Autore Topic: MEGADRIVE: i giochi oggi  (Letto 18611 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Macca

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 5.102
    • E-mail
Re: MEGADRIVE: i giochi oggi.
« Risposta #15 il: 05 Apr 2018, 00:04 »
Senza scomodare ovvietà, come Sonic, il gioco che, in assoluto, ricordo con più nostalgia è World of Illusion

Non lo tocco da 18 anni (per un preciso motivo, ricordo bene l'ultima volta che ci ho giocato, dove ero e con chi), ma ricordo intuizioni importanti nel level design, fonte di ispirazione per molti titoli moderni. E poi, animazioni e ambientazioni splendide. Un gioco fantastico, che occupa un posto importante nel mio anziano cuore.


Su Megadrive console, che nostalgia. Erano i tempi delle scuole medie, quando si facevano chilometri a piedi per scambiare la cartuccia con l'amico dell'amico dell'amico che viveva dall'altra parte della città. E poi, la console war, la conversione di Street Fighter II', gli acquisti per corrispondenza via telefono, Mortal Kombat II come regalo per la cresima, i tornei a Fifa 95, la posta di MBF su Mega, le camicie di flanella, Shakermaker e il primo bacio. Sega, negli anni '90, era la Beverly Hills 90210 dei videogiochi.  E io mi sentivo a Beverly Hills.
The World's Not Set in Stone

Offline Floyd

  • Eroe
  • *******
  • Post: 11.992
  • Since 1989
Re: MEGADRIVE: i giochi oggi.
« Risposta #16 il: 05 Apr 2018, 00:23 »
Il bello del megadrive era che pur non raggiunto le vette assolute del snes, aveva diversi titoli che anche a distanza di decenni rimangono pressoché unici.
Metto solo quello che mi sono piaciuti di più a me o di cui ho sempre sentito parlare bene. Perdonate l'assenza di shooter spaziali, non sono un esperto del genere e non saprei parlarne. Evito chiaramente i multipiattaforma.

SEGA:

Phantasy star IV: Il miglior jrpg per megadrive e l'unico capace di competere con i classici snes. L'epica conclusione di una memorabile saga sci-fi.

Rent-a-hero: Bizzarra parodia dei jrpg (anche se i combattimenti sono stile picchiaduro) ambientata ai giorni nostri e ricca di citazioni SEGA.

Shinobi 3: il picco della serie, rapidissimo e super spettacolare.

Sonic 3 unito a s&k: L'epica fatta platform. Livelli immensi multipercorso, tre personaggi giocabili, tecnicamente eccezionale.

Streets of Rage 2: Ambientazioni classicissime, Mosse classicissime, Musica classicissime. Non il migliore esponente del genere ma sicuramente quello che ne rappresenta di più l'ethos.

Vectorman: E' un gioco piuttosto semplice nelle meccaniche, ma è me sempre piaciuto perchè i livelli sono grandi ed esplorabili interamente solo trovando le varie trasformazioni del robot.  Tecnicamente poi fa cose raramente viste su megadrive.

Toejam and earl: Bizzarrissimo dungeon crawler con elementi rogue-like e tante citazioni della cultura pop americana dell'epoca. Uno dei giochi piu' originali mai usciti in un 16-bit.  Spassossimo il multigiocatore.

Altro degno di nota: Comix Zone, The ooze, WonderBoy In Monster Land, Shining Force 2, Shining Darkness, Pulseman, Eternal Champions,  etc

Treasure:

Gunstar Heroes: Un contra più vario, atletico e setpicizzato. Il titolo che ha creato lo stile treasure e forse il platform 2d dove sono riusciti a coniugare meglio creatività e divertimento.

Alien Soldier: Unico ancora oggi, uno sparattutto a scorrimento in cui ci ritroviamo a combattare quasi esclusivamente contro boss che occupano metà schermo  con una quantità assurda di armi e di mosse a disposizione del personaggio.

Dynamite Headdy: Un pupazzo a cui possiamo cambiare la testa. Una quantità esagerata di  teste assurde da trovare in giro per esplorare i livelli e uccidere boss e nemici ancora più assurdi. La treasure più creativa e giocherellona,  a tratti forse anche un po' a discapito del divertimento e del level design. Tecnicamente spaventoso. Giocate la versione tradotta amatoriale che in quella occidentale hanno tagliato la storia.

