Autore Topic: [PS4] Days Gone (zombi zombi ancora zombi)  (Letto 23681 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Il Gladiatore

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.957
Re: [PS4] Days Gone (zombi zombi ancora zombi)
« Risposta #630 il: 10 Set 2019, 16:49 »
C'ho messo tutto agosto per completarlo e tu lo finisci in 9 giorni?.....
Non ho molto cazzeggiato e sono andato dritto. Il vantaggio è stato quello di mantenere un certo grado di sfida, ma con un oculato utilizzo del teletrasporto la cosa è andata via liscia.

Citazione
Per il resto su alcune cose credo che il tuo giudizio sia ingeneroso specificatamente per quanto riguarda le meccaniche. Forse non stravolge il genere ma con me é riuscito a far scorrere un era geologica senza fondamentalmentd annoiarmi o darmi la sensazione di buttare la mia vita.
Allora, mi chiarisco. Non ho alcun giudizio negativo di chi passi il tempo a giocare roba che gradisce soggettivamente e nella quale trova divertimento. Io ho quasi 250 ore di AC Odyssey e, gameplay alla mano, davvero non posso fare la morale a nessuno. Detto questo, per me questo gioco, nei suoi punti cardine, è davvero la quintessenza della mediocrità. Parlavo di accezione classica proprio per dire che sta lì in mezzo, senza eccedere in orrori indicibili ma neanche ergendosi qualitativamente. Il sistema di guida è decente ma senza ricavarne un divertimento spensierato alla Just Cause. Lo capisco, realismo apocalittico dato dalle risorse, ci sta, è coerente. Ma è il danno di tutti gli open world in chiave "oggetti ricorrenti". Metti la benzina e apri un portabagagli per la prima volta e dici "Ah, carina questa cosa!" Alla 342esima tanica di benzina messa e al 903esimo portabagagli aperto speri di diventare uno zombi.
Stendiamo un velo sulle sparatorie, ossia quel classico modello coi nemici del tutto acefali che stanno lì a fare numero e senza troppa convinzione, davvero il basico del basico del basico delle sparatorie. Anche qui, 1,2,5,10,50 covi, dopo un po' non ne puoi più. Ci sono delle parti stealth che servono a far avanzare la trama, ma io non ne posso più di questi intermezzi con gente con due posizioni A e B attraverso cui si muove e che dopo un po' mi aprono alla cutscene remunerativa.
Insomma, non spicca in nulla. Poi, mea culpa, non ne posso più delle trame nei videogiochi, basta, è un falso storico che impedisce al vg di evolversi. Un po' ho seguito, poi ho skippato e ammetto che non si fa, ma fidati non ne posso più di questi pupi che sparano stronzate come se si trattasse di qualcosa di degno da seguire. Certo, mi sono perso qualcosa, infatti
Spoiler (click to show/hide)
per cui immagino ci fosse qualcosa da seguire. Ma francamente ne ho abbastanza, prendila come una debolezza personale.  ;D
Mi dirai "Non ti piacciono gli zombi ecc., che ci giochi a fare?" Giusto, ma io più o meno gioco a tutto perché mi piace essere informato e avere una mia opinione. Lo stesso processo che mi porterà a comprare Control, io che non stimo per nulla Remedy.
Citazione
Per dirti, il tanto osannato horizon l'ho mollato dopo 5 ore di fondamentale noia. Probabilmente se ci fosse stata una motoretta lo avrei portato a termine....
Qui (e rispondo anche al pregiato @The Metaller ) non sono proprio d'accordo perché, con la sola eccezione di GoW, trovo che Horizon sia l'incarnazione dello spirito Sony al suo meglio. Grafica spaccamascella (per me superiore a tutti i giochi Sony della generazione), eccellente meccanica di combattimento coi dinobots (peccato per la difficoltà non aumentabile) e una trama semplice ma passabile. Convive con problemi e problemucci (i combattimenti contro gli umani, recitazione non perfetta, poco interattivo ecc.) ma si tratta di un open world bellico non eccessivamente dilatato, onesto per lunghezza ed eccezionale per mezzi e dotazioni. Mi convince per quello che ritengo importante. Io l'ho giocato con un senso di sorpresa genuino. Per me il qui presente Days Gone non è proprio all'altezza, a quell'altezza.
« Ultima modifica: 10 Set 2019, 16:51 da Il Gladiatore »
Sto Sekiro dovrebbero metterlo fra le materie di studio a scuola: ti insegna a migliorare sempre attraverso il fallimento e ti ricorda che superato un ostacolo c'è sempre di peggio dopo, tipo un babbuino che ti scoreggia in faccia.
Gioco della vita, letteralmente. (SkyWing)

