Autore Topic: [Serie TV] The OA  (Letto 4668 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Tetsuo

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.837
Re: [Serie TV] The OA
« Risposta #15 il: 29 Dic 2016, 08:35 »
Vista fino alla 4,dove si svela, e lì cresce l'interesse per vedere dove va a parare...e cosa c'entrino i 'prescelti'

Offline babaz

  • Reduce
  • ********
  • Post: 22.606
Re: [Serie TV] The OA
« Risposta #16 il: 29 Dic 2016, 13:10 »
Brit Marling, dovrebbe bastare questo. DEVO trovare il tempo di vederla.

Offline SixelAlexiS

  • Reduce
  • ********
  • Post: 23.184
  • Attenti al Twistel™
Re: [Serie TV] The OA
« Risposta #17 il: 29 Dic 2016, 14:17 »
Finito ieri mi ha lasciato un po' indifferente. Non capisco tanto il senso di fare una seconda stagione.
Non capirei il senso di NON farla per come è sviluppata questa e per come finisce... insomma, stag2 asap, m'è piaciuta tanto  :yes:

Offline Tetsuo

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.837
Re: [Serie TV] The OA
« Risposta #18 il: 05 Gen 2017, 22:30 »
...

Gli ultimi 5 minuti dell'ultimo episodio sono la cosa emozionalmente più forte che mi sia mai capitato di vedere, groppo in gola.


Spoiler (click to show/hide)




Veramente bravi tutti, spero in una stagione successiva che non deluda e che abbia il successo che merita


Fatevi un piacere, guardate questa serie

Offline Asher

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.321
Re: [Serie TV] The OA
« Risposta #19 il: 06 Gen 2017, 07:30 »
...

Gli ultimi 5 minuti dell'ultimo episodio sono la cosa emozionalmente più forte che mi sia mai capitato di vedere, groppo in gola.


Spoiler (click to show/hide)




Veramente bravi tutti, spero in una stagione successiva che non deluda e che abbia il successo che merita


Fatevi un piacere, guardate questa serie
Si il season finale è di una potenza emozionale pazzesca.
Spero anch'io in una seconda stagione. Tantissimi i buchi della storia lasciati apposta per essere approfonditi.

Offline Shape

  • Reduce
  • ********
  • Post: 29.979
    • E-mail
Re: [Serie TV] The OA
« Risposta #20 il: 07 Gen 2017, 19:55 »
Io sono arrivato al quinto episodio e sento puzza di cagata immensa. Menomale che ho letto i vostri indizi sull'ultimo episodio: andrò avanti.

Offline Shape

  • Reduce
  • ********
  • Post: 29.979
    • E-mail
Re: [Serie TV] The OA
« Risposta #21 il: 09 Gen 2017, 09:31 »
Ieri l'ho finita. Mah.

Finale abbastanza d'impatto per il tema, ma il finale di stagione in sé non mi ha convinto e, anzi, m'è sembrato un po' una minchiata.

Spoiler (click to show/hide)

Offline iKenny

  • Eroe
  • *******
  • Post: 18.489
  • Il congiuntivo è morto, lunga vita al congiuntivo
    • http://riccardoerra.com
Re: [Serie TV] The OA
« Risposta #22 il: 10 Gen 2017, 21:30 »
Finita ieri sera.
Ecco le mie considerazioni.

Spoiler (click to show/hide)
PSN: RErra81

Offline Tetsuo

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.837
Re: [Serie TV] The OA
« Risposta #23 il: 11 Gen 2017, 01:20 »

Spoiler (click to show/hide)

Spoiler (click to show/hide)
« Ultima modifica: 11 Gen 2017, 01:26 da Tetsuo »

Offline Shape

  • Reduce
  • ********
  • Post: 29.979
    • E-mail
Re: [Serie TV] The OA
« Risposta #24 il: 11 Gen 2017, 08:40 »
Finita ieri sera.
Ecco le mie considerazioni.

