Autore Topic: [Cinema]Man of Steel  (Letto 22176 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Zanji_zi

  • Avviato
  • *
  • Post: 300
  • Non mi fate incazzare o... Vi ammazzo di coccole!
    • E-mail
R: [Cinema]Man of Steel
« Risposta #225 il: 28 Ago 2013, 01:57 »
Ma è vero che Brian cranston potrebbe essere lex Luthor?

Sent from my GT-I9100 using Tapatalk 4 Beta


Offline Wis

  • Highlander
  • *********
  • Post: 59.618
  • Mellifluosly Cool
R: [Cinema]Man of Steel
« Risposta #226 il: 29 Ago 2013, 00:50 »
Visto questa sera. Oh, a me è piaciuto, soprattutto la prima parte. È ben girato, con una discreta fotografia, ben recitato, e per nulla noioso. È anche un po' diverso dallo standard tipico del personaggio pur cogliendo tutti gli aspetti che nel corso del tempo lo hanno reso interessante.
La metafora divina è meno spiccata che nel precedente (e direi anche meno fine), e c'è qualche ingenuità e product placement eccessivo (per l'attrice che fa Lois, più che altro, c'è in tutte le scene come il prezzemolo :D), ma per essere un film del Super Tipo più noioso della storia è un bel film che intrattiene il giusto.
Peccato per l'eccesso di "crash bang boom" nella seconda parte (peraltro senza troppe intuizioni se non strettamente registiche).

Offline Wis

  • Highlander
  • *********
  • Post: 59.618
  • Mellifluosly Cool
Re: [Cinema]Man of Steel
« Risposta #227 il: 29 Ago 2013, 08:57 »
Ecco, una cosa che mi chiedo è: chi ha curato l'adattamento in italiano? Perchè raramente ho trovato roba così amatoriale in un film di questo calibro.

Continui riferimenti agli uomini come "tu potrai fargli del bene", la famigerata frase di Zodd sui due modi in cui potrà finire (che però non ho idea di come sia stata resa in originale), ma anche altre frasi italiane che hanno poco senso perché tradotte letteralmente dall'inglese senza un appropriato adattamento (faccio fatica a ricordare con precisione ma ce ne sono almeno un paio).
Terribile.

Offline Sister Charity

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.306
Re: [Cinema]Man of Steel
« Risposta #228 il: 01 Nov 2013, 10:32 »
Visto. Continuo a dire w il 3d casalingo, immagini pazzesche però il film meh...

Bella la prima parte ma il piccolo manipolo di militari e Loris che è come il prezzemolo e salva il mondo non se po vede. Tralasciamo la scena del cane per pietà degli sceneggiatori defunti ma la seconda parte del film è urenda.
__
El cumenda

Offline Giobbi

  • Reduce
  • ********
  • Post: 43.660
  • Gnam!
    • E-mail
Re: [Cinema]Man of Steel
« Risposta #229 il: 11 Nov 2013, 21:29 »
Visto ieri
Difficile fare un film di Superman ma questo fa molte cose più bene che male

. E' più un film di fantascienza che supereroistco
. Rende bene la fisicità del volo, velocità dei combattimenti etc
. Non ci sono nemici buffi/cialtroni

Me lo aspettavo meno coraggioso, han fatto un buon lavoro piuttosto personale e sorprendente in alcune cose

Offline Lenin

  • Reduce
  • ********
  • Post: 30.492
  • Thunderer Thorlief
Re: [Cinema]Man of Steel
« Risposta #230 il: 24 Nov 2013, 16:50 »
Appena finito di vedere.

A me Super Man è sempre stato sui coglioni, 'sta cosa del tipo invincibile non mi è mai andata giù. I trailer mi avevano affascinato ma ormai la scimmia era andata via da tempo.

Oh a me è piaciuto davvero tanto. Non lo metto ai livelli di TDK, Avengers e First Class (molto diversi tra loro, ma punte di diamante dei film supereroistici), ma appena appena un filino sotto.

Grande Zack, non mi delude mai :yes:
What'ya gonna do? Not train? - Dr J Feigenbaum

Offline [c]ego

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.139
  • I'm not a number. I'm a free sheep.
Re: [Cinema]Man of Steel
« Risposta #231 il: 24 Nov 2013, 17:25 »
Oh a me è piaciuto davvero tanto.
Concordo. L'ho anche rivisto con mio padre, perché sono sempre convinto che sia anche (non solo, certo) un "film da babbi" e le lacrime sono scese copiose pure la seconda volta.

Ma soprattutto ha la scena d'azione che più mi ha ricordato la lettura di un fumetto, e più in generale, un scena d'azione sceneggiata e coreografata alla perfezione. Ovvero:

http://www.youtube.com/watch?v=WeG6zKhZxPw
Sono allergico all'italiano medio
[c]ego lavora nella periferia videoludica, le sue opinioni non hanno nulla a che vedere con quelle dei suoi mille e uno clienti. Uno più, uno meno.

