Autore Topic: [Cinema] Quali film state vedendo?  (Letto 1456411 volte)

0 Utenti e 2 visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline Ivan F.

  • Amministratore
  • Reduce
  • *********
  • Post: 27.130
    • The First Place
    • E-mail
Re: [Cinema] Quali film state vedendo?
« Risposta #27180 il: 26 Mag 2020, 17:47 »
Ho sentito di più Ladri di biciclette, nonostante abbia 70 anni.

Chi, tu o il film? 🤡

Che domande, il film.

Io ho più di 70 anni.

Offline Gaissel

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 8.709
    • E-mail
Re: [Cinema] Quali film state vedendo?
« Risposta #27181 il: 26 Mag 2020, 19:53 »
Il Pupo deve aver inserito il chip dell'ironia lately, non ne sbaglia una ;D
Nintendo vende droga purissima ai bambini. Soprattutto quelli interiori.

Offline fiordocanadese

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.843
  • Alternativo Agli Alternativi
    • E-mail
Re: [Cinema] Quali film state vedendo?
« Risposta #27182 il: 01 Giu 2020, 00:04 »
Trilogia Scream (Wes Craven, 1996-97-2000)
Serie di film anche rivoluzionaria all'epoca, nel suo essere meta-cinema ma anche un pò parodia.
Il primo quasi didascalico nella sua formula, il secondo mi sembra una presa del culo ma in senso buono ("nel secondo c'è sempre più sangue!" e nel film non ce n'è traccia) e il terzo è una bella chiusura, ti trolla tantissimo su chi possa essere l'assassino (il fatto è che se hai visto tanti film horror non ti aiuta a scoprire l'assassino anzi è una penalizzazione) e ha un finale veramente importante, pochi secondi che spiegano un pò sulla paura e sui film di paura.
Poi film godibili, pazzerelli, leggeri che esagerano ma con uno stupendo equilibrio.

Les Miserables (Tom Hooper, 2012)
Mi sa che mi piacciano i musical e non poco. Perché La La Land l'ho adorato (e posso osare che senza questo, non so se esisteva un La La Land) e cantano un terzo del tempo, qui NON cantano tipo 10 minuti in un film di 2 ore e mezzo. Però che figata.
La storia è quello di Hugo il più possibile prosciugata (e ne viene fuori veramente una storia immortale), ambientata nei primi 30 anni del '800 (secolo che sto rivalutando e non poco), una storia di rivolta e di amore.
Attori canterini eccezionali, Hugh Jackman completamente in parte.
Bellissimo anche come le solite canzoni cambiano nel film per sottolineare il cambiamento di storia, infatti se all'inizio del film il canto del popolo sembrava una preghiera senza speranza, a metà film riappare ma cantata più forte, come una protesta.
Film immenso. Canzoni naturalmente bellissime ma si parla davvero di una probabile Soundtrack di all'incirca 2 ore che non avrei voglia di ascoltare senza le immagini.

All Cheerleaders Die (Lucky McKee, 2013)
Film carino, divertentissimo. Pieno di belle ragazze (ma penso che il titolo parlava da sè).
E' il remake con i soldi di un b-movie e si vede tantissimo a livello di sceneggiatura, completamente folle che fatevi il favore di almeno non saperne nulla, che ci sono svolte narrative inusuali.
Non è perfetto ma passi un'ora e mezzo bene con una buona tecnica registica.
Poi non tutti i film ti fanno tirare un bestemmione nei primi minuti di visione.

Solo Gli Amanti Sopravvivono (2012, Jim Jarmusch)
Film sui vampiri atipico, dove i vampiri sono degli snob che non si sognerebbero mai di succhiare sangue dai vivi che non siamo nel 15' secolo.
Belle musiche (che sono tanto fine anni '60 ma in quei anni '10 tutte era nuovo e antico e allo stesso tempo, penso a cantantesse come Mattiel, Emma Ruth Rundle ma soprattutto Nadine Shah che Yasmine Hamdan che appare nel film ricorda tantissimo).
Cmq film ponderato, non lo consiglierei a tutti, anche a me mi è piaciuto meno di quello che sperassi ma è sicuramente uno dei film migliori della decade precedente.


