Autore Topic: TWP: The Wine Place  (Letto 5368 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Ryo_Hazuki

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.026
    • E-mail
Re: TWP: The Wine Place
« Risposta #45 il: 05 Gen 2021, 16:42 »
La differenza nel prezzo la fanno grosso modo 3 macroaree.

La Filosofia: Quanto vuoi che renda la tua uva per ettaro scegliendo anche tra agricoltura tradizionale, biodinamica o biologica. Se vai sul biodinamico, oltretutto, la resa dello stesso vitigno può differire di molto tra un anno e l'altro sia in quantità, che qualità e gusto.

La Produzione: Quanto costa la produzione del vino. La vigna è in pianura o su un pendio? Raccogli meccanicamente o a braccia? Pesti gli acini con i piedi o usi una macchina apposta? Usi solo gli acini (quindi qualcuno deve sgranare i grappoli) o anche il raspo?

L'Unicità e il Mercato: Le classiche leggi di mercato aiutano nella differenza del prezzo.

Posso farti qualche esempio.
L'azienda agricola San Felice produce diversi vini Chianti Classico tra cui:
-Poggio Rosso
-San Felice
-Grigio Chianti Classico Riserva
-Grigio Chianti Classico Gran Selezione

Sono tutti Chianti Classico ma con prezzi diversi

Il Poggio Rosso riserva viene prodotto solo ed esclusivamente in anni in cui la qualità dell'uva raggiunge determinati standard ed arriva solo ed esclusivamente da un'unica parcella di un vigneto.
Sangiovese 100%

Il San Felice Chianti Classico è un vino meno sofisticato, usa i vitigni di una determinata zona geografica ed utilizza Sangiovese 80%, Colorino 10%, Pugnitello 10%

Il Grigio Chianti Classico Riserva utilizza grossomodo gli stessi vigneti del San Felice, ma è un Sangiovese in purezza (100%)

Il Grigio Chianti Classico Gran Selezione utilizza Sangiovese 80% ; Vitigni autoctoni 20%: Abrusco, Pugnitello, Malvasia Nera, Ciliegiolo, Mazzese e vigneti di zona, ma alcuni diversi da quelli degli altri vini.

Già qui ci sono un po' di differenze, nonostante siano 4 Chianti Classico.
Il chianti classico prevede da disciplinare almeno l'80% di Sangiovese poi per essere riserva deve fare almeno 2 anni in botte e 3 in bottiglia e per essere gran selezione deve passare almeno 30 mesi in botte e 3 in bottiglia e provenire da vitigni di pertinenza aziendale.

Poi si potrebbe disquisire anche sul fatto che sono piante e in base al nutrimento del terreno, quanto sole,  in che momento della giornata, in che direzione sono orientate le vigne in che momento della giornata e da come è composto il terreno può determinare la resa del prodotto.

Chiudo con una piccola parentesi.
LA stessa azienda produce il "Pugnitello", si chiama cosi perché è grande più o meno come un pugno.
E' un grappolo di poca resa, ma autoctono e antico in toscana e oramai perduto.
20-30 anni fa la stessa azienda, in collaborazione con le università di Firenze e Pisa, intraprese un progetto di recupero di vigneti autoctoni, il pugnitello lo trovarono da un agricoltore che nemmeno sapeva di averlo.
Partirono da un inizio di 200 tipi diversi, se non ricordo male, fino ad arrivare a selezionarne 5, tra cui il pugnitello.

Queste 5 uve vengono anche usate nel "Grigio Chianti Classico Gran Selezione", facendone (grazie anche al disciplinare) un vino unico ed irripetibile nel suo genere.

Offline chirux

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.878
Re: TWP: The Wine Place
« Risposta #46 il: 05 Gen 2021, 16:43 »
Non sono ai tuoi livelli, fiordo,  in tutti i sensi  ;) ;D
Mi limito al gusto e eventuali problemi fisici ; inoltre bevendolo la maggior parte in solitario,  tende a rimanere in frigorifero diversi giorni perdendo aroma e quindi non spendo mai più di 7/8 euro. Non guardo più i vari DOC, DOCG, ma assaggio e se mi piace prendo sempre quello.
Per esempio: ho trovato un bianco fermo Sauvignon che mi soddisfa a 5 euro. Se fosse costato 20 cambiava sapore?

Offline chirux

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.878
Re: TWP: The Wine Place
« Risposta #47 il: 05 Gen 2021, 16:57 »
Ryo_Hazuki,  anche tu gran bella spiegazione.
Però mi sento un semplice consumatore che non sta attento troppo nemmeno al profumo di un vino. Quindi se il prezzo dipende da tutti quei fattori allora faccio bene a non complicarmi troppo nella scelta.
Pensavo che maggiore spesa uguale a gusto magnifico  :)
Voi percepite la differenza di gusto tra 7 e 20 euro?
Piuttosto preferirei spendere di più per vini con pochissimi solfiti.
« Ultima modifica: 05 Gen 2021, 17:14 da chirux »

Offline Ryo_Hazuki

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.026
    • E-mail
Re: TWP: The Wine Place
« Risposta #48 il: 05 Gen 2021, 17:28 »
@chirux sembro un espertone, vero?  :D
Erano le nozioni base di quando lavoravo a Borgo San Felice (albrego). L'azienda è "la stessa" (fanno capo al gruppo allianz) e ad inizio stagione facevano fare un tour dell'azienda agricola.

Non ho il palato per comprendere se un vino vale il prezzo. Ho il palato per comprendere se il vino mi piace e a cosa potrei abbinarlo.
Per esperienza mia, posso dire che tendenzialmente si va verso determinati standard nei vini, quindi bene o male nei vini trovi caratteristiche standard e se hai bevuto molto puoi comprendere se un vino è ancora giovane o è andato avanti.
Alcune aziende indirizzano le botti verso un determinato standard.

Ultimamente sono andato con alcuni colleghi in un'azienda agricola biodinamica, abbiamo assaggiato 4-5 vini, anno 2018 e 2019. Incredibile quanto, senza "aiuti" (o comunque minimi), il prodotto differisse anche in modo importante. Ma non saprei prezzare il prodotto.

L'unica volta che ho sentito davvero la differenza è estata al compleanno di mio nipote.
Mio cognato ha aperto uno champagne "da battaglia" e una bottiglia da 300€. Lì la differenza lo sentita. A favore di quella da 300€.

Percepisco "meglio" la differenza con i super alcolici, specialmente il rum.

Offline fiordocanadese

  • Veterano
  • ****
  • Post: 2.011
  • Alternativo Agli Alternativi
    • E-mail
Re: TWP: The Wine Place
« Risposta #49 il: 05 Gen 2021, 18:00 »
@Ryo_Hazuki abitiamo vicini! La tua spiegazione molto più precisa, poi!
Io ho lavorato un anno a Casa Emma a San Donato in Poggio.
Dai passa più spesso che rimpolpiamo stò topic


Offline Ryo_Hazuki

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.026
    • E-mail
Re: TWP: The Wine Place
« Risposta #50 il: 05 Gen 2021, 18:28 »
Mi piacerebbe essere esperto di vino, ma preferisco berlo  :D
Non sono ferrato in materia e non ne bevo poi molto... Posso solo promettere di scrivere se assaggio qualcosa di interessante  :)

Comunque non sono più in Toscana da un po' 😬

Offline Gold_E

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.756
    • E-mail
Re: TWP: The Wine Place
« Risposta #51 il: 09 Gen 2021, 16:07 »
Non sono un bevitore di vino, non lo bevo a pasto quotidianamente, ma solo in qualche occasione.
Però mi piace berlo buono quelle poche volte.
A Natale abbiamo approfittato della fornitissima cantina di mio suocero, che ha vini e Champagne pregiati ma che non sempre si sono ben conservati purtroppo.
Questo però si era mantenuto perfettamente e la differenza con qualcosa di poco costo si è sentita alla grande.

GOLD EXPERIENCE REQUIEM POTERI:                         
Le sue emanazioni azzerano il potere, le azioni e la volontà di chi lo attacca. Chi resta colpito fisicamente da Requiem vede la propria morte riportata a zero, e continua a riviverla ogni volta.

Offline chirux

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.878
Re: TWP: The Wine Place
« Risposta #52 il: 09 Gen 2021, 17:11 »
Questo però si era mantenuto perfettamente e la differenza con qualcosa di poco costo si è sentita alla grande.
Insisto ancora con la mia curiosità sulla differenza di presto e gusto.
Il palato da cosa è travolto con queste bottiglie di un certo prezzo?

Offline Ryo_Hazuki

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.026
    • E-mail
Re: TWP: The Wine Place
« Risposta #53 il: 09 Gen 2021, 17:58 »
Parli dello Champagne nello specifico o sempre del vino in generale?

Offline chirux

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.878
Re: TWP: The Wine Place
« Risposta #54 il: 09 Gen 2021, 18:22 »
Parli dello Champagne nello specifico o sempre del vino in generale?
In generale. Difficilmente potrò mai avere un'esperienza di questo tipo. ;D
Se organizzeremo un raduno allora faremo una colletta.

Offline Ryo_Hazuki

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.026
    • E-mail
Re: TWP: The Wine Place
« Risposta #55 il: 09 Gen 2021, 19:31 »
Beh, come nel cibo, c'è un intervallo di valori in gioco.

Ci sono cose che un professionista o un palato (e fegato) molto allenato sa trovare o sentire.

Bevendo un vino da 3-4-600€  non ti esplodono i vestiti come succede in food wars.

Se hai il palato allenato puoi percepire la struttura del vino, il bouqet di profumi, il "retrogusto olfattivo" (che è quel profumo che senti quando espiri a bocca chiusa).

Vini troppo giovani spesso hanno una singola caratteristica che sovrasta le altre e non permette di sentire il ventaglio di sapori a profumi.

Simile anche per le fasce di prezzo.
Un vino poco costoso si sarà fatto tutta la trafila in acciaio, uve di alta resa e tutto meccanizzato.
Se lo stesso vino si fa la fermentazione in botte o in orcio cambia la complessità aromatica, oltre alla resa finale ed agli eventuali rischi di perdita.

MA ripeto, non ti esplode il palato se assaggi un vino molto costoso, specialmente se non sei allenato o non bevi con qualcuno che ti spieghi.

Offline Gold_E

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.756
    • E-mail
Re: TWP: The Wine Place
« Risposta #56 il: 09 Gen 2021, 19:33 »
Personalmente non saprei spiegarti bene non essendo esperto. In questo caso per esempio, non è stato come bere un buon spumante, aveva un profumo e lasciava un retrogusto in bocca che non avevo mai provato prima. E probabilmente io non ho nemmeno il palato per  apprezzarlo completamente, ma mi è piaciuto comunque parecchio.

Edit. Anticipato di poco da Ryu che sa spiegarlo molto meglio di me
GOLD EXPERIENCE REQUIEM POTERI:                         
Le sue emanazioni azzerano il potere, le azioni e la volontà di chi lo attacca. Chi resta colpito fisicamente da Requiem vede la propria morte riportata a zero, e continua a riviverla ogni volta.