Autore Topic: "Da che parte è la Mecca?" Topic di discussione sull'Islam  (Letto 6268 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Scorreggione

  • Eroe
  • *******
  • Post: 17.708
  • GAS
Re: "Da che parte è la Mecca?" Topic di discussione sull'Islam
« Risposta #30 il: 11 Gen 2015, 12:09 »
L'italiana pronta a morire per Allah
Maria Giulia, originaria di Torre del Greco: sarebbe l'unica donna tra i quattro italiani in guerra contro l'Occidente. Dallo scorso anno ha fatto perdere le tracce raggiungendo i combattenti della guerra santa in Sir
http://www.tgcom24.mediaset.it/mondo/speciale-/l-italiana-pronta-a-morire-per-allah_2088891-201502a.shtml

Torre Del Greco, provincia di Napoli, a 2 passi da casa mia, il paese di Tonypiz, chi sa se la conosce?
"Non è stupido avere un'opinione, è stupido convincersi sia per forza giusta quando la possibilità che sia sbagliata, soprattutto quando tratta argomenti di cui non siamo competenti, è molto alta." (cit.)

Offline Shagrath82

  • Navigato
  • **
  • Post: 772
Re: "Da che parte è la Mecca?" Topic di discussione sull'Islam
« Risposta #31 il: 11 Gen 2015, 13:27 »

- al netto di tutte le ovvie differenze, vedo il rapporto Islam-pazzi fanatici molto simile a quello che all'epoca si aveva tra sinistra e BR. Due cose diversissime quindi, ma alle volte con la sensazione che la condanna non sia sempre nettissima (ricordiamoci della definizione "compagni che sbagliano") e con qualche occasionale  punto di contatto.

ma non lo puoi dire, altrimenti sei razzista
Per il resto non è che psicanalizzi nulla, loro parlano e io li ascolto incantata. Un idiota è come un cadavere in autostrada dopo un incidente, passi vicino, non vuoi guardare ma la tentazione per il morboso prende il sopravvento e ci butti un occhio..
Ruko

Offline The Benso

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 5.654
    • E-mail
Re: "Da che parte è la Mecca?" Topic di discussione sull'Islam
« Risposta #32 il: 11 Gen 2015, 13:42 »
L'italiana pronta a morire per Allah
Maria Giulia, originaria di Torre del Greco: sarebbe l'unica donna tra i quattro italiani in guerra contro l'Occidente. Dallo scorso anno ha fatto perdere le tracce raggiungendo i combattenti della guerra santa in Sir
http://www.tgcom24.mediaset.it/mondo/speciale-/l-italiana-pronta-a-morire-per-allah_2088891-201502a.shtml

Torre Del Greco, provincia di Napoli, a 2 passi da casa mia, il paese di Tonypiz, chi sa se la conosce?

No, ma dico, tutte queste non sono informazioni riservate? Non sono affari dei servizi segreti?

E qui ci ritroviamo tutta la cronistoria di 'sta tizia. Che roba...

Offline Nihilizem

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 5.533
  • Last Guardian
Re: "Da che parte è la Mecca?" Topic di discussione sull'Islam
« Risposta #33 il: 11 Gen 2015, 14:19 »

- al netto di tutte le ovvie differenze, vedo il rapporto Islam-pazzi fanatici molto simile a quello che all'epoca si aveva tra sinistra e BR. Due cose diversissime quindi, ma alle volte con la sensazione che la condanna non sia sempre nettissima (ricordiamoci della definizione "compagni che sbagliano") e con qualche occasionale  punto di contatto.

ma non lo puoi dire, altrimenti sei razzista
La vedo più che altro come un'analogia alquanto forzata, per non dire completamente gratuita, cosa che mi sembra risultare anche dal giro di frasi impiegato da Seppia.

Sul resto del discorso, francamente credo che il punto sia abbastanza semplice, ovvero capire se vogliamo stabilire una serie di regole e diritti che valgano per tutti o se ci affidiamo al capriccio e all'ispirazione politica del momento.
Se in Italia vale il principio della libertà di culto e quello secondo il quale una determinata religione ha quindi diritto ad avere luoghi in cui esercitare questo culto, allora è un diritto, punto.
Nessuno metterebbe in discussione il diritto della comunità protestante di avere luoghi di culto, lo stesso dicasi per una sinagoga. Non vedo quindi perché se viene dai musulmani ciò venga visto come una "pretesa" o un'imposizione.
Poi nessuno ha detto che le moschee debbano essere costruite con soldi pubblici (e non ho riscontri sul fatto sia mai successo), e su queste stesse pagine sono stato il primo ad invocare controlli ed un inquadramento severi.