Spoiler (click to show/hide)
Citazione
Mi pare un giro un po' lungo (e pure noioso, visto che stiamo parlando di un'intera stagione) per mandare un "messaggio" sul "credere quando la propria vita manca di qualcosa".

Offline iKenny

  • Eroe
  • *******
  • Post: 18.489
  • Il congiuntivo è morto, lunga vita al congiuntivo
    • http://riccardoerra.com
Re: [Serie TV] The OA
« Risposta #25 il: 12 Gen 2017, 19:23 »
Mi pare un giro un po' lungo (e pure noioso, visto che stiamo parlando di un'intera stagione) per mandare un "messaggio" sul "credere quando la propria vita manca di qualcosa".
[/quote]

Piu' che mandare il messaggio e' quello il topic della serie secondo me.
PSN: RErra81

Offline iKenny

  • Eroe
  • *******
  • Post: 18.489
  • Il congiuntivo è morto, lunga vita al congiuntivo
    • http://riccardoerra.com
Re: [Serie TV] The OA
« Risposta #26 il: 12 Gen 2017, 19:24 »
Guarda Sound Of My Voice, cosí sulla fiducia senza leggere/vedere nulla, probabilmente ti verrà spontaneo un '' ah....''
Scritto e diretto dal duo.
L'invito è poi al recupero anche di I Origins e The East

I suoi film li ho in lista da molto.  :yes:
PSN: RErra81

Offline Gold_E

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.368
    • E-mail
Re: [Serie TV] The OA
« Risposta #27 il: 11 Mag 2017, 07:55 »
Vista e piaciuta. Ci sono alcune situazioni che sembrano incongruenze in effetti (concordo con lo spoiler di Ikenny), ma potrebbero essere spiegate nella seconda stagione. Per il resto è una serie che mi ha emozionato. L'ultimo episodio l'ho trovato bellissimo e lei (ma anche gli altri attori) è davvero brava.
Invece mi chiedevo, il Topic l'ha aperto Eugenio, ma non ha commentato ancora. Quando la recuperi? Sono curioso di sapere cosa ne pensi.
GOLD EXPERIENCE REQUIEM POTERI:                         
Le sue emanazioni azzerano il potere, le azioni e la volontà di chi lo attacca. Chi resta colpito fisicamente da Requiem vede la propria morte riportata a zero, e continua a riviverla ogni volta.

Offline eugenio

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 9.197
Re: [Serie TV] The OA
« Risposta #28 il: 11 Mag 2017, 11:20 »
Invece mi chiedevo, il Topic l'ha aperto Eugenio, ma non ha commentato ancora. Quando la recuperi? Sono curioso di sapere cosa ne pensi.

Ho visto la serie in un lampo, poco dopo la sua uscita; il periodo era intenso, e così ho perso l'occasione di scriverne a caldo. Col senno di poi, tanto mi ha coinvolto sul momento, quanto mi ha lasciato poco già sul breve periodo. Ma, attenzione: non per difetti della serie che, anzi, trovo una delle novità televisive più fresche degli ultimi anni. Il fatto è che molto di ciò che vediamo deriva o comunque attinge a tecniche e strumenti tipici del teatro, così come pure l'approccio generale è di chiara matrice teatrale. E praticando amatorialmente teatro, alla fine mi sono ritrovato in un certo senso a casa, in una dimensione nota, e l'entusiasmo provato durante la visione è scemato.

Note personali a parte, in realtà si potrebbe scrivere moltissimo di questa serie: sulla sua metareferenzialità, sull'uso sapiente che fa dei tre piani di narrazione, sull'intersecazione di due piani temporali, sulla rottura della quarta parete. Magari accenno qualcosa, nella speranza sia di stimolo ad altri interventi.
Attenzione: di seguito vi sono anticipazioni che possono alterare la neutralità di visione.





