Autore Topic: Raspberry: la retroconsole homemade definitiva  (Letto 4798 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Ivan F.

  • Amministratore
  • Eroe
  • *********
  • Post: 14.715
    • The First Place
    • E-mail
Raspberry: la retroconsole homemade definitiva
« il: 29 Nov 2016, 20:49 »
Qualche tempo fa, mi sono imbattuto in questa nuova possibilità per gli appassionati di retrogaming: crearsi una consolina da emulazione in casa, usando un Raspberry. Una burletta che, a quanto ho visto, sembra davvero alla portata di tutti, anche i meno tecnologici.

Non sono un esperto, e non so se/quando mi cimenterò io stesso, ma considerato che oggi ne abbiamo parlato sul canale Telegram, con il supporto del buon Drone451, mi sembra doverso aprire un topic in cui ognuno possa farsi un'idea.

Sostanzialmente, per farsi in casa una console da emulazione (fino al Dreamcast incluso) serve quanto segue:

1 Raspberry Pi 3
In pratica, un computer più piccolo del palmo di una mano.
Il Raspberry appare come una schedina madrina con tutto incluso: 4 USB, 1 slot Micro SD, Ethernet, presa cuffie, Wi-Fi, Bluetooth. Serve a far smanettare gli smanettoni, ma a noi servirà per vincere l'emulazione.
Costo attuale su Amazon: 40-45 euro

1 Micro SD (almeno 4GB)
Sarà l'hard disk della vostra console.
Se volete emulare solo retroconsole piuttosto retro, sarà sufficiente una scheda da 8-16GB.
Se volete arrivare al Dreamcast, o magari installarci il Daphne per i giochi al laser, è il caso di salire fino a 64-128 GB.
Costo attuale su Amazon (64GB): 20-25 euro

1 alimentatore per Raspberry
Il Raspberry ha un'alimentazione via micro USB, ma serve un'alimentatore da 2,5A.
Ergo, non dovrebbero andare quelli da telefonino e non dovrebbe essere sufficiente nemmeno l'alimentazione via USB degli Smart TV.
Probabilmente un alimentatore vale l'altro, ma valutate l'ipotesi di prenderne uno con switch, perché il Raspberry non ha un tasto di accensione.
Costo attuale su Amazon: 7-12 euro

1 case per Raspberry (opzionale)
Esatto, perché l'aggeggino, di per sé, è una scheda nuda.
Potete usarlo ignudo, per carità, ma uno scatolotto non fa male.
Costo attuale su Amazon: 7 euro

1 cavo HDMI
Per attaccarlo alla TV, insomma.
Nemmeno metto il prezzo, che voglio sperare ne abbiate uno in casa.

1 controller
Il Raspberry supporta più o meno tutto, inclusi i controller PlayStation, quindi vedete voi.
Se vi piace, potete comprarvi uno di quei joypad simil-SNES con USB.


Ora, come si fa a crearsi la consolina?
Drone ci suggerisce questa guida (in italiano):
http://www.robot-domestici.it/idea/?p=94

Riassumendo, la procedura base prevede di (ripeto: sto riassumendo):
Formattare la Micro SD
Caricare Retropie su Micro SD via PC/Mac
Inserire la Micro SD nel Raspberry per fargli installare il programma
Riversare le ROM, via Wi-Fi, Ethernet o con una chiavetta USB

Il punto, qui, è Retropie, un'immagine che contiene tutti gli emulatori (tranne qualche BIOS di console più recenti) e che crea sulla SD una struttura in cui è sufficiente infilare le ROM.
A quel punto, il Raspberry eseguirà il boot direttamente verso un'interfaccia ottimizzata, suddivisa per console e con le rom catalogate.

Tutto troppo bello?
Beh, immagino che qualcosa possa non andare sempre dritto, ma io ancora non ho provato.

Drone stesso, che si è creato un Minicab, ci rassicura affermando che la preparazione di una console che si limiti alle console standard (niente laser game, insomma) è molto molto lineare.