Altro: Yu Yu Hakusho (picchiaduro in 4  per megadrive), Light Crusader (rpg isometrico stile pc che io ho sempre trovato lento e tecnicamernte mediocre, ma raro trovare titoli del genere su console).

Konami:

Rocket Knight Adventures: Uno degli apici konami a 16 bit. Il protagonista è dotato di un retrorazzo a carica che è solitamente utilizzato sia per uccidere  in maniera spettacolare i nemici che per esplorare gli stage (ad esempio rimbalzando su un muro per raggiungere parti più alte di un livello). Esageratamente spettacolare e creativo, non ci sono due livelli simili.

Altro: Contra Hard corps, Bloodlines, Sparkster, Sunset Riders (una sorta di remake della versione arcade, meno spettacolare ma anche meno rindondante).

Miscellanea:

Cloni di zelda: Landstalker (praticamente zelda isometrico), Beyond Oasis (Zelda + picchiaduro a scorrimento, peccato sia molto corto), Crusader of centy (sorta di mini zelda in cui le varie abilità te li danno gli animali che trovi in giro e che puoi equipaggiare. Anche questo un po' cortino e semplicistico).

Batman e robin: Furioso, spassoso (soprattutto in due) e molto difficile mix tra un picchiaduro a scorrimento e uno shooter. Tecnicamente superbo. Il gioco di batman 2d piu' originale.

Mega Turrican: La migliore versione a 16 bit del classico amiga. I livelli non sono grandi quanto nei primi due capitoli della serie, ma rispetto alle più spettacolari versioni snes in questo titolo hanno trovato il giusto mix tra azione ed esplorazione.

Splatterhose 3: il migliore capitolo della saga: Finalmente oltre all'azione splatter è anche presente la componente esplorativa. Tecnicamente altrettanto massiccio.

Ristar: Uno dei platform piu' originali a 16 bit. La stellina protagonista puo' utilizzare le sue lunge braccia per muoversi rapidamente tra pali e leve o risolvere piccoli puzzle tenendo in mano diversi oggetti. Tecnicamente eccezionale, il canto del cigno del megadrive.

Bonanza Brothers: Stealth a 16 bit. Uno dei titoli piu' spassosi in coop di sempre, sembra quasi un titolo indie 2d moderno. L'obiettivo è svaligiare vari ambienti senza farsi beccare dalla guardie.

Panorama Cotton: Il panzer dragoon anime a 16 bit. Un on-rail shooter con livelli multipercorso dalla grafica fuori dal mondo. E senza chip strani.

Altro che non giocato o ho giocato poco ma che mi sembra interessante:
Shadowrun (diverso dalla versione snes), Gain Ground, Herzog Zwei, Subterranea, Target Earth (aka il primo della bella saga Assault suit leynos), Twinkle tale, Ranger x, Flink, Kid Chameleon, Ecco Tides of time, Thunderforce IV, etc
« Ultima modifica: 05 Apr 2018, 00:46 da Floyd »

Offline Level MD

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 5.902
  • May the Dark shine your way
    • MegaTen Italia
Re: MEGADRIVE: i giochi oggi.
« Risposta #17 il: 05 Apr 2018, 01:29 »
Senza scomodare ovvietà, come Sonic, il gioco che, in assoluto, ricordo con più nostalgia è World of Illusion
Ricordo ai tempi di averlo giocato molto anche in due. Gioco certamente più semplice di altri validi a licenza Disney, come Castle of Illusion, Quackshot, Mickey Mania e Donald in Maui Mallard, ma tra tutti questi credo sia quello che ho giocato e rifinito di più.

Le mie tre ( più una ) cassette più nostalgiche dell'MD sono comunque la combo Sonic 3 & Knuckles, Rocket Knight Adventures ed il meno noto Tiny Toon Adventures: Buster's Hidden Treasure, platform di Konami. Quest'ultimo l'ho sempre apprezzato molto dal punto di vista dinamico, ma anche per i percorsi e goal multipli, con gli stage disposti sulla mappa.

