Autore Topic: [Cinema]Man of Steel  (Letto 17956 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Wis

  • Highlander
  • *********
  • Post: 58.233
  • Mellifluosly Cool
Re: [Cinema]Man of Steel
« Risposta #315 il: 16 Lug 2014, 15:50 »
Tra l'altro sto tizio inglese, oltre che avermi alimentato una stima/invida clamorosa per l'aspetto che ha, mi è sembrato pure bravino a recitare.
Ah, gli speciali del BRD sono molto interessanti, anche quelli sulla realizzazione dei bellissimi SFX.

Offline naked

  • Reduce
  • ********
  • Post: 42.615
Re: [Cinema]Man of Steel
« Risposta #316 il: 16 Lug 2014, 23:03 »
Visto stasera.
Ho evitato di leggere il topic perché tanto sarà infarcito delle solite questioni "ma non è plausibile" ^^/

Mi è piaciuto e anche tanto. il miglior Superman sino ad oggi ma a mani basse. Rispetto a quello uscito alcuni anni orsono (2009?) è un capolavoro. Ho apprezzato molto la parte intimistica del personaggio, un po' meno la parte caciarona finale.

Mi sa che mi prendo il BD.
23.000.000.000 per sterilizzare l'iva. Grazie buffoni.

Offline Top Dogg

  • Reduce
  • ********
  • Post: 39.512
  • Po-po-po-po-Poweeeer!!!
Re: [Cinema]Man of Steel
« Risposta #317 il: 17 Lug 2014, 03:00 »

Mi sa che mi prendo il BD.

Bravo è in offerta su amazon a 10 euro
Xbox Top Dogg Xyz
PSN nick Top_Dogg_Xyz

Offline The Dude

  • Reduce
  • ********
  • Post: 23.132
    • E-mail
Re: [Cinema]Man of Steel
« Risposta #318 il: 17 Lug 2014, 09:38 »
Ah, gli speciali del BRD sono molto interessanti, anche quelli sulla realizzazione dei bellissimi SFX.
Cavolo, mi son scordato di vederli (oppure li ho visti e mi son scordato).

Mi ricordo solo un commento, non ricordo di chi, su di lui: "quando indossava il costume sul set ERA Superman".
E il costume di Zod, completamente in CG.

Bravo Naked. :yes:

Offline Wis

  • Highlander
  • *********
  • Post: 58.233
  • Mellifluosly Cool
Re: [Cinema]Man of Steel
« Risposta #319 il: 17 Lug 2014, 10:12 »
Mi ha stupito molto l'integrazione tra scene rali e CG. In pratica in tutti i momenti in cui non vanno alla velocità della luce sono attori in carne ed ossa.
La differenza qualitativa secondo me è lampante. La CG si perde un po' solo nello scontro finale IMHO.

Offline Lenin

  • Reduce
  • ********
  • Post: 30.464
  • Thunderer Thorlief
Re: [Cinema]Man of Steel
« Risposta #320 il: 20 Lug 2014, 15:11 »
L'ho rivisto ieri in tutto lo splendore dell'alta definizione. Che ficatah incredibile! :yes:
What'ya gonna do? Not train? - Dr J Feigenbaum

Offline Andrea Rivuz

  • Reduce
  • ********
  • Post: 23.320
Re: [Cinema]Man of Steel
« Risposta #321 il: 20 Lug 2014, 15:13 »
L'ho visto recentemente ma non mi è piaciuto molto, mi sa che è proprio il personaggio a non andarmi giù. Probabilmente l'unico film su Superman che apprezzerei sarebbe uno con Doomsday che lo massacra di mazzate per un'ora e mezza.

Offline Lenin

  • Reduce
  • ********
  • Post: 30.464
  • Thunderer Thorlief
Re: [Cinema]Man of Steel
« Risposta #322 il: 20 Lug 2014, 15:59 »
La grandiosità del film è stata anche quella di farmi piacere un personaggio che non ho mai sopportato :yes:
What'ya gonna do? Not train? - Dr J Feigenbaum

Offline Xibal

  • Eroe
  • *******
  • Post: 12.513
  • My battery is low, and it' getting dark
    • E-mail
Re: [Cinema]Man of Steel
« Risposta #323 il: 21 Lug 2014, 02:43 »

