Autore Topic: [PS4] The Last Of Us Part 2  (Letto 142980 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Nemesis Divina

  • Eroe
  • *******
  • Post: 17.553
  • Grotesqueries Rule!
Re: [PS4] The Last Of Us Part 2
« Risposta #3495 il: 29 Ago 2020, 09:00 »
Di

Spoiler (click to show/hide)

?

Offline Laxus91

  • Eroe
  • *******
  • Post: 13.548
    • E-mail
Re: [PS4] The Last Of Us Part 2
« Risposta #3496 il: 29 Ago 2020, 09:05 »
Di

Spoiler (click to show/hide)

?

Non può esserci altra possibilità, deve essere così!

Offline Cryu

  • Reduce
  • ********
  • Post: 22.266
  • Ninjerelli si nasce
    • Vertical Gaming Photography
Re: [PS4] The Last Of Us Part 2
« Risposta #3497 il: 29 Ago 2020, 09:37 »
Mel. Voglio credere che al mondo ci sia almeno una persona che la ami :cry:
"non e' neppure fan-art, e' uno screenshot di un gioco, ci sono mesi e mesi di sudore di artisti VS uno scatto con un filtro instagram sopra."
www.verticalgamingphotography.com

Offline Raiden

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.695
    • http://loforum.forumattivo.it/
Re: [PS4] The Last Of Us Part 2
« Risposta #3498 il: 29 Ago 2020, 09:56 »
@Nemesis Divina @Laxus91 ovviamente.  :yes:
I AM LIGHTNING. THE RAIN TRANSFORMED.
PSN: RaidenMGS2 - LIVE: RaidenCocco - ID Nintendo: RaidenCocco

Offline The Metaller

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 7.293
    • E-mail
Re: [PS4] The Last Of Us Part 2
« Risposta #3499 il: 29 Ago 2020, 12:41 »
Allora, ho poco su cui indugiare. Per me è easy il miglior gioco lineare story-driven della generazione, in contraltare a Zelda che è nettamente il miglior gioco aperto world-driven.

Facendo proporzioni con altre opere in altri generi, per me questo svetta.

Tiene in un solo colpo assieme Valve, MGS, RE/TEW, Crysis e Dead Space, oltre ovviamente al suo diretto predecessore e ciò che lo aveva influenzato (Manhunt), ma facendo sintesi di queste correnti di design e sensazioni pad alla mano, non cumulo di feature. Molti AAA oggi rubacchiano gli uni agli altri facendo mera addizione degli elementi. Qui gli elementi son fusi, non c'è cumulo di feature; con la conseguenza che TLOU2 è un gioco che si basa, stringi stringi, su un unico pilastro meccanico, ma declinato e rideclinato da dio, con tanti, tanti, tantissimi bei sapori perfettamente amalgamati.
E per inciso, nel confronto 1 vs 1 con ciascuno dei signori lì menzionati, ne esce benissimo.

Che TEW, anche per ragioni di valori produttivi magari, tutte sta punteggiatura fatta di reazioni fisiche di corpi, IA e emergency, proprio non ce l'aveva.

Che MGSV, bellissimo, ma IA quando sì e quando no, corpo-a-corpo urendo, interazioni ambientali urende, fisicità non pervenuta (che per me incide sia come feedback per la comprensione piena di cosa si consuma a schermo lato gameplay, sia come mezzo per raccontarti e metterti addosso sensazioni forti da lotta paramilitare) e struttura contorno da jappo-farming-para-open-world da dito in gola e palo in culo.

Crysis, poi... Crysis, poi... Faccio outing: piaciuto davvero poco il 2, che funzionicchia ancora ancora nel contesto di quello che poteva essere uno shooter linear/sandbox di golden age boxara, ma tradimentissimo di Crysis 1 e Warhead. Il 3 droppato, che per quanto ci provi a rimettere assieme i cocci, mi sembra sempre mancare di colla e di alta qualità dell'azione. E poi, tanto per chiudere il cerchio, nemmeno i migliori Crysis 1 e Warhead hanno mai avuto 1) un'IA del tutto adeguata; 2) colla ed equilibrio tra azione e stealth (la seconda la si percepiva sempre come l'easy-sfigato mode, anziché come un pezzo organico e ben integrato del giocato).

TLOU1 era bello, ma mi ha restituito sempre quella sensazione di "OK, ma non troppo". Mancavano layer all'IA, mancavano layer di profondità del rapporto azioni-reazioni tra giocatore-ambiente-nemici, mancava tanta maturità su vari fronti. Bello, con una sua dimensione, con un suo flow dell'azione, anche unico se vogliamo, ma non profondissimo, non pulitissimo, non valorizzatissimo dalla struttura, quest'ultima troppo figlia di Uncharted, scriptini e dissonanze di game design già fuori tempo massimo nel 2013.

Non continuo, che l'antifona è chiara. Non è revisionismo, quelle sui giochi summenzionati son cose di cui mi son sempre lamentato.

Facendo parallelismi con altri lavori, di altri generi e anche di casa Sony, lo trovo obiettivamente superiore ad un GoW. God of War non è il top come action, pur avendo qualità e personalità. TLOU2 è il top action-stealth-survival. Lo è per qualità del core meccanico, lo è per level design, lo è per un aspetto decisivo di queste produzioni, ossia l'IA. Ed è pure più emancipato di GOW nel senso che va per la sua strada, senza inseguire trend e revival, senza cumolo feature attaccate un po' con lo sputo tipo loot, levelling, scaling, metroidvanianza pezzente, ecc.

Idem Sekiro, tanto per scomodare un altro "titolo della generazione" universalmente acclamato come GOTY. Troppo perfettibile in tante cose, troppa unpolishness (concedetemi in neologismo-inglesismo) made in From, non sufficientemente profondo ed interpretabile come action per tenere testa ad un action puro (Bayo, DMC, NG).

TW3? Anche lui, troppe occasioni sprecate, troppa sporcizia ludica e incostante nella qualità delle questline principali (Novigrad/Ranuncolo...).

Doom Eternal è bellissimo, purissimo, levissimo, ma nonostante i tanti miglioramenti, ancora non ce la fanno a trovare il perfetto equilibrio su senso di urgenza/equilibrio/improvvisazione/interpretabilità nel rapporto arsenale/enemy design. Se si giocano DS2, forse ci arrivano. Mi spianze, nel suo, TLOU2 va più di fino su game design e sul level design.

Dulcis in fundo. TLOU2 fa lo statafascio che fa per una durata assolutamente ragguardevole (qui il contatore mi dice 44 ore e mezza a Sopravvissuto, e non penso di essere stato troppo lento io, visto che un caro amico grossomodo della mia stessa pasta su questo genere ce ne ha messe 43).

Trovo TLOU2 davvero concretamente attaccabile solo sul versante narrativo. Le tante storture su mezzi meno strettamente afferenti col linguaggio del videogioco (la scrittura) coesistono con robe davvero davvero forti tipiche del linguaggio strettamente videointerattivo. Ma di questo aspetto del gioco ne parlerò nel thread a spoiler libero, così da non dovermi frenare nel trattare di certe cose.
Nel complesso, turandomi il naso qui e lì, mi ha relativamente convinto anche sulla narrativa. Bombissima da tutta l'ultima parte del giorno 3.2 in poi.

Però, figa, se avete da cancherare su sto gameplay, ci sono altre cose più interessanti da fare.

Tipo
Spoiler (click to show/hide)

O meglio ancora

Nessuno si offenda per le battute finali. Concedetemi un po' di goliardia, una volta tanto che esce un titolo di sta caratura.