Sulla metareferenzialità, occorre osservare l'intreccio tra il linguaggio della protagonista - che nel tempo della sua azione anticipa o posticipa parti del suo racconto - con il linguaggio della narrazione - con stacchi temporali slegati da quanto rivelato da Prairie -. Sempre lasciando intendere vi sia altro, sempre spingendo lo spettatore a usare i riferimenti interni all'opera per cercare - e trovare, come verrà esplicitato nel finale - soluzioni esterne.
La metareferenzialità è strutturale, non è a servizio dell'opera: è il tema portante.

Sui tre piani di narrazione, distinguiamo: la Prairie autodiegetica onniscente che racconta ai suoi interlocutori e allo spettatore quanto accadutole in passato; la Prairie autodiegetica con focalizzazione esterna che vive gli eventi successivi al racconto ma è ignara degli effetti che produrranno alla sua sua realtà; e la voce narrante della Prairie regista che si rivolge direttamente allo spettatore. Tutte le voci narranti hanno consapevolezza di un pubblico, il quale non è pienamente consapevole di esserlo finché non avviene una rivelazione.

Sui due piani temporali, il primo, esplicito, è dato dalla narrazione lineare di quanto accaduto a Prairie; il secondo, implicito, è dato da come questa narrazione modifichi la sua seconda vita. Non si tratta di due piani paralleli ma di piani intrecciati, perché in vari punti si toccano ed è necessario accada qualcosa nel presente di Praire affinché lei possa proseguire il racconto del suo passato; e viceversa. E non si tratta di linee temporali ma di piani, perché entrambi non hanno una sola dimensione - dal passato di quanto accaduto al presente di quanto narrato -, ma necessitano di una seconda dimensione temporale - dal presente delle due narrazioni al presente della Prairie regista, e quindi al presente dello spettatore -, per essere dispiegati.

Sulla rottura della quarta parete, è implicita fino alla conclusione del racconto quando, dichiarata, diviene esplicita. Lo spettatore viene messo a parte di una storia, finché la storia diviene la sua.
Chiaro è qui l'intento di smuovere un'azione consapevole, o almeno una presa di coscienza, in chi abbia visto la messa in scena. Un po' come negli spettacoli teatrali, quando l'attore si rivolge direttamente al pubblico o con una domanda o con una provocazione aperta; anche qui ci si trova nella condizione in cui ci viene chiesto di fare qualcosa. E noi sappiamo che anche il non fare niente, di per sé è un'azione: scelgo di stare fermo, di aspettare altri agiscano. La stasi e l'attesa passano attraverso il vaglio critico, sono volute. Sono agite.
L'alternativa, c'è. Possiamo fare qualcosa.
Facciamolo.

In questo contesto, penso di averlo fatto.

Spoiler (click to show/hide)

Offline Gold_E

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.368
    • E-mail
Re: [Serie TV] The OA
« Risposta #29 il: 11 Mag 2017, 21:56 »
Mamma mia, lo sapevo mi sarei pentito..  :D

Sei ad un livello un pò troppo alto per me, e lo dico con sincerità, senza falsa modestia o ironia. Mi piace leggerti proprio perché mi devo sforzare per capire bene quello che intendi dire. Ho dovuto rileggere il tutto un paio di volte. Bellissima interpretazione del tutto, che condivido, soprattutto nell'ultima parte, quella più bella della storia, ma anche quella che mette più in difficoltà, perché ti fa "interagire" con la storia anche solo mettendoti di fronte al bivio di credere o non credere.. I punti interrogativi che lascia aperti sono vari, e non vedo l'ora di vedere cosa hanno studiato per la seconda stagione.

Spoiler (click to show/hide)

Spero si mantengano su questo livello anche per la seconda stagione..
GOLD EXPERIENCE REQUIEM POTERI:                         
Le sue emanazioni azzerano il potere, le azioni e la volontà di chi lo attacca. Chi resta colpito fisicamente da Requiem vede la propria morte riportata a zero, e continua a riviverla ogni volta.