Tutti i flashback fanno riferimento a come il padre di Clark abbia passato la vita a rendere suo figlio una persona che potesse reggere il peso dei propri poteri, che sapesse controllare prima di tutto le sue emozioni, prima del suo corpo.
Non sono d'accordo, nel film traspare soprattutto la preoccupazione che la scoperta dei suoi poteri lo rendano un diverso e spingano le persone ad ucciderlo.Non è una educazione alla responsabilità, ma un tentativo di salvargli la vita in tutti i sensi. E' la stessa preoccupazione della madre prima che arrivi sulla terra ("Lo uccideranno"), alla quale Jorel risponde che al contrario lo considereranno un dio.
Questa tematica, molto interessante nel suo ondeggiare tra le due estremità, e sintetizzata splendidamente nelle opere di Miller ("Gli uomini sono piccoli, cattivi e stupidi Bruce, non bisogna mai ricordargli che i titani camminano tra di loro...") nel film trova uno sfogo grottesco nel sacrificio estremo del padre (ma perchè mettere il cane nella macchina?Almeno un bambino, qualunque cosa, ma perchè il cane?) ed ha uno sviluppo soffocato da delle scelte di sceneggiatura a dir poco insensate (vedi
Spoiler (click to show/hide)
.
"The reckoning with yourself, however, hopefully that continues. The struggle for your name is never complete. The struggle is eternal"

Offline The Dude

  • Reduce
  • ********
  • Post: 23.132
    • E-mail
Re: [Cinema]Man of Steel
« Risposta #324 il: 21 Lug 2014, 09:39 »
Ma come Xibal, mi caschi sulle basi?

Indipendence Day, Pacific Rim (anche se il cane non rischia mai): i cani si salvano sempre (o quasi).

Offline Azraeel

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 9.222
  • Vae Victis
    • E-mail
Re: [Cinema]Man of Steel
« Risposta #325 il: 21 Lug 2014, 09:49 »
Si ma Bowler era un labrador carinissimo.. In PR che minchia di cane c'è? Non lo rammento  :|

Offline The Dude

  • Reduce
  • ********
  • Post: 23.132
    • E-mail
Re: [Cinema]Man of Steel
« Risposta #326 il: 21 Lug 2014, 10:20 »
Un bulldog mi sembra, era il cagnotto dei due Lenin padre e figlio.

Offline Azraeel

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 9.222
  • Vae Victis
    • E-mail
Re: [Cinema]Man of Steel
« Risposta #327 il: 21 Lug 2014, 10:27 »
Ahhh si. Ma non c'era da salvarlo da nessun pericolo diretto!!

Offline The Dude

  • Reduce
  • ********
  • Post: 23.132
    • E-mail
Re: [Cinema]Man of Steel
« Risposta #328 il: 21 Lug 2014, 10:28 »
Sì e infatti l'ho scritto...è che non mi venivano altri esempi. ;D

Offline Wis

  • Highlander
  • *********
  • Post: 58.233
  • Mellifluosly Cool
Re: [Cinema]Man of Steel
« Risposta #329 il: 21 Lug 2014, 11:58 »
Non sono d'accordo, nel film traspare soprattutto la preoccupazione che la scoperta dei suoi poteri lo rendano un diverso e spingano le persone ad ucciderlo.Non è una educazione alla responsabilità, ma un tentativo di salvargli la vita in tutti i sensi.
Secondo me le due cose vanno di pari passo. Non era pronto lui a controllare sé stesso e non era pronto il mondo ad accettarlo. A differenza della madre credo che Jonathan sapesse perfettamente che il figlio era indistruttibile, e infatti si preoccupa dei suoi sentimenti (quando è a terra e gli chiede se gli hanno fatto male). Questo perché si rende conto che, se non avesse imparato prima di tutto a controllarsi, nel momento in cui il mondo l'avesse rifiutato avrebbe causato una mare di disastri e dolore.
Quella che sembra "omertà" è in realtà un'educazione all'autocontrollo più profondo.
La sceneggiatura ha molte parti un bel po' naive, non sono certo qui a negarlo, ma secondo me alcuni tratti discretamente approfonditi ci sono; solo che, visto anche il tenore di buona parte della pellicola, ci si aspetterebbe uno spiegone a far capire il perché di certe scelte che sembrano assurde, e alla fine vengono quindi solo recepite come tali (assurde, appunto).