Offline Il Gladiatore

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.957
Re: [PS4] Days Gone (zombi zombi ancora zombi)
« Risposta #631 il: 10 Set 2019, 17:01 »
Horizon mi é sempre sembrato la compagnia patinata con cui fare gli aperitivi conditi di discorsi arguti su politica e finanza.
Days gone invece é l'amico tossico con cui passare una serata allo sfascio.
Ahaahahhah, complimenti per le vivide immagini.  :D :D
Sto Sekiro dovrebbero metterlo fra le materie di studio a scuola: ti insegna a migliorare sempre attraverso il fallimento e ti ricorda che superato un ostacolo c'è sempre di peggio dopo, tipo un babbuino che ti scoreggia in faccia.
Gioco della vita, letteralmente. (SkyWing)

Offline ederdast

  • Eroe
  • *******
  • Post: 11.077
    • E-mail
Re: [PS4] Days Gone (zombi zombi ancora zombi)
« Risposta #632 il: 10 Set 2019, 17:12 »
Horizon c'ha il gameplay della caccia ai Dinorobi condito da una storia neanche troppo schifosa, è vero che le fasi open sono attaccate con lo scotch ma almeno le ambientazioni spaccano (non tutte ma alcune sono favolose)
Days no, Days nel suo cerca di portare a casa il risultato ma senza nessun picco, io l'ho attualmente mollato per "mancanza di spinta" a continuare (noia) cosa che in tutta onestà Horizon non ha in me ingenerato (anche se l'idea del mondo squallido devo dire che la rende piuttosto bene).
Insomma secondo me Horizon pur con tutti i suoi limiti Days lo magna e lo risputa...
Le opinioni sono come le palle, ognuno ha le proprie.
Callhagan.

Offline Laxus91

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 8.047
    • E-mail
Re: [PS4] Days Gone (zombi zombi ancora zombi)
« Risposta #633 il: 10 Set 2019, 17:36 »
Al netto del fatto che Horizon devo ancora iniziarlo, personalmente se un gioco mi azzecca benissimo un elemento come il core gameplay (e sembra questo il caso, da quel che vedo amche ambientazione e design dei robottini) per me già è moltissimo e posso pure soprassedere ad altri aspetti eventualmente non realizzati allo stesso dell'arte come dialoghi ed esplorazione villaggi: avere un'esperienza totalizzante in cui tutto sia allo stato dell'arte è impresa semi inmpossibile e gli esempi di qualità sono presenti ma limitati in numero.

Quello che temo sono proprio i casi alla Days Gone, da quel che percepisco, ossia il mantenersi su un livello costante ma senzamai svettare, infatti pemso me ne terrò ben lontano!

Per il resto discorso interessantissimo, aggiungo che Sony con le sue esclusive bene o male ha una sua identità ma non mettiamole tutte sullo stesso piano: ci sono i Tlou, i Gow, gli Uncharted, gli Spiderman, i Ratchet ma anche i Days Gone, imsomma va sempre analizzato caso per caso.