Offline Sol_Badguy

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.869
Re: MEGADRIVE: i giochi oggi.
« Risposta #18 il: 05 Apr 2018, 19:47 »
Visto che avete già citato la maggior parte dei miei titoli preferiti per Megadrive (tra cui Gynough, che è stato amore a prima vista sin da quando ho posato gli occhi sugli screen della recensione apparsa su C+VG), cerco di aggiungere qualcosa alla discussione inserendomi in chiave storico-emozionale.

Rielaborando il ricordo e il 'feeling' della mia passata esperienza Megadrive con la consapevolezza data dalla prospettiva storica, il settore dove il 16-bit Sega asfaltava il più balsonato SNES a mani basse era sui character action, con una selezione di titoli così avanti che a rigiocarli oggi non sono solo invecchiati bene, sono incredibilmente MODERNI.

Il trimurti per me era (ed è) Strider, Super Shinobi II e Alien Solider, il che, ai tempi, era come dire di avere Devil May Cry, Ninja Gaiden e Vanquish da una parte, mentre dall'altra, quella Nintendo, titoli da sala giochi in stile fine anni Ottanta.

Per quanto giocassi comunque un botto (e dilapidassi paghette a gogo) anche su cartucce analoghe per SNES, l'offerta Megadrive era fottutamente avanguardista, stilosa, complessa, tecnicissima e VELOCE nel gameplay, nonché, valore aggiunto non da poco, anche weirda nelle soluzioni estetiche. Più ci ripenso e più sono convinto che le basi character action stylish moderno siano nate principalmente da lì.

Forse era proprio una 'regola non scritta' o un trend iniziato quasi per caso e poi divenuto testo, ma una larga fetta dell'offerta action di questo tipo su Megadrive si impostava su binari più sperimentali e arditi rispetto al classicismo arcade diffuso nella corrispettiva offerta Nintendo (pur con notevoli eccezioni, vedasi Hagane). Ciò è particolarmente visibile nelle diverse declinazioni della stessa IP: da una parte lo scoppiettante ed eclettico Contra Hard Corps, dall'altra il pulitissimo ma ben più classico Super Contra; da una parte lo sperimentale e multiforme Castlevania Bloodlines, dall'altra il sontuoso ma un filo ingessato Super Castlevania. Tutti e quattro bellissimi titoli, ma, pad alla mano, dal feeling e dalla 'visione' di game design diversissimi.
« Ultima modifica: 05 Apr 2018, 19:56 da Sol_Badguy »
I'm having fun...

Offline Jello Biafra

  • Eroe
  • *******
  • Post: 11.584
    • http://www.retrocritics.altervista.org
    • E-mail
Re: MEGADRIVE: i giochi oggi.
« Risposta #19 il: 05 Apr 2018, 21:42 »
Verissimo, il MD era la casa d'elezione degli sparatutto a scorrimento e dei giochi d'azione piattaformica, laddove il SNES era invece la console dei platform, dei picchiaduro e dei JRPG.

A proposito di action, ricorderei Dahna: Megami Tanjou (1991).

Action game con elementi platform dall'atmosfera cupa e balorda, violento e brutale e con alcune idee per niente da sottovalutare e una buona costruzione dei livelli. Controlli e collisioni purtroppo erano quelli che erano e la difficoltà spesso era troppo frustrante, ma nell'insieme il gioco funzionava ed ancora oggi risulta molto meno invecchiato di tanta altra roba.

« Ultima modifica: 06 Apr 2018, 18:36 da Jello Biafra »

Offline Diegocuneo

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 9.174
    • Odio ed amo e me ne cruccio
Re: MEGADRIVE: i giochi oggi.
« Risposta #20 il: 06 Apr 2018, 08:14 »
Concordo:la tipologia di giochi che andava forte su MD è invecchiata quasi nulla.Non fosse per la risoluzione video,potrebbero essere giochi odierni.Ovviamente si parla dei giochi migliori,e quelli menzionati nel topic sono tra quelli.
@Sol
Meglio shinobi2 del 3?