Insomma, almeno limitatamente alla situazione italiana, non possiamo approcciarci a quella che in fin dei conti è diventata una religione di spicco in termini quantitativi solo sulla base del vento che tira oggi, delle pressioni di questo o quel politico, della paranoia odierna o del "Avete fatto i cattivi, la moschea ve la sognate gnègnè". Ho l'impressione che invece di questo approccio umorale che la politica italiana adotta nei confronti dell'Islam sarebbe invece necessario stabilire regole chiare, e mettere in chiaro quali sono i diritti ed i doveri di quella che in definitiva è ormai la seconda religione in Italia.
Insomma, si decida.
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.
ID PSN: Holden-13

Offline Shagrath82

  • Navigato
  • **
  • Post: 772
Re: "Da che parte è la Mecca?" Topic di discussione sull'Islam
« Risposta #34 il: 11 Gen 2015, 14:28 »
Io credo che potrebbero iniziare ad organizzarsi per formare un Islam moderato e, cosa impossibile, predicato e pregato nella lingua del paese in cui si vive.
Per il resto non è che psicanalizzi nulla, loro parlano e io li ascolto incantata. Un idiota è come un cadavere in autostrada dopo un incidente, passi vicino, non vuoi guardare ma la tentazione per il morboso prende il sopravvento e ci butti un occhio..
Ruko

Offline Kairon

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.830
Re: "Da che parte è la Mecca?" Topic di discussione sull'Islam
« Risposta #35 il: 11 Gen 2015, 14:29 »
L'italiana pronta a morire per Allah
Maria Giulia, originaria di Torre del Greco: sarebbe l'unica donna tra i quattro italiani in guerra contro l'Occidente. Dallo scorso anno ha fatto perdere le tracce raggiungendo i combattenti della guerra santa in Sir
http://www.tgcom24.mediaset.it/mondo/speciale-/l-italiana-pronta-a-morire-per-allah_2088891-201502a.shtml

Torre Del Greco, provincia di Napoli, a 2 passi da casa mia, il paese di Tonypiz, chi sa se la conosce?

Azz, e leggo che il tutto si sia consumato a due passi da casa mia che sono di Grosseto.

Ma una cosa mi incuriosisce: Questi che decidono di votarsi al martirio sono tutti disperati senza futuro o ci sono anche dei ricchi e affermati nel lavoro?
La leva è il non avere prospettive o è il fanatismo?

Offline Nihilizem

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 5.533
  • Last Guardian
Re: "Da che parte è la Mecca?" Topic di discussione sull'Islam
« Risposta #36 il: 11 Gen 2015, 14:41 »
Io credo che potrebbero iniziare ad organizzarsi per formare un Islam moderato e, cosa impossibile, predicato e pregato nella lingua del paese in cui si vive.
"Islam moderato" non vuol dire granché.
Esistono musulmano moderati e altri che non lo sono.

Quanta alla seconda, ti sorprenderà sapere che la stragrande maggioranza dei musulmani non parla arabo. Nelle prediche e nei discorsi viene usato anche l'italiano. Se non avviene lo attribuirei più ad un problema linguistico che al desiderio di non farlo.

La leva è il non avere prospettive o è il fanatismo?
Penso più il fanatismo. E credo valga doppiamente in casi come questi, dove ad esempio occidentali si uniscono a queste bande di tagliagole. La componente ideologica è sicuramente ancora più pronunciata.
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.
ID PSN: Holden-13

Offline Shagrath82

  • Navigato
  • **
  • Post: 772
Re: "Da che parte è la Mecca?" Topic di discussione sull'Islam
« Risposta #37 il: 11 Gen 2015, 14:53 »
Io credo che potrebbero iniziare ad organizzarsi per formare un Islam moderato e, cosa impossibile, predicato e pregato nella lingua del paese in cui si vive.
"Islam moderato" non vuol dire granché.
Esistono musulmano moderati e altri che non lo sono.

Quanta alla seconda, ti sorprenderà sapere che la stragrande maggioranza dei musulmani non parla arabo. Nelle prediche e nei discorsi viene usato anche l'italiano. Se non avviene lo attribuirei più ad un problema linguistico che al desiderio di non farlo.

