Autore Topic: [DS] 999: Nine Hours, Nine Persons, Nine Doors  (Letto 18499 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline EGO

  • Eroe
  • *******
  • Post: 12.667
[DS] 999: Nine Hours, Nine Persons, Nine Doors
« il: 15 Set 2013, 14:43 »




999 è uscito nel 2009 su Nintendo DS in Giappone, e quasi un anno dopo in USA. Non ha avuto una release europea.

In 999 assumiamo il ruolo di Junpei, un ragazzo sui vent'anni, intrappolato in un misterioso esperimento chiamato "Nonary Game". Nove persone sono state riunite nello stesso ambiente. Ognuno di loro porta un bracciale con un numero da 1 a 9. Nell'ambiente si trovano altrettante porte, ciascuna recante un numero. Scopo del "gioco": trovare e attraversare la porta col numero 9, prima che scadano le 9 ore a disposizione.

Il trucco? I bracciali contengono un esplosivo, che si attiva attraversando una porta. Se qualcuno disobbedisce alle poche, semplici regole del Nonary Game, l'esplosivo non si può disattivare e... BOOM! La collaborazione tra i giocatori è essenziale... ma come fidarsi di perfetti sconosciuti?
Ma non sono tutti sconosciuti: tra i suoi otto forzati compagni di sventura, Junpei ritrova Akane, una vecchia compagna di scuola. Perché tutto questo? Che cosa hanno in comune i nove "giocatori"? E chi è Zero, il misterioso organizzatore del Nonary Game?

Questi i misteri da svelare in 999. Il gioco è strutturato come una visual novel. Lunghe fasi narrative si alternano a fasi di risoluzione di puzzle ambientali. Ogni volta che si attraversa una porta, bisogna risolvere enigmi di varia natura, raccogliendo e utilizzando adeguatamente degli oggetti, per sbloccare l'uscita. Non esiste un limite di tempo, ed è impossibile sbagliare: il gioco non permette un uso improprio degli oggetti trovati, e ogni enigma ha un'unica soluzione. È solo questione di tempo prima che il giocatore ci arrivi.

Va detto che gli enigmi non sono particolarmente complessi. L'ambiente va esplorato toccandone i vari elementi sul touch screen. Anche se in un paio di situazioni va toccato proprio il punto giusto, non si arriva mai al pixel hunting. In più, i compagni di squadra forniscono indizi sufficienti a non rimanere mai bloccati. Ironicamente, gli enigmi che hanno più probabilità di impensierire un po' il giocatore sono i primi due. Da lì in avanti, diviene tutto molto naturale.

Un buon numero di enigmi si basano sul concetto di "digital root" e sulle basi numeriche, perché il tema del gioco è sempre la sequenza numerica 1-9. In pratica, ogni qualvolta si incontrano degli enigmi basati sulle cifre, in qualche modo si deve sempre tornare a quella sequenza. Pertanto, numeri a due cifre vanno sempre ridotti a una cifra, secondo il modello "18=1+8=9", "3+5+6+8=22=2+2=4", ecc. Oppure, si ricorre a basi diverse dalla base 10, come la base 16.

La narrazione è il cuore di 999. Il maggior difetto del gioco è che il testo non solo è molto abbondante, ma scorre anche assai lentamente. L'inizio è il punto più fastidioso in assoluto, perché dopo il primo enigma segue una lunghissima fase narrativa che può comodamente portare via un'ora di tempo senza che il giocatore debba interagire significativamente (salvo un paio di scelte durante i dialoghi, comunque ininfluenti). Superato questo scoglio iniziale, il ritmo del gioco migliora, ma ci sono comunque altre fasi in cui la narrazione si protrae per parecchi minuti.