Scusate se ho divagato!
« Ultima modifica: 10 Set 2019, 17:45 da Laxus91 »

Offline The Metaller

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.993
    • E-mail
Re: [PS4] Days Gone (zombi zombi ancora zombi)
« Risposta #634 il: 11 Set 2019, 12:25 »
trovo che Horizon sia l'incarnazione dello spirito Sony al suo meglio.
Non discutevo (non solo almeno) la qualità in senso assoluto. Prendevo come spunto di riflessione la tua premessa sull'opinione che il "nintendaro tipo" avrebbe del sony-game: si tratta di un'opinione diffusa che ha come bersaglio primario un certo modus operandi e solo poi, eventualmente, in via riflessa, la qualità lorda in sé.
E questo modus operandi Horizon lo incarna a tutto tondo. Evidentemente con esiti nel complessivo felici, infatti ho detto anche io che è un buon prodotto di intrattenimento. Ma lo è senza essere necessariamente un grande esempio di game design.

Citazione
Mi convince per quello che ritengo importante.
Ci sta.

Citazione
il qui presente Days Gone non è proprio all'altezza, a quell'altezza.
Sì, ho capito che vuoi dire. Lo reputi un basso risultato di quell'indirizzo produttivo sonaro che abbiam discusso.

Nei tuoi post precedenti leggo sincera frustrazione verso Days Gone. Solitamente sei verbalmente molto delicato anche nei confronti di titoli non esattamente riusciti, sebbene ne evidenzi seccamente i difetti. Qui mi pare invece che il rompimento di palle sia stato per te eccessivo, al punto da non poterti limitare a rimandarlo a settembre su un paio di materie con una semplice pacca di incoraggiamento sulla spalla.
« Ultima modifica: 11 Set 2019, 12:28 da The Metaller »
Codice amico Switch: SW-7522-9472-0618
Account Xbox/Xbox Beta PC: Rui Ken Ho

Offline Il Gladiatore

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.957
Re: [PS4] Days Gone (zombi zombi ancora zombi)
« Risposta #635 il: 11 Set 2019, 12:51 »
Nei tuoi post precedenti leggo sincera frustrazione verso Days Gone. Solitamente sei verbalmente molto delicato anche nei confronti di titoli non esattamente riusciti, sebbene ne evidenzi seccamente i difetti. Qui mi pare invece che il rompimento di palle sia stato per te eccessivo, al punto da non poterti limitare a rimandarlo a settembre su un paio di materie con una semplice pacca di incoraggiamento sulla spalla.
Oh, felice che tu abbia perfettamente inteso il mio pensiero.  :-*

Allora, frustrazione...Sono severo perché fondamentalmente non sono interessato e la mia idea, da anni, è che in materia di open world e per quei giochi di fascia medio-alta, il gusto personale sia decisivo per passare da un giudizio tenue a un gradimento convinto. Qui faccio mea culpa, come dicevo: zombi, moto, the walking dead e quel tenore agro-wild americano che io accetto solo nel western. Che cazzo ci ho giocato a fare? Lo vedevo girare quando ci giocava Ruko e mi pareva ben fatto ma secondo me pecca in quasi tutti i fondamentali.
Ma potrebbe tranquillamente essere il medesimo giudizio di qualcuno che, giocando a AC Odyssey, sia del tutto disinteressato a Grecia, guerrieri e mitologia. Semplicemente, ne ho letto in maniera abbastanza lusinghiera da essere tenuto in considerazione in senso generale. Invece è davvero troppo pompato. Graficamente è valido ma ha tanti problemi di ottimizzazione; è piuttosto vasto ma anche monotono nello scenario; ha una buona atmosfera ma troppa trama con la qualità che sappiamo; propone questa interessante meccanica delle orde ma ne fa un semplice esercizio muscolare che poi si disperde con l'aumentare dell'arsenale. Insomma, è tutto così.
Ma non posso contestare chi ami questo genere di esperienze e atmosfere, per certe cose funziona tanto. Dico solo che, spogliato del suo contesto (ammesso che questa operazione sia opportuna), quello che rimane è poca roba DEGNA di nota. Se poi ci si accontenta di una reiterata esperienza non fa sicuramente danni.
Per me, da sempre, è la chiave di volta per la comprensione dell'open world, l'adesione personale.
« Ultima modifica: 11 Set 2019, 12:55 da Il Gladiatore »
Sto Sekiro dovrebbero metterlo fra le materie di studio a scuola: ti insegna a migliorare sempre attraverso il fallimento e ti ricorda che superato un ostacolo c'è sempre di peggio dopo, tipo un babbuino che ti scoreggia in faccia.
Gioco della vita, letteralmente. (SkyWing)