Offline RayX

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 7.551
    • Gaming Effect
    • E-mail
Re: MEGADRIVE: i giochi oggi.
« Risposta #21 il: 06 Apr 2018, 12:50 »

[RetroPlay] CASTLEVANIA THE NEW GENERATION [MD] Gameplay e Recensione [ZombieGamer80]
forse il mio Castlevania preferito (però "animazioni vettoriali" non si può sentire  :-*)

Offline Sol_Badguy

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.869
Re: MEGADRIVE: i giochi oggi.
« Risposta #22 il: 06 Apr 2018, 13:13 »
A proposito di action, ricorderei Dahna: Megami Tanjou.

Action game con elementi platform dall'atmosfera cupa e balorda, violento e brutale e con alcune idee per niente da sottovalutare e una buona costruzione dei livelli. Controlli e collisioni purtroppo erano quelli che erano e la difficoltà spesso era troppo frustrante, ma nell'insieme il gioco funzionava ed ancora oggi risulta molto meno invecchiato di tanta altra roba.



Vero, interessante esperimento di action dal pacing RPGeggiante, seppur bastardissimo. Lo ricordo con affatto per i momenti in groppa al gigante/troll che facevano molto Tecmo Knight, uno dei miei arcadeoni preferiti nell'ambito della viuuulenza fantasy insensata jappa :D... purtroppo orfano di qualsivoglia conversione su console  :no:.

IMO fa il paio con Blades of Vengeance di EA, anch'esso bastardo inside e con una negoziazione degli scontri che a vederla oggi è quasi darksoulsiana ante litteram:


@Sol
Meglio shinobi2 del 3?

Immaginavo che avrei generato confusione: Super Shinobi II è il titolo jappo di Shinobi III, quindi, sì, certo, nella titolazione occidentale intendevo Shinobi III :).

Nella versione PAL l'ordine dei livelli è diverso, si inizia con lo stage della città distrutta mentre nella JAP c'è la foresta stile Thunder Force.

Questa cosa mi aveva incuriosito ché non la ricordavo, ma no le due versioni sono uguali (a meno del title screen, che per una volta è più bello quello occidentale con il trilobitone-invertebrato-preistorico-alieno-volante-gigante in primo piano), è la rolling demo che parte dal secondo stage.

In ogni caso vera perla dello shumpo bizzarrone jappo, che faceva il paio con Gynough... anche se, sì, entrambi uber-troppo-stronzi verso la fine :D.
I'm having fun...

Offline rule_z

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 8.029
    • Retro Engine HD
Re: MEGADRIVE: i giochi oggi.
« Risposta #23 il: 06 Apr 2018, 13:48 »
Fra le vecchie glorie del MD non può mancare Alisia Dragon (che ha anche una delle copertine più belle di sempre):



Su Vampire Killer meglio pal non concordo, è su Mega Drive quindi deve avere il sangue https://youtu.be/CyMvGfQoerE (e non ha pg fake).

Online Il Pupazzo Gnawd

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.912
Re: MEGADRIVE: i giochi oggi.
« Risposta #24 il: 06 Apr 2018, 14:15 »
Mi fa piacere ricordare Chelnov - Atomic Runner.
Non ho idea se sia stato convertito per altri sistemi (max o altri storici potranno supllire) ma il suo arrivo fu salutato da me con estrema gioia.
Adoravo l'arcade e la trasposizione di questa run and gun a scorrimento laterlae (forzato) su Megadrive fu trattata con estrema cura (ne è di fatto un miglioramento/ampliamento)
E' un gioco da imparare a memoria, ma con un fascino tutto suo. Consigliato
Sogno un mondo in cui non sia più necessario prostituirsi per fare l'amore a pagamento

Offline rule_z

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 8.029
    • Retro Engine HD
Re: MEGADRIVE: i giochi oggi.
« Risposta #25 il: 06 Apr 2018, 14:24 »
Gran bello Chelnov, anche lui con una cover di tutto rispetto:



E' uscito anche su X68000 e Saturn, ma la versione migliore per me è quella MD.

Offline Sol_Badguy

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.869
Re: MEGADRIVE: i giochi oggi.
« Risposta #26 il: 06 Apr 2018, 14:50 »
Su Vampire Killer meglio pal non concordo, è su Mega Drive quindi deve avere il sangue https://youtu.be/CyMvGfQoerE (e non ha pg fake).