Sarebbe però ingiusto dire che il gioco è solo un escamotage per veicolare la storia. A differenza di molti giochi in cui la fase ludica è solo un pretesto che viene "ricompensato" con una cutscene, in 999 ogni enigma è integrato con il tema di fondo, che è la trasmissione delle informazioni. Anche gli enigmi che meno vi sembrano correlati, una volta compresa tutta la storia, trovano una spiegazione. E non sarà facile ricostruire tutta la vicenda, perché il gioco prevede una serie di bivi che conducono a 6 finali differenti, e soltanto uno porta alla vera conclusione. Per vedere il finale giusto bisogna trovare il modo di interagire con tutti i compagni, ma anche per chi capisse in fretta come fare, c'è l'inghippo: il vero finale (chiamiamolo numero 1) si può raggiungere solo se prima si è visto il finale 2. In questo modo si può capire l'intera vicenda da due punti di vista differenti, che sarebbero stati impossibili da sviluppare in un solo finale.

Per facilitare l'impresa, una volta che si raggiunge un finale e si ricomincia da capo, tutto il testo e tutti i filmati a cui si è già assistito possono essere fatti avanzare velocemente.
Ciò nonostante, 999 è piuttosto lungo. Stimo che il tempo necessario a completarlo con tutti i finali si aggiri sulle 20 ore.

Come stilemi siamo, naturalmente, in pieno Giappone. Il chara design non raggiunge livelli egregi di esagerazione, ma non riesce a fare a meno di capelli rosa e abbigliamenti improbabili. I dialoghi, molto ben tradotti e adattati, hanno quei momenti di ridondanza e prolissità tipici del giapponese. I personaggi, ben caratterizzati nonostante gli ovvi stereotipi, come da tradizione si rivelano tutti un tantino troppo svegli con calcoli e processi mentali complessi per risultare totalmente credibili - anche se, a onor del vero, alcuni di loro lo sono per motivi che si scoprono nella storia. E la storia... be', la storia è spettacolare, e naturalmente osa come nessuno sceneggiatore occidentale oserebbe mai di pensare di osare (yep, l'ho scritto). L'infodump, i plot hole, i colpi di scena, le spiegazioni mancate, la rivelazione finale, possono risultare geniali o ridicoli a seconda della soglia di sopportazione della giapponesità propria del singolo utente. Pertanto non mi azzardo a definirlo "maturo" perché sappiamo quanto è controverso questo aggettivo parlando di videogiochi (guarda solo il topic di Catherine quando ci entra un uomo sposato), ma 999 dimostra, come se ce ne fosse bisogno, che quando un videogioco ha un messaggio da trasmettere, il metodo Kojima è quello sbagliato :p

999 è il primo capitolo di una serie chiamata Zero Escape. Questo doveva essere anche il titolo del gioco, che però è stato poi attribuito al suo seguito spirituale: Virtue's Last Reward, uscito per 3DS e PSVita (thread). VLR è disponibile anche in Europa.


Voto: 999/10 :P

Offline Belmont

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.861
Re: [DS] 999: Nine Hours, Nine Persons, Nine Doors
« Risposta #1 il: 15 Set 2013, 16:14 »
Gran gioco. Prima o poi mi giocherò anche il seguito.

I dialoghi, molto ben tradotti e adattati, hanno quei momenti di ridondanza e prolissità tipici del giapponese.

Non condivido. I dialoghi mi sono sembrati sempre asciutti e ben scritti. Mi pare che si sia ben lontani dalla sensazione di ridondanza che si prova con i dialoghi di certi jrpg.

In ogni caso, bel post. :)

Offline EGO

  • Eroe
  • *******
  • Post: 12.667
Re: [DS] 999: Nine Hours, Nine Persons, Nine Doors
« Risposta #2 il: 15 Set 2013, 16:41 »
Thanks.

Dicevo comunque che il problema si limita ad alcuni momenti. I giapponesi hanno questa caratteristica di dover spiegare e sottolineare TUTTO. Il mistero, è come facciano a lasciarti comunque pieno di domande e di sottintesi aperti ad ogni interpretazione :)

Dimenticavo: a me lo stile con cui sono ritratti i personaggi, sia in-game che negli artwork ufficiali, piace molto. Il DS è stato la console che probabilmente ha portato questo genere di raffigurazioni ai massimi livelli. E quando, come è verosimile, Nintendo abbandonerà il sistema a due schermi nel suo prossimo portatile, rimpiangeremo tutti questa soluzione. Il doppio schermo ha permesso soluzioni ludiche e stilistiche semplicemente irripetibili su schermo singolo. Nel "vero" finale di 999 si assiste a qualcosa che Vita non può proporre - che NESSUNA console, eccetto una portatile e con due schermi, può proporre.