« Ultima modifica: 02 Giu 2020, 13:52 da fiordocanadese »
Insulti il politico e poi lo rivoti.

Offline Giobbi

  • Reduce
  • ********
  • Post: 43.451
  • Gnam!
    • E-mail
Re: [Cinema] Quali film state vedendo?
« Risposta #27183 il: 01 Giu 2020, 09:36 »
Ho rivisto X-Men l'inizio,gran bel film!^^

Sì!

Offline bocte

  • Navigato
  • **
  • Post: 778
    • E-mail
Re: [Cinema] Quali film state vedendo?
« Risposta #27184 il: 02 Giu 2020, 00:10 »
Visto Tolkien, il biopic sul papà di LotR.
Pensavo molto peggio.
Il budget e le ambizioni era quello che erano, la storia è
decisamente romanzata ma l'ho trovato "sincero" e "sentito".
Nicholas Hoult davvero molto bravo.
Consigliato.
"Through the darkness of future past, the magician longs to see. One chants out between two worlds: FIRE, WALK WITH ME!"

Offline fiordocanadese

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.843
  • Alternativo Agli Alternativi
    • E-mail
Re: [Cinema] Quali film state vedendo?
« Risposta #27185 il: 04 Giu 2020, 17:38 »
Rivisto Scott pilgrim (Edgard Wright, 2010) dopo un pò che non lo vedevo.
Che dire, è uno dei miei film preferiti anche per il fatto che racconta una storia che ho vissuto in prima persona.
Film divertentissimo, completamente fuori di testa, citazionista ma non alla J.J. Abrams, tecnicamente eccelso (il montaggio è pazzesco) e figlio di una cultura hipster che però non loda sempre anzi spesso parodizza.
Tra l'altro film che adoro più nelle scene normali che in quelle alla Mortal Kombat ma, visto la durata non eccessiva di queste, credo lo sapesse anche Wright che non era il forte della storia.
C'è la scena in cui Cera trova la Winstead in reggiseno, lui si copre gli occhi, schermo nero per poi riscoprirli, la telecamera è passata in soggettiva di Cera e si ritrova davanti lei con quel sorriso tentatore che è fantastica, racconta proprio quella sessualità adolescenziale, impacciata, dolce ma esasperata allo stesso tempo.

Strike (Eisenstein, 1925)
Primo film del più importante regista in fatto di montaggio (si, montaggio analogico e il film successivo che farà sarà La Corazzata...), Sciopero! è un film che racconta dello sciopero di un gruppo di operai nella Russia del 1912, 5 anni prima della Rivoluzione di Ottobre, con tutte le varie fasi, dalla causa iniziale alla risposta dei padroni.
Film di pesante propaganda, così tanto da spersonalizzare ogni personaggio ma mettere in scena solo comparse, perché bisognava elogiare il collettivismo mica quell'americanata zarista dell'individualismo.
Anche da chi non studia cinema è evidente che il montaggio (analogico) è impressionante, una vera fucina di cambi di inquadrature, sovrapposizione delle immagini, scene che durano pochi secondi che sono la stessa narrazione insieme alle immagini. Un lavoro manicheo che rimane impressionante tutt'oggi, il vero cuore del film.
Il resto sono scene di una marea di persone a scherno (decine, impressionante il numero delle persone in una singola inquadratura) che corrono per la città, distruggono cose (i facinorosi infiltrati dai padroni), focus sulle spie, la riunione degli azionisti (scena degna del teatro dell'assurdo) e la battaglia (battaglia......) finale con il tanto famoso montaggio alternato allegorico, scena che chi mangia carne non dovrebbe ipocritamente disgustarsi dal guardare.
Film pesantuccio anche se non dura molto, sicuramente fontamentale, un pochetto meglio del "Carretto Fantasma".
E' come stare in classe ad imparare cose importanti ma sei a casa sul letto e ti addormenti (io 3 volte), cosa che a scuola non facevi, almeno io.