Offline Ruko

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.796
  • Devil Lady
Re: [PS4] Days Gone (zombi zombi ancora zombi)
« Risposta #636 il: 11 Set 2019, 13:15 »
Stavo per replicare ma con la specificazione di Odyssey ti sei salvato!  :yes:
"Ruko, a me il gameplay mi fa schifo. Il cuore è tutto."
(Nemesis Divina)

Offline Il Gladiatore

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.957
Re: [PS4] Days Gone (zombi zombi ancora zombi)
« Risposta #637 il: 11 Set 2019, 13:56 »
Stavo per replicare ma con la specificazione di Odyssey ti sei salvato!  :yes:
Ci mancherebbe altro, la consapevolezza prima di tutto.
Ferma però:

1) Tecnicamente e artisticamente Odyssey > Days, almeno il primo l'hanno finito di programmare...

2) Potrei dirti che in Odyssey si combatte così come si spara in Days ma gameplay alla mano il paragone va stretto al gioco Ubisoft;

3) Kassandra > Deacon, che pare uscito da Fusi di Testa.  ;D

Quindi Greci Bisex > Truzzi con lo Scarabeo  :yes:
« Ultima modifica: 11 Set 2019, 14:21 da Il Gladiatore »
Sto Sekiro dovrebbero metterlo fra le materie di studio a scuola: ti insegna a migliorare sempre attraverso il fallimento e ti ricorda che superato un ostacolo c'è sempre di peggio dopo, tipo un babbuino che ti scoreggia in faccia.
Gioco della vita, letteralmente. (SkyWing)

Offline Van

  • Navigato
  • **
  • Post: 551
    • E-mail
Re: [PS4] Days Gone (zombi zombi ancora zombi)
« Risposta #638 il: 11 Set 2019, 14:23 »
Riflettevo, a parte le preferenze di setting secondo me ha inciso anche come lo abbiamo approcciato in termini di intensitá di gioco. Il mio doverlo giocoforza diluire nelcorso di un intero mese mi ha probabilmente fatto pesare meno quelle meccaniche la cui reiterazione ti ha tanto infastidito e la storia che tanto ti ha schifato a me é servita per mantenere un filo conduttore dell' esperienza ( a parte il plot twist che manca poco me lo fa mollare e di cui ancora adesso schifo la messa in scena).

Detto questo non posso negare che abbia piu bug che infetti, che non inventa nulla,  e che é pure forse troppo lungo ma nemmeno posso negare che alla fine gli ho voluto molto piu bene di horizon, red dead, e una sequela di altri OW che ancora adesso mi chiedo perche ho giocato.

Spero in un secondo capitolo con un deacon ingrassato e pii buzzurro che va a caccia in alabama su un t max sfasciato

Offline RXZero

  • Avviato
  • *
  • Post: 322
    • E-mail
Re: [PS4] Days Gone (zombi zombi ancora zombi)
« Risposta #639 il: 11 Set 2019, 14:50 »
Il gioco che più incarna lo spirito Sony tra quelli di questa gen è The Last Guardian a mio parere, secondo me un po' troppe persone si dimenticano di quanto fatto da quest'ultima nelle precedenti tre generazioni, mi spiego meglio: da PS1 a PS3, tenendo conto anche le portatili, il filo conduttore dei first party Sony è stato quello di abbracciare quanti più generi possibili e dando una personale impronta laddove possibile.
ICO e SOTC sono due tra i migliori esempi della Sony più creativa e sperimentale, WipEout e il classico God of War una Sony più conservativa ma in cui si creava una bella unione tra gusto estetico e gameplay solido, titoli multiplayer come SOCOM e MAG risultano ancora oggi unici per tanti versi e così via... Se ne potrebbero fare millemila di esempi.