Online Devil May Cry

  • Reduce
  • ********
  • Post: 40.721
    • http://devillo.blogspot.com/
Re: [Cinema]Man of Steel
« Risposta #232 il: 24 Nov 2013, 17:40 »
combattimento fantastico

bel film, appena lo trovo in offerta lo prendo in bluray  :yes:

(e se avessero eliminato tutte le scene con lois sarebbe stato un filmone esagerato)
Ascoltate Falli da Dietro!!

Offline Il Gladiatore

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.886
Re: [Cinema]Man of Steel
« Risposta #233 il: 24 Nov 2013, 18:25 »
Io rilancio pure: avevo voglia di un sabato asociale e me lo sono riguardato in solitaria. Alla fine ero tra il commosso e l'orgoglioso. Nel mio post precedente avevo detto che era un film destinato a crescere visione dopo visione, cosa che consiglio a chiunque di sperimentare. Avendo in mente durata complessiva e ripartizione degli eventi, ci si concentra di più sulla delicatezza di alcuni passaggi, cosa che non avrei mai sperato di trovare in un film di Snyder.

MoS è un film prezioso, addirittura accetterei le critiche dei fans verso l'ortodossia del personaggio visto che

Spoiler (click to show/hide)

Poi a casa, con un buon impianto e il televisore giusto vengono fuori chicche tecniche assurde, veramente da vedere e rivedere in continuazione.

MoS è uno dei migliori comic movie mai realizzati e merita di stare lassù con i migliori esponenti del genere.
« Ultima modifica: 24 Nov 2013, 18:30 da Il Gladiatore »
La paura è di passare per non esperti, di non comprendere il medium che si sta evolvendo etc. (...) è figlio dell'immotivato senso di inferiorità che spinge il videogiocatore alla spasmodica ricerca di qualcosa che giustifichi il videogioco come se il gameplay da solo non bastasse più." (Fulgenzio)

Offline Wis

  • Highlander
  • *********
  • Post: 59.618
  • Mellifluosly Cool
Re: [Cinema]Man of Steel
« Risposta #234 il: 24 Nov 2013, 18:38 »
Lo devo prendere anche io in BRD. Onestamente non vedo l'ora di rivederlo.

Offline Xibal

  • Eroe
  • *******
  • Post: 13.061
  • My battery is low, and it' getting dark
    • E-mail
Re: [Cinema]Man of Steel
« Risposta #235 il: 24 Nov 2013, 18:47 »
Ci può stare tutto quello che dici Gladiatore, ma non riesco proprio a trovare dove il film "faccia di tutto" per esprimerlo.
Anche solo la prima parte è una serie di contraddizioni raffazzonate e prive di qualsivoglia spunto di riflessione. Invece di un cammino abbiamo dei siparietti, dove certi principi ispiratori, come il tenere segreti i propri poteri pena il dover abbandonare per l'ennesima volta il luogo in cui aver creato stabilità, si infrangono su una condotta non sfortunata, ma addirittura scioccamente ricercata. Incendio su una piattaforma petrolifera? Sei talmente veloce da risultare invisibile agli occhi umani, eppure non puoi fare a meno di passare tra le fiamme come se nulla fosse davanti agli occhi di tutti. Perchè?
Lavori in un bar dove una ragazza ti chiama "tesoro", facendo presupporre che siate fidanzati oppure sposati. Il solito buzzurro red neck di turno la infastidisce a parole (A PAROLE), e tu in tutta risposta sei disposto a rinunciare a quella donna e al tuo futuro perchè non riesci a resistere ad accartocciargli il camion parcheggiato fuori?
Tralasciamo per pudore la scena della morte del padre, persino una roccia che faccia la comparsa di cartone in un film western sarebbe stata in grado di creare una situazione più plausibile ad un simile sacrificio, invece no.
A parte questo, che già sarebbe sufficiente per renderlo uno scivolone incredibile anche solo in virtù del fatto che lo stesso regista si sia occupato, grazie a dio quasi pedissequamente, di trattare i supereroi in Watchmen con risultati di dialoghi, situazioni e sceneggiatura in generale assolutamente imparagonabili, a parte questo dove venga sottolineata la necessità da parte di Superman di recuperare la sua umanità davvero non lo capisco, così il fatto che non esista alcun superman senza di noi. In tutta la pellicola il rapporto di Superman con gli umani non è assolutamente approfondito, l'effetto che i suoi poteri abbiano su di loro, l'eventuale ispirazione a fare ugualmente o all'opposto, il fatto che gli stessi lo rendano virtualmente immortale non scatena adorazione nè odio, tutto ciò che ruoti attorno alla sua figura è completamente dimenticato a favore di una guerra interiore che non si sviluppa mai, e cede il passo a quella con i suoi fratelli kryptoniani, per fortuna graziata da una resa a video eccezionale, ma orfana proprio di tutto quanto l'avrebbe nobilitata, che invece è goffo, sfilacciato e privo di mordente.
L'unico umano che gli ronza attorno, con effetti perfettamente coerenti col ronzare, è una prezzemolina dalla valenza pari a quella di una velina durante una puntata di striscia la notizia.
E dire che di opere che affrontino tutti i temi possibili ed immaginabili proprio per affrancare la sua figura da quella di essere mortalmente noioso nella sua immortalità ce ne sono a bizzeffe (Return of the dark knight, Doomsday...), con personaggi umani davvero importanti e radicali per la sua evoluzione psicologica (Batman). E in questi casi i temi che tu citi sono lapalissiani, qui direi proprio di no, perchè l'unica umanità che realmente Superman recupera alla fine della pellicola, è la rabbia con cui uccide il nemico, di certo non un faro di speranza o luce per nessuno, senza contare che l'evento, accadendo a 15 secondi dalla comparsa dei titoli di coda, è graziato, nella sua quasi rivoluzionaria importanza per il personaggio, da un respiro pari a...15 secondi...