Il Mago Di Oz ( Victor Fleming, 1939)
Uno dei padri del film per ragazzi. Fatelo vedere a tutti i giovini che merita tutt'oggi.
Soprattutto la prima parte del film è fantastica, una scena grandiosa dopo l'altra, scenografie imponenti e anche se certi balletti sono eccessivi, anche ai giorni d'oggi risultano plausibili visto l'atmosfera fiabesca del film.
Inoltre, c'è la canzone Over The Rainbow e basterebbe questo a salvare qualsiasi film brutto.
Certo la morale finale è T R E M E N D A, da denunciarli tutti, ma forse funzionale all'epoca (giovani donne scappavano di casa negli anni '30? Boh).
A me la storia di Oz ha sempre inquietato, ammetto, e questo film è la conferma, tutti i nanetti ora sembrano usciti da Freaks di Tod Browning, e la canzone famossima Ding-Dong! The Wicked Witch Is Dead sono sicuro di averla sentita rivolta in chiave terrificante anche se non mi viene (un fumetto?).
Ma tutto il film è spesso cringe, per dirla come un giovane, anche solo per il fatto che l'Omino di Latta è trovato con l'ascia alzata e lo Spaventapasseri non è proprio un personaggio naturalmente simpatico, anzi.

Heavy Metal (Gerald Potterton, 1981)
Iil regista è un signor nessuno ma il produttore fu Ivan Reitman, regista dei Ghostbusters.
Film d'animazione canadese che è spuntato su Netflix in questi giorni, fu la trasposizione cinematografica di un fumetto americano con lo stesso titolo.
Film diviso in capitoli con un flebile filo conduttore su una sfera verde capace sia di portare alla morte ma anche di donare grandi poteri.
Si spazia dal fantasy più puro, al fantasy epico, un certo cyberpunk malato (Akira..?), fantascienza classica ma anche horror.
Un episodio è preso dalla solita storia a fumetti che ispirò il primo Alien e si vede, anche se se nel film di Scott l'alieno si vede pochissimo (non sto dicendo che è un difetto), qui, grazie al fatto che è animato, si centra tutto sull'azione.
Ah, e l'ultima mezz'ora ricorda tantissimo un altro personaggio animato che inizierà la sua serie 2 anni dopo, con tanto di scena in cui ad un certo punto si alza una spada e questa viene colpita da un fulmine.....
Siamo di fronte al tipico film di animazione "adulto", nudi integrali (solo femmilnili, ahimè, ma diamogli la scusa che siamo agli inizi 80, dai), sangue, violenza, tentativi di stupro e altro.
Tanto per continuare il discorso che farà Anno decenni dopo: "con l'animazione si può fare tutto, ma voi fan vi aspettate sempre le solite cose.. perché?"
E naturalmente la colonna sonora è da titolo, Blue Öyster Cult, Black Sabbath, Trust e altri, anche se a volte si mette da parte il rock per musica d'accompagnamento più classica (tipo nella bellissima scena del volo nell'episodio "Taarna ") e ci sono anche i Devo che appaiano proprio nel film, tra l'altro centratissimi con la loro musica nell'atmosfera fantasy.



« Ultima modifica: 04 Giu 2020, 17:53 da fiordocanadese »
Insulti il politico e poi lo rivoti.

Offline fiordocanadese

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.843
  • Alternativo Agli Alternativi
    • E-mail
Re: [Cinema] Quali film state vedendo?
« Risposta #27186 il: 15 Giu 2020, 16:26 »
Tutti su Prime.
Domenica D'Agosto del '53.
Una commedia che magari all'epoca avrà detto il giusto ma visto oggi rimane un documento di un'epoca importante per la nostra Italietta. Una commedia neorealista diciamo.

Il Federale del '61. Ambientato nel '45 in Italia, proprio in quel periodo dove il fascismo crollò e gli americani e i partigiani liberarono l'Italia. E' un piccolo road movie dove un soldato fascista deve scortare a Roma un professore anti-fascista per le strade (piene di buche e dossi) del nostro paese. Naturalmente i nostri 2 avranno varie disavventure. L'ho trovato molto carino magari anche qui importante più per il messaggio che per il film in sè.