Pure io sono #mejojappo, ci vuole sangue, sangue, FONTANE di sangueeeehhh :D!!!!



E poi sì, il facciozzo di Lecarde ridisegnato in versione riccardona non se po' vedé  :no:.

Mi fa piacere ricordare Chelnov - Atomic Runner.[...]

Mi hai anticipato alla grande, ché volevo proprio fare un post per segnalare qualche conversione/adattamento per Megadrive notevole/interessante/curioso... e tra questi Chelnov spacca tutto  :yes:!

Da notare che la versione per Sharp citata da Rule_Z è un porting 1:1 del coin-op originale, laddove la versione Megadrive era più un remix-reboot. A mio avviso finanche più ricca, come versione, con sprite maggiormente dettagliati e ambientazioni più varie e meno 'clonate'.
L'unica cosa che al tempo mi fece un po' 'strano' è che gli invasori alieni sono stati qui rielaborati tutti con uno stile unico, dal sapore archeologico precolombiano, che un po' smorza la weirditudo e la varietà dell'enemy/crearue design originale.

Un altro porting che era esclusiva Megadrive a cui ero particolarmente affezionato per la sua particolarissima ambientazione mitologica greca e per la varietà assurda di situazione era Phelios:



Non aveva ovviamente l'effettistica zoom e il rotoscape pazzeschi del coin-op, ma compensava con effetti di parallasse sopraffini e fluidissimi, che rendevano comunque giustizia all'originale arcade.

Curioso anche il porting "more than the original" di MERCS, che aggiungeva una modalità originale, il Wolf Mode, dove si giocava un remix della campagna principale con un 'party' di mercernari, ciascuno associato a un solo tipo di arma e da reclutare atque livellare alla bisogna.
https://www.youtube.com/watch?v=vqu-mMVztKU
« Ultima modifica: 06 Apr 2018, 14:52 da Sol_Badguy »
I'm having fun...

Offline RALPH MALPH

  • Eroe
  • *******
  • Post: 12.992
  • Universal acclaim
Re: MEGADRIVE: i giochi oggi.
« Risposta #27 il: 06 Apr 2018, 15:55 »
è stata la mia prima console in assoluto ma devo dire che non ci sono troppo affezionato, è sicuramente la console sega che ho amato e usato di meno, gli unici giochi che ho rigiocato di recente sono thunder force 4 (96 su consolemania), streets of rage 2 e 3 e wonder boy 4, 4 capolavori invecchiati alla grandissima

ricordo con affetto eternal champions, kick off, sensible soccer e poco altro, quella gen usai molto di più il snes
bosseggiando: destiny - mario kart

Offline Jello Biafra

  • Eroe
  • *******
  • Post: 11.584
    • http://www.retrocritics.altervista.org
    • E-mail
Re: MEGADRIVE: i giochi oggi.
« Risposta #28 il: 06 Apr 2018, 18:35 »
Fantastico Chelnov che su Mega Drive era praticamente un remake con grafica rifatta praticamente da zero e il sapore fantasy-precolombiano di molti cattivi, che citava Sol, era ed è per me un enorme valore aggiunto ^__^

A proposito di sparatutto, ricorderei Eliminate Down (1993), che era davvero un grande sparatutto. Tutte e quattro le armi sono disponibili da subito e si possono selezionare alla bisogna, le ondate nemiche sono sempre molto ben studiate per valorizzare la multidirezionalità dello sparo e tecnicamente ed esteticamente è una piccola meraviglia.


Offline Jello Biafra

  • Eroe
  • *******
  • Post: 11.584
    • http://www.retrocritics.altervista.org
    • E-mail
Re: MEGADRIVE: i giochi oggi.
« Risposta #29 il: 06 Apr 2018, 19:02 »
Fra le vecchie glorie del MD non può mancare Alisia Dragon (che ha anche una delle copertine più belle di sempre):

Grandissimo Alisia Dragon, forse un po' ripetitivo ma rimane un eccellente esempio dei giochi d'azione piattaformici di cui il MD era l'indiscusso maestro.

Rilancio con Valis III (1991) che, sebbene mutilato di vari livelli rispetto alla versione PC-Engine, rimane un action godurioso, spettacolare, vario e ben articolato, con i suoi diversi personaggi da alternare: