bypass shell download

Autore Topic: [PARTE 2] Picchiaduro: i luoghi comuni da sfatare.  (Letto 486 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Rapper nero il giusto

  • New Entry
  • Post: 10
  • Solo figate.
    • E-mail
Salve ragazzi! Vorrei mettere qui il link della continuazione di un mio articolo sui picchiaduro: Picchiaduro i luoghi comuni da sfatare
Citazione
https://rapper-nero.blogspot.it/2017/12/picchiaduro-il-luoghi-comuni-da-sfatare.html?showComment=1514576641556#c5791876671530442718
!

Spero possa interessarvi!


Qui un piccolo estratto:
Citazione
Sul finire del mio articolo più rappresentativo: PICCHIADURO - I LUOGHI COMUNI DA SFATARE (Parte 1), articolo che smonta le grandi cazzate sparate "dallaggente" sui picchiaduro, avevo suggerito che sarebbe potuta arrivare una nuova lista di ridicoli luoghi comuni... ed infatti, eccola qua.

Girando per la rete e spiluccando da anni riviste specializzate da bravo cagacazzo curioso, l'inesperienza e l'incompetenza cronica di certe utenze che parlano di questo genere, non cessa mai di stupirmi.

Soprattutto perché tale bruttura mentale è rappresentata anche da quelli che si reputano appassionati, che dominano le scene delle communities internettiane, che a volte scrivono per testate specialistiche e che, purtroppo, ottengono consensi pur attenendosi a dicerie deficienti entrate nel "nerd pensiero", concettualmente sbagliatissime (per capirlo ci vuole cervello... però).
Quindi facciamo questa rassegna delle nuove, grosse, idiozie partorite in rete sul genere più bello che c'è...


I Picchiaduro non valgono più di 20 euro perchè finiscono subito...
Se lo dicesse un mio famigliare over 70 sorvolerei, ma sta cagata è detta anche da gente che ufficialmente mastica videogiochi da anni (e non ne ha nemmeno 70)...
Quindi la situazione è parecchio grave.

I picchiaduro, sempre se ben fatti, sono il genere forse più longevo in assoluto se si sa come sfruttarlo...
E non parlo del "versus umano" (offline\online) che è scontato ed in un certo senso lascia il tempo che trova, dato che la gente è una variabile che alla fine si stufa dello stesso titolo.
Parlo di quello che offre il picchiaduro come BASE, ovvero: la possibilità di controllare un alto numero di personaggi diversi.
Solo finire il classico Arcade Mode con ogni personaggio dura più di gran parte dei giochi adventure, senza contare l'alto tasso di rigiocabilità "senza impegno" facendo scontri singoli e varie affinità (cosa che difficilmente si fa in un adventure\GDR et similia).
Inoltre, attualmente ci troviamo in mano picchiaduro con molte più modalità singole rispetto al passato, eccetto i casi gravi come lo Street Fighter 5 "Vanilla", di norma ce ne sono sempre di più fra Arcade, varie trials, training, story mode cinematici ed altre cosette che cambiano da titolo a titolo.
Di roba da fare ce n'è, volendo farla.... e molta più di prima, quando non si lamentava nessuno.
Inoltre, se il gameplay è solido, divertente e i personaggi sono tanti, il bello è proprio approfondire questi aspetti.
Ma di questo se ne parlerà nel punto 2.


Una volta finite le modalità singole, il titolo non offre più niente se non il versus...

Ed eccoci ricollegati al punto 1, aggiungendo che con sta mania del versus -soprattutto online- la gente si è abituata male e fatica a  tornare indietro (le assuefazioni son dure da mandar via).
Alcuni, anche ben intenzionati, credono che una volta finite le modalità singole il gioco lo si possa anche buttare, se non ci fosse possibilità di sfidare qualcuno..
Cazzate.
Cazzate perchè, analizzando con testa, il picchiaduro va oltre alla facile pratica dello "sblocca sblocca" per poi buttarsi a sfidare gente...
Il picchiaduro va "assaporato", va studiato, in particolare per giocarci in singolo... il concetto essenziale di videogiocare senza vincoli di persone o di extra, che sarebbe bene farsi piacere per DOVERE MORALE verso l'arte digitale. Dopotutto il versus è da sempre un'opzione: l'opzione a 2 giocatori.

Imparare le potenzialità (mosse, combo complesse, strategie, ecc.) dei vari personaggi, dovrebbe essere il motivo che spinge la gente a giocare, anche dopo aver finito ciò che c'era da finire. Anzi, si può dire che il vero divertimento inizi da lì.
Ma ci vogliono DEDIZIONE e VOGLIA, cose che a certi mancano senza il BASSO incentivo vizioso di sfidare a ripetizione qualcuno...
E va malissimo, perchè la competizione nei picchiaduro è di fatto nociva, porta l'utenza a diventare "drogata di sfida", costringendola a giudicare tali prodotti in maniera funzionale alla stessa.
Le compagnie produttrici spingono inoltre sul versus proprio per avere più guadagni col minimo sforzo, risparmiando sul numero di modalità singole da inserire, sul costruire un'IA adeguata per la CPU e su tutto ciò che non ha a che fare direttamente con lo scontro a due.