La Città Delle Donne di Fellini.
Praticamente la parte delle donne di 8 e mezzo ma lunga tutto un film.
Ancora più onirico di 8 e mezzo, grottesco e stravagante fino alla parte finale anche troppo criptica, sicuramente un grande film, pieno di allegorie. C'è una scena che rappresenta nè più nè meno i siti porno di oggi, solo che ancora internet non esisteva o quasi, per dire. Note speciale per Donatella Damiani, una delle tante bellezze che perculano, offendono, tentano e molto altro Mastroianni (che mi sembra sempre di più l'amico figo di Fellini, quello che Fellini usava per dire ciò che magari lui non riusciva ad essere): bellissima anche nel suo accento sguaiato.

The Conjuring, filmone horror soprattutto a livello registico, sicuramente uno dei migliori nel genere negli anni '10 (lista che comprende You're Next, Babadook, The Witch, Hereditary, e molti altri..). L'uso della camera è perfetto, magistrale. Veramente un filmone al di là della storia anche troppo rassicurante ma che regala almeno una scena che mi ha spaventato tantissimo.
Spoiler (click to show/hide)

« Ultima modifica: 16 Giu 2020, 09:17 da fiordocanadese »
Insulti il politico e poi lo rivoti.

Offline nodisco

  • Avviato
  • *
  • Post: 303
Re: [Cinema] Quali film state vedendo?
« Risposta #27187 il: 15 Giu 2020, 16:41 »
Il Federale del '61. Ambientato nel '45 in Italia, proprio in quel periodo dove il fascismo crollò e gli americani e i partigiani liberarono l'Italia. E' un piccolo road movie dove un soldato fascista deve scortare a Roma un professore anti-fascista per le strade (piene di buche e dossi) del nostro paese.
"Il federale" è un film molto noto e di per sè un piccolo cult: non so se sia una cosa diffusa solo nella mia zona, ma la battuta "buca... buca... buca con acqua" qui è molto conosciuta, forse più dalla generazione dei miei genitori che dagli under 40.
Credo sia uno dei primi ruoli "seri" di Tognazzi, ed è sicuramente uno dei migliori film di Salce.
Sugli stessi toni, anche se ambientato negli anni prima della guerra, consiglio "Anni ruggenti" di Zampa, con Manfredi affiancato da due ottimi Gino Cervi e Gastone Moschin.
« Ultima modifica: 15 Giu 2020, 16:44 da nodisco »

Offline fiordocanadese

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.843
  • Alternativo Agli Alternativi
    • E-mail
Re: [Cinema] Quali film state vedendo?
« Risposta #27188 il: 23 Giu 2020, 20:15 »
La tela Animata (2011, Jean-François Laguionie)
Film d'animazione franco/belga.
La storia è di un dipinto lasciato dal suo autore a metà: ci sono i Completi, gli Incompleti che non sono stati del tutto colorati e persino gli schizzi, una sorte di gollum.
Questo crea grande disparità in quanto i Completi si ergono a razza superiore dall'alto del loro status e... vabbè, dai, credo si capisca la lieve metafora.
Bello lo stile, storia con una ottima idea di partenza ma dallo svolgimento veramente classico (per non dare termini più negativi) anche se il finale è una bella sorpresa.
Tipico film da bimbi, con un messaggio importante, un pò sotto al mitico La mia vita da Zucchina, cmq uno dei migliori film d'animazione visti negli anni fuori dall'asse America-Giappone.

These Final Hours (2013,  Zak Hiditch)
Film piccolino (anche per la durata, 1 ora e 20) australiano che si chiede essenzialmente cosa farebbero le persone se avessero 12 ore di vita e basta.
Australiano, fine del mondo, vibrazione post-apocalittiche soprattutto verso Mad Max, certo.
Ed è per questo che mi attirava, molti richiami ci sono anche se è vero che vediamo solo le prime 12 ore di quello che probabilmente potrebbe essere in futuro l'ambientazione di Mad Max.
E' un film carino, che fa tutto bene (tipo ogni personaggio che appare, anche se per poco, risulta ben riuscito) anche se le ispirazioni erano proprio minime.
C'è da dire che alla fine alla bambina ti affezioni.
Al protagonista un pò meno ma sono sicuro al 7-8% che dico così perché non sono invidioso dei suoi pettorali.