Io sapevo che un credente dovrebbe leggere il Corano in arabo, non tradotto
Per il resto non è che psicanalizzi nulla, loro parlano e io li ascolto incantata. Un idiota è come un cadavere in autostrada dopo un incidente, passi vicino, non vuoi guardare ma la tentazione per il morboso prende il sopravvento e ci butti un occhio..
Ruko

Offline O_O

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 5.239
Re: "Da che parte è la Mecca?" Topic di discussione sull'Islam
« Risposta #38 il: 11 Gen 2015, 14:55 »
Se un italiano vuole farsi musulmano mica deve imparare l'arabo x leggere il corano..
Quanno pozzo m'appallozzo.. spesso pozzo!

Offline Xibal

  • Eroe
  • *******
  • Post: 10.826
  • Don't be sorry, be better
    • E-mail
Re: "Da che parte è la Mecca?" Topic di discussione sull'Islam
« Risposta #39 il: 11 Gen 2015, 15:20 »
E questo è uno dei più grandi problemi legati alla religione e al concetto di fede, il ritenere plausibile che ci possa essere qualcun altro ad interpretare uno scritto (con tutti i possibili rimaneggiamenti dei secoli) al posto nostro...
"...e poteva finalmente dormire, e tornare all'infanzia da cui non era mai guarito, a quella luce segreta e alla povertà calorosa che sempre lo avevano aiutato a vivere e a vincere ogni cosa." (Il Primo Uomo)

Offline Scorreggione

  • Eroe
  • *******
  • Post: 17.708
  • GAS
Re: "Da che parte è la Mecca?" Topic di discussione sull'Islam
« Risposta #40 il: 11 Gen 2015, 15:26 »
Se i terroristi fossero di Parma avrebbero il prosciutto?
"Non è stupido avere un'opinione, è stupido convincersi sia per forza giusta quando la possibilità che sia sbagliata, soprattutto quando tratta argomenti di cui non siamo competenti, è molto alta." (cit.)

Offline Nihilizem

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 5.533
  • Last Guardian
Re: "Da che parte è la Mecca?" Topic di discussione sull'Islam
« Risposta #41 il: 11 Gen 2015, 15:30 »
Durante la preghiera rituale vengono recitate alcune precise formule e alcuni versetti del Corano a memoria, e questo avviene in arabo, la lingua originale del Corano. Ma appunto perché è puramente rituale, questo non richiede che il fedele conosca l'arabo o lo parli.
Non è diverso dall'andare in Chiesa e recitare una preghiera in latino, pur senza sapere una parola dello stesso.

All'infuori di quel momento, sermoni, prediche, discussioni, studio del corano in moschea ecc possono e vengono fatti in qualsiasi lingua.
Lo stesso corano è tradotto in praticamente tutte le lingue del mondo proprio per ciò.

Ripeto, l'arabo inteso come etnia e quindi lingua è estremamente minoritaria nell'Islam moderno. Sarebbe quindi impossibile la sua imposizione come lingua di culto all'infuori appunto di determinate formule.

E questo è uno dei più grandi problemi legati alla religione e al concetto di fede, il ritenere plausibile che ci possa essere qualcun altro ad interpretare uno scritto (con tutti i possibili rimaneggiamenti dei secoli) al posto nostro...
Paradossalmente, proprio ciò succede nell'Islam, ed è anche il motivo della frammentarietà della religione. La mancanza di un reale clero o di figure gerarchiche nella religione musulmana nasce anche dalla convinzione che non vi debbano essere intermediari tra l'uomo e dio e lo studio del Corano. E' un fatto estremamente personale.
Ciò detto, pur capendo il tuo punto di vista, credo che forse l'avere una struttura da quel punto di vista più simile al Cristianesimo renderebbe oggi il mondo musulmano un interlocutore più "semplice" da approcciare.

[Cut]
Tutto sommato non è male rotfl  :D
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.
ID PSN: Holden-13

Offline ferruccio

  • Eroe
  • *******
  • Post: 17.654
    • Single Player Coop
Re: "Da che parte è la Mecca?" Topic di discussione sull'Islam
« Risposta #42 il: 11 Gen 2015, 16:56 »
"Islam moderato" è un concetto un po' strano. Il cristianesimo moderato esiste? Cioè, o è cristianesimo o non lo è. Poi ci sono cristiani moderati e cristiani fondamentalisti. Ma si parla delle persone, non della religione. Esistono musulmani moderati? In base alle mie conoscenze, a occhio sono nove su dieci. E per essere mie conoscenti/amici devono essere davvero moderati, vista la mia intolleranza estrema per le religioni.
E allora Mozart?