Ora lascio a voi lo spazio per discuterne, se è di vostro interesse.

Offline Santo

  • Iniziato
  • Post: 50
Re: Raspberry: la retroconsole homemade definitiva
« Risposta #1 il: 29 Nov 2016, 20:55 »
Dico che è da un po che mi frulla per la testa l' idea di farmene uno per camera da mettere sotto i TV, seguo interessatissimo la discussione!

Offline pedro

  • Reduce
  • ********
  • Post: 21.212
Re: Raspberry: la retroconsole homemade definitiva
« Risposta #2 il: 29 Nov 2016, 21:22 »
Com'è l'uscita video? Si riesce in qualche modo a replicare risoluzione e frequenza delle console originali? Se ne parlava con Atchoo nel topic del MAME.
«Allora dev'essere molto pericoloso essere un uomo.» «Lo è, signora. E solamente pochi ce la fanno. È un mestiere difficile, e al fondo c'è la tomba.»

Offline atchoo

  • Reduce
  • ********
  • Post: 43.374
  • Pupo
    • E-mail
Re: Raspberry: la retroconsole homemade definitiva
« Risposta #3 il: 29 Nov 2016, 21:25 »
No, come standard esce solo su HDMI. C'è una scheda aggiuntiva che permette di uscire con un segnale analogico 15 kHz, ma:
- costa cara;
- ha alcuni limiti quanto a versatilità.
Per emulare su CRT in maniera ottimale bisogna per forza ricorrere a un PC con Windows XP, scheda AMD, cavo VGA-Scart e driver custom. A quel punto solo una console originale modificata in RGB ha una resa migliore. Però non si può più parlare di retroconsole, è semplicemente un PC collegato a una tv.

Offline Ivan F.

  • Amministratore
  • Eroe
  • *********
  • Post: 14.715
    • The First Place
    • E-mail
Re: Raspberry: la retroconsole homemade definitiva
« Risposta #4 il: 29 Nov 2016, 22:25 »
Leggo ora che da una versione recente di Retropie è supportato anche il Dolphin, per l'emulazione di GameCube e Wii.

Ovviamente serve una piattaforma più performante (X86), un Raspberry non ce la fa.

Qualcuno, sui forum, ipotizza che un futuro Raspberry Pi 4 possa iniziare a smuovere anche i delfini, ma altri dubitano possa essere sufficiente.

Quantomeno, questo scatolotto è un ottimo candidato per aggiornare il mio cabinato Mame a costi molto bassi, considerato che il lavoro tecnico per sostituire il PC interno a un Raspberry dovrebbe essere minimo.

Offline Turrican3

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.379
    • http://www.gamers4um.it
    • E-mail
Re: Raspberry: la retroconsole homemade definitiva
« Risposta #5 il: 30 Nov 2016, 00:38 »
Per il Dolphin credo ci vorrà molto, molto tempo considerate le prestazioni su un i5 6600.

Ma appunto è solo questione di tempo, il mobile ha fatto passi da gigante e il Raspy è davvero una macchinetta interessante e versatile.

Se poi ci si vuol smanettare più a fondo ancora meglio...
videoGIOCATORE


Offline Uomopinza

  • Recluta
  • *
  • Post: 166
    • E-mail
Re: Raspberry: la retroconsole homemade definitiva
« Risposta #7 il: 30 Nov 2016, 09:13 »
Domanda: sapete se l'emulazione Dreamcast è valida? Shenmue 1 e 2 sono giocabili?