Offline The Fool

  • Eroe
  • *******
  • Post: 18.033
  • ザ・フール | RED BEAST
Re: [DS] 999: Nine Hours, Nine Persons, Nine Doors
« Risposta #3 il: 15 Set 2013, 16:54 »
Dipende dal target, nella roba seinen lasciano MOLTO all'interpretazione. Nella roba shonen mettono spiegoni ovunque, per ovvi motivi. Vale per i manga ma anche per i videogiochi immagino
Like a hand of God  | Look down at me and you see a fool, look straight at me and you see yourself.

Offline Fabrizio1701

  • Eroe
  • *******
  • Post: 14.209
  • Name subject to change
Re: [DS] 999: Nine Hours, Nine Persons, Nine Doors
« Risposta #4 il: 16 Set 2013, 10:55 »
Poco da aggiungere all'ottimo post di EGO se non "giocatelo", e anche il seguito VLR (che non è solo spirituale, ma un seguito a tutti gli effetti visto che il mondo del gioco è lo stesso).

L'unico difetto è che bisogna ripetere le stanze escape ogni volta che si ricomincia il gioco per trovare i finali diversi, cosa che consiglio comunque di fare visto che ognuno dei 6 finali merita di essere visto.
Sto giocando a Gears 5 [Series X], The Almost Gone [iPad]

Offline EGO

  • Eroe
  • *******
  • Post: 12.667
Re: [DS] 999: Nine Hours, Nine Persons, Nine Doors
« Risposta #5 il: 17 Set 2013, 21:51 »
Una cosa che mi è piaciuta un sacco di 999 è trovare la spiegazione al colpo di scena del finale (SPOILER che può leggere solo chi ha visto tutti i finali. No, davvero).


Spoiler (click to show/hide)

Offline Wis

  • Highlander
  • *********
  • Post: 59.869
  • Mellifluosly Cool
Re: [DS] 999: Nine Hours, Nine Persons, Nine Doors
« Risposta #6 il: 16 Gen 2014, 09:00 »
Se volete leggere un bel libro...
Giocate questo.
Non è un videogioco, ok, ma è comunque roba buona. :yes:

[In realtà volevo dire che mi sta facendo schifo per tentare di far tornare EGO, ma poi la verità ha trionfato. Sono all'inizio, comunque.]

Offline Goffraiden

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.762
  • Il principe del faceto
    • Arrested Developer
    • E-mail
Re: [DS] 999: Nine Hours, Nine Persons, Nine Doors
« Risposta #7 il: 16 Gen 2014, 09:12 »
Scopro ora che c'è un seguito, questo l'ho abbastanza adorato ai suoi tempi. Il seguito com'è, vale la pena di recuperarlo? Serve rigiocarsi il primo per capire la storia?
"Questa è l'Italia del futuro, un paese di musichette mentre fuori c'è la morte."

Offline Fabrizio1701

  • Eroe
  • *******
  • Post: 14.209
  • Name subject to change
Re: [DS] 999: Nine Hours, Nine Persons, Nine Doors
« Risposta #8 il: 16 Gen 2014, 10:09 »
Il seguito è Virtue's Last Reward e dopo averli finiti entrambi posso dire che per me è indispensabile giocare prima questo, magari se non ricordi tutto rileggiti qualche wiki e soprattutto assicurati di aver visto il true ending di 999.

VLR è molto simile a 999, i puzzle sono leggermente più difficili e hanno un po' migliorato la struttura (non bisogna più rifarsi il gioco n volte)
« Ultima modifica: 16 Gen 2014, 14:07 da Fabrizio1701 »
Sto giocando a Gears 5 [Series X], The Almost Gone [iPad]

Offline Belmont

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.861
Re: [DS] 999: Nine Hours, Nine Persons, Nine Doors
« Risposta #9 il: 16 Gen 2014, 14:04 »
Io finalmente è comprato Virtue's Last Reward. 999 mi è piaciuto tantissimo.

Offline Wis

  • Highlander
  • *********
  • Post: 59.869
  • Mellifluosly Cool
Re: [DS] 999: Nine Hours, Nine Persons, Nine Doors
« Risposta #10 il: 17 Gen 2014, 09:36 »
Non condivido. I dialoghi mi sono sembrati sempre asciutti e ben scritti. Mi pare che si sia ben lontani dalla sensazione di ridondanza che si prova con i dialoghi di certi jrpg.
Incredibilmente pure io li sto trovando sempre interessanti, anche quando sono lunghi o con spiegoni pseudoscientifici. Questo mi fa pensare una volta di più che, quando il troppo testo mi uccide, non è tanto per la quantità, ma per la qualità INFIMA che spesso piaga i dialoghi dei videogiochi.
Anche perché non credo di avere mai giocato altra roba che ti sommerga di testo come questo 999, eppure sono lì che urlo "GIMME MOAR!!1".

Citazione
In ogni caso, bel post. :)
:yes: (e torna, su).

Offline Argaen

  • Veterano
  • ****
  • Post: 2.437
Re: [DS] 999: Nine Hours, Nine Persons, Nine Doors
« Risposta #11 il: 17 Gen 2014, 10:41 »
Anche a me e' piaciuto un sacco, e mi son goduto alla grande anche il sequel, che suggerisco in versione 3DS (watch out per il bug di questa versione pero'!).

Piu' "giochi" del genere ci vogliono, cacchio! :D

[In realtà volevo dire che mi sta facendo schifo per tentare di far tornare EGO

Perche', dov'e' finito EGO? Se e' sparito, mi unisco alle voci che ne chiedono il ritorno!
"I'd rather be a climbing ape than a falling angel"

Offline Belmont

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.861
Re: [DS] 999: Nine Hours, Nine Persons, Nine Doors
« Risposta #12 il: 17 Gen 2014, 13:27 »

Questo mi fa pensare una volta di più che, quando il troppo testo mi uccide, non è tanto per la quantità, ma per la qualità INFIMA che spesso piaga i dialoghi dei videogiochi.

A me fa pensare anche a tutte le cavolate che si dicono su narrazione e videogiochi gaipponesi. Del tipo: "i giapponesi non sanno raccontare storie", "scrivono male i dialoghi", "i videogiochi occidentali sono narrativamente più interessanti".
Eh già.

Offline Wis

  • Highlander
  • *********
  • Post: 59.869
  • Mellifluosly Cool
Re: [DS] 999: Nine Hours, Nine Persons, Nine Doors
« Risposta #13 il: 17 Gen 2014, 14:24 »
Beh, è in effetti è più facile trovare buoni esempi  nella narrazione occidentale, però nella produzione orientale ci sono esempi di scrittura che sono forse all'apice del videogioco per inventiva e capacità di ingabbiare l'attenzione del giocatore, tipo appunto questo o i prodotti di Takumi.
Bizzarro che siano tutti usciti su console portatili. Non saprei nemmeno cosa voglia dire da un punto di vista commerciale.

Offline Belmont

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.861
Re: [DS] 999: Nine Hours, Nine Persons, Nine Doors
« Risposta #14 il: 17 Gen 2014, 15:33 »
Be', le visual novel sono generi di nicchia. Quindi vanno a finire sulle console con la più ampia offerta, che negli ultimi anni sono state rappresentate in Giappone dalle portatili.

Comunque sì, è da tempo che penso che "in media" la narrazione orientale sia "peggiore" di quella occidentale, ma con "i picchi" di massima qualità.

Mi piacerebbe aprire un topic, magari in theory, sulla questione della "narrazione" in oriente e occidente, anche uscendo dall'ambito dei videogiochi.