Offline Seppia

  • Reduce
  • ********
  • Post: 22.904
  • Trvezza (Moderatore topic politico)
    • E-mail
"Da che parte è la Mecca?" Topic di discussione sull'Islam
« Risposta #43 il: 11 Gen 2015, 17:46 »

- al netto di tutte le ovvie differenze, vedo il rapporto Islam-pazzi fanatici molto simile a quello che all'epoca si aveva tra sinistra e BR. Due cose diversissime quindi, ma alle volte con la sensazione che la condanna non sia sempre nettissima (ricordiamoci della definizione "compagni che sbagliano") e con qualche occasionale  punto di contatto.

La vedo più che altro come un'analogia alquanto forzata, per non dire completamente gratuita, cosa che mi sembra risultare anche dal giro di frasi impiegato da Seppia.

Sul resto del discorso, francamente credo che il punto sia abbastanza semplice, ovvero capire se vogliamo stabilire una serie di regole e diritti che valgano per tutti o se ci affidiamo al capriccio e all'ispirazione politica del momento.
Se in Italia vale il principio della libertà di culto e quello secondo il quale una determinata religione ha quindi diritto ad avere luoghi in cui esercitare questo culto, allora è un diritto, punto.
Nessuno metterebbe in discussione il diritto della comunità protestante di avere luoghi di culto, lo stesso dicasi per una sinagoga. Non vedo quindi perché se viene dai musulmani ciò venga visto come una "pretesa" o un'imposizione.
Poi nessuno ha detto che le moschee debbano essere costruite con soldi pubblici (e non ho riscontri sul fatto sia mai successo), e su queste stesse pagine sono stato il primo ad invocare controlli ed un inquadramento severi.

Non vedo perché sia un'analogia completamente gratuita, al di là del fatto che una sia una deviazione di un concetto politico e l'altra di una religione mi pare che le similitudini siano moltissime, per citare le più evidenti:

- una radice comune tranquilla e sostanzialmente pacifica che viene portata all'estremo e stravolta nel senso.
- l'associazione da parte dei fanatici dell'altra parte delle due categorie (vedi quelli che fanno tutta l'erba un fascio coi musulmani e quelli che all'epoca associavano comunisti = terroristi)
- la non sempre definitiva condanna

Sul resto del tuo post, mi chiedo se tu abbia letto il mio o meno, perché non ho affatto scritto quello che mi pare mi stia mettendo in bocca.
Stavo proprio dicendo che bisognerebbe trattare tutti uguale, non c'è bisogno che metti i grassetti, sono straconvinto della libertà di culto eh

Sull'ultima frase, sicuramente a Como sei anni fa e pure a Milano se non sbaglio si chiedeva che il comune donasse uno stabile per farci la moschea.
Anche a Parigi la cosa è successa più volte (ed alcune i maffi francesi le hanno pure costruite).
Parlo solo di cose che ho visto io eh.

Quindi no, ma come sarebbe no se lo chiedesse la chiesa cattolica per me eh sia chiaro.
"Se vuoi lavorare con i piedi in mostra vai a vendere il cocco in spiaggia"
Cit. Vn Vomo Givsto

Offline DRZ

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.949
  • Only the dead have seen the end of war
Re: "Da che parte è la Mecca?" Topic di discussione sull'Islam
« Risposta #44 il: 11 Gen 2015, 17:47 »
- al netto di tutte le ovvie differenze, vedo il rapporto Islam-pazzi fanatici molto simile a quello che all'epoca si aveva tra sinistra e BR. Due cose diversissime quindi, ma alle volte con la sensazione che la condanna non sia sempre nettissima (ricordiamoci della definizione "compagni che sbagliano") e con qualche occasionale  punto di contatto.

Eh.
Se sei un brigatista per forza di cose arrivi da un ambiente di sinistra: è normale che in questo ambiente non tutti ti condannino nettamente e che ci sia persino gente che approva e appoggia (tacitamente o meno), altrimenti da dove saresti uscito? Stessa cosa per il terrorismo di matrice musulmana, cristiana, ambientalista, nazionalista e tutte le altre robe dementi per cui la gente uccide altra gente.
Pretendere in questi casi un 100% di condanne nette (e sincere) è abbastanza assurdo.


 

Loading...