Strade Perdute (Lynch, 1997)
Ennesimo recupero del buon Lynch. Ho poco da dire, colonna sonora talmente sfrontata che l'ho trovata eccessiva (David? Vieni presto! Lou! Lou! Metti qui! Invece Trenz lo mettiamo.... vai lì, vai! e molto altro...). La storia... chi diceva che Lynch è l'unico regista a cui mi faccio prendere per il culo per 2 ore e mezzo? Ecco, ha ragione. Da rivedere, cmq. In una sola visione Lynch è come leggere un libro scorrendo veloce le pagine.

La cura del Benessere (Gore Verbinski, 2016)
Filmone. Avete presente quanto un regista si vede che ci tiene ad un film?
Quasi lo senti mentre lo vedi dire che questo è il film più personale che ha fatto e si vede anche solo per come è centellinato al millimetro.
Ecco questo è il caso.
Certo, è un film autoriale, ok, ma non parla dell'infanzia del regista o delle prime erezioni ma è un film horror/thriller di una clinica in Svizzera dove apparentemente dei miliardari finisco per godersi la vecchiaia.
Non so cosa ci trova di personale Verbinski in questo, ma pazienza visto il risultato.
Ripeto, film curatissimo, quadrato, ogni scena è resa al meglio (c'è un incidente stradale all'inizio che è fantastico come è montato).
La storia è una cazzata piccola piccola (certo, c'è una lieve metafora in tutto questo che si aprrazza tantissimo) ma con una messa in scena così non ne necessiti, penne al pomodoro cucinate da un ottimo chef.
E poi nelle scene più concitate non si usa mai effetti al computer, quindi ogni azione (e dolore) risulta terribilmente vero (e doloroso).
Filmone, insomma. Magari può risultare antipatico (2 ore e mezzo per una storia del genere...) ma troppo una gioia per gli occhi dal mio punto di vista.
Ah, e di punk brutti e cattivi nei villagetti svizzeri non credo siano pieno. Ma ripeto, chissene.


« Ultima modifica: 23 Giu 2020, 20:42 da fiordocanadese »
Insulti il politico e poi lo rivoti.

Offline xkp

  • Veterano
  • ****
  • Post: 2.469
Re: [Cinema] Quali film state vedendo?
« Risposta #27189 il: 29 Giu 2020, 09:28 »
visto Personal Shopper, lo descrivevano come horror, ma a me non e' proprio piaciuto.
Sara' che l'idea di stare a guardare per mezz'ora due che si messaggiano su whatsapp per me non e' cinema.


Offline fiordocanadese

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.843
  • Alternativo Agli Alternativi
    • E-mail
Re: [Cinema] Quali film state vedendo?
« Risposta #27190 il: 29 Giu 2020, 12:10 »
visto Personal Shopper, lo descrivevano come horror, ma a me non e' proprio piaciuto.
Sara' che l'idea di stare a guardare per mezz'ora due che si messaggiano su whatsapp per me non e' cinema.
Anch'io l'ho visto quest'anno e non ho parlato neanche qui da quanto mi abbia lasciato poco.
Bella lei in maniera androgenina, tecnicamente perfetto ma troppo freddo (mi ha ricordato Shame col penone di Fassbender) e mi è sembrato un film che spiega poco ma in maniera sbagliata, oserei pigra.
Insulti il politico e poi lo rivoti.

Offline xkp

  • Veterano
  • ****
  • Post: 2.469
Re: [Cinema] Quali film state vedendo?
« Risposta #27191 il: 01 Lug 2020, 07:54 »
visto midsommar - il villaggio dei dannati.
Imbarazzante.

c'era qualcuno che si lamentava dell'aggiunta al titolo del "il villaggio dei dannati".
concordo, io avrei usato "il villaggio dei deficienti".
il tutto e' posticcio almeno quanto i fiori usati sul set.

Offline fiordocanadese

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.843
  • Alternativo Agli Alternativi
    • E-mail
Re: [Cinema] Quali film state vedendo?
« Risposta #27192 il: 04 Lug 2020, 08:54 »
Un Americano a Roma (1954, Steno)
Posso capire quello che simboleggia questo film, però è veramente tanto affidato all'improvvisazione di Sordi, che spesso ci azzecca (come nella scena dei bucatini) ma mica sempre. Poi non so se è un problema della versione che ha Prime ma qualche disturbetto audio il film ce l'ha.
Cmq simbolo di una americafilia che tutt'oggi ci sovrasta.
In questi ultimi tempi nelle paranoie politicamente corrette e nel film c'è anche una scena black-face che è veramente una curiosa coincidenza.
Insomma bel film, spesso divertente ma per ridere in Italia negli anni '50 mi affiderei più a certi di Totò e restando nella commedia romana ho preferito Poveri ma Belli e Domenica D'agosto.

