Autore Topic: I know kung fu, il topic delle arti marziali.  (Letto 19407 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline ederdast

  • Eroe
  • *******
  • Post: 10.670
    • E-mail
Re: I know kung fu, il topic delle arti marziali.
« Risposta #420 il: 01 Giu 2018, 15:45 »
C' da distinguere Eugenio fra le Arti Marziali Tradizionali, fra le Arti Marziali "moderne" a vocazione sportiva ed educativa (esempio principe il Judo) fra Sistemi di Combattimento oltre queste c' poi tutto l'ambito della Difesa Personale.
Rimanendo a un discorso di "pratica" delle arti marziali va da se che oggi qualsiasi combattimento dove si applichino tecniche afferenti alla arti marziali tout court deve per forza essere declinata a livello sportivo o comunqwue regolamentata quindi non troverai mai un combattimento fra due marzialisti di "inserire disciplina a caso" dove il fine ultimo sia quello di inabilitare o ridurre all'impotenza l'avversario in modo permanente come se si fosse in "guerra", cio nell'ambito primeveo delle arti marziali.
Questo per dire che la pratica dello stile, l'allenamento di questa o di quella disciplina quasi sempre altro rispetto alla pratica di combattimento dello stesso a meno di non andare appunto ad analizzare i Sistemi di Combattimento (Boxe, Thai, Sanda Sanshou, Kickboxing) dove quello che alleni appunto il combattimento stesso.
Le opinioni sono come le palle, ognuno ha le proprie.
Callhagan.

Offline ederdast

  • Eroe
  • *******
  • Post: 10.670
    • E-mail
Re: I know kung fu, il topic delle arti marziali.
« Risposta #421 il: 18 Lug 2018, 12:22 »
Ho finalmente iniziato a fare uno stile interno tradizionale, cosa da me mai fatta.
Tai Chi Quan stile Chen.
Avevo gi praticato un p di Baji Quan ma non considerato uno stile interno vero e proprio e infatti fra il Chen e il Baji ci passa veramente tanto.
Per ora non sono ancora passato agli applicativi delle forme ma per quanto ho potuto praticare lo consiglio praticamente a chiunque.
Certo c' anche da dire che lo stile Chen molto marziale rispetto allo Yang (che pi moderno) infatti la prima cosa che il mio maestro mi ha mostrato il passo dello stile (molto bello fra l'altro).
Perch come disse Zhang "dove c' stile c' passo" e il passo nel Chen c' tutto.
E' un modo molto diverso di intendere una tecnica di difesa, la cosa pi evidente rispetto a tutto quello che "esterno" il fatto che i muscoli non vengono mai "contratti", i movimenti sono sempre rilassati e circolari.
Bella anche la forma di sciabola che abbiamo iniziato a fare giusto a inizio mese, molto circolare e piena di "tim bu" (segnare il passo).
La cosa evidente che si tratta di una pratica da portare avanti tutta la vita e con abissi di profondit assoluta.
Se vi capita di avere una palestra vicina che pratica Tai Chi dategli una chance.
 
« Ultima modifica: 18 Lug 2018, 12:33 da ederdast »
Le opinioni sono come le palle, ognuno ha le proprie.
Callhagan.

Offline eugenio

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 8.502
Re: I know kung fu, il topic delle arti marziali.
« Risposta #422 il: 18 Lug 2018, 14:30 »
Tai Chi Quan stile Chen.
[...]
E' un modo molto diverso di intendere una tecnica di difesa, la cosa pi evidente rispetto a tutto quello che "esterno" il fatto che i muscoli non vengono mai "contratti", i movimenti sono sempre rilassati e circolari.

Parli di movimenti come questi?

Offline ederdast

  • Eroe
  • *******
  • Post: 10.670
    • E-mail
Re: I know kung fu, il topic delle arti marziali.
« Risposta #423 il: 18 Lug 2018, 15:40 »
Esattamente Eugenio.
A vederla la forma non sembra ma sono tutte parate leve e contrattacchi.
Ovviamente il Chen efficace a media/corta distanza, devi essere molto vicino per portare le tecniche di spinta e proiezione.
E' inoltre uno stile interno quindi non mai con la forza muscolare che la tecnica viene portata...
Le opinioni sono come le palle, ognuno ha le proprie.
Callhagan.

Offline eugenio

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 8.502
Re: I know kung fu, il topic delle arti marziali.
« Risposta #424 il: 18 Lug 2018, 17:08 »
Penso di aver capito.

Non un'arte marziale per folgorati  :educated:

Offline Xibal

  • Eroe
  • *******
  • Post: 11.699
  • Specchio...rasoio...
    • E-mail
Re: I know kung fu, il topic delle arti marziali.
« Risposta #425 il: 18 Lug 2018, 18:04 »
Esattamente Eugenio.
A vederla la forma non sembra ma sono tutte parate leve e contrattacchi.
Ovviamente il Chen efficace a media/corta distanza, devi essere molto vicino per portare le tecniche di spinta e proiezione.
E' inoltre uno stile interno quindi non mai con la forza muscolare che la tecnica viene portata...
Dir una corbelleria, ma la divisione tra stili esterni ed interni per me ha sempre avuto il sapore della divisione della respirazione in inspirazione ed espirazione, va bene didatticamente, ma difficile che le due possano sussistere indipendentemente.Quando avviene, secondo me manca sempre qualcosa...
""E' di castoro..."-"Si"-"Io nei boschi li ho visti accoppiarsi i castori, e figliare. Nascono tutti castori.-"E' naturale"-"Non voglio che nasca nessuno che assomigli a me"-"Non ci pensare. Io ti voglio bene, prova a volermene un po' anche tu, e sar facile. Perch le cose giuste sono facili"

Offline ederdast

  • Eroe
  • *******
  • Post: 10.670
    • E-mail
Re: I know kung fu, il topic delle arti marziali.
« Risposta #426 il: 19 Lug 2018, 09:30 »
Bh la respirazione alla base del qui-gong nel kung fu, intendendo con Kung fu o Gong fu gli stili di lotta sviluppati in Cina ma il discorso parecchio fuorviane perch lo sviluppo della forza interna si trova anche in tanti altri ambiti marziali, basta pensare al Ki che la stessa cosa del Chi cinese solo che come lo chiamano in Giappone.
In pratica si respira col dan-tien (bassoventre) immagazzinando energia nella parte bassa del corpo.
Il resto, colpo portato senza blocco articolare ma con fluidit dei movimenti e rilassatezza dei muscoli una conseguenza di questo tipo di "stance" e di respirazione, ma sono cose inutili da spiegare solo la pratica esplicativa.
Ovviamente se uno pensa di allenare questo tipo di respirazione in un paio di lezione e poi trovarne l'efficacia in una situazione pratica bh se lo pu scordare, questo tipo di pratica/allenamento di quelli da "tutta la vita", fra l'altro un approccio che si lega tantissimo alla medicina tradizionale cinese e al loro modo di intendere i flussi energetici all'interno del corpo umano, non univocamente legato all'arte marziale propriamente intesa...

Le opinioni sono come le palle, ognuno ha le proprie.
Callhagan.