La Sony dell'epoca PS4 era partita sui medesimi binari per poi decidere di specializzarsi in un certo genere di gioco, questo ha portato ai risultati che sappiamo ma il risultato è che i loro giochi risultano spesso "freddi", curatissimi in tutto ma cristallizzati, distanti, come splendide top model che puoi guardare ma non toccare :D
La "mia" Sony la rivedo in Spiderman, in The Last Guardian, in Resogun, in Driveclub, nel remake di SOTC, in Bloodborne... E infatti sono tutti giochi che rispettano quanto ho detto prima.
Sarà mica un caso che i loro giochi a cui guardo con più curiosità siano Concrete Genie, il remake di MediEvil, Dreams e Death Stranding?

E' molto limitante dare una univoca definizione delle esclusive Sony ma è lo stesso problema che si ha con Microsoft e Nintendo, c'è chi vede la prima come "quella dei GaaS" e la seconda come "quella che campa solo di Mario e Zelda" del resto :death:
Now loading, please wait...

Offline Mr.Pickman

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.801
  • Vedetta dell'Inconscio sublimato
    • GAMER MAY CRY
Re: [PS4] Days Gone (zombi zombi ancora zombi)
« Risposta #640 il: 11 Set 2019, 15:24 »
Nei tuoi post precedenti leggo sincera frustrazione verso Days Gone. Solitamente sei verbalmente molto delicato anche nei confronti di titoli non esattamente riusciti, sebbene ne evidenzi seccamente i difetti. Qui mi pare invece che il rompimento di palle sia stato per te eccessivo, al punto da non poterti limitare a rimandarlo a settembre su un paio di materie con una semplice pacca di incoraggiamento sulla spalla.
Oh, felice che tu abbia perfettamente inteso il mio pensiero.  :-*

Allora, frustrazione...Sono severo perché fondamentalmente non sono interessato e la mia idea, da anni, è che in materia di open world e per quei giochi di fascia medio-alta, il gusto personale sia decisivo per passare da un giudizio tenue a un gradimento convinto. Qui faccio mea culpa, come dicevo: zombi, moto, the walking dead e quel tenore agro-wild americano che io accetto solo nel western. Che cazzo ci ho giocato a fare? Lo vedevo girare quando ci giocava Ruko e mi pareva ben fatto ma secondo me pecca in quasi tutti i fondamentali.
Ma potrebbe tranquillamente essere il medesimo giudizio di qualcuno che, giocando a AC Odyssey, sia del tutto disinteressato a Grecia, guerrieri e mitologia. Semplicemente, ne ho letto in maniera abbastanza lusinghiera da essere tenuto in considerazione in senso generale. Invece è davvero troppo pompato. Graficamente è valido ma ha tanti problemi di ottimizzazione; è piuttosto vasto ma anche monotono nello scenario; ha una buona atmosfera ma troppa trama con la qualità che sappiamo; propone questa interessante meccanica delle orde ma ne fa un semplice esercizio muscolare che poi si disperde con l'aumentare dell'arsenale. Insomma, è tutto così.
Ma non posso contestare chi ami questo genere di esperienze e atmosfere, per certe cose funziona tanto. Dico solo che, spogliato del suo contesto (ammesso che questa operazione sia opportuna), quello che rimane è poca roba DEGNA di nota. Se poi ci si accontenta di una reiterata esperienza non fa sicuramente danni.
Per me, da sempre, è la chiave di volta per la comprensione dell'open world, l'adesione personale.