La curiosità è che i picchiaduro vantano di un combat system  MOLTO più complesso rispetto agli action\RPG\Adventure: hanno combo e juggles intricate, tempistiche ferree, maggior numero di attacchi e di mosse.
Ma nonostante ciò, qualcuno sembra sfruttare il loro single player solo dove non se ne può fare a meno, o quando c'è qualcosa da ottenerere... andando contro logica.
Perchè se il picchiaduro in questione ha un gameplay divertente, usare i suoi personaggi o scoprire manovre nuove da sfoggiare anche vsCPU, dovrebbe essere una pratica interessante e soprattutto duratura.
Ed infatti lo è sempre stata, se piace il genere.
Chi non è d'accordo, palesemente non è appassionato anche se lo crede (o lo è nel modo errato), quindi può benissimo cambiare genere facendogli finalmente del bene.

Da tale buonsenso si astengano pure gli "hardcoriani cronici", bravoni impediti, online-dipendenti, ignoranti intellettualizzati, tecno-modernisti e i bambini oltre gli 'enta (che sono poi l'utenza internettiana dominante quando si parla di picchiaduro).
Scoprite di più su queste categorie nell'articolo: "Gamers competitivi: quando l'arte videoludica è distrutta dagli stessi videogiocatori".


I picchiaduro NetherRealm sono LEGNOSI...

Questa è una delle TANTE bestiate senza senso che vengono sparate sui picchiaduro della ex Midway, a causa dello stanco "giappocentrismo finto-intellettualoide" che gira nell'ambiente dei videogiocatori "assidui"... non tutti, quelli un po' chiassosi, attivi sui social, forum e via dicendo.

Non essendoci più idee da parte dei detrattori della NRS per affossare Mortal Kombat & Figli che, commercialmente parlando, fanno più numeri dei "picchiaduro elitari" che son belli perchè di nicchia... (ma come i film d'essai, fanno puntualmente più schifo), la nuova calunnia degli haters è la legnosità.
Ogni picchiaduro che esce da Casa Boon quindi è legnoso, fa niente se non lo è, DEVE ESSERE LEGNOSO a prescindere.
In verità chi lo dice non sa nemmeno cosa intende veramente, perché di manichini viventi in quei giochi non se n'è ancora visti... eppure qualcuno sulla questione legnosità ci fa pure dei video sul Tuttùbo, con teorie bizzarre e surreali su cui ci si fa qualche risata (come fanno alla NRS, giustamente), rimanendo anche un po' basiti dal vedere cosa si inventano certi.
Secondo 'sta gente, a quanto pare, la "legnosità" sarebbe data dalle animazioni...
Vero è che non proprio tutti i MK hanno avuto sempre animazioni felici, basti pensare ai primi capitoli 3D come il 4 o il Deception, che rispetto ad altri 3D come Tekken 3 o Soul Calibur 2, dal quel lato sfiguravano un po'...
Ma dalla generazione "PS360" le cose sono cambiate. Titoli come Mortal Kombat IX e X o gli Injustice, hanno generalmente delle GRAN belle animazioni, fluide e ben legate fra loro... o per lo meno al passo coi tempi per i prodotti "2,5D".
Eppure, nonostante la distinta concorrenza (e non solo) partorisca persino animazioni di questo tipo...


Ecco Evil Ryu nel famoso "calcio del burattino"... animazioni di "prima qualità".
...tali problemi -comunque irrilevanti- vengono attribuiti solo a MK & Figli (altrimenti che hating sarebbe?).

In barba se alla Capcom (s)figurano le movenze "fluidisisme" di cui sopra, condite da modellazioni al limite dell'essenziale (al passo coi tempi una bella sega, volgarmente parlando), o se Tekken è ancora afflitto dall'effetto "pallone aerostatico" (chi ci gioca lo sa)... o se il 14° capitolo di King of Fighters in 2,5D, sia noto più che altro per la grafica brutta (e animazioni di paripasso).
I problemi SERI al comparto tecnico ce li ha solo ciò che esce da quella sede di Chicago.

La verità però è che sti problemi seri ce li ha chi se li è inventati... perchè nascono proprio dall'incapacità dei picchiaduristi hardcore, abituati alle meccaniche della "scuola giapponese" (Capcom o Namco che sia), di approcciarsi ad altri picchiaduro con meccaniche veramente differenti e forse più valide (e fresche).

E perchè qualcuno dovrebbe dare credito a farneticazioni di imbecilli con lo stick in mano per 24 ore, che parlano di arte digitale alla cazzo di cane?  Solo altri imbecilli potrebbero farlo, ed infatti lo fanno (fortuna che sono pochi e "diversamente intuitivi").

Hating o non-hating, comunque, i titoli NRS rimangono i più venduti, quelli che dal 2004 vincono i vari premi annuali e che danno vero lustro al loro genere. Scopritene di più nell'articolo: "Gli Americani dominano il mercato dei picchiaduro".

Continua sul sito!
« Ultima modifica: 29 Dic 2017, 22:01 da Rapper nero il giusto »