovato che ogni nuova situazione non sia concepita per allungare inutilmente la trama, ma qualcosa che ravviva la lettura, a differenza di altri libri di Smith.
Direi promosso a pieni voti. Letto in breve tempo.