« Ultima modifica: 29 Ago 2020, 13:05 da The Metaller »
Codice amico Switch: SW-7522-9472-0618
Account Xbox/Xbox Beta PC: Rui Ken Ho


Offline Cryu

  • Reduce
  • ********
  • Post: 22.266
  • Ninjerelli si nasce
    • Vertical Gaming Photography
Re: [PS4] The Last Of Us Part 2
« Risposta #3501 il: 12 Set 2020, 10:44 »
Vabbè, prenderlo digital a prezzo pieno dopo 2 mesi che senso ha?
Benissimo GoT, invece. Se Sucker Punch non sputtana il team come dopo Infamous 1 questa IP ha un glorioso futuro.
"non e' neppure fan-art, e' uno screenshot di un gioco, ci sono mesi e mesi di sudore di artisti VS uno scatto con un filtro instagram sopra."
www.verticalgamingphotography.com

Offline Gaissel

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 8.880
    • E-mail
Re: [PS4] The Last Of Us Part 2
« Risposta #3502 il: 13 Set 2020, 14:13 »
Devo ammettere che se non fosse per il TFP, e qualche contatto social/lavorativo di amici, tornerei di buon grado a spegnere tutto, in perfetto stile medioevo. Ho la rete da un giorno e mezzo e già sono saturo, i coglioni scoppiano e aprono bocca.
Lungi da me affibbiare giudizi taglienti, ma piazzare un 3 a questo gioco, è veramente da pistola mastodontici, altro che fregiarsi di essere un gamer navigato che fa controcultura.
Signifca non aver capito veramente un cespola di niente, né del gioco e nemmeno della propria società.
Siamo veramente all'ultimo binario, dell'ultima fermata, prima del volo nel burrone e questo gioco ha messo in evidenza quanto alle persone stia effettivamente sul cazzo vedere una Sinagoga, una ragazza lesbica, sentirsi parlare di sentimenti "diversi" o vedersi la ragazzina cazzuta - ammazza tutti -   

A margine di questo ND con Tlou2 ha raggiunto un tipo di maturazione nei confronti del medium che (come sospettavo da anni) è andato ben oltre al pensiero "integralista" che molti hanno sempre avuto del videogioco - ovvero - che il media debba comunicare solo ed unicamente tramite il gameplay. Ai tempi di Bastion si veniva presi per il culo. Adesso è più fattibile trovare casa a certe idee, l'idea di dover iniziare a considerare il videogioco come medium "contenitore" si è fatta adulta e cammina con le sue gambe e ha una sua dignità. Nel senso che i messaggi dell'opera non devono essere per forza trasmessi attraverso la particolarità unica del mezzo (ovvero il gameplay) ma anche dai filmati, dai testi, dalla musica ecc. E quindi forse la vera particolarità del linguaggio è la possibilità di avere il gameplay oltre a tanti altri mezzi espressivi, in una sorta di medium universale. Quindi bisogna valutare Tlou2 solo attraverso le sue meccaniche di gameplay o possiamo anche dire che un grosso merito dell'opera è anche, per esempio, la recitazione? Adesso si può dire, ecco perché il 3 non sta in cielo e nemmeno in terra.
Il 3 è chiaramente un distorta political agenda personale.
Bittanti, sempre preso per il culo da tanti, troppi, podcast e considerato a torto il Fusaro dei videogiochi, una volta scrisse che il videogioco è un tecnomedium. Ovvero è mezzo determinante alla stessa teconologia che lo compone, non è un accessorio, è un valore fondante per raggiungere certe idee che altrimenti restano abbozzi. È importante vedere gli occhi lucidi di Ellie, così come vedere animazioni sempre più reali, sempre più perfette, perché quelle cose "servono" al mezzo, ecco perché prima o poi dovremo fare i conti con quella cosa che io chiamo stato d'animo videoludico.

Finito ieri.
Milionate di cose da dire, rimando a data da destinarsi.

Nel mentre sto facendo retroreading spinto e mi preme quotare e tributare il dovuto plauso a questa riflessione, punto di partenza fondamentale senza il quale ogni altro discorso su TLOU2 decade. Bravo Pick.
Nintendo vende droga purissima ai bambini. Soprattutto quelli interiori.