Offline atchoo

  • Reduce
  • ********
  • Post: 43.374
  • Pupo
    • E-mail
Re: Raspberry: la retroconsole homemade definitiva
« Risposta #8 il: 30 Nov 2016, 09:21 »
Che io sappia, non particolarmente.
Controlla qua: https://github.com/retropie/retropie-setup/wiki/Dreamcast

Offline Andrea Rivuz

  • Reduce
  • ********
  • Post: 22.705
Re: Raspberry: la retroconsole homemade definitiva
« Risposta #9 il: 30 Nov 2016, 09:33 »
Su amazon vendono anche kit completi di scheda, cavi, sd, case, trasformatore e tutto a una 70ina di euro. Probabilmente ne prenderò uno presto, ci penso da quando hanno mostrato il nes classic e il rp3 è stato citato sul forum.

Offline Bilbo Baggins³

  • Reduce
  • ********
  • Post: 23.257
Re: Raspberry: la retroconsole homemade definitiva
« Risposta #10 il: 30 Nov 2016, 09:37 »
Ohh bravo Ivan, era da un po' che guardavo in giro per avere ulteriori info su questo aggeggillo...sto topic è la morte sua.  :yes:
Ora mi devo decidere di comprarlo.
Nintendo Fanboy™ since 1984
Xbox/PSN: BilboBaggins77 - WiiU: Bilbo77 - Switch: 7158-7477-3205

Offline RBT

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 7.975
    • E-mail
Re: Raspberry: la retroconsole homemade definitiva
« Risposta #11 il: 30 Nov 2016, 09:51 »
Lo voglio tipo subito, grazie Ivan per aver sottolineato la facilità e aperto un topic per sensibilizzare.

1) Retropia è aggiornabile?
2) Come va lo Snes e N64?
3) Quali sono i problemi più comuni riscontrati da chi lo assembla la prima volta?
4) Video Tutorial?
PS4: RBT_ps  -->add me!
]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::................................................. .................

Offline pedro

  • Reduce
  • ********
  • Post: 21.212
Re: Raspberry: la retroconsole homemade definitiva
« Risposta #12 il: 30 Nov 2016, 10:15 »
No, come standard esce solo su HDMI. C'è una scheda aggiuntiva che permette di uscire con un segnale analogico 15 kHz, ma:
- costa cara;
- ha alcuni limiti quanto a versatilità.
Per emulare su CRT in maniera ottimale bisogna per forza ricorrere a un PC con Windows XP, scheda AMD, cavo VGA-Scart e driver custom. A quel punto solo una console originale modificata in RGB ha una resa migliore. Però non si può più parlare di retroconsole, è semplicemente un PC collegato a una tv.
Non vorrei far deragliare il thread già alla prima pagina, ma se l'HW di cui parli è questo, un pensierino ce lo faccio. La schedina cosa quanto il Raspberry, ma in valore assoluto è una cifra sopportabile. Certo, ci vuole un case diverso.
«Allora dev'essere molto pericoloso essere un uomo.» «Lo è, signora. E solamente pochi ce la fanno. È un mestiere difficile, e al fondo c'è la tomba.»

Offline atchoo

  • Reduce
  • ********
  • Post: 43.374
  • Pupo
    • E-mail
Re: Raspberry: la retroconsole homemade definitiva
« Risposta #13 il: 30 Nov 2016, 10:34 »
Beh, stiamo comunque parlando di Raspberry, no? :)
L'HW è questo: http://arcadeforge.net/PiJamma/Pi2Jamma::248.html
Me l'aveva segnalato rule_z.
Però, la tua e questa, sono entrambe soluzioni per chi vuole adattare Raspberry a monitor arcade, dovresti informarti per come uscire su Scart.
Raspberry ha anche un'uscita in composito: non è il top, ovviamente, ma è comunque meglio degli adattatori RF che molti usavano ai tempi.

Offline ederdast

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 9.882
    • E-mail
Re: Raspberry: la retroconsole homemade definitiva
« Risposta #14 il: 30 Nov 2016, 10:40 »
Un mio amico fresco mollato dalla tipa e a zonzo per le case che l'ospitavano ci ha fatto l'estate a giocare gli emu con questa schedina, me ne parlava come del sacro graal.
Le opinioni sono come le palle, ognuno ha le proprie.
Callhagan.