Autore Topic: [Cinema] Midsommar di Ari Aster  (Letto 153 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Ruko

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.863
  • Devil Lady
[Cinema] Midsommar di Ari Aster
« il: 30 Nov 2019, 23:19 »
Midsommar - Il Villaggio dei Dannati (sottotitolo italiano di un'idiozia infinita...)  :no:




La curiosità di vederlo m’è venuta a forza di vedere citato questo film nel topic dell’horror e in quello generalista dei film. L’opera precedente di questo regista, Hereditary, mi aveva convinta solo a metà, un po’ sospeso tra film di genere e stranezza esoterica. Questo, invece, meritava un topic a parte e giusto rilievo.  :yes:

La trama è molto semplice e comunque non andrebbe neanche troppo svelata: a seguito di un evento violento e traumatico, una ragazza di nome Dani, con il suo ragazzo Christian e altri due amici Josh e Mark, viene invitata da un loro compagno di studi di origine svedese, Pelle, a partecipare a una cerimonia di mezza estate del suo villaggio d’origine, in Nord Europa.



Midsommar somiglia a un bellissimo film degli anni 70, The Wicker Man. Non si tratta di un film terrorizzante, feroce e crudele, al contrario…E’ ambientato nella luce sfolgorante di un sole che non tramonta mai, senza tenebre né spazi d’ombra, un mondo abbacinante di radianza solare. Ma non per questo meno inquietante, è un film che disturba in modo sottile e continuo, difficilmente si rifugia nei meccanismi classici dell’horror. Ti immerge in continuazione in un orrore inevitabile, inesprimibile, un’elegia del dolore fatta di atmosfere sospese, di silenzi prolungati, di inquadrature fisse e il tempo scorre ineluttabile verso qualcosa di inumano. In realtà la progressione degli eventi è tutt’altro che imprevedibile ma non credo che la sorpresa voglia essere l’intento dell’opera.



Si tratta invece di una penosa discesa nella mistificazione umana legata a meccanismi di natura cultuale, dove la regola della purezza e dell’ortodossia diventa un viatico di sofferenza a cui è impossibile sottrarsi. E lo spettatore non può che guardare, ammaliato ma terrorizzato, gli effetti delle mani invisibili del destino. Un destino creato, in realtà, proprio da uno spirito di tolleranza e accettazione della diversità che all’inizio stempera la stranezza delle cose e non aiuta i protagonisti a capire quello che sta accadendo realmente.
E tutto il lunghissimo finale, con un musica che è proprio di un altro contesto che stride però potenzia quello che si vede, fino a una sorta di shock che ti lascia così, annichilita.



Ci sono tante cose da dire, come l'interpretazione del finale ma prima vedetevelo che è una grande figata.

« Ultima modifica: 01 Dic 2019, 10:38 da Ruko »
"Ruko, a me il gameplay mi fa schifo. Il cuore è tutto."
(Nemesis Divina)

Offline Claudio

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 8.637
Re: [Cinema] Midsommar di Ari Aster
« Risposta #1 il: 30 Nov 2019, 23:23 »
Piaciuto molto anche a me. Sebbene sia lunghetto non mi è pesato affatto
Forse il finale diventa
Spoiler (click to show/hide)

Offline Ruko

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.863
  • Devil Lady
Re: [Cinema] Midsommar di Ari Aster
« Risposta #2 il: 30 Nov 2019, 23:29 »
Piaciuto molto anche a me. Sebbene sia lunghetto non mi è pesato affatto
Forse il finale diventa
Spoiler (click to show/hide)
Ah beh sì, giusto, mi sono dimenticata di dirlo, dura due ore e mezza, però non ho pesato neanche a me, e dire che l'ho visto a notte fonda.

Per il finale

Spoiler (click to show/hide)
Invece è tutto così disturbante, sbagliato, visivamente carico e sgradevole. Per questo fa centro.
"Ruko, a me il gameplay mi fa schifo. Il cuore è tutto."
(Nemesis Divina)

Offline Top Dogg

  • Reduce
  • ********
  • Post: 39.663
  • Po-po-po-po-Poweeeer!!!
Re: [Cinema] Midsommar di Ari Aster
« Risposta #3 il: 01 Dic 2019, 01:26 »
Citazione
Nel luglio del 2019, il regista ha annunciato di essere al lavoro su una director's cut del film, contenente circa 30 minuti aggiuntivi rispetto alla versione cinematografica, per un totale di 171 minuti.

Questa versione è stata presentata in anteprima il 17 agosto 2019 al Lincoln Center di New York, per poi avere una distribuzione limitata nelle sale statunitensi a partire dal 30 agosto
Xbox Top Dogg Xyz
PSN nick Top_Dogg_Xyz

Offline Ruko

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.863
  • Devil Lady
Re: [Cinema] Midsommar di Ari Aster
« Risposta #4 il: 01 Dic 2019, 01:44 »
Con 30 minuti in più arriviamo a 3 ore, un kolossal dell'horror.
Che poi, stranamente, è piuttosto lento ma scorre benissimo.
"Ruko, a me il gameplay mi fa schifo. Il cuore è tutto."
(Nemesis Divina)