Ciò che davvero spacca di questo film e riesce a camuffare la pochezza di quano avvenga a schermo è la colonna sonora, che si sarebbe meritata immagini di gran lunga più significative.
« Ultima modifica: 24 Nov 2013, 18:49 da Xibal »
«Se libertà vuol dire veramente qualcosa, significa il diritto di dire alla gente quello che la gente non vuole sentire».

Offline Il Gladiatore

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.886
Re: [Cinema]Man of Steel
« Risposta #236 il: 24 Nov 2013, 19:45 »
Allora, provo a risponderti nella misura in cui consideri MoS un film splendido ma sicuramente non perfetto.

Spoiler (click to show/hide)

Insomma, cosa dire? E' innegabile che un Nolan alla regia avrebbe compiuto un'opera di maggior spessore teoretico ma il pregio di Snyder è proprio quello di aver preso il punto medio tra spettacolo, narrazione e ritmo pur non stravolgendo il personaggio con letture troppo ardite.
Ovviamente è una mia semplice opinione, ci sta che il film non piaccia (anzi, alla maggior parte di quelli che conosco non è piaciuto), l'unico consiglio che mi permetto di darti, se non l'hai già fatto, quello è di rivederlo.

« Ultima modifica: 24 Nov 2013, 19:54 da Il Gladiatore »
La paura è di passare per non esperti, di non comprendere il medium che si sta evolvendo etc. (...) è figlio dell'immotivato senso di inferiorità che spinge il videogiocatore alla spasmodica ricerca di qualcosa che giustifichi il videogioco come se il gameplay da solo non bastasse più." (Fulgenzio)

Offline Xibal

  • Eroe
  • *******
  • Post: 13.061
  • My battery is low, and it' getting dark
    • E-mail
Re: [Cinema]Man of Steel
« Risposta #237 il: 24 Nov 2013, 20:10 »
Ma per far questo bisognava che Clark capisse cos'è la debolezza, vivesse in mezzo agli umani e ne apprezzasse, per quanto possibile, la bontà data dalla mancanza di controllo assoluto, quel controllo totale che ha portato Krypton alla distruzione.
Si, ma dov'è che Clark capisce questo, in quali situazioni o scene viene fuori questa consapevolezza?Nel film accade semplicemente che tra i vari siparietti del suo girovagare, ad un certo punto scopre il costume e Lois, fine, non esiste di fatto il cammino che descrivi, non apprezza la bontà data dalla mancanza di controllo assoluto in nessuno, nè a parole nè con i fatti, non scopre schemi etici nell'agire/pensare/parlare di nessun essere umano, e soprattutto non parte da una condizione che presupponga che lui ne abbia bisogno, non c'è conversione o cambiamento, lui da sempre è quel bravo ragazzo con i superpoteri che salva la gente. Quello di cui parli è lo scopo di Jorel, ma è un tema che nel film non viene svolto, si cita solo il titolo, il resto è pagina bianca, o meglio, pagine già lette e meglio.
Quello che dici tu si poteva fare, ma a me pare che non sia stato neanche preso in considerazione di striscio...
«Se libertà vuol dire veramente qualcosa, significa il diritto di dire alla gente quello che la gente non vuole sentire».

Offline Account_191220

  • Reduce
  • ********
  • Post: 23.649
Re: [Cinema]Man of Steel
« Risposta #238 il: 26 Nov 2013, 09:02 »
Visto metà e devo dire che per ora, come film, mi sta piacendo molto.
Ma ci sono un paio di minchiate su Supes che non mi vanno tanto giù.
Una venialissima che può essere anche ingnorata, ma la seconda è una cazzatona.
Spoiler (click to show/hide)

Offline Wis

  • Highlander
  • *********
  • Post: 59.618
  • Mellifluosly Cool
Re: [Cinema]Man of Steel
« Risposta #239 il: 26 Nov 2013, 09:47 »
Spoiler (click to show/hide)