Doveva durare meno, molto meno e doveva essere più apocalittico per quanto mi riguarda.
Si vede chiaramente di quanti danni faccia il rapporto malato con la base social per i devteam. Per sfortuna o per caso, ho seguito il gioco da quando Bend ha aperto i fatidici profili social. Ed è strettamente collegato a come hanno operato. [Grandi Insomiac che con l loro Ghost of Tsushima sono "spariti" come provetti shinobi, salvo poi annunciare a breve che il gioco esce nel 2019 e senza dire nulla sull'epopea di Jin]
 
Bend Studio ogni decina di giorni, circa, pubblicava un aggiornamento al loro gioco.

"Days Gone durerà 15 ore" ----> boooooo!!! vergogna! Skaffale!

E via a mettere pezza ed allungare il brodo.

"Days Gone avrà 4 tipi di infetti" ---> Boooo!!! lassisti! Skaffale!

E via ad aggiungere corvi, lupi, e furiosi Fast Foward

E via così. Li capisco questi ragazzi alla loro prima esperienza, la mitragliate ricevute, il peso da sostenere era enorme. Erano appena riusciti (più o meno) a non far passare il loro gioco per uno zombie-game ma un freaks-game e non un TLOU clone...e ogni giorno combattevano con gente che a suon di algoritmi dopati gli indicava cosa voleva nel suo gioco, pardòn loro gioco. Così si sono trovati costretti a mettere blocchi enormi di rotture di maroni, come le missioni all'acquedotto, i fottuti nidi di corvi, ma peggio di tutto, diluire il racconto peggio della settima stagione di The Walking Dead, dove per arrivare a quella cazzo di Alexandria, ci mettono 6 puntate. Qui è la stessa cosa. Il gioco è in una perenne schizzofrenia, ci sono missioni come "trova le erbe per il braccio di Boozer" che sono al confine con il sadismo: no moto, no armi da fuoco, solo balestra, e di notte. Puoi anche farla di giorno, vero, ma che ne sa un giocatore che Boozer non muore se mandi avanti il tempo/temporeggi? Quindi sono quelle missioni "run" che le intraprendi quando il gioco ti dice "falla" (e la si fa)
Vi lascio immaginare quanto possa essere più tosta, se giocata in difficoltà massima. Una mappa che respawna nemici mortali (la missione è nella prima ora di gioco) e noi siamo pippe.
Mi è piaciuta eh, perché il senso di urgenza ed impotenza era molto palpapile, poi...tutto sciama Successivamente ci sono missioni alla Red Dead 2, tipo vai in un posto, parla con quello, fatta, botto di XP.
Poi ci sono missioni alla Uncharted 4: Annienta le orde di nemici che ti vengono rovesciate addosso, e anche in quel caso, botto di XP. Oh, ma checazzo.

Non va confuso con un quest-design che va naturalmente ad allargarsi. Quanto più con una soluzione di gioco quasi nevrotica, che butta dentro tutto, per il gusto di buttarlo. È come se il gioco non volesse avere una sua identità specifica, non ci tenesse poi molto a conti fatti, ma volesse provare tante strade per poi sentirsi riconoscere "ah Days Gone ha missioni belle" Della serie su 10 missioni in cui ci butto dentro tutto, almeno una alla TLOU mi esce.
Eh insomma eh.
   
C'è una missione con i cani. Lo scopo è "vendicare" gli animali che i rinnegati stanno ammazzando.
Nota per l'uomo sopravvissuto. I rinnegati fanno bene ad uccidere i cani, perché questi possono trasformarsi in quelle bestie che sembrano uscite da Warcraft. Nonostante questo, Deacon lo skizzato, ed il suo compagno di moto, ammazzano questi fetenti rinnegati, poi Boozer, esprime il desiderio di volersi tenere un cucciolo che ovviamente non sia infetto. Indovina, in futuro scommettiamo che dobbiamo troverne uno?