Metropolis (Fritz Lang, 1927)
Che poi scrivere '27 per questo film è una cavolata visto che l'originale è andato perduto per molto tempo, finché attorno ai 2000 fu ritrovata una versione integrale. Che io non ho visto, quella su Prime è del '84, musicata da Moroder.
Uno dei film più importanti del mondo a livello scenico e anche giustamente, visto il lavoro maestoso a livello di scenografie. Ma anche come fa muovere i personaggi a schermo, siamo nell'espressionismo, quindi recitazione sopra le righe, movimenti accentuati anche quando robotici come si muovono i nostri poveri operai alle prese con la macchina che tiene in vita la città di Metropolis.
Anche la scena che personalmente più colpisce del film, quella di Babele, tanto fa la scenografia quanto il movimento dei corpi a schermi (che sembrano una marea impetuosa).
In se la storia funziona però si vede che manca qualcosa, la director's cut dura un'ora in più degli 87 minuti di questa versione (che non so se sarei stato così felice di vedere quella, ammetto..) e non venitemi a dire che il messaggio è contro il capitalismo e la lotta di classe, che in scena si vedono operai che non sanno fare niente se non lavori basici, come il marxismo più sbarellato garantisce. Ma magari sta parlando il Michele Boldrin che è in me.
Musiche spettacolari, a volte non troppo in armonia con le immagini del film, ma immagino non fosse l'obbiettivo finale del nostro Giorgione. Cmq se vi piace la musica "synthatica" più pura, è tipo un testo sacro.

Tully (Reitman, 2018)
Aaaa.. Reitman amore mio..
Ultimo film del regista di Juno e Young Adult (quest'ultimo, vi ricordo, se siete intorno ai trent'anni e non lo avete visto, non capisco cosa aspettate), Tully parla di una madre americana con 2 figli e un terzo in arrivo, un marito un pò stanco della vita e un fratello diventato ricco che gli consiglia, per riposarsi un pò, di prendere in casa una tata notturna. E infatti arriverà in casa Tully, 20enne che migliorerà tantissimo la vita alla nostra.
Come sempre Reitman è un regista che sceglie bene la sceneggiatura, parlando di un'argomento magari già trattato spesso, ma da un punto di vista diverso e con una dovizia di particolari eccellente.
Qua e là per mantenere l'attenzione mischia le carte in tavola, fa accedere l'inaspettato con qualche ardito movimento di macchina, che come i migliori registi, cerca di nascondere il più possibile.
Non è un filmone, è un film piccolo che magari lascerà poco (però dipende anche quanto ci tieni all'argomento, io mi ci rivedo poco) ma davvero un'ora e mezza ben fatta e piacevole.

Le Catena Della Colpa (1947,  Jacques Tourneur)
E' su Raiplay, quindi ogni tanto il sito crasha o va via il doppiaggio senza che nessuno si sia preso la briga di metterci dei sottotitoli (ah, le mie tasse..) però è tranquillamente uno dei film più belli che abbia mai visto.
Noir puro e classico, con un ritmo ponderato e battute al fulmicotone, un bianco e nero che fa paura (le ombre di questo film sono di un'altro mondo, simboleggiano le colpe che ognuno si porta dietro e spesso parlano loro al posto dei personaggi).
Il protagonista è il padre di tutti i detective un pò scazzati e la controparte femminile di tutte le femme fatale (quando vediamo Jane Greer la prima volta,  mentre entra nel bar ad Acapulco, abbiamo praticamente già capito tutto di lei e del male che potrebbe farci).
Magari risulta anche troppo perfetto, troppo ben congegnato, la trama (molto complessa, tra l'altro) scorre via con una perfezione che risulta inusuale, persino antipatica.
Ma non so, magari sono abituato male io.

« Ultima modifica: 04 Lug 2020, 09:18 da fiordocanadese »
Insulti il politico e poi lo rivoti.