E poi il cucciolo diventerà il nostro Shadow Dancer? no.
Diventerà la nostra spalla come Phantom Pain? no.
Ha qualche funzione di gioco? no.

Semplicemente, è da trovare per funzioni...diciamo narrative. Se hai perso un braccio e non puoi più andare in moto un cucciolo di cane ti aiuta. O almeno questo è quello che ho capito e come il gioco me l'ha spiegata.

Buuuuu! Aku che non capisce il delicato rapporto uomo-bestia. Eh guarda.

Mi sono un po' rotto i coglioni di vedere ste cose fatte a cazzo in decine di giochi, queste marchette allegate che tentano strade impervie per impressionare il videogiocatore medio e stringere il cuore con soluzioni disneyane. O le cose le fai bene, o lasci perdere.
E Days Gone ne avrebbe di cose da lasciar perdere, a parte le orde che sono davvero molto divertenti da affontare, sulle prime. Poi no.
La parentesi militaresca della fine. Coadiuvata da NPC e personaggi che non sanno davvero di un cazzo, dialoghi che non sanno davvero di un cazzo, personaggi pure che...andiamo dai, non sanno davvero di un cazzo. Fai decine di KM per tornare ad ascoltare il DISCORSONE del generale della base per sentirti un discorso che sembra uscito da Adinolfi sotto dettatura di Brosio. La madonna, angeli vendicatori, ultimi uomini del creato, il foco deddio. Ci sta che si voglia replicare il classico stronzo infervorato militare, ma lo sforzo nel renderlo minimamente credibile affoga miseramente in questo sighiozzante ritmo.


@Ruko l'ha definito un gioco di regime sonaro, è verissimo.

- mi sono tolto un sasso dallo stivale di Mongrels
GAMER MAY CRY: ATTACK ON TITAN 2 - LE ALI DELLA LIBERTÀ DI OMEGA FORCE https://gamermaycry.blogspot.com/2018/12/attack-on-titan-2-le-ali-della-liberta.html

Offline Ruko

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.796
  • Devil Lady
Re: [PS4] Days Gone (zombi zombi ancora zombi)
« Risposta #641 il: 11 Set 2019, 19:55 »
Quindi Greci Bisex > Truzzi con lo Scarabeo  :yes:
Quello non lo so Odyssey non lo conosco ma è tipo UN ANNO che ci giochi, non saprei chi è più dilatato dei due... :D :D
"Ruko, a me il gameplay mi fa schifo. Il cuore è tutto."
(Nemesis Divina)

Offline Il Gladiatore

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.957
Re: [PS4] Days Gone (zombi zombi ancora zombi)
« Risposta #642 il: 12 Set 2019, 17:39 »
Riflettevo, a parte le preferenze di setting secondo me ha inciso anche come lo abbiamo approcciato in termini di intensitá di gioco. Il mio doverlo giocoforza diluire nelcorso di un intero mese mi ha probabilmente fatto pesare meno quelle meccaniche la cui reiterazione ti ha tanto infastidito e la storia che tanto ti ha schifato a me é servita per mantenere un filo conduttore dell' esperienza ( a parte il plot twist che manca poco me lo fa mollare e di cui ancora adesso schifo la messa in scena).
Questo è senz'altro vero, nel senso...Non ho affrettato i tempi, né ho tirato via per questioni di interesse in senso stretto, anzi, probabilmente l'errore è stato quello di concedermi queste grosse sessioni da 3-4 ore che per forza di cose mettono a giro sempre le stesse dinamiche. Un approccio più lento, nutrendo un certa aspettativa e mettendosi lì a piccoli dosi e senza provocare una noia che, con queste tempistiche, apparterrebbe a qualsiasi gioco, avrebbe sicuramente giovato.

E' molto limitante dare una univoca definizione delle esclusive Sony
Bel post con ottimi spunti.  :)
Diciamo che tu ne hai dato un'interpretazione più filosofica, concettuale, rispetto alla diversificazione che Sony ha operato, mantenendo una certa qualità. Io, più o meno inconsapevolmente, ho ristretto il campo a quei giochi che a me sembrano avere caratteristiche comuni: storia presente e importante, gameplay generalizzato ma non per questo superficiale e una certa tendenza a mostrare le capacità dell'hardware in modo muscolare. Per me Sony è Primal ma lo vedo meno in Ueda, anche se la logica è dalla tua parte. Lo vedo in Jak& Daxter ma non Bloodborne. Insomma, per me la "sonarata" è una specie di protocollo esecutivo, più che una questione di giochi ed esclusive. Esempio per assurdo: per me Zelda Twilight Princess è una sonarata.  :)

La parentesi militaresca della fine. Coadiuvata da NPC e personaggi che non sanno davvero di un cazzo, dialoghi che non sanno davvero di un cazzo, personaggi pure che...
Quella parte l'ho sofferta anche io e purtroppo arriva alla fine, quando sei mentalmente stanco.

Quello non lo so Odyssey non lo conosco ma è tipo UN ANNO che ci giochi, non saprei chi è più dilatato dei due... :D :D
Lì c'entra solo la questione del gradimento personale rispetto al contesto. Dopo 10 ore ero già stanco di boschi, dell'Egeo di Odyssey non potrei esserne mai sazio. Nessuna colpa di Day e nessun merito di ACOD, solo accordo interno.
Però che cielo sopra i laghi...



(Con questo avatar fai spavento, ma sei indemoniata?  :o )
Sto Sekiro dovrebbero metterlo fra le materie di studio a scuola: ti insegna a migliorare sempre attraverso il fallimento e ti ricorda che superato un ostacolo c'è sempre di peggio dopo, tipo un babbuino che ti scoreggia in faccia.
Gioco della vita, letteralmente. (SkyWing)

Offline Emalord

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.296
Re: [PS4] Days Gone (zombi zombi ancora zombi)
« Risposta #643 il: 12 Set 2019, 18:49 »
Dopo averlo abbandonato per tre mesi l’ho ripreso e secondo me alla lunga si fa volere bene.
Horizon è e rimane la diciottenne che te l’ha fatta vedere quando ne avevi sedici. Troppo avanti, troppo figo graficamente, è il gioco che ha sdoganato la grafica impossibile questa gen. Horizon è la tizia che in discoteca ha la faccia che brilla come uno Swarovski, il sorriso che le daresti la vita e il culo di marmo dalle misure che solo su pornhub. Ma allo stesso tempo sai benissimo che non può durare e finirà prima sempre e comunque prima dell’alba.
Days gone invece è l’intellettuale vagamente bruttina che all’inizio davvero ti dice poco ed invece alla fine è tutta donna, tutta sostanza e tra uno spinello e un tatuaggio scopri che sotto sotto però si depila anche lei e che ci tiene a essere femmina.

Ammiro sia Guerrilla che Bend per l’impresa titanica in cui si sono buttati e secondo me al netto di tutto alla fine vince Bend. Imperfetto, bruttino, ma alla fine c’è del cuore e te lo fa vedere.


Offline Devil May Cry

  • Reduce
  • ********
  • Post: 39.880
    • http://devillo.blogspot.com/
Re: [PS4] Days Gone (zombi zombi ancora zombi)
« Risposta #644 il: 12 Set 2019, 20:58 »
Ahah, bel post.
Però nella tua analisi sei ingeneroso con Horizon, perché non puoi incensarlo solo per l'aspetto grafico, ha anche tanta ciccia, e che ciccia di gameplay. Quindi quella tipa in discoteca non è solo una gran figa, ha anche personalità sotto. Poi magari dopo una canna l'intellettuale bruttina finisci per preferirla lo stesso, ma la prima non è una sempliciotta e basta. :P
Ascoltate